Lucca Comics And Games

Premio Italia, tutti i finalisti 2007

Delos Books infila diciotto nomination, forte affermazione anche della Perseo con dodici candidature. In ambito amatoriale accanto ad Alpha Quadrant si fa vedere NeXt e il fenomeno connettivista

I quattro libri Delos Books finalisti

Venerdì 23 si è chiusa la prima fase del Premio Italia, quella dedicata alla segnalazione delle candidature. Sono arrivati 78 voti per un totale di quasi duemila segnalazioni, che hanno portato a 679 candidature dalle quale, tramite i sofisticati meccanismi di calcolo ormai da alcuni anni "congelati" all'interno di complessi algoritmi computerizzati, sono stati selezionati i 96 finalisti. Più di altri anni questa edizione ha visto un'elevatissima varietà nelle segnalazioni (l'anno scorso i candidati erano stati solo 298, due anni fa 312). Il fenomeno forse più rilevante è l'affermazione della Perseo Libri, per molti anni rimasta al di fuori dalla competizione del Premio Italia, che ha piazzato quest'anno ben dodici candidature tra racconti, romanzi, articoli, collane, riviste. Quasi del tutto sparita invece l'Editrice Nord, la cui eredità appare chiaramente essere stata raccolta dalla Delos Books.

Da oggi fino al 9 marzo tutti coloro che hanno diritto al voto possono dare la loro preferenza tra i vari finalisti. Converrà magari ripassarsi qualche consiglio su come funziona il meccanismo di votazione a questa pagina: www.premioitalia.worldsf.org/strategie.php.

Ecco tutti i finalisti:

 

Artista

Franco Brambilla

Giuseppe Festino

Giacomo Pueroni

Maurizio Manzieri

Luca Vergerio

 

Curatore

Vittorio Curtoni

Giuseppe Lippi

Ugo Malaguti

Silvio Sosio

Gianfranco Viviani

 

Traduttore

Vittorio Curtoni

Lella Moruzzi

Flora Staglianò

Riccardo Valla

Elisabetta Vernier

 

Collana

Biblioteca di Nova SF* — Perseo Libri

Narratori Europei di Science Fiction — Perseo Libri

Odissea Fantascienza — Delos Books

Urania — Mondadori

Urania Collezione — Mondadori

 

Rivista professionale

Fantascienza.com — Delos Books

Delos Science Fiction — Delos Books

Futuro Europa — Perseo Libri

Nova SF* — Perseo Libri

Robot — Delos Books

 

Rivista non professionale

Alpha Log

Alpha Quadrant

Fondazione

Kree!

NeXt

 

Sito web amatoriale o rivista online amatoriale

Farscapewww.farscape.it

NextStationwww.next-station.org

Uraniamaniawww.uraniamania.com

UraniaSaturaniasat.altervista.org

2099www.2099.it

 

Saggio in volume

Daniele Barbieri, Riccardo Mancini — Di futuri ce n'è tanti. Otto sentieri di buona fantascienza — Avverbi

Chiavini, Pizzo, Tetro — Contact! Tutti i film su UFO e Alieni — C. Tedeschi Editore

Marina LentiL'incantesimo Harry Potter — Delos Books

 

Operatore artistico (non in altre categorie)

Lukha Kremo Baroncinij — performance artistiche

Carlo Cosolo — cinema

Eliver e S* — Fantascienza.pod

Mariano Equizzi — cinema

Giorgio Messina — Cagliostro ePress

Carlo Recagno — fumetto

 

Racconto su pubblicazione professionale

Donato Altomare — L'ultima speranzaFuturo Europa Perseo Libri

Milena DebenedettiIllusione di specchiRobot Delos Books

Giovanni De MatteoViaggio ai confini della notteRobot Delos Books

Valerio Evangelisti — La sala dei giganti — Mondadori

Massimo PietroselliCovata XIVRobot Delos Books

 

Racconto su pubblicazione amatoriale

Sandro Battisti e Giovanni De Matteo — L'occhio delle StelleNext

Vittorio Catani — In attesa di AlineAlpha Quadrant

Davide di Candia — L'ultimo posto liberoUraniasat

Elena di Fazio — Perky MoonContinuum

Antonio Mercurio — Un nuovo imperoCommissione Voyager

 

Articolo su pubblicazione professionale

Emilio Di Gristina — José Moselli, una pagina di fantascienza dimenticataFuturo Europa Perseo Libri

A. Fazio e R. Valla — Fantascienza e critica socialeFuturo Europa Perseo Libri

Salvatore ProiettiOmbre rosse: Rileggendo Robert E. HowardDelos Delos Books

Angelica Tintori — Farscape, il lato surreale della galassiaSeries Sci Fi My Way Media

Alessandro ViettiConfessioni di un (vecchio) show televisivoDelos Delos Books

 

Articolo su pubblicazione amatoriale

Gabriella Ascari — Il bambino che è in noiAlpha Log

Andrea Borgi — Gli alieni venuti dal Sol LevanteAlpha Quadrant

Stefano Buccino — Le astronavi atomicheAlpha Quadrant

Vittorio Catani — Adesso Dio c'è. Calcolatori e computer nella fantascienza pre-cyberpunkAlpha Quadrant

Giovanni Di Matteo — La costante di Hubble e... — Continuum

Enrico Di Stefano — La fantascienza nei video musicaliFondazione

 

Romanzo internazionale

John Brosnan — SupernaveUrania Mondadori

M. John Harrison — Luce dell'universoUrania Mondadori

Nathalie Charles Henneberg — La Plaie — Perseo Libri

Richard K. Morgan — Business — Nord

Ruth NestvoldIl linguaggio segretoOdissea Delos Books

 

Film fantastico

Fascisti su Marte — Corrado Guzzanti

I figli degli uomini Children of Men — Alfonso Cuarón

I pirati dei Caraibi: la maledizione del forziere fantasma — Gore Verbinski

The Prestige — Christopher Nolan

V per Vendetta — James McTeigue

 

Serie televisiva

Battlestar Galactica — Fox

Doctor Who — Jimmy

Farscape — Jimmy

Lost — Fox, Rai

Star Trek Enterprise — La7, Jimmy

 

Dvd fantastico

Ai confini della realtà — Stagione 4 — DNC

The Dead Zone — Paramount

Fabio Salvati — Proportions

Farscape — Stagione 1 — Passworld

Lost — Stagione 1 — Buena Vista

I pirati dei Caraibi: la maledizione del forziere fantasma — Buena Vista

Serenity — Universal

Versus — Gargoyle Video

V per Vendetta — Warner Bros.

Zombie Honeymoon — Gargoyle Video

 

Romanzo o antologia personale — Fantascienza

De Matteo — Revenant — Ferrara

Mauro Antonio Miglieruolo — Assurdo virtuale — Perseo Libri

Nino Salamone — 2084 — Perseo Libri

Luca ZaffiniPainlog — Delos Books

 

Romanzo o antologia personale — Fantasy

Donato Altomare — Surgeforas — Tabula Fati

Milena DebenedettiIl Dominio della regola — Delos Books

Autore: S* - Data: 26 febbraio 2007 - Fonte: World SF

Vota questo articolo

Voti dei lettori

ancora nessun voto

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Accipicchia! Complimenti a tutto il mondo di Delos. Se mi è permesso, in particolare a Marina per il suo saggio su HP e a Milena, che addirittura si è candidata con il romanzo e un racconto! In bocca ai lupi mannari!

» postato da Irene Vanni alle 09:43 del 26-02-2007

2 «Accipicchia! Complimenti a tutto il mondo di Delos. Se mi è permesso, in particolare a Marina per il suo saggio su HP e a Milena, che addirittura si è candidata con il romanzo e un racconto! In bocca ai lupi mannari!» Grazie! Ieri sera, quando mi hanno detto "sei stata nominata", pensavo volessero farmi uscire dalla casa! :mrgreen:

» postato da dued alle 10:15 del 26-02-2007

3 Miezzega! Venerdì sera ho letto i mei primi due volumi della collana Odissea (quella SF, non quella fantasy). Li avevo tutti ma per ora non ne avevo letto nessuno (eccetto i lavori della Kress, Turtledove, Egan e Shepard che avevo però letto in altre precedenti edizioni). Per la precisione ho letto "Furto di identità" di Sawyer e l'ho trovato stra-stra-bello! Poi ho letto "Un ponte sull'abisso" della Asaro e l'ho trovato stra-stra-stra-stra-stra-stra-stra-bellissimo assai (appro... altro della Asaro, please!!) Ora non oso immaginare cosa possa qualitativamente essere questo "Linguaggio Segreto" visto che viene messo in lizza per il premio Italia. Appena posso me lo divoro!

» postato da metalupo alle 16:31 del 26-02-2007

4 ma che valore ha il "premio Italia", chi sono i votanti? La classifica dei telefilm x esempio è un po' strana: http://www.premioitalia.worldsf.org/finalisti.php?categoria=17 Farscape meglio di Lost e Battlestar Galactica? Firefly nemmeno in finale?? Ma dai, scherziamo? :D

» postato da katy alle 18:11 del 26-02-2007

5 «ma che valore ha il "premio Italia", chi sono i votanti? La classifica dei telefilm x esempio è un po' strana: http://www.premioitalia.worldsf.org/finalisti.php?categoria=17 Farscape meglio di Lost e Battlestar Galactica? Firefly nemmeno in finale?? Ma dai, scherziamo? :D» dal regolamento del premio italia: Articolo 3 Hanno diritto al voto: Tutti gli iscritti ad almeno una delle due precedenti Convention, che abbiano provveduto a registrarsi nel corso dei Congressi presso l'Ente gestore. La registrazione solleva l'Ente da ogni responsabilità derivante dalla legge sulla privatezza. I Soci della World SF Italia, secondo l'elenco fornito all'Ente gestore a cura dell'Associazione.

» postato da doralys alle 18:25 del 26-02-2007

6 Ok, grazie x la spiega...resto un po' perplessa. Comunque tutti i tipi di votazione via internet non mi hanno mai convinto del tutto.

» postato da katy alle 10:35 del 27-02-2007

7 «Ok, grazie x la spiega...resto un po' perplessa. Comunque tutti i tipi di votazione via internet non mi hanno mai convinto del tutto.» Cosa c'entra internet? S*

» postato da S* alle 10:37 del 27-02-2007

8 beh il mio in bocca al lupo va ovviamente al nostro S* , Fantascienza.com , Eliver e fantascienza.pod e , ma anche al grande Vittorio Curtoni! in ogni caso i selezionati sono tutti di grande livello, mi sembra molto meglio degli altri anni

» postato da . alle 10:52 del 27-02-2007

9 «La classifica dei telefilm x esempio è un po' strana: ... Farscape meglio di Lost e Battlestar Galactica? Firefly nemmeno in finale?? Ma dai, scherziamo? :D» E soprattutto, come si fa a tenere fuori il TG4? :lol: Comunque, per l'appassionato di fantascienza che legge soprattutto traduzioni, i Premi Italia dovrebbero fornire indicazioni di valore su quello che di buono è uscito di italiano nella scorsa stagione... Vero è che importanti realtà sono restate comunque fuori (tra i siti web per esempio Continuum, che già mi è capitato di menzionare su questo forum), ma questo potrebbe essere anche interpretato come un ulteriore indizio dei valori messi in gioco negli ultimi anni, con un livello qualitativo dell'offerta su carta (Robot, Nova SF*, diverse fanzine) e via internet (Delos e Fantascienza.com nel suo insieme, ma anche appunto Continuum, Carmilla, Intercom, WebtrekItalia e, se vogliamo, Next-Station...) via via crescente. Comunque sia, Katy, ti invito a tenere conto che 78 votanti non è che possono fornire uno spaccato a 360° sulla fantascienza in Italia, né tantomeno per quel che riguarda le serie, dove alcune saranno certo penalizzate dal loro esilio satellitare. Un minimo di attendibilità, questo invece sì, è lecito aspettarsela. E visto che ci sono, dopo i complimenti espressi in altra sede a Vittorio Catani, Valerio Evangelisti e alle brigate connettiviste di Next e Continuum, approfitto qui per complimentarmi con Milena, Salvatore, Massimo, il Vic Direttore Supremo, Eliver e il S*ommo per il risultato conseguito dalla squadra di Delos. In bocca al lupo a tutti! X

» postato da X alle 11:02 del 27-02-2007

10 «E soprattutto, come si fa a tenere fuori il TG4? :lol: » Un voto l'ha ricevuto (sei stato tu??) ma l'abbiamo squalificato perché, pur rientrando nel genere fantasy (non fantascienza perché non è scientificamente plausibile) non può essere considerato una vera serie tv. «Comunque sia, Katy, ti invito a tenere conto che 78 votanti non è che possono fornire uno spaccato a 360° sulla fantascienza in Italia, né tantomeno per quel che riguarda le serie, dove alcune saranno certo penalizzate dall'esilio sul satellite. Un minimo di attendibilità, questo invece sì, è lecito aspettarsela.» Il premio Italia non è un premio basato su criteri qualitativi scientifici (se esistono). E' un premio assegnato dagli appassionati (esattamente come il premio Hugo). Quindi premia le cose che sono piaciute di più ma anche quelle che sono in qualche modo più popolari. E non essendo elevatissimo il numero dei votanti risente della forza di gruppi come club o community che sono in grado di allineare i propri voti. Farscape è un esempio: l'anno scorso alla Deepcon c'era l'attore di farscape e quindi alla convention c'erano molti fan di Farscape. Il discorso dei voti via internet invece non c'entra nulla. Si tratta di una votazione fortemente controllata i cui votanti vengono contattati dall'organizzazione, non viceversa, si sa chi sono e ci si accerta che abbiano diritto di voto. Il fatto che negli ultimi due anni il voto avvenga via internet è solo una semplificazione tecnica. S*

» postato da S* alle 11:09 del 27-02-2007

11 leggevo or ora su fantasymagazine il post gemello di questo , dove i lettori di fantasy sono molto arrabbiati (in gergo: "stanno a rosicare") perche' quest'anno la fantascienza ha spopolato. e io dico, bene, molto bene !! :ok:

» postato da . alle 11:10 del 27-02-2007

12 ««E soprattutto, come si fa a tenere fuori il TG4? :lol: » Un voto l'ha ricevuto (sei stato tu??) ma l'abbiamo squalificato perché, pur rientrando nel genere fantasy (non fantascienza perché non è scientificamente plausibile) non può essere considerato una vera serie tv.» La motivazione è chiara, anche se a Fede un premio come operatore artistico potremmo pensare di riconosceglielo... Non sono stato io a segnalare il TG4, ma confesso che nutro una stima incondizionata per chi ha avuto l'idea... :mrgreen: « «Comunque sia, Katy, ti invito a tenere conto che 78 votanti non è che possono fornire uno spaccato a 360° sulla fantascienza in Italia, né tantomeno per quel che riguarda le serie, dove alcune saranno certo penalizzate dall'esilio sul satellite. Un minimo di attendibilità, questo invece sì, è lecito aspettarsela.» Il premio Italia non è un premio basato su criteri qualitativi scientifici (se esistono). E' un premio assegnato dagli appassionati (esattamente come il premio Hugo). Quindi premia le cose che sono piaciute di più ma anche quelle che sono in qualche modo più popolari. E non essendo elevatissimo il numero dei votanti risente della forza di gruppi come club o community che sono in grado di allineare i propri voti. Farscape è un esempio: l'anno scorso alla Deepcon c'era l'attore di farscape e quindi alla convention c'erano molti fan di Farscape.» In effetti di questo non avevo tenuto conto... La partecipazione di appassionati di una certa serie o autori di uno specifico settore (rivista, gruppo o casa editrice) è sicuramente un fattore di cui tenere conto. Quanto al fantasy... è un po' presto, PuntoRossi, per pensare che la bolla sia esplosa. I suoi fan possono stare tranquilli... :roll: X

» postato da X alle 11:22 del 27-02-2007

13 Scusate, avevo capito che si votava solo via internet senza controlli...ma dopo che mi avete spiegato i criteri e aver visto il numero esiguo dei votanti continuo a chiedermi che senso abbia il tutto. :o

» postato da katy alle 11:24 del 27-02-2007

14 «leggevo or ora su fantasymagazine il post gemello di questo , dove i lettori di fantasy sono molto arrabbiati (in gergo: "stanno a rosicare") perche' quest'anno la fantascienza ha spopolato. » Veramente la discussione è partita così ma ora è ben più profonda di così. Certo, un po' verbosa... ma è molto interessante.

» postato da metalupo alle 11:32 del 27-02-2007

15 «Quanto al fantasy... è un po' presto, PuntoRossi, per pensare che la bolla sia esplosa. I suoi fan possono stare tranquilli... :roll: hem no no no, speriamo la bolla non esploda considerato che e' l'unica cosa si vende veramente bene e io al mio conto in banca ci tengo :D :D mi auguro semplicemente che la fantascienza si riprenda il posto che le spetta di diritto negli scaffali delle librerie e videoteche e non solo nel cuore dei pochi appassionati rimasti in questi anni. un po di mainstream mica ci farebbe male ...

» postato da . alle 11:36 del 27-02-2007

16 «Scusate, avevo capito che si votava solo via internet senza controlli...ma dopo che mi avete spiegato i criteri e aver visto il numero esiguo dei votanti continuo a chiedermi che senso abbia il tutto. :o» E' un voto degli addetti ai lavori e degli appassionati che si spostano ogni anno per partecipare alla Italcon, oltre che degli iscritti alla World SF che hanno pagato l'iscrizione. Il S*ommo mi corregga se dico una castroneria, ma il principio è lo stesso su cui si basa l'Hugo. Nel senso che anche lì se non sei iscritto, non voti. Certo, i numeri messi in campo dalla sola Italia non possono rivaleggiare con quelli del mercato internazionale, ma non è molto diverso da quello che accade in altre convention nazionali europee. Per me il senso continua ad avercelo. Se per caso vuoi trovarcene uno anche tu, forse venire a Fiuggi potrebbe fornirti qualche spunto... X

» postato da X alle 11:38 del 27-02-2007

17 « Vero è che importanti realtà sono restate comunque fuori...» i 78 votanti possono esprimere tre prefenze per ogni categoria. Le preferenze sono proposte da ciascuno secondo il suo gusto. quindi magari è possibile che quello che non hai trovato in finale sia stato proposto da pochissime persone o da una sola o da nessuno. Magari S* può spiegare meglio di me come funziona la prima scrematura.

» postato da doralys alle 11:45 del 27-02-2007

18 ecco cosa succede a iniziare un post e poi rispondere al telefono e starci mezz'ora... quello che stai scrivendo diventa superato!

» postato da doralys alle 11:48 del 27-02-2007

19 « Il S*ommo mi corregga se dico una castroneria, ma il principio è lo stesso su cui si basa l'Hugo. Nel senso che anche lì se non sei iscritto, non voti. » Ma - e anche io metto le mani avanti anticastroneria - mi pareva di ricordare esistessero delle schede di votazione pubblicate nelle riviste SF, ad uso e consumo di lettori qualunque. Il Nebula invece è più da adetti ai lavori.

» postato da metalupo alle 11:51 del 27-02-2007

20 «« Vero è che importanti realtà sono restate comunque fuori...» i 78 votanti possono esprimere tre prefenze per ogni categoria. Le preferenze sono proposte da ciascuno secondo il suo gusto. quindi magari è possibile che quello che non hai trovato in finale sia stato proposto da pochissime persone o da una sola o da nessuno. » No, puoi vederlo direttamente dalle statistiche di voto. Ci sono i risultati delle segnalazioni sul sito, mentre il numero dei voti non è espresso (comprensibilmente) per i finalisti. Non credo che Continuum, per dire, abbia incassato molti voti di distacco dal quinto finalista. Anche qui, essendo coinvolte realtà piuttosto forti, dovrebbe aver pesato il numero dei partecipanti alla scorsa edizione. E anche questo è comprensibile. Ciao! X

» postato da X alle 11:51 del 27-02-2007

21 «« Il S*ommo mi corregga se dico una castroneria, ma il principio è lo stesso su cui si basa l'Hugo. Nel senso che anche lì se non sei iscritto, non voti. » Ma - e anche io metto le mani avanti anticastroneria - mi pareva di ricordare esistessero delle schede di votazione pubblicate nelle riviste SF, ad uso e consumo di lettori qualunque. Il Nebula invece è più da adetti ai lavori.» Forse è come dici tu. Il Nebula onestamente ero convinto che fosse assegnato solo dagli addetti ai lavori (non, per dire, dai partecipanti alle convention). X

» postato da X alle 11:54 del 27-02-2007

22 Dunque. L'Hugo è assegnato da tutti coloro che sono iscritti alla Worldcon precedente e seguente nella prima fase, dagli iscritti alla Worldcon seguente nella seconda fase. Il Nebula è assegnato dai soci della SFWA, ovvero gli scrittori professionisti. Il premio Italia è assegnato dai soci della World SF (che è una sorta di SFWA, anche se non limitata agli scrittori) e dai partecipanti alle due Italcon precedenti. In Italia non c'è l'uso di iscriversi in anticipo alle convention, quindi gli iscritti all'edizione seguente non votano perché non ci sono ancora! I votanti alla prima fare del premio Italia sono normalmente molti meno dei votanti alla seconda fase, che in genere sono intorno a 150. Una volta che le segnalazioni sono state pulite, spostati le segnalazioni date in categorie sbagliate, eliminate le segnalazioni non valide e normalizzate (ognuno le scrive in modo diverso) i finalisti vengono selezionati prendendo i candidati che superano una soglia determinata da (Totale voti-Voti massimi-Voti minimi)/Numero candidati. Il tutto viene eseguito da un programma php scritto da me e verificato da Vegetti alcuni anni fa. I risultati sono pubblici e visibili per tutti su richiesta ma solo dopo l'annuncio dei risultati finali. Continuum è stata la prima delle escluse. S*

» postato da S* alle 12:21 del 27-02-2007

23 «leggevo or ora su fantasymagazine il post gemello di questo , dove i lettori di fantasy sono molto arrabbiati (in gergo: "stanno a rosicare") perche' quest'anno la fantascienza ha spopolato.» In realtà anche se il premio ufficialmente copre tutto il fantastico è sempre stato (come l'Hugo) un premio assegnato soprattutto dagli appassionati di fantascienza. Anni addietro c'è stato un periodo in cui le Italcon si tenevano ad anni alterni a Courmayeur e a San Marino; l'edizione di San Marino era fortemente sbilanciata verso il fantasy, quella di Courmayeur più equilibrata. Fiuggi è decisamente sbilanciata verso la fantascienza. In realtà, mentre una volta c'era gente che leggeva fantascienza e fantasy quasi indifferentemente, ora il mondo degli appassionati di fantasy è abbastanza avulso dal fandom tradizionale, spesso sono giovanissimi, e non sono per nulla interessati alla fantascienza. E' normale quindi che restino fuori dal giro e che il giro faccia a meno di loro. Più che rosicare o polemizzare c'è solo da prendere atto della situazione. Magari qualcuno potrebbe organizzare un'equivalente fantasy dell'Italcon e un equivalente fantasy del Premio Italia. S*

» postato da S* alle 12:28 del 27-02-2007

24 forse potrebbe essere sufficiente inserire una o due categorie fantasy, non credi? In ogni caso hai ragione riguardo alla frattura di questi ultimi anni che si e' creata tra il fantasy e la fantascienza , io questa cosa la sto vivendo sul campo e dal punto di vista commerciale secondo me e' una cosa disgraziatissima sopratutto perche' se si creano compartimenti stagni tra i generi tutte le nuove generazioni si radicalizzeranno sempre piu' verso il fantasy impedendo cosi' l'afflusso di nuovi e giovani lettori verso la fantascienza. secondo me fantascienza-fantasy-horror sono tre generi che (almeno in ITALIA) devono assolutamente formare delle sinergie

» postato da . alle 12:41 del 27-02-2007

25 «forse potrebbe essere sufficiente inserire una o due categorie fantasy, non credi? ... secondo me fantascienza-fantasy-horror sono tre generi che (almeno in ITALIA) devono assolutamente formare delle sinergie» Saggio parere... quanto alle categorie, il fantasy ha già il suo miglior romanzo, onore che per esempio non è toccato all'horror (anche perché, presumo, in Italia esiste una sola casa editrice che lo pubblica). Sdoppiare tutte le categorie mi sembrerebbe comunque eccessivo. Il punto è che non ci sono molti appassionati di fantasy tra i votanti ed è questo a stabilire il predominio della fantascienza. Se ci fossero più iscritti le cose magari si bilancerebbero, e magari il maggior numero di votanti potrebbe servire anche a offrire uno spaccato ancor più realistico della situazione del fantastico in Italia. Mia umile opinione... X

» postato da X alle 13:03 del 27-02-2007

26 «Saggio parere... quanto alle categorie, il fantasy ha già il suo miglior romanzo, onore che per esempio non è toccato all'horror (anche perché, presumo, in Italia esiste una sola casa editrice che lo pubblica). Sdoppiare tutte le categorie mi sembrerebbe comunque eccessivo. Il punto è che non ci sono molti appassionati di fantasy tra i votanti ed è questo a stabilire il predominio della fantascienza. Se ci fossero più iscritti le cose magari si bilancerebbero, e magari il maggior numero di votanti potrebbe servire anche a offrire uno spaccato ancor più realistico della situazione del fantastico in Italia.» Esatto. Nella categoria romanzo fantasy per esempio ci sono state ben poche segnalazioni, nonostante il fatto che di romanzi fantasy italiani ne siano usciti parecchi. S*

» postato da S* alle 13:49 del 27-02-2007

27 ««E soprattutto, come si fa a tenere fuori il TG4? :lol: » Un voto l'ha ricevuto (sei stato tu??) ma l'abbiamo squalificato perché, pur rientrando nel genere fantasy (non fantascienza perché non è scientificamente plausibile) non può essere considerato una vera serie tv.» :D :D :D

» postato da tzenobrite alle 14:59 del 27-02-2007

28 « secondo me fantascienza-fantasy-horror sono tre generi che (almeno in ITALIA) devono assolutamente formare delle sinergie» Un opinione che condivido in pieno, anche se è in contrasto con lo 'sberleffo' di qualche messaggio fa. Singolare come le opinioni e le sensazioni riguardo alla situazione possano essere diverse: la fantasy praticamente non esiste nelle Convention ufficiali e sono i lettori fantasy a creare compartimenti stagni? Mi perplimo

» postato da franz alle 17:49 del 27-02-2007

29 « Un opinione che condivido in pieno, anche se è in contrasto con lo 'sberleffo' di qualche messaggio fa. Singolare come le opinioni e le sensazioni riguardo alla situazione possano essere diverse: la fantasy praticamente non esiste nelle Convention ufficiali e sono i lettori fantasy a creare compartimenti stagni? Mi perplimo» per lo sberleffo chiedo venia , li e' il fan che parla, ma sono sinceramente contento se la fantascienza assume maggiore considerazione. sono pero' convinto del fatto che per una decente diffusione in Italia questi generi non possano viaggiare separati , o almeno troppo separati perche' autoghettizzandoti puoi forse far felice un elite e ti crei la tua bella nicchia ma ti perdi tutte le potenzialita' del mercato.

» postato da . alle 18:27 del 27-02-2007

30 Io vedo nel fantasy quello che ho visto anni fa con Star Trek. I fan di Star Trek facevano parte del mondo della fantascienza, e le loro convention si tenevano all'interno di quelle di sf. Poi, quando TNG andò in onda su Italia 1, sono esplosi, diventando in breve tempo molto più numerosi dei fan della fantascienza (parlando di convention). Quindi sono diventati una realtà a parte. Lo stesso sta avvenendo col fantasy. Storicamente fantasy e fantascienza condividevano lo stesso pubblico. Da quando la bolla :) si è gonfiata, si è creato un enorme pubblico fantasy che non ha nulla a che fare con la fantascienza. Pretendere di far rientrare il mondo fantasy nel mondo della fantascienza ora sarebbe assurdo. Tutt'al più si può incoraggiare quella fetta dei fan del fantasy che sono o posso essere interessati al altri rami del fantastico a partecipare, cercando di allargare i programmi. Ma sono comunque una minoranza del mondo fantasy, secondo me. S*

» postato da S* alle 22:19 del 27-02-2007

31 « Lo stesso sta avvenendo col fantasy. Storicamente fantasy e fantascienza condividevano lo stesso pubblico. Da quando la bolla :) si è gonfiata, si è creato un enorme pubblico fantasy che non ha nulla a che fare con la fantascienza. Pretendere di far rientrare il mondo fantasy nel mondo della fantascienza ora sarebbe assurdo. Tutt'al più si può incoraggiare quella fetta dei fan del fantasy che sono o posso essere interessati al altri rami del fantastico a partecipare, cercando di allargare i programmi. Ma sono comunque una minoranza del mondo fantasy, secondo me. S*» hai ragione sono una minoranza, ma azzardando una cifra credo che perlomeno un 25-30% del pubblico fantasy sia potenzialmente ricettivo alle tematiche fantascientifiche e fantastiche. nell'editoria fumettistica in italia ad esempio la commistione di generi e' stata fatta con profitto , ci sono molte collane che da anni spaziano dal fantasy alla fantascienza e l'horror , per questa ragione i lettori di fumetti non si sono cosi' radicalizzati come quelli di libri (o film) , un po come era ai nostri tempi quando la differenza non esisteva proprio e leggevamo tutti la Nord , la fantacollana e i vari Urania piu' o meno indifferentemente. secondo me quando la "bolla" e' nata 4 o 5 anni fa per certi versi abbiamo perso un occasione storica per un rinnovo generazionale, in ogni caso non e' mai troppo tardi.

» postato da . alle 23:38 del 27-02-2007

32 «« S*» secondo me quando la "bolla" e' nata 4 o 5 anni fa per certi versi abbiamo perso un occasione storica per un rinnovo generazionale, in ogni caso non e' mai troppo tardi.» effetto HP e Signore degli anelli?

» postato da doralys alle 23:49 del 27-02-2007

33 Dico anche la mia, tanto non si paga... :wink: In una certa misura condivido l'analisi di S*, per quanto pessimistica: esiste tutta una schiera di seguaci della "bolla", spesso giovani e giovanissimi, che partendo da HP e LOTR sono arrivati alla Troisi e si sono piu' o meno fermati li', continuando a interessarsi alle varie saghe in circolazione. Questa e' la massa, diciamo, ed e' molto difficile coinvolgerli nella fantascienza. Ma non e' un buon motivo, IMHO, per non fare qualche tentativo. Oltretutto, proprio perche' sono giovani. Molto interessante anche quanto scrive Angelo Rossi. sulla contaminazione di generi nel fumetto. Quella per me potrebbe essere una strada da seguire, anche se non l'unica. In definitiva, per come la vedo io, ci sono vari ordini di problemi e ostacoli: i giovanissimi che conoscono solo HP e simili o in generale, quelli che amano solo il fantasy quelli che amano solo la fs e odiano il fantasy a prescindere E, problema piu' grosso, di tutti quanti costoro, piu' coloro che leggono entrambi i generi, la maggioranza si dice indifferente agli italiani. Questo, secondo me, e' il punto su cui si dovrebbe agire, cercando sinergie non solo fra i generi, ma anche fra le forme espressive. Mi rendo conto che sono paroloni "a vanvara", e che e' tutt'altro che facile, ma secondo me qualcosa andrebbe tentato.

» postato da dued alle 10:23 del 28-02-2007

34 «Dico anche la mia, tanto non si paga... :wink: » Marò... ho avuto una visione orrorifico-narrativa in cui tutti i comuni d'Italia dopo i parcheggi a tariffa oraria introducevano la tariffa a parola sulle opinioni espresse. :shock: :shock: :lol:

» postato da metalupo alle 12:16 del 28-02-2007

35 A mio modestissimo parere gli aventi diritto al voto dovrebbero venir pescati però NON solo dalla Italcon/Deepcon ma da tutte le Con e MiniCon che regolarmente si svolgono nella Ns. penisola... Magari iniziando con quelle che abbiano almeno, che so, tre/quattro anni di continuità e che non siano appoggiate direttamente ad altre. Se no chiamatelo premio Italcon, non Italia. Sono cose che cmq già dissi qualche anno fa ad Eli, se non ricordo male...so che non ve ne frega nulla ma è il mio pensiero e lo espongo... 8)

» postato da Giorgio_ alle 12:11 del 02-03-2007

36 «A mio modestissimo parere gli aventi diritto al voto dovrebbero venir pescati però NON solo dalla Italcon/Deepcon ma da tutte le Con e MiniCon che regolarmente si svolgono nella Ns. penisola... Magari iniziando con quelle che abbiano almeno, che so, tre/quattro anni di continuità e che non siano appoggiate direttamente ad altre. Se no chiamatelo premio Italcon, non Italia. Sono cose che cmq già dissi qualche anno fa ad Eli, se non ricordo male...so che non ve ne frega nulla ma è il mio pensiero e lo espongo... 8)» Se facessimo come dici tu, ogni anno tutte le categorie del premio sarebbero appannaggio di racconti su Star Trek, di articoli usciti su Inside Star Trek, di romanzi su Star Trek e così via, perché ovviamente il numero di iscritti della Sticcon è superiore a quello di tutte le altre con messe assieme. Comunque l'Italcon è la convention ufficiale italiana della fantascienza. Le altre sono convention dedicate a temi specifici. Se una convention ha una buona continuità e vuole dedicare il suo programma non solo, poniamo, a Stargate, ma a tutta la fantascienza, è benvenuta a candidarsi per ospitare l'Italcon. Il premio Italia comunque è il premio dell'Italcon. E' per così dire una sua proprietà. PS Ma domenica vieni a trovarci al nostro pomeriggio "zeneise"? S*

» postato da S* alle 13:43 del 02-03-2007

37 >>>>Se facessimo come dici tu, ogni anno tutte le categorie del premio sarebbero appannaggio di racconti su Star Trek Beh, basterebbe mettere un tetto massimo di votanti per ogni Con esterna alla Italcon... >>>>Il premio Italia comunque è il premio dell'Italcon. E' per così dire una sua proprietà. Lo so, lo so...era tanto per parlare e per esprimere un parere.... >>>Ma domenica vieni a trovarci al nostro pomeriggio "zeneise"? Sorry, non ce l'ho fatta....

» postato da Giorgio_ alle 12:22 del 12-03-2007

38 « Tutt'al più si può incoraggiare quella fetta dei fan del fantasy che sono o posso essere interessati al altri rami del fantastico a partecipare, cercando di allargare i programmi. Ma sono comunque una minoranza del mondo fantasy, secondo me. S*» Vuoi dire che non c'e' modo di redimere i compagni che sbagliano? ;-)

» postato da Selene Verri alle 19:13 del 12-03-2007

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.