L'arte di Alessio Bernesco Làvore

"Arte" è un termine adeguato per descrivere il modellismo quando raggiunge certi livelli. È il caso dell'opera di questo artista bresciano, specializzato in fantascienza

ingrandisci

Nato nel primo dopo guerra, e dato per spacciato negli anni 80 con l'avvento dei videogiochi, il modellismo statico è tuttora vivo e vegeto.

Ovviamente si è molto trasformato: da passatempo giovanile è diventato un sofisticato hobby per adulti, dove ricerca storica ed arte si fondono, spesso con risultati eccezionali.

Se è pur vero che il modellismo "storico" la fa sempre da padrone nel panorama internazionale, con riproduzioni in scala di mezzi, bellici e civili, sempre più indistinguibili dagli oggetti reali, si nota un costante aumento del fantasy e dello sci-fi, spesso unici generi in grado di riportare anche i giovani al tavolo da lavoro, fra colle e vernici, dimenticando finalmente per un po' Playstation e Wii.

Gli italiani sono modellisti secondi a nessuno, come dimostra l'enorme quantità di premi che i nostri connazionali si portano a casa nelle varie competizioni internazionali.

Ultimamente si sta facendo strada un nuovo protagonista: si tratta di Alessio Bernesco Làvore, un giovane ingegnere bresciano, appassionato di fantascienza, che ha scoperto soltanto pochi anni fa di avere capacità artistiche ben al di sopra della media.

Detto Alessino, per un'altezza e un aspetto da vichingo, questo padre di famiglia non si accontenta certo di assemblare dei pezzi; come ogni modellista che si rispetti la scatola di montaggio diventa per lui solo un punto di partenza, da integrare con autocostruzioni, estro e fantasia.

Particolarmente appassionato della saga di Gundam e degli anime nipponici in genere, questo devoto di Miyazaki, ben supportato dall'AMB, l'associazione dei modellisti bresciani, si sta facendo un nome importante nell'ambito del modellismo fantasy e sci-fi.

Le sue produzioni hanno già vinto importanti premi in giro per l'Italia e si stanno facendo notare anche a livello internazionale. Ecco una selezione.

 

 

Forse le foto non renderanno mai l'idea dell'incredibile mole di lavoro che c'è dietro ognuno di questi modelli, lavoro che comprende, oltre ad una 'mano' che l'esperienza può dare, ma solo fino ad un certo punto, una sapiente ricerca cromatica, studi sulle luci, autoproduzioni in resina e metallo, design e stampa di decal e tanto altro.

Arte e fantascienza, in un felice connubio.

 

Autore: Stefano Tanci - Data: 22 novembre 2012

Risorse in rete

Vota questo articolo

Voti dei lettori

12 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Che dirvi, io li conosco bene dal vero, e sono impressionanti... Salute e Latinum per tutti !

» postato da Kruaxi the ferengi alle 18:36 del 22-11-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.