Lo spiega molto bene lo scrittore Jasper Fforde nel suo bel romanzo Il caso Jane Eyre ormai in libreria da vari mesi.L’autore, nato a Londra nel 1961, ha lavorato come tecnico dell’industria cinematografica, ma la sua passione era scrivere e come tanti, per il suo primo manoscritto ha collezionato una serie impressionante di rifiuti fino a trovare un editore disposto a rischiare su di un esordiente. In ogni caso il successo è stato enorme.

Siamo nel 1985, ma anche se gli scenari non sono molto diversi da quelli reali, l’Inghilterra descritta dall’autore ha molte cose “strane”: in Crimea si sta perpetuando un braccio di ferro tra le potenze occidentali e la Russia (dove governano i Romanov), i cieli sono solcati da dirigibili, l’umanità è stregata dalla letteratura e grandi masse di lettori si infervorano per i grandi romanzi delle tradizione, tra cui Martin Chuzzlewit di Dickens e Jane Eyre di Charlotte Brontë; e stormi di seguaci di Bacon (sorta di "testimoni di Geova" sempre in cerca di proseliti porta a porta) divulgano con insopportabile insistenza il loro credo letterario. In questo contesto, da noi appena accennato, agisce la protagonista: Thursday Next, agente di primo livello dell’OPS-27, il reparto Detective Letterari della Divisione Operazioni Speciali. I crimini letterari sono un reato diffuso e temuto, in questa strana Inghilterra alternativa in cui anziché assaltare i furgoni portavalori si rubano e ricettano prime edizioni di libri rari, o si spacciano versioni apocrife dei drammi di Shakespeare. Thursday, con un padre che appare e scompare dai suoi viaggi in universi paralleli, viene catapultata in un vortice di avventure ancor più strabilianti dall’incredibile creazione di suo zio Mycroft (scienziato che ha già al suo attivo invenzioni come i tarli bibliofili, l’olfattoscopio e il salvaschermo retinico); il PDP, il Portale della Prosa, un congegno che permette di entrare e uscire da un’opera letteraria. È proprio usando il PDP che il cattivo di turno Acheron Hades, attacca e minaccia il patrimonio letterario.

La saga di Thursday Next è arrivata al quarto volume ed è composta oltre che da The Eyre Affair (2001) anche da Lost in a Good Book (2002), The Well of Lost Plots (2003) e da Something Rotten (2004).

Fforde nel frattempo ha iniziato un’altra serie, Nursery Crimes, già composta da The Big Over Easy (2005) e The Fourth Bear (2006).

Dalla quarta di copertina:

Anders Fager, il Lovecraft svedese a Stranimondi

Annunciato il sesto ospite per l'edizione 2019 del festival del fantastico milanese, l'autore multimediale svedese...

S*, 12/06/2019

Fantascienza.com, il meglio della settimana Oltre lo specchio

Tante novità su Netflix e Amazon, i primi ospiti di Stranimondi 2019, Robot 86 e altre novità librarie...

S*, 9/06/2019

Tullio Avoledo ospite a Stranimondi 2019

Ucronia, distopia, tanto sapore di Philip Dick nei romanzi di uno degli autori italiani di fantascienza più...

S*, 6/06/2019