Dopo la pazzesca e a nostro avviso suicida direttiva sui copyright in rete approvata in questi giorni al Parlamento Europeo, l'industria culturale mette a segno un altro successo, di minore entità ma di miopia altrettanto evidente: la chiusura di Italiansubs, il sito che in Italia proponeva le traduzioni italiane dei sottotitoli delle serie tv straniere.

Con un comunicato pubblicato oggi sul sito, i coordinatori di ITASA (Italian Subs Addicted) annunciano che il sito non potrà più contenere testi sotto copyright altrui. In poche parole non potrà più offrire il suo servizio principale, la traduzione dei sottotitoli, mentre resterà vivo il forum attorno al quale ruota una grande community.

Community, quella di ITASA, che non si limitava a chiacchierare, ma forniva un servizio prezioso, traducendo a tempo di record i sottotitoli delle serie americane e inglesi e distribuendoli poi in formato .srt. Secondo alcuni è proprio grazie a ITASA se in Italia si è diffusa la cultura della serie tv – storicamente trattate malissimo dalle emittenti nazionali, al punto da costringere gli appassionati a scaricarsele per altre vie – e se adesso in Italia ci sono servizi come Sky, Netflix o Amazon che offrono gli episodi in contemporanea con il paese d'origine.

La guerra legale con la FAPAV, la Federazione contro la pirateria audio-visiva, è andata avanti per anni e si è ora conclusa in questo modo.

ItalianSubs chiede a chi ha usufruito per anni dei suoi servizi un ultimo favore: un versamento col bottone PayPal presente nella home del sito o facendo un bonifico all'IBAN IT23T36000032000CA011719485 intestato ad Antonio Pilolli, per aiutarli a coprire i costi sostenuti nella battaglia legale.

Aggiornamento. Riceviamo dalla FAPAV un comunicato che chiarisce il loro punto di vista. Pur essendo indiscutibile la scarsa legalità della traduzione dei sottotitoli – e quindi dovuta l'azione della FAPAV – continuiamo a pensare che in un quadro più ampio l'opera di ItalianSubs sia stata positiva per il mercato. Nostra opinione ovviamente. Qui sotto il comunicato FAPAV.

Roma, 18 settembre 2019 – A seguito della notizia riportata su vari organi di stampa in merito ad “Italiansubs”, FAPAV intende chiarire quanto accaduto al riguardo.

La traduzione in lingua italiana dei dialoghi di film e serie televisive, senza l’ottenimento di alcuna licenza, è un’attività illecita in quanto si tratta di un diritto esclusivo, oltre che del produttore delle opere, anche degli autori della sceneggiatura, in base alle norme vigenti a livello internazionale.

La notizia relativa il blocco della diffusione sul web non autorizzata di sottotitoli, tradotti dalla lingua originale, e messi a disposizione sul sito “Italiansubs”, nasce da una attività mirata che la FAPAV ha condotto negli ultimi mesi con gli amministratori del portale per chiarire le ragioni dei titolari dei diritti e per ottenere la cessazione dell’attività illecita in considerazione dell’ingente danno causato da tale pratica verso tutta la filiera dell’audiovisivo.

La traduzione non autorizzata, e relativa messa a disposizione online dei sottotitoli realizzati, incide negativamente sia sull’audience televisiva sia sul numero delle visioni dell’opera in streaming o download sulle piattaforme legali che ne detengono i diritti di sfruttamento. Spesso tali traduzioni, inoltre, riguardano opere non ancora distribuite sul nostro mercato.

Gli amministratori del sito e della community, come da loro stessi comunicato tramite la piattaforma e i social network, hanno convenuto pertanto di cessare l’attività di traduzione e messa online dei sottotitoli relativi tutte le opere di cui non detengono autorizzazione dai legittimi titolari.

La Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali apprezza la condotta dei gestori di “Italiansubs” e dell’intera loro community che hanno compreso le motivazioni della richiesta, spiegandole ai propri utenti. 

La sottotitolazione non autorizzata delle opere, infatti, danneggia fortemente tutte quelle aziende che investono per produrre film e serie televisive e i cui ricavi, derivanti dallo sfruttamento economico dell’opera, sono determinanti per continuare a produrre contenuti di qualità sul mercato italiano ed internazionale.

[ANNUNCIO IMPORTANTE LEGGETE TUTTI] So long, Italiansubs News

[ANNUNCIO IMPORTANTE LEGGETE TUTTI] So long, Italiansubs News

Italiansubs

[ANNUNCIO IMPORTANTE LEGGETE TUTTI] So long, Italiansubs Cari utenti di Italiansubs, a partire da oggi 15 settembre 2018 non troverete più su questo sito alcun

Leggi

Una notte con Metalmarco - Wittgenstein

Wittgenstein

(Su Wired in edicola, con un pezzo gemello scritto da Matteo Bordone) “La gente della notte fa lavori strani”, diceva Jovanotti, ma non aveva ancora visto i sottotitolatori. Sono le tre, le strade di Milano sono quasi deserte. Parcheggio davanti...

Leggi