Lucca Comics And Games

Super 8

FANTASCIENZA, Super 8, Usa, 2011 - regia di J.J. Abrams - scritto da J.J. Abrams - con Joel Courtney, Kyle Chandler, Elle Fanning, Riley Griffiths, Ryan Lee, Gabriel Basso, Zach Mills - durata: 112 minuti - distribuito da Universal Pictures - giudizio: ottimo

A prima vista, potrebbe essere considerato l'E.T. del Ventunesimo Secolo, mentre in realtà Super 8 è soprattutto un omaggio divertito, ma anche "romantico" al cinema come forma d'arte in grado di liberare la fantasia e plasmare sogni.

 

In una cittadina della provincia americana, alla fine degli anni Settanta, un gruppo di ragazzini sta girando, in formato super8, un piccolo cortometraggio sugli Zombie.

Studenti delle scuole medie alle prese con le proprie vicissitudini personali legate all'età e alla scuola, sullo sfondo di una cittadina di provincia come tante che, un giorno, viene sconvolta da un misterioso, ma anche "spaventoso" incidente di treno.

La verità rispetto a quanto accaduto è rimasta impressionata sulla pellicola del cortometraggio, visto che la piccola macchina da presa non ha mai smesso di filmare. 

E quanto si vede, ha qualcosa di "incredibile"...

 

Per quanto, per certi versi, un po' forzato nei termini di una sceneggiatura vagamente mielosa e pienamente spielberghiana da tutti i punti di vista, Super 8 è un film estremamente interessante che diventa, senza pretesa di una piena condivisione per gli "altri", addirittura "esaltante" trasformandolosi in una sorta di "notte prima degli esami" per gli amanti della fantascienza che, in questa pellicola, possono riconoscere e ritrovare nostalgicamente tanto di quel periodo sotto il profilo sia delle suggestioni che dell'oggettistica.

Super 8 è un film di fantascienza che pur non sviluppando una trama particolarmente originale, reinterpreta atmosfere da B movie alla luce di una sensibilità moderna particolarmente piacevole: un divertissment vintage che non indugia sulle situazioni, ma che punta a raccontare un'epoca tramite le cose e le idee.

 

Una pellicola personale sul piano dell'ambientazione per J.J. Abrams, regista, sceneggiatore e produttore, ma anche un buon film di fantascienza in cui, come in genere succede nel cinema diretto o prodotto da Steven Spielberg, il dialogo ha sempre la meglio sulla violenza e sulla sopraffazione.

Super 8, però, risente anche dell'epoca in cui è ambientato: in anni in cui il cinema SFX metteva in dubbio l'azione dei governi e l'idea che i mezzi siano giustificati sempre dal fine.

 

Intelligente e pieno di ritmo, questo film che ha come protagonista un gruppo di adolescenti si lascia perdonare buonismo e deja vu, grazie ad un impianto molto serio e studiato, in cui il cinema, e in particolare quello fantastico, diventano la chiave di volta di un mistero che obbliga tutti quanti a guardarsi negli occhi e a riflettere.

Un progetto interessante e solido con molti momenti visivamente spettacolari e una tenera storia d'amore adolescenziale. 

Un film espressione di una fantascienza di contenuti su cui Abrams sviluppa una pellicola dall'impianto classico e intelligente.

Autore: Marco Spagnoli - Data: 9 agosto 2011

Notizie correlate

Recensioni di altri film di J.J. Abrams

Super 8: dai il tuo voto

Voti dei lettori

24 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

16 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Ottima recensione. Molto piacevole da leggere. Riguardo al film... JJ non lo sopporto perchè lascia le cose a metà. Mette tanta carne al fuoco ed è della scuola di pensiero che "lasciare la risposta all'interpretazione dello spettatore" sia più *cool*... scommetto che anche in questo caso non si sarà smentito.

» postato da X-CASH alle 13:59 del 09-08-2011

2 Mi è piaciuto molto. E' una sorta di passaggio di testimone tra Spielberg e Abrams. Ben diretto con una sceneggiatura intelligente e volutamente senza pretese: il risultato è due ore di film senza pause, e orpelli narrativi inutili. Piacevole. Lo consiglio a tutti gli amanti della Fantascienza. In mezzo a tante schifezze una bella boccata d'ossigeno.

» postato da Kobol77 alle 16:05 del 09-08-2011

3 Hurrà! 8) Riguardo a J.J. abraham, X CASH posso essere d'accordo con te per il discorso dei suoi serial, (che comunque conosco poco), ma nei suoi lavori cinematografici non è assolutamente così. Non l'ha fatto in MI3, non l'ha fatto nell'ottimo Star trek, nè a detta di tutti pare l'abbia fatto qui. Come regista cinematografico (parlo di lungometraggi), a me sembra davvero una promessa che sta mantenendosi, nell'ambito serial non mi interessa e comunque ne so troppo poco per esprimermi. Attendo il film e odio il fatto che da noi esca così tardi. Non lo guardo per vie traverse solo perchè questo film me lo voglio gustare con l'audio di un cinema degno di tale nome.

» postato da Darklight alle 19:30 del 09-08-2011

4 i suoi serial non sono del tutto "colpa" sua, visto che ha un certo punto ha mollato quasi tutto ad altra gente (cialtrona), troppo preso da altri progetti. Dei suoi film, MI:3 merita forse di essere rivalutato, Star Trek è un divertente spara & fuggi senza pretese (e molto poco Trek), questo Super 8 sembra interessante sulla carta, ma le 4 stellette mi spaventano. Cmq queste operazioni con tutta 'sta "teoria" (l'omaggio al genere, il passaggio del testimone eccetera) in genere mi lasciano perplesso. Certo è per questo film che ha rinviato sine die il prossimo Star Trek. Voglio proprio vedere se ne è valsa la pena.

» postato da (Roberto ) alle 22:43 del 09-08-2011

5 Super 8 sembra uscito di peso dall'epoca di film per ragazzi della seconda metà degli '80. Ha tutto: l'avventura tra amici dei goonies, parentesi emotive/nostalgiche alla stand by me, gusto cinefilo, Avventura e horror lieve di quei film che da piccoli un pò ci spaventavano... E il tutto non è frullato con freddo intento di accumulo citazionistico ma con cuore, ritmo perfetto e maestria registica e stilistica tutta moderna. Abrahams ha fatto davvero un lavoro eccellente anche dal punto di vista puramente tecnico, non solo di scrittura. Aggiungeteci che la sceneggiatura è mixata e ritmata alla perfezione, ed è densa di sottotrame emotive relative ai vari personaggi (sia ragazzini che adulti) che si incastonano alla perfezione nel contesto più avventuroso/spettacolare che è la molla della storia. La classicità retrò di passaggi di storia, del motivo cardine della trama, e del finale, sono solo la ciliegina sulla torta, criticare ciò significa non aver davvero capito il focus del film e soprattutto vuol dire dimostrare una freddezza cinematografica inquietante. Un vero piccolo (si fa per dire, produzione Amblin alla sua massima potenza) grande gioiello, e anche per me, senza ombra di dubbio, il film cult di quest'anno. E ora forza, tutti a trovarne le incongruenze "scientifiche" e criticarne il sentimentalismo ottimista tipico dei film a cui si rifà. sotto a chi tocca.

» postato da Darklight alle 13:41 del 10-09-2011

6 aperta parentesi > « ... nell'ottimo Star trek ... » :shock: :shock: :?: :seifuori: <chiusa parentesi

» postato da senji alle 17:19 del 10-09-2011

7 «aperta parentesi > « ... nell'ottimo Star trek ... » :shock: :shock: :?: :seifuori: <chiusa parentesi» Fattene una ragione, Star Trek è piaciuto a un sacco di gente. S* :lol:

» postato da S* alle 20:53 del 10-09-2011

8 Eh già ... :? ... ancora mi fa specie ... :( E poi Darklight mi sembra un critico abbastanza severo in fatto di film SF e quell'affermazione mi ha sorpreso/stupito abbastanza. bah... de gustibus ... :nonso:

» postato da senji alle 12:03 del 11-09-2011

9 Star trek è piaciuto ad un sacco di gente, perchè un sacco di gente non sopporta star trek "original". Presente. :lol: è ritmato, avventuroso, visivamente accattivante, i primi 10 minuti li ho trovati tra gli incipit più carichi di pathos e fascino degli ultimi anni. I personaggi sono carismatici (elemento non propriamente trekkiano eh). Svecchiatissimo. Per me è un ottimo film di sci fi-spettacolosa. Tutto il resto (star trek amato dai trekkies), non mi tange. anzi non mi piace. :roll:

» postato da Darklight alle 16:17 del 11-09-2011

10 Ci sono un po' di cavolate scientifiche e di buchi di trama che fanno gridare, ma tolti quelli c'è ritmo, humor e funziona abbastanza. Chiaro che se si considera Star Trek TOS sacra non è accettabile. Ieri per esempio ho visto Lanterna Verde: mi sono divertito molto e ho perdonato facilmente l'inconsistenza della trama perché c'era quella dose di autoironia necessaria a renderlo piacevole. Ma immagino che un fan della serie a fumetti l'abbia trovato un insulto imperdonabile. S*

» postato da S* alle 16:21 del 11-09-2011

11 Premetto che potrò fare dei spoiler ... Super 8 è al momento uno dei migliori film di fantascienza degli ultimi mesi. Ed è l'omaggio di JJ alla cinematografia di Spielberg. Però con un sottofondo nella narrazione che dice "Mai il film è mio". Può sembrare assurdo, ma ad un certo punto mi sono chiesto se quello che vedevo non fosse un reboot di ET. Pensanteci: un gruppo di ragazzini, una alieno che vuole tornare a casa e che usi parti di altre cose per riuscirci, i militari ( e quindi il Governo) cattivi e pure il contatto telepatico tra due specie differenti. Ovviamente ed inevitabilmente ci sono delle differenze, tipo l'alieno che non è cosi simpatico e buono e ad un certo punto sgranocchia una gamba umana come se fosse una coscia di pollo, altrimenti si doveva parlare di remake. Questa idea mi è rimasta, anche se alcune scene sono citazioni di "incontri ravvicinati del terzo tipo", e non non credo di sbagliarmi di molto. JJ si conferma uno dei migliori "pensatori" dell'industria cinematografica americana. Palomino.

» postato da Palomino alle 17:53 del 11-09-2011

12 Sarà sincero: non è che mi abbia particolarmente entusiasmato. Certo, come già detto in precedenza, il film era senza pretese, ma, a parer mio è eccessivamente senza pretese. **********SPOILER************ "Super 8" mi è sembrato una congerie di citazioni, da "Incontri ravvicinati del terzo tipo" (la famiglia caotica e disordinata di Charles, il contatto telepatico con l'alieno, l'evacuazione del paese, la locandina stessa che ricorda la scena finale del film di Spielberg), "ET" e "La guerra dei mondi". In effetti come detto benissimo da Darklight, «Super 8 sembra uscito di peso dall'epoca di film per ragazzi della seconda metà degli '80. Ha tutto: l'avventura tra amici dei goonies, parentesi emotive/nostalgiche alla stand by me, gusto cinefilo, Avventura e horror lieve di quei film che da piccoli un pò ci spaventavano...» Però manca qualcosa: secondo me la trama ha dei vuoti notevoli, qualche salto che non guida nella comprensione delle vicende. La questione del rapporto padre-figlio è qualcosa poi di (come direbbe Word) "logoro e abusato": o si tratta bene oppure, accennandolo a tratti, si rischia di rendelo un elemento ulteriore, ma non integrato a sufficienza. La stessa questione dell'alieno poteva essere affrontata meglio: a parer mio la figura è messa troppo in secondo piano. Tuttavia, penso sia inevitabile rendere merito ad Abrams e Spielberg di aver realizzato un film di fantascienza leggero, tranquillo, con buoni intervalli comici e adatto a tutti: in confronto a tante altre pellicole, questa è davvero un momento positivo. Secondo me è un film da vedere, ma non da annoverare tra gli "imperdibili" (a meno che la fantascienza non sia una componente fondamentale della vostra vita, al limite del feticismo, come per quegli sciroccati di quel forum di TenForward, o qualcosa del genere.... :lol: ) P.S. Il filmino alla fine è meraviglioso!!! Non alzatevi dalle poltrone finché lo schermo non è davvero tutto nero!!!

» postato da Basil7 alle 19:34 del 11-09-2011

13 uno dei migliori film di fantascienza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! il mondo è bello perchè tutti possono dire la propria e i gusti sono gusti. ho visto il film: per baby stile ET. bello il fuori pista del treno,anche se secondo me per un disastro del genere viaggiava alla velocità incredibile.poi il frontale del pick up con il tipo che si salva. un frontale con un treno che deraglia a quella velocità!!!!!!!!!! a me personalmente non mi è piaciuto e di fantascienza c'è ben poco a parte et che legge nel pensiero del cinno e si costruisce l'astronave modellino e va a casa. a poi c'è il militare cattivo che vuole catturare et ma viene ucciso da esso. insomma quattro stelle non le avrei date molto ma molto meglio transformers 3. ciao

» postato da (marco ) alle 08:46 del 16-09-2011

14 Premetto che non mi è mai piaciuto E.T. e non stravedo in genere per i film di fantascienza di Spielberg, e men che meno per i Goonies e affini. Dopo l'entusiasmo iniziale ero quindi molto titubante sull'andare a vedere o meno questo film, visti tutti i commenti letti qui e in altre discussioni. Quelli positivi poi mi mettevano ancora più dubbi degli altri. Fortunatamente non c'era altro che mi interessasse, così alla fine l'ho visto e l'ho trovato davvero un bel film. Non il solito prodotto nostalgico-citazionista privo di una sua identità, ma un'opera che riprende alcuni elementi già visti per integrarli in modo originale e migliorare la base di partenza. Oltretutto partendo da opere molto al di fuori delle mie corde e ottenendo ciò nonostante un risultato notevole. C'è qualche forzatura sul finale, un po' sbrigativo, ma non mi ha impedito di apprezzarlo comunque e non ho riscontrato quei livelli di buonismo di cui è stato in più occasioni accusato. I protagonisti alla fine (SPOILER) riescono giusto a salvarsi la pelle e a comunicare una volta - e una sola - con l'alieno (fine degli omaggi, se così proprio vogliamo considerarli, a E.T.) (FINE SPOILER). Certo non aspettatevi un fanta-horror o qualcosa di paragonabile a Cloverfield. Al momento direi che è senza dubbio il miglior film di fantascienza dell'anno, complice anche l'assenza di titoli imperdibili. Pertanto lo consiglio a mia volta. :)

» postato da HAL 9000 alle 16:03 del 17-09-2011

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.