Parliamo ancora di Doctor Who e dell'atteso, almeno per noi, The Time of the Doctor, l'episodio speciale che la BBC, come da tradizione, ha messo in onda durante le ultime festività, e che stavolta è stato un episodio un po' più speciale degli altri visto che vede l'uscita di scena di Matt Smith e l'esordio di Peter Capaldi (World War Z) come dodicesima incarnazione del Dottore. A parlarne è stato soprattutto Mark Gatiss, quarantasettenne di Sedgefield che alterna l'attività di attore (oltre che in Doctor Who si è visto in Being Human, Sherlock e Il Trono di Spade) a quella di autore e sceneggiatore televisivo per le serie sopra citate.

Gatiss ne ha parlato durante un tour promozionale che si è tenuto nei giorni scorsi in Brasile, partendo da The Day of the Doctor, l'episodio celebrativo del cinquantenario e che concludeva di fatto la settima stagione. In quell'episodio (e chi non l'ha visto salti questo paragrafo) il Dottore, aiutato dalle altre sue incarnazioni, dopo aver confinato Gallifrey, il pianeta di origine di tutti i Signori del Tempo, in un luogo al di fuori dell'universo, deciderà di recarsi sul pianeta Trenzalore dove, secondo la profezia del Silenzio, troverà la morte. Tutto ciò verrà raccontato nello speciale, che sostanzialmente aprirà l'ottava stagione.

Doctor Who: Peter Capaldi annuncia la sua “rigenerazione”

L'annuncio ha sorpreso tutti, eppure Capaldi ha preso la sua decisione: la prossima stagione sarà il suo...

Leo Lorusso, 1/02/2017

Doctor Who: piccolo giallo sul secondo showrunner

I misteri sono parte integrante di Doctor Who, al punto di comparire anche nel dietro le quinte. Ma se uno...

Leo Lorusso, 19/07/2016

Steven Moffat: il nuovo Doctor Who sta per migliorare

Tutto deve cambiare in Doctor Who, almeno secondo il suo attuale comandante in capo. La prossima sarà una...

Leo Lorusso, 26/03/2015