Mentre la Sony può contare solo su Spider-Man (almeno che si sappia) per godere della sua fetta di successo nel mondo cinematografico dei supereroi, la Fox ha molta più carne al fuoco e la dichiarata intenzione di creare un universo in cui i personaggi Marvel di cui detiene i diritti coesistano e magari si incrocino, proprio come la casa delle idee ha testato con successo negli anni scorsi.

 

Oltre a Wolverine, che è un altro reboot malgrado non cambi il volto del personaggio e X-Men: Days of Future Past, che vedrà riunire i mutanti del passato e del presente, mancavano all'appello i Fantastici Quattro, che dopo il sequel del 2007 erano rimasti in panchina, probilmente perché l'incasso globale di 289 milioni contro un budget di 130 non era stato considerato dalla major una spinta sufficiente per proseguire le avventure di quella versione del team di supereroi.

 

Nasceva quindi l'idea di premere il pulsante di reset, ignorando quanto fatto fino a quel momento per dare un nuovo inizio e nuove origini ai personaggi, come del resto va ostinatamente di moda in questo particolare ramo cinematografico, dove sembra sia impossibile seguire l'esempio di James Bond.

 

Così ecco arrivare il reboot di Spider-Man, l'ampiamente annunciato reboot di Batman (a cui toccherà di nuovo di veder morire i genitori) e ora l'annuncio ufficiale di mamma Fox con il suo Fantastic Four, che ha una data di uscita ben precisa: 6 marzo 2015.

 

Un giorno scelto non casualmente: in un anno già saturo di superfilm, come Star Wars episode 7, The Avengers 2 e la Justice League (per dirne solo alcuni) l'inizio di marzo è l'unico momento in cui il film non dovrà scontrarsi con le altre superpotenze che, con tutte le buone intenzioni del mondo, non gli darebbero una chance al botteghino.

 

Alla regia è confermato Josh Trank, arrivato alla ribalta con i suoi teenager disfunzionali provvisti di superpoteri di Chronicle, mentre la sceneggiatura, di cui esiste già una prima stesura, è di Michael Green e Jeremy Slater.

 

Mentre Slater è al suo debutto e probabilmente è colui che ha fornito lo spunto iniziale del plot, Green è stato produttore esecutivo di serie come Smallville, The River, Kings e Heroes, mentre al cinema compare nell'elenco dei co-sceneggiatori di Green Lantern ed è anche lo sceneggiatore al lavoro su un altro atteso ritorno, quello di The Flash.

 

Anche se ancora non si hanno notizie sulla storia e il villain che dovranno affrontare, aspettatevi sicuramente un sostanziale ringiovanimento dei personaggi, mentre non è improbabile che l'attuale mente dietro il mondo dei supereroi Fox, ovvero Mark Millar, decida di farli in qualche modo incontrare con gli altri personaggi già in programma, per arrivare a un qualche personalissimo super team alla Avengers.

 

A presto con le prossime news su Fantastic Four.