Rispetto ai tempi passati, organizzare un sondaggio online è adesso non tanto qualcosa di più semplice, quanto qualcosa che può raggiungere molte più persone e quindi avere le ragioni di un campione più vasto. Sempre se si considera buono il concetto di "vox populi, vox dei".

 

Per il mese di novembre la versione online della rivista specializzata Locus, ovvero Locus Online (raggiungibile su www.locusmag.com) ha organizzato un particolare sondaggio per stabilire le migliori opere degli ultimi due secoli, quello concluso e quello iniziato da poco più di un decennio. Non è la prima volta che Locus conduce un'indagine di questo tipo, perché lo ha fatto nel 1975, nel 1987 e nel 1998 (con una appendice online nel 1999, ma la rete del 1999 oggi ci sembra quella degli uomini primitivi).

 

I periodi di riferimento sono appunto il ventesimo secolo (1901-2000) e il ventunesimo (2001-2010). Per ogni periodo sono previste cinque categorie: romanzo di fantascienza, romanzo fantasy, romanzo breve (tra 17500 e 40000 parole), racconto lungo (7500 - 17500 parole) e racconto breve. Le ultime categorie non prevedono distinzioni tra fantascienza e fantasy. Per ogni categoria sarà possibile votare fino a dieci opere (ventesimo secolo) o fino a cinque (per il ventunesimo). Tutti potranno partecipare, anche se è prevista una sorta di registrazione indicando nome, mail, età e sesso, per evitare spam e trollaggi.

 

Non ci sono liste di nominati o similari, ma la redazione ha preparato degli elenchi di riferimento che comprendono le opere che hanno vinto i maggiori premi (Hugo, Nebula, Campbell e così via). Utile per discriminare a che categoria appartiene il nostro racconto preferito. Da notare che si tratta di elenchi che vale la pena consultare anche solo per sapere cosa abbiamo personalmente letto e cosa invece abbiamo trascurato.

 

Ultima nota: si vota per i singoli romanzi, non per le serie, eccetto per quelle opere che sono entrate nell'immaginario comune come una cosa unica. Sono i casi de Il Signore degli Anelli, la trilogia della Fondazione, Il Libro del Nuovo Sole. Stessa cosa per le raccolte che sono diventate un romanzo, come City o Cronache marziane.

 

Ci si potrà esprimere fino al 30 novembre.