A Milano esordisce Space Truckin', film italiano di fantascienza

Il regista Giorgio Magarò, gli attori e la troupe il 9 febbraio presentano al Barrio il film Space Truckin', con atmosfere e musiche profondamente viola. Ecco il trailer.

ingrandisci

Il titolo è preso in prestito da una celebre canzone dello storico gruppo dei Deep Purple. E non è un caso. Space Truckin’ è infatti un film di fantascienza italiano ispirato proprio all’immaginario fantascientifico degli anni ’70. Giorgio Magarò, regista pavese, impegnato da oltre vent’anni nella produzione di video a carattere sociale e videoclip musicali, si è cimentato in questa avventura davvero particolare, ha coinvolto un gruppo di professionisti e ha autoprodotto questa opera destinata prevalentemente al circuito delle rassegne e in futuro al web.

 

La storia si svolge interamente a bordo dell’astronave cargo Drosia ed Ego, il pilota, è anche l’unico essere umano a bordo. È un film di fantascienza che parla della solitudine e del rapporto conflittuale di Ego con se stesso, la tecnologia e le donne. Donne che pur non condividendo il viaggio con lui, sembrano essere ovunque: nelle sue fughe “virtuali” con delle amanti sintetiche, attraverso i dialoghi con la responsabile a Terra delle comunicazioni, perfino con un drone volante dalla voce femminile che condivide la monotonia dei lunghi viaggi.

Ego vive in una trappola meccanica, un ascensore delle stelle dove la curiosità si risveglia in una sorprendente bicicletta abbandonata e nella scoperta di un settore della nave inesplorato.

 

Il malinconico protagonista, Ego è interpretato da Gianpiero Aceto, (finalista all'edizione 2010 dei David di Donatello). Sul set anche Roberta Mandelli, Anna Rosa Zanelli e Lara Bossi.

 

Particolarmente significative le atmosfere musicali, anch’esse di chiara ispirazione anni ’70, composte da Riccardo Bacchi, con la preziosa aggiunta di tre cover: Space Oddity di David Bowie e Space Truckin’ e When a Blind Man Cries dei Deep Purple, registrate appositamente  dalla band tributo dei Deep Purple California Jam della quale Bacchi — fondatore anche di un importante fan club dei Deep Purple — è lead guitar.

 

Infine per rimanere fedeli alla fantascienza di quel periodo si è scelto un uso discreto del computer e la realizzazione di un modello in scala per l’astronave, interamente realizzato dal modellista Rodolfo Ferrari.

 

Il film verrà presentato a Milano, il 9 febbraio al teatro Barrio’s di via Barona e saranno presenti il regista, gli attori e la troupe.

 

PlaySpace Truckin (Trailer HD)

VIDEO

Space Truckin (Trailer HD)

Da: YouTube


Autore: Redazione - Data: 6 febbraio 2013

Notizie correlate

Vota questo articolo

Voti dei lettori

ancora nessun voto

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 L'astronave che è un palese modellino, desk da call center, recitazione alla Muccino su cui è meglio stendere un velo pietoso... noi italiani non sappiamo fare fantascienza cinematografica, non la sappiamo nemmeno concepire.

» postato da (Exidor ) alle 07:26 del 06-02-2013

2 Meglio Dennis Hopper e i suoi maiali quadrati!! :) CINTURATEVI! http://en.wikipedia.org/wiki/Space_Truckers

» postato da MrPink alle 08:43 del 06-02-2013

3 un altro Radical chic! ^_^

» postato da Giorgio_ alle 09:12 del 06-02-2013

4 Invece a me attira...! Bisogna tenere in considerazione il fatto che il cinema italiano non ha mai lasciato molto spazio a questo genere, sebbene la lista di film di fantascienza girati nel nostro paese sia molto lunga. E' vero, gli effetti speciali non sono proprio mirabolanti, ma secondo me, in un film di ispirazione tipicamente settantiana ci sta...(quanti film SF dell'epoca presentano la stessa caratteristica...?), secondo me, la rudimentalità in parte è voluta...anche se in effetti si poteva ricorrere all'uso dell'animazine 3D...Mi piacerebbe vederlo...

» postato da Angus Young alle 09:32 del 06-02-2013

5 Che tristezza. E pensare che un tempo noi italiani ertavamo i maestri del Cinema. Dio che amarezza queste interpretazioni degne di "Gli occhi del cuore".

» postato da Andrea Montesi alle 11:07 del 06-02-2013

6 Incredibile ragazzi... provate a chiamare il numero di telefono sul sito del Barrio's. Risponde uno che non sapeva neanche che c'era in programma la proiezione del film! Ahahahahah

» postato da (Pinguin8 ) alle 11:14 del 06-02-2013

7 Imbarazzante!

» postato da Mauro Appiani alle 11:44 del 06-02-2013

8 Come si fa !!! oddio i modellini !!! oddio la recitazione... Ma vi siete mai chiesti perche i grandi autori del film di genere Italiano usavano,almeno come protagionisti, attori americani e soprattutto ridoppiavano tutto !!!! Fate recitare direttamente i Doppiatori se non avete soldi per gli attori stranieri cavolo !!!

» postato da (GIULIO MANZI) alle 12:12 del 06-02-2013

9 Avevo letto "Space Truckey" e mi ero illuso che avessero fatto il film del minigame di Doom 3:http://news.filefront.com/wp-content/uploads/2007/08/doom3turkey.jpg :lol:

» postato da Andras Eris alle 12:15 del 06-02-2013

10 oddio! sembrano le cose di Maccio Capatonda :lol:

» postato da Ikari alle 12:35 del 06-02-2013

11 Capisco l'atmosfera settantiana (fino ad un certo punto), che per me più che ispirarsi, è solo una scelta per mantenere i costi al minimo essendo autoprodotto, ma la recitazione è da no comment e per il modellino trovo di meglio nell'ovetto Kinder...

» postato da Elandal alle 14:04 del 06-02-2013

12 Non sappiamo nemmeno fare i trailers

» postato da (Ludovico Manzotti) alle 17:14 del 06-02-2013

13 Mi lascia perplesso il modellino... piatto, senza un accenno di weathering... nessun modellista oggi lavora così... possibile sia voluto ? Visivamente è controproducente... Salute e Latinum per tutti !

» postato da Kruaxi the ferengi alle 17:34 del 06-02-2013

14 Va be', tanto per fare un esempio, "La Terza Madre" di Dario Argento è più o meno su questi livelli, se non addirittura peggio. E a differenza di questo è stato distribuito in lungo e in largo. L'astronave di Space Trucking è di una raffinatezza esemplare, se paragonata al cicciobello che vola giù da un ponte in una scena del suddetto film.

» postato da Gianlu alle 17:50 del 06-02-2013

15 «Mi lascia perplesso il modellino... piatto, senza un accenno di weathering... » weathering su un veicolo spaziale? uhm... S*

» postato da S* alle 17:59 del 06-02-2013

16 Personalmente a me piace il design dell'astronave...! La navetta blu che inquadrano a 2:17 in effetti è ridicola però...Sembra uno dei velivoli che si vedono in Dragonball...:-) Comunque non so perchè, ma a me attira...Ah, dimeticavo: stupenda Space Truckin' dei DP ;-)

» postato da Angus Young alle 21:59 del 06-02-2013

17 «Personalmente a me piace il design dell'astronave...! La navetta blu che inquadrano a 2:17 in effetti è ridicola però...Sembra uno dei velivoli che si vedono in Dragonball...:-) Comunque non so perchè, ma a me attira...Ah, dimeticavo: stupenda Space Truckin' dei DP ;-)» Ho visto qualche video di questo Riccardo Bacchi (cavolo, questo nome puzza un po' di pseudonimo, anche se un musicista l'avrei visto meglio come Giovanni Sebastiano invece di Riccardo, ma magari gli piacciono i gabbiani) e se la cava davvero bene, sia coi Deep Purple che con i Pink Floyd. S*

» postato da S* alle 23:09 del 06-02-2013

18 Dai tempi in cui ho ascoltato Gayane Ballet in 2001 Odissea nello spazio mi sono sempre chiesto perchè nei viaggi a lunga percorrenza non si caricavano una Game Console per gli astronauti e via, capisco che Kubrick non poteva che pensare che gli astronauti potevano al massimo giocare a scacchi con il computer (che giochi per computer c'erano allora? il pong forse?), ma un po' di acqua è passata sotto i ponti, una PSP adesso la potrebbero caricare a bordo, no? Lo so che così ho ammazzato la trama... ;) Per il modello del camion spaziale potevano chiedere a quelli di Dark Resurrection, che con poco hanno fatto miracoli... quello che si vede è un po' imbarazzante...

» postato da Micronaut alle 10:31 del 07-02-2013

19 Astronave e tute spaziali rasentano il ridicolo, è vero, ma ci vanno talmente vicino che non può che essere stata una scelta stilistica. Per il resto la curiosità me l'hanno messa, non sarà certo peggio del più pretenzioso "Antibody" del 2002.....

» postato da fabioli alle 11:01 del 07-02-2013

20 La trama mi ricorda comunque un qualche racconto breve di P.K. Dick Non mi ricordo il titolo, che parlava di un tipo che si trovava su una nave spaziale in un lungo viaggio ed a causa di qualche malfunzionamento, si confondeva tra realtà e sogno...

» postato da Micronaut alle 11:32 del 07-02-2013

21 Ah l'ho trovato! Il trailer mi ha fatto venire in mente il racconto di P.K. Dick "Spero di arrivare presto".

» postato da Micronaut alle 11:38 del 07-02-2013

22 S*... weathering, si... a parte le navi di Guerre Stellari, ovviamente 'esagerate' (ma di grande impatto) avrai pur visto foto di vere navi spaziali... polvere cosmica, per non parlare di micrometeoriti, gas dai motori e dai propulsori ad idrazina... inoltre nel modellismo per 'weathering' si intende, pur impropriamente, anche l'evidenziamento dei pannelli, i giochi di ombre 'ricreati'... insomma, tutto quello che da tridimensionalità ad un modello in scala... Oltretutto parliamo di una nave in viaggio da lungo tempo... Chiaro che non pretendo un weathering tipo l'ultimo X-Wing che ho fatto !!! http://farm9.staticflickr.com/8432/7832326046_3cda7808a3.jpg :lol: Salute e Latinum per tutti !

» postato da Kruaxi the ferengi alle 22:55 del 07-02-2013

23 «S*... weathering, si... a parte le navi di Guerre Stellari, ovviamente 'esagerate' (ma di grande impatto) avrai pur visto foto di vere navi spaziali... Chiaro che non pretendo un weathering tipo l'ultimo X-Wing che ho fatto !!! » Bello :-) Comunque, nel cinema questi effetti sono cominciati con Star Wars, prima (vedi 2001) la astronavi erano "pulite". E dato che questo film vuole essere in stile anni settante, mi sembra corretto il genere di astronave che hanno fatto. Che non è poi così diversa, per dire, da una navetta dell'Enterprise della serie classica. S*

» postato da S* alle 08:34 del 08-02-2013

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.