Diciamo la verità: i blockbuster finiscono per somigliarsi un po' tutti. Pieni di effetti speciali e grande azione, soddisfano gli occhi ma sembrano un po' tutti affetti da gigantismo, nel senso che fanno a gara a chi la mette in scena più grossa. Così ogni tanto ci sta pure bene un film piccolo a budget limitato, anche se dietro la produzione, insieme a Paramount, c'è quel Michael Bay che del catastrofismo gigante ha fatto il proprio marchio. Parliamo di Benvenuti a ieri (Welcome to yesterday), film sci fi a metà tra commedia adolescenziale e thriller, in uscita internazionale il prossimo febbraio (da noi a maggio), e il cui trailer che qui proproniamo è uscito subito prima delle feste.

Per risolvere un enigma individuato in un vecchio video di compleanno, il classico gruppetto di liceali americani un po' sfigati trova in un vecchio laboratorio abbandonato i pezzi di uno strano macchinario che ben presto individuano come essere nientemeno che i progetti di una macchina del tempo. Detto fatto, il gruppo assembla i pezzi e in men che non si dica iniziano i primi timidi viaggi all'indietro; dapprima per fare qualche innocente scherzo ai sé stessi più giovani di qualche giorno, poi per rimediare a una brutta figura all'interrogazione di scienze, e infine per osare ciò che tutti i temponauti prima o poi osano, cioé giocare in borsa o alle corse e fare un mucchio di soldi. Ma quando si mettono in testa di poter cambiare il passato per evitare il compiersi di tragedie e incidenti, scoprono che giocare con il tempo può essere uno sport parecchio pericoloso.

A quanto pare Bay voleva a tutti i costi fare un film di fantascienza low budget, e nella ricerca di uno script adatto si è imbattuto in quello di Jason Pagan e Andrew Stark, una coppia di autori quasi esordienti che ora sono al lavoro su Paranormal Activity 5, ennesimo capitolo della saga horror di successo iniziata alcuni anni fa. Coinvolta Paramount e Platinum Dunes, la produzione è stata realizzata affidando la regia all'esordiente Dean Israelite e sono stati ingaggiati un gruppo di attori giovani di provenienza perlopiù televisiva: Jonny Weston (il fantasy horror John dies ad the end), Sam Lerner (la serie Suburgatory), Allen Evangelista (La vita segreta di una teen ager americana), Ginny Gardner (Glee), Sofia Black-D'Elia (Gossip Girl).

Ecco quindi il trailer, adolescenziale e movimentato al punto giusto. Pur virando verso un finale decisamente thriller e drammatico, almeno a giudicare dal video, il film resta decisamente una commedia sci fi per teen ager, a quanto pare allegramente disinteressata a paradossi temporali e violazioni di leggi fisiche. Sembra che Bay volesse provare a ripetere l'exploit di Chronicle, piccolo film di grande successo a base di supereroi fuori dall'ordinario, spostando però il tema sui viaggi nel tempo, argomento sempre sulla breccia. A maggio si saprà se ci sarà riuscito, o se almeno da produttore si sarà scrollato di dosso l'etichetta del distruttore di universi che come regista si è guadagnato ampiamente.

Songbird, benvenuti nel 2024, dove il covid-23 è diventato una minaccia mortale

Nel 2024 la pandemia è peggiorata, i morti si contano a milioni e la quarantena è permanente e per gli...

Leo Lorusso, 3/11/2020

È morto Gardner Dozois, grande editor e antologista

Se n'è andato ieri in seguito a una grave infezione sistemica. Ha curato per anni la Asimov's e le...

S*, 28/05/2018

Beyond Skyline

Beyond Skyline

Il sequel/reboot di Skyline non si prende affatto sul serio, offrendo dichiarato pulp-fun e nulla...

Roberto Taddeucci, 26/04/2018