Il pubblico lo conosce per le colonne sonore delle serie tv Battlestar Galactica e Terminator, ma con Dark Void, il suo primo videogame, dovrà aspettarsi tutta un'altra musica. “Dando maggior spazio ai temi orchestrali, ho voluto rendere omaggio – spiega il compositore Bear McCreary – alle grandi colonne sonore della fantascienza che mi hanno ispirato in passato, come L'Impero colpisce ancora e Ritorno al futuro. Lavorare con Capcom ha rappresentato la mia prima occasione professionale di guardare alle partiture epiche di Elmer Bernstein, Jerry Goldsmith e John Williams, le stesse che tanti anni fa mi hanno convinto a fare questo mestiere”. Per un compositore, come Michael Giacchino, che dai videogiochi è arrivato ai successi di Lost, stavolta sono i videogiochi a guardare al piccolo schermo, assicurandosi il contributo di una delle giovani voci più interessanti della fantascienza televisiva.

14 regali di natale per veri (e straricchi) amanti della fantascienza

Arriva il Natale, tempo di regali. Quale momento migliore per cercare qualcosa di unico, che lascerà un segno...

Leo Lorusso, 25/12/2013

Star Wars VII: annunciata ufficialmente la squadra

Ecco chi ci sarà dietro le quinte del nuovo corso di Guerre Stellari. I fan esultano: alla sceneggiatura Lawrence...

Roberto Taddeucci, 25/10/2013

Un orsacchiotto poco tenero

Un visual artist di New York ha creato il corto The Mega Plush, lanciandolo qualche giorno fa su Youtube e...

Alessandro Murè, 28/09/2013