Mondadori toglie il DRM dagli ebook dei periodici?

Gli ultimi volumi pubblicati in versione elettronica sono privi di protezione: un esperimento o la prima avvisaglia di un'inversione di rotta?

ingrandisci

Per il momento la lista comprende solo un Urania, I senza-tempo di Alessandro Forlani, vincitore del premio Urania, un Urania Collezione (I figli dell'invasione di John Wyndham) e due Gialli Mondadori. Poca cosa, ma fa comunque piacere vedere ebook Mondadori con il contrassegno "DRM Free".

Chi ci segue sa che ci siamo battuti spesso contro l'uso del DRM, ovvero della criptazione degli ebook che li rende fruibili solo su dispositivi autorizzati e identificati online; col risultato che l'acquisto è in pratica "a scadenza", fino a quando i dispositivi autorizzati non si romperanno o cambieranno gli standard dei file degli ebook. Proprio di recente è saltato fuori che gli ebook venduti in USA da Barnes & Noble non sono più leggibili quando scade la carta di credito con cui li si è acquistati.

Un ebook non protetto invece è leggibile ovunque e facilmente convertibili (per esempio usando software gratuiti come Calibre) in altri formati. Così quello che compriamo per Kindle possiamo leggerlo su iPad, Kobo o su un qualsiasi altro ebook reader, smartphone, tablet o pc.

In Italia, mentre spesso i piccoli editori, quando non costretti dai contratti, hanno scelto di non appesantire gli ebook con questo tipo di lucchetti, i grossi editori non hanno voluto sentir ragione. Già qualche tempo fa però circolava la voce che a Urania (o comunque a Mondadori) si stesse lavorando per un cambiamento.

Se gli ebook sprotetti attualmente in commercio sui vari siti siano un errore o la prima avanguardia di un cambiamento che — nella migliore ma forse un po' prematura delle ipotesi — potrebbe alla fine portare a mettere definitivamente in soffitta questa antipatica tecnologia lo sapremo probabilmente nei prossimi giorni o nelle prossime settimane, se dovesse arrivare qualche comunicazione ufficiale. Restiamo in ascolto.

 

Autore: S* - Data: 7 dicembre 2012

Vota questo articolo

Voti dei lettori

7 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Le 'major' sia che siano di musica ,film o libri hanno una visione del loro mondo e della loro clientela veramente misera e vorrebbero controllarli per qualsiasi loro prodotto. Ad esempio mi hanno venduto la trilogia di Star wars in VHS, poi l'edizione restaurata sempre in VHS, poi il DVD. Alla versione riveduta in DVD e BD mi sono fermato...anche sui libri vorrebbero fare la stessa cosa. Inoltre sanno perfettamente che un Urania, negli anni scorsi, veniva letto da 2/3 persone tra amici e parenti. Questi DRM scoraggiano l'acquisto e basta, altro che crisi del libro. Finito lo sfogo ho comprato da voi senza DRM la vita degli oggetti software e l'ho trovato straordinario e mi sono anche sentito 'libero' di leggerlo ora e di rileggerlo in futuro.

» postato da Gerardo Iula alle 14:40 del 08-12-2012

2 «Finito lo sfogo ho comprato da voi senza DRM la vita degli oggetti software e l'ho trovato straordinario e mi sono anche sentito 'libero' di leggerlo ora e di rileggerlo in futuro.» Grazie :-) S*

» postato da S* alle 22:09 del 08-12-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.