Gli attori del nuovo Pianeta delle Scimmie

Si sta scegliendo il cast di Rise of the Apes, il prequel del Pianeta delle Scimmie di cui stanno per iniziare le riprese. Ecco i primi attori confermati.

James Franco sarà lo scienziato che darà più intelligenza alle scimmie.

L'uscita del prequel del Pianeta delle Scimmie è prevista fra meno di un anno, la data esatta è il 24 giugno 2011, e quindi la fase di produzione del film targato 20th Century Fox sta per entrare nel vivo. C'è il titolo: Rise of the Apes, c'è il regista: Rupert Wyatt, c'è la sceneggiatuta a opera di Amanda Silver e Rick Jaffa (The Relic), ci sono gli effetti speciali della WETA Digital, e c'è pure la notizia che a fine mese inizieranno le riprese ai Mammoth Studios di Burnaby nella Columbia Britannica. Quindi cosa manca? Gli attori. Ecco un po' di nomi.

 

L'annuncio più recente riguarda la partecipazione di Tom Felton, attore inglese ventiduenne noto per essere il Draco Malfoy della saga cinematografica di Harry Potter. Il suo ruolo sarà quello del figlio dello spietato direttore di una struttura che ospita i primati e che con il suo comportamento li condurrà alla rivolta. Il direttore sarà interpretato da Brian Cox, attore scozzese molto esperto che abbiamo visto in Troy nelle vesti di Agamennone, ma anche in X-Men 2, Braveheart e in The Escapist diretto da Wyatt.

 

Nel film anche un altro veterano come John Lithgow, visto, limitandoci a qualche ruolo fantascientifico, in 2010 — L'anno del contatto o nella sitcom 3rd Rock from the Sun. Lo scienziato di San Francisco che, nel cercare una cura per l'Alzheimer, permetterà alle scimme di evolvere, sarà invece James Franco, attore americano nato nel 1978 e visto nei panni di Harry Hosborn nei tre film di Spider-Man e di recente in Milk.

 

Andy Serkis sarà invece Caesar, il primate che si evolve e che guiderà le scimmie verso il loro destino. Sull'attore e sui suoi movimenti è stato costruito e modellato il Gollum digitalizzato della saga Il Signore degli Anelli, ma anche il King Kong di Peter Jackson. Presenti nel cast anche l'attrice indiana e modella Freida Pinto e Leah Gibson, vista in Caprica.

Autore: Alberto Priora - Data: 19 luglio 2010 - Fonte: collider.com

Vota questo articolo

Voti dei lettori

2 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Non ho capito una cosa: si collegherà al pianeta delle scimmie di Burton, a quello di Schaffner o sarà un reboot completo?

» postato da (Graziano Coppa) alle 12:56 del 20-07-2010

2 «Non ho capito una cosa: si collegherà al pianeta delle scimmie di Burton, a quello di Schaffner o sarà un reboot completo?» credo non ci azzecchi niente con il film di Burton, il suo Pianeta delle Scimmie aveva un incipit (si dice così?) completamente diverso

» postato da ziopippi alle 16:05 del 20-07-2010

3 Non credo che si ricolleghi all'opera diretta da Tim Burton, ma piuttosto alla trama originaria.

» postato da (The Stylist) alle 16:48 del 20-07-2010

4 ««Non ho capito una cosa: si collegherà al pianeta delle scimmie di Burton, a quello di Schaffner o sarà un reboot completo?» credo non ci azzecchi niente con il film di Burton, il suo Pianeta delle Scimmie aveva un incipit (si dice così?) completamente diverso» Non ho ripetuto, in questo articolo, quel poco di trama che si sa, perché lo avevo messo in uno dei precedenti. "La trama si basa sulla ricerca genetica. Will è un dottore che cerca una cura per l'Alzheimer (malattia di cui soffre anche il padre) e per questo lavora con le scimmie in modo da creare un virus benigno che agisca a livello dei tessuti cerebrali. Purtroppo le sue ricerche vengono chiuse e lui rimane con un solo soggetto da esperimenti, lo scimpanzè Caesar, dotato di grande intelligenza, che decide di portarsi a casa. Caesar con il tempo continuerà a mutare e a evolversi, passando dal linguaggio dei segni alla parola e finirà con il guidare un esercito di scimmie, mentre una catastrofe colpisce l'umanità." Dovrebbe essere così: il film di Burton viene ignorato (è una variante a se stante), e questo Rise of The Apes fa da prequel del film con Heston spiegando perché le scimmie si sono evolute, spiegazione che, in origine, era dovuta a un paradosso temporale (dal terzo film in poi). Di conseguenza terzo, quarto e quinto film andrebbero a cadere. Il secondo non lo so. Se poi la produzione ha in mente di usare l'eventuale successo di questo film per rifare anche il Pianeta delle Scimmie "classico", non si sa...

» postato da Otrebla alle 17:31 del 20-07-2010

5 « "La trama si basa sulla ricerca genetica. Will è un dottore che cerca una cura per l'Alzheimer (malattia di cui soffre anche il padre) e per questo lavora con le scimmie in modo da creare un virus benigno che agisca a livello dei tessuti cerebrali. Purtroppo le sue ricerche vengono chiuse e lui rimane con un solo soggetto da esperimenti, lo scimpanzè Caesar, dotato di grande intelligenza, che decide di portarsi a casa. Caesar con il tempo continuerà a mutare e a evolversi, passando dal linguaggio dei segni alla parola e finirà con il guidare un esercito di scimmie, mentre una catastrofe colpisce l'umanità." Dovrebbe essere così: il film di Burton viene ignorato (è una variante a se stante), e questo Rise of The Apes fa da prequel del film con Heston spiegando perché le scimmie si sono evolute, spiegazione che, in origine, era dovuta a un paradosso temporale (dal terzo film in poi). Di conseguenza terzo, quarto e quinto film andrebbero a cadere.» Non ti ricordi la trama di questi film? Quella che hai descritto è tra il terzo e quarto film. Nella serie originale, alla fine del secondo film due scimpanzé fuggono con l'astronave e finiscono nella nostra epoca; nel terzo film si seguono le loro vicende e la storia del loro figlio Caesar, che viene usato per esperimenti scientifici e per creare una nuova stirpe di scimpanzé intelligenti da usare come schiavi. Nel quarto film Caesar guida gli scimpanzé alla rivolta. S*

» postato da S* alle 23:13 del 20-07-2010

6 Visto che nella saga originale Caesar è figlio di Cornelius e Zira e tutto si svolge a furia diparadossi temporali, IMHO questo è un reboot bello e buono!

» postato da Franius alle 10:10 del 21-07-2010

7 « Non ti ricordi la trama di questi film? Quella che hai descritto è tra il terzo e quarto film. Nella serie originale, alla fine del secondo film due scimpanzé fuggono con l'astronave e finiscono nella nostra epoca; nel terzo film si seguono le loro vicende e la storia del loro figlio Caesar, che viene usato per esperimenti scientifici e per creare una nuova stirpe di scimpanzé intelligenti da usare come schiavi. Nel quarto film Caesar guida gli scimpanzé alla rivolta. S*» Ricordo... ricordo... l'ultimo credo di averlo visto quando è uscito al cinema o l'estate dopo in un cinema all'aperto :wink: Comunque la fuga è nel terzo (con i flashback del secondo - quello con l'esplosione atomica) e il paradosso viene quindi impostato solo nel terzo film. Quindi c'è in pratica uno stacco tra i primi due film e il trio seguente (anche di qualità poi)... E non mi pare che ci siano gli esperimenti scientifici, perché alle scimmie viene insegnato a comportarsi da lavoratori indipendentemente dalla presenza di Caesar... e di cui non sono una discendenza... Caesar è quello che li guida L'approccio è più "politico" che "scientifico/genetico" «Visto che nella saga originale Caesar è figlio di Cornelius e Zira e tutto si svolge a furia diparadossi temporali, IMHO questo è un reboot bello e buono!» Sì, ma solo degli ultimi tre film tecnicamente. Stando così le cose non viene negato nulla dei primi due...

» postato da Otrebla alle 12:55 del 21-07-2010

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.