Lucca Comics And Games

JJ Abrams dirigerà Star Wars Episode VII?

La notizia ha fatto il giro del mondo in pochi minuti, l'accordo sarebbe concluso e Abrams sarà il nuovo capitano del settimo capitolo di Star Wars.

ingrandisci

La notizia è scoppiata durante la nostra notte di ieri e quindi la serata negli Stati Uniti: la Disney avrebbe trovato il regista di Star wars Episode VII e il suo nome è JJ Abrams.

"È un affare fatto" è il laconico commento dell'insider della Disney che avrebbe dato la notizia per prima a Deadline e The Wrap.

La notizia sarebbe la conferma che la produttrice Kathleen Kennedy stesse corteggiando il regista/produttore/sceneggiatore da molto tempo, malgrado la dichiarazione ufficiale dello stesso con la quale si dichiarava non interessato per quanto grande amante della saga.

 

Anche se tutte le testate on line riportano la notizia come certa (escluso Screenrant), noi preferiamo per il momento lasciare il punto di domanda, almeno fino al momento in cui verrà rilasciato un comunicato ufficiale da parte dei diretti interessati o se invece non si scoprirà che qualcuno aveva corso troppo con la fantasia.

Se la notizia diventasse effettiva, implicherebbe un salto da una saga all'altra per Abrams, che difficilmente potrebbe in futuro gestire contemporaneamente i due titoli di maggior successo al cinema nel campo della fantascienza, ovvero Star Trek e Star Wars.

 

Per Screenrant infatti, non si tratterebbe solo di affidargli un episodio ma, un po' come accaduto con Joss Whedon e il mondo cinematografico Marvel, ad Abrams verrebbe affidato il compito di gestire l'intera nuova mitologia, che sia solo a livello di consulenza o di gestione effettiva e completa della trilogia.

 

A presto, con le prossime conferme o smentite sul futuro di Star Wars.

 

Autore: Leo Lorusso - Data: 25 gennaio 2013 - Fonte: http://screenrant.com/star-wars-7-jj-abrams/, http://www.deadline.com/2013/01/j-j-abrams-to-direct-new-star-wars-movie-for-disney/

Vota questo articolo

Voti dei lettori

5 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 A ben pensarci l'accostamento con Wedon ha senso (e non a caso stiamo parlando sempre di Disney). Intendiamoci, con Star Trek ha fatto un ottimo lavoro, ma non mi sembra che la Paramount abbia progettato la gestione di un universo, ma soltanto un reboot. Non mi sembra che gi siano prospettive oltre un terzo episodio per Star Trek. Marvel e Star Wars, invece, hanno progetti strutturati e di piu' lungo respiro. Si parla di film "corali" e di film sui singoli eroi, di serie TV... Per Star Trek non c'e' una data per un eventuale III capitolo, la Marvel ne ha 6 da qui al 2015. Tra l'avere le chiavi di un'intero univero per un triennio e vedere ogni volta come va al botteghino un film prima di fare il prossimo, voi cosa preferireste?

» postato da Franius alle 10:23 del 25-01-2013

2 be' se fa un buon lavoro come ha fatto con star trek, ci potrebbe anche stare.. almeno non è lindelof ^_^

» postato da (ciccio Pasticcio) alle 10:23 del 25-01-2013

3 Mi sembra un'ottima notizia! il nome ha un suo "peso" e ora posso sperare di ritrovare nella terza trilogia un pizzico di quella magia che ho trovato da bambino con la prima...

» postato da (Jimi Paradise) alle 10:57 del 25-01-2013

4 Incomincio a tremare... :cry: Mi auguro che il succo della storia non sia, ad esempio, Darth Vader che torna indietro nel tempo varie volte per ammazzare i protagonisti "buoni" della vecchia trilogia, modificando il presente di allora. Come si dice, "errare è umano, perseverare è diabolico". Spero comunque di sbagliarmi su questo. Lo spero tanto. :yoda:

» postato da Herlyran alle 11:24 del 25-01-2013

5 «Incomincio a tremare... :cry: Mi auguro che il succo della storia non sia, ad esempio, Darth Vader che torna indietro nel tempo varie volte per ammazzare i protagonisti "buoni" della vecchia trilogia, modificando il presente di allora. Come si dice, "errare è umano, perseverare è diabolico". Spero comunque di sbagliarmi su questo. Lo spero tanto. :yoda:» Alcuni dicono che nell'universo di Star Wars manchino per l'appunto i viaggi nel tempo :lol:

» postato da Andras Eris alle 12:14 del 25-01-2013

6 considero J.J. Abrhams nefasto per tutto ciò che tocca!!

» postato da (michele d.) alle 13:16 del 25-01-2013

7 « Alcuni dicono che nell'universo di Star Wars manchino per l'appunto i viaggi nel tempo :lol:» Si, ricordo che si è affrontato l'argomento anche in questo forum alcuni mesi fa, in merito ad alcuni rumors sull'imminente serie tv. :) Nulla in contrario, anzi, come scrissi allora, anche io sarei curioso di vedere come se la caverebbero i viaggi nel tempo nell'universo di Guerre Stellari, a patto però che l'approccio sia quanto di più lontano possibile da quello "scardina-continuity" avvenuto nell'ultimo film di Star Trek. :yoda:

» postato da Herlyran alle 13:45 del 25-01-2013

8 “There were the very early conversations and I quickly said that because of my loyalty to Star Trek, and also just being a fan, I wouldn’t even want to be involved in the next version of those things. I declined any involvement very early on. I’d rather be in the audience not knowing what was coming, rather than being involved in the minutiae of making them.” (J.J. Abrams in una recente intervista su Empire Reviews) Quando si dice la coerenza :(

» postato da Requiem Solitario alle 13:56 del 25-01-2013

9 Per Star Trek JJ era stato incaricato di fare un reboot. Ha scelto la strada dei viaggi nel tempo per regalare a noi fan un po' di sense of wonder e per rimanere in qualche modo legato a tutto quello che c'e' stato prima. Avreste preferito un remake secco (come e' stato per Spiderman o per il Batman di Nolan) ? Per Star Wars non si parla di RE-qualcosa, ma di nuovi film (ambientati dopo).

» postato da Franius alle 14:21 del 25-01-2013

10 « Avreste preferito un remake secco (come e' stato per Spiderman o per il Batman di Nolan) ? » chi critica JJ per il suo Star Trek non avrebbe voluto ne reboot ne remake, il punto è tutto li

» postato da ziopippi alle 14:37 del 25-01-2013

11 Se penso a Lost, è una serie che ha alternato cose buone ad alcune più discutibili. L'idea era affascinante, l'esecuzione in molti punti ottima. Poi, proseguendo, sembra che si sia un po' perso e avviluppato in sé stesso. Comunque parlo di una serie che ho gradito e si è distinto. Forse il finale è la parte che mi è piaciuta meno. Altre opere di Abrams le ho trovate decisamente meno affascinante. Per quanto riguarda un approccio a Star Wars, è scontato che la Disney vorrà farci un sacco di soldi. Non saranno film per le generazioni che hanno seguito e amato la prima serie, ma saranno tagliati per un nuovo pubblico, a cui decideranno di dare cose diverse, probabilmente stravolgendo alcuni concetti iniziali.

» postato da Luca3976 alle 16:03 del 25-01-2013

12 « Per quanto riguarda un approccio a Star Wars, è scontato che la Disney vorrà farci un sacco di soldi. Non saranno film per le generazioni che hanno seguito e amato la prima serie, ma saranno tagliati per un nuovo pubblico, a cui decideranno di dare cose diverse, probabilmente stravolgendo alcuni concetti iniziali.» Non credo. Nelle precedenti acquisizioni (Marvel, Pixar) la Disney ha sempre lasciato molta indipendenza ai nuovi/vecchi studi. E' probabile che anche in questo caso non si avranno cambiamenti particolarmente importanti, soprattutto considerando che si tratta di un franchise ancora molto vivo in tutti gli altri media (fumetti, romanzi, videogiochi, cartoni animati). Per questo il rumor su Abrams regista mi sembra poco sensato. Non è uno di cui ci si possa "fidare": nel bene o nel male, tutte le sue produzioni rappresentano un "taglio" con il passato. Non credo sia quello che vuole la Disney.

» postato da Lord of Chaos alle 17:01 del 25-01-2013

13 è incredibile, per due mesi ha detto "no, non sarò io il regista", e adesso invece si scopre che sarà proprio lui. Dopo aver irrimediabilmente starwarsizzato Star Trek, adesso non dovrebbe avere particolari difficoltà con un film di Star Wars (saga di cui si dice fan), anche se, si sa, Abrams non è un granché come regista. Per Star Wars, secondo me, ci voleva un mestierante con gli attributi, come lo erano Irvin Kershner e Richard Marquand. Abrams ha attributi di diverso tipo, è troppo fighetto perché non si parli di lui, perché non appaia sulle copertine di tutto il mondo. Tremo al pensiero dei soldi che gli avranno offerto. Si conclude la parabola spielberghiana di JJ Abrams, che da fan di Speilberg e Lucas, passando attraverso i doverosi omaggi ai maestri ("Super 8"), arriva ai livelli supremi dell'immaginario lucas-spilberghiano, dirigendo un episodio di Star Wars. Non so francamente cosa pensarne, non mi piace più di tanto come regista, ha trasformato Star Trek in qualcosa che con Star Trek non c'entra nulla, è bravo forse più come scrittore (almeno in termini di soggetti) che come regista. Però oggi sembra che senza JJ Abrams non si vada più da nessuna parte, e allora non mi resta che sperare nel buonsenso della produttrice Kathleen Kennedy, che adesso tiene le redini di tutta la giostra. Almeno non sarà un film "scritto" da Orci, Kurzman, Lindelof e via cazzeggiando (ma a questo punto non è detto...)

» postato da (Robby ) alle 17:01 del 25-01-2013

14 per rispondere a Franius: il terzo capitolo di Star Trek è sicuro (anche se a questo punto dubito che Abrams possa dirigerlo personalmente), e sicuramente la Paramount non vorrà porre fine al franchise doppo il terzo film (e prima o poi, vedrete, si concretizzerà il progetto di una nuova serie tv).

» postato da (Robby ) alle 17:04 del 25-01-2013

15 Non avrebbero potuto scegliere di peggio. Abrams ha ucciso Star Trek. Preparatevi alla morte anche di SW (sceneggiatore permettendo, unico motivo per cui terrei una porticina aperta alla speranza).

» postato da Gran Dux Gargaros alle 17:18 del 25-01-2013

16 Comunque bisogna dire una cosa. Nel franchise di Star Wars il regista è l'ultima cosa che conta. Togli uno e metti l'altro, è uguale, Il difficile è la sceneggiatura. Ormai con questi superbudget sono tutti bravi, e poi sarà così pieno di computer grafica che gran parte del lavoro lo faranno quelli della ILM, il regista deve più che altro riprendere gli attori che si muovono su uno sfondo blu. Per questo la scelta di Abrams tutto sommato soprende. Non sarà eccezionale come regista, però è un nome di grido. Il film avrebbe un successo clamoroso anche se fosse diretto da un nome meno noto (e magari tecnicamente più dotato). Invece regaleranno una barca di soldi a JJ Abrams... perché? Perché l'ha raccomandato Spielberg?

» postato da (Robby ) alle 17:29 del 25-01-2013

17 «per rispondere a Franius: il terzo capitolo di Star Trek è sicuro (anche se a questo punto dubito che Abrams possa dirigerlo personalmente)» Sicuro? Ci sono date d'uscita? Al momento gli attori hanno un'opzione sul contratto... Sicuri sono Iron Man 3, Thor 2 , Capitan America 2, I Guardiani della Galassia, Avengers 2 e Ant Man. «pe sicuramente la Paramount non vorrà porre fine al franchise doppo il terzo film (e prima o poi, vedrete, si concretizzerà il progetto di una nuova serie tv). » Forse non te nesi accorto ma hai centrato il punto: non vorra' e (e prima o poi, vedrete, Ipotesi (anche condivisibili), ma rispetto ai piani Marvel e Star Wars, permettimi, si tratta di vaporware.

» postato da Franius alle 20:34 del 25-01-2013

18 «Non avrebbero potuto scegliere di peggio. Abrams ha ucciso Star Trek. Preparatevi alla morte anche di SW (sceneggiatore permettendo, unico motivo per cui terrei una porticina aperta alla speranza).» Opinione. Per me ha resuscitato un cadavere (morto con Voyager, tra l'altro).

» postato da Franius alle 20:35 del 25-01-2013

19 «Non avrebbero potuto scegliere di peggio. Abrams ha ucciso Star Trek. Preparatevi alla morte anche di SW (sceneggiatore permettendo, unico motivo per cui terrei una porticina aperta alla speranza).» Dire che abbia ucciso Star Trek è una considerazione personale da fan, che può essere anche condivisibile dal punto di vista delle idee e della filosofia. Ma la realtà oggettiva è che Star Trek era morto e JJ l'ha riportato al cinema ottenendo un buon successo di pubblico, che credo sia l'unico metro di valutazione plausibile della "vita" di un franchise. I miei dubbi su JJ non sono tanto sulle sue capacità - a volte gli va bene, altre meno - quando sul fatto che è un regista che lavora sui personaggi, sulle storie individuali, sui rapporti interpersonali. Già Star Trek sembra troppo grande per lui. Star Wars ha una dimensione ancora più "epica" di Star Trek. Non ce lo vedo con questi temi. Avrei visto molto meglio, per dire, Zack Snyder, o magari Kenneth Branagh. Comunque se non sbaglio gli sceneggiatori li avevano già indicati e non sono della combriccola di JJ, il che mi pare buon segno. S*

» postato da S* alle 22:43 del 25-01-2013

20 « Non saranno film per le generazioni che hanno seguito e amato la prima serie, ma saranno tagliati per un nuovo pubblico, a cui decideranno di dare cose diverse, probabilmente stravolgendo alcuni concetti iniziali.» Ma stai parlando di quello che può fare Abrams o di quello che ha fatto Lucas?

» postato da MiaPiccolina alle 08:59 del 26-01-2013

21 « Avrei visto molto meglio, per dire, Zack Snyder, o magari Kenneth Branagh.» questi due registi sarebbero proprio l'ideale per un prodotto di altissima qualità, ma la produzione dovrebbe essere pronta a sacrificare una parte degli incassi perchè non credo che tutti potrebbero apprezzare i frutti della loro opera perlomeno nel breve periodo. J.J. Abrams è stato scelto proprio la sua bravura, visti gli introiti, di unire due generazioni di fan della serie star trek. Certo a noi "vecchi" ammiratori di S.W. piacerebbe che anche i futuri film fossero memorabili ma io personalmente non mi faccio illusioni, intanto anche con una ottima sceneggiatura e regia non vedrei attualmente chi potrebbe impersonare i nuovi volti della saga, Lucas ebbe fortuna con Ford hammil e fisher e cmq li scelse da sè, oggi forse gli attori sarebbero scelti da qualche agenzia di marketing. l'unica possibilità che rimane è che si segua la moda dei batman di Nolan :qualitàe successo, negli altri casi aspettiamoci luke skywalker che insegna ai nipoti come maneggiare la spada laser del bisnonno....

» postato da fight_club alle 16:52 del 26-01-2013

22 oh nooo... un'altra Saga mitica che rischia di essere stravolta... Per favore, J.J. torna a fare telefilm, e' la cosa che sai fare meglio !

» postato da Jory Kaiden 2 alle 19:14 del 26-01-2013

23 Allora mettianola così: JJ non ha ammazzato ST, ma di certo l'ha resuscitato nel peggior modo possibile: con un film tuttoscemo dall'inizio alla fine. E non fate finta che quella marea di stereotipi insapori siano di buona qualità. Senza contare un paio di scene così forzate da far pena. Ma le magagne potrebbero essere solo degli sceneggiatori. Anche se resto dell'opinione che quando un film non funziona bene la colpa è principalmente del regista.

» postato da Gran Dux Gargaros alle 19:14 del 26-01-2013

24 «questi due registi sarebbero proprio l'ideale per un prodotto di altissima qualità, ma la produzione dovrebbe essere pronta a sacrificare una parte degli incassi perchè non credo che tutti potrebbero apprezzare i frutti della loro opera perlomeno nel breve periodo.» Msh, non è che i produttori di Man Of Steel o di Thor coltivassero l'idea di fare film intellettuali e di perdere dei soldi. Peraltro, sia 300 di Snyder che Thor di Branagh hanno incassato più di Mission Impossible 3, che è il film di Abrams che ha incassato di più, se non sbaglio. Star Trek di Abrams non è arrivato a 400 milioni di dollari, eh. Se Star Wars dovesse incassare così poco Abrams lo appendono a una picca fuori dal castello della Walt Disney. La capacità di generare soldi di JJ è ampiamente sopravvalutata. S*

» postato da S* alle 22:32 del 26-01-2013

25 la parte terribile di Star Trek, intendo l'ultimo film, e di roba terribile ce n'è tanta, non è colpa di Abrams. Come regista non farà strappare i capelli, ma a meritare calci nei denti, lì, erano gli "sceneggiatori". Ad Abrams si chiedeva una sola cosa: veicolare il franchise presso i "cciovani di oggi", quindi spingere sull'acceleratore, creare conflitti adolescenziali e iniettare ettolitri di adrenalina, fra colori stordenti e luci abbaglianti. Abrams ha eseguito il suo dovere, punto. Pensare che potesse essere diverso, che potesse essere come i "vecchi" (sic) Star Trek, era da ingenui. Con Star Wars, secondo me, Abrams farà di nuovo il suo dovere, cioè una regia impersonale e senza guizzi, ma adeguata allo scopo. Anzi lo vedo più adatto a Star Wars, visto che uno dei difetti del suo Star Trek era proprio quello di aver introdotto nel franchise stilemi (anche estetici e visivi) che con Star Trek non c'entravano nulla. Quello che conta, come sempre, è avere una buona sceneggiatura. Il fatto che si sia Lawrence Kasdano tra i consulenti è una buona cosa. (Pazzesco quanto costerà mettere su tutta la giostra. E quanto guadagneranno!!!)

» postato da Ellie Arroway alle 22:33 del 26-01-2013

26 «la parte terribile di Star Trek, intendo l'ultimo film, e di roba terribile ce n'è tanta, non è colpa di Abrams. Come regista non farà strappare i capelli, ma a meritare calci nei denti, lì, erano gli "sceneggiatori". » No, mi spiace Ellie, questa difesa non regge. Abrams non ha solo diretto, Abrama ha prodotto, scelto gli sceneggiatori (che sono suoi collaboratori fissi), approvato la sceneggiatura, gestito tutta quanta l'operazione con la sua azienda Bad Robot e consegnato il film chiavi in mano alla Paramount. È responsabilità sua dall'inizio alla fine. Se Quinto si fosse strozzato mangiando un panino durante le riprese era colpa di Abrams anche quello. S*

» postato da S* alle 22:38 del 26-01-2013

27 Cmq è ufficiale, http://starwars.com/

» postato da Franius alle 23:07 del 26-01-2013

28 Eh, eh per la prima volta i fans si divideranno orizzontalmente invece che verticalmente: via "st è meglio di sw" e viceversa, dentro "i vecchi st e sw sono meglio dei nuovi" e viceversa..... fratellanza cosmica....... P.S. ma davvero c'è ancora in giro gente che vuol farmi credere che il nuovo star trek è peggio di: star trek 5, generazioni, insurrection e nemesis?

» postato da (Nnever 2000) alle 09:54 del 27-01-2013

29 Comunque peccato mi sarebbe piaciuto che almeno avesse terminato la "presunta" trilogia. Vedremo la paramount come si comporterà. E speriamo che ci lasci almeno gli sceneggiatori......... in una galassia lontana lontana può portarsi Damon Laurence Lindelof, nella federazione lasci Roberto Orci e Alex Kurtzman per favore.

» postato da (Nnever 2000) alle 09:57 del 27-01-2013

30 «. Star Trek di Abrams non è arrivato a 400 milioni di dollari, eh. Se Star Wars dovesse incassare così poco Abrams lo appendono a una picca fuori dal castello della Walt Disney. La capacità di generare soldi di JJ è ampiamente sopravvalutata. S*» intellettuali stile corazzata potemkin certo che no ma sai benissimo che un film più contenuti intelligenti ha e meno incassa ("Watchmen" 185 milioni - "Transformers 3" 1123 milioni) , a me piace pensare che, oltre che vederlo al cinema, si possa guardare e riguardare in tv o in dvd e i film di abrams , per quanto mi riguarda, sono da vedere solo al cinema ma non fanno venire la voglia di rivederlo ancora. Se tutti amiamo la prima serie di SW dopo cosi tanti anni un motivo ci deve essere, io la chiamo qualità, qualità negli attori, nella visione del film, nella musica, e soprattutto nei personaggi. ma allo stesso tempo non sono cosi ingenuo da pensare che se l'episodio IV fosse andato male gli altri due film li avrebbero realizzati lo stesso, credo solo che fino a qualche anno fa bastasse solo guadagnare un dollaro di piu delle spese per far girare dei sequel, oggi invece mezzo miliardo di dollari può non essere un grande incasso se una produzione se ne aspetta il doppio.

» postato da fight_club alle 10:14 del 27-01-2013

31 «intellettuali stile corazzata potemkin certo che no ma sai benissimo che un film più contenuti intelligenti ha e meno incassa ("Watchmen" 185 milioni - "Transformers 3" 1123 milioni)» Be', non è che Snyder e Branagh facciano solo cose intelligenti. Ma possono fare cose frivole in modo intelligente, come Abrams. Per dire, L'Impero colpisce ancora è certamente di gran lunga più intelligente di tutti i Transformers messi assieme, e se fai un confronto basato sul valore reale del dollaro ha incassato di gran lunga di più. Comunque fino a oggi JJ ha fatto film in cui aveva largo potere esecutivo (forse a parte Mission Impossible, dove comandava Tom Cruise, e forse Super8) mentre qui si troverà nella situazione di doversela vedere con un committente molto invadente. Inclusa la presenza di George che, sono certo, vorrà dire la sua. S*

» postato da S* alle 10:24 del 27-01-2013

32 « Star Trek di Abrams non è arrivato a 400 milioni di dollari, eh. Se Star Wars dovesse incassare così poco Abrams lo appendono a una picca fuori dal castello della Walt Disney. La capacità di generare soldi di JJ è ampiamente sopravvalutata. S*» Purtroppo Star Trek si conferma come fenomeno culturale pop tutto americano mentre in gran parte del mondo è di nicchia, altrimenti non si spiega come mai in USA il film ha fatto il botto e per esempio da noi è stato praticamente ignorato. Anche se io rintengo che pesi molto lo scarso valore dei precedenti film... Questa è la vera differenza tra Star Trek e Star Wars. Per quanto in basso possa scendere Star Wars ci sarà gente interessata a vedere com'è il successivo capitolo. Con Star Trek la strada era molto più in salita... e lo è ancora. «Inclusa la presenza di George che, sono certo, vorrà dire la sua. S*» Cos'è una minaccia? :lol:

» postato da MiaPiccolina alle 10:40 del 27-01-2013

33 fight_club, a essere sinceri, l'ultimo star trek di abrams lo rivede sempre volentieri, mentre su nemesis sono rimasto fermo alla proiezione cinematografica. Sull'ultimo film di star trek ho delle sensazioni decisamente positive (a differenza del precedente), speriamo che vada tutto bene.

» postato da (Nnever 2000) alle 11:02 del 27-01-2013

34 Non lo amo, ma mi sembra lo stesso una scelta migliore di Lucas. Di J. J. Abrams ho apprezzato soltanto Super 8, nonostante il finale, e non mi è piaciuto il suo Star Trek, ma non mi ha mai colpito granché nemmeno la saga perché me ne interessassi più di tanto. Non salverei nulla invece di Zack Snyder (300, Watchmen, e l'ultimo bleah). Non so però se la curiosità per una nuova trilogia riuscirà a spingermi al cinema, considerando la cantonata già presa con ep. III, anche se almeno mi sono risparmiato gli altri due. La passione per Star Wars, che adoravo fin da bambino, si è spenta con il passare degli anni. L'ultima cosa che mi abbia appassionato a questo universo dai tempi di ep. V (TESB) è stato giocare a KotOR, molto più che vedere la nuova trilogia, la penosa serie animata o anche l'ultimo film (RotJ); e da allora sono trascorsi dieci anni.

» postato da HAL 9000 alle 11:10 del 27-01-2013

35 e' vero, la responsabilità di Abrams riguardo al suo Star Trek è grossa, se non totale. Lui ha messo su tutta la baracca. Io intendevo riferirmi all'aspetto puramente registico. In questo senso Abrams ha fatto quello che andava fatto, niente di più, niente di meno, da mestierante. Poi, per rispondere a Nnever2000, sì, lo Star Trek di Abrams è certamente inferiore a Generazioni (che è bellissimo ed eternamente sottovalutato) e a L'insurrezione (che funziona egregiamente, ed è molto "trek", almeno per due terzi, fino alle rivelazioni finali che rovinano tutto, imho). Star Trek V, pur con tutti i suoi limiti (di budget, di sceneggiatura eccetera) ha momenti di intimità e intenti filosofici - comunque la si pensi sugli esiti - che Abrams mai potrà solo sfiorare (per non parlare della colonna sonora di Jerry Goldsmith). Nemesis faccio fatica a salvarlo pure io, e arrivo a dire che se lo Star Trek di Abrams è come è, la colpa è essenzialmente di Nemesis.

» postato da Ellie Arroway alle 11:57 del 27-01-2013

36 «La capacità di generare soldi di JJ è ampiamente sopravvalutata. S*» Sottovaluti l'amicizia di Spielberg (ammesso che lo siano, come ho letto in giro) :lol: EDIT Aspé, ho letto bene sopra? Contenuti intelligenti in Trasformers 3?

» postato da Gran Dux Gargaros alle 18:39 del 27-01-2013

37 per MiaPiccolina. Star Trek non è un fenomeno solo americano, esistono schiere di fan in tutto il mondo. Il film di Abram non è stato "ignorato", è proprio che non ha fatto sfracelli (250 milioni in Usa e altri 150 in tutto il mondo non sono cifre elevatissime). In Italia ha avuto un successo proporzionalmente ridotto, ma è già tanto, considerato che i film precedenti erano andati malissimo. Poi sono d'accordo sul fatto che Star TRek è più "di nicchia" rispetto a Star Wars, e non solo per il tempo trascorso dagli anni del boom (TNG e DS9 in televisione), ma proprio per una questione di mitologia diversamente condivisa rispetto a quella di Star Wars (ma non ne farei una questione geografica, è proprio che il fantasy oggi tira di più)

» postato da (Robby ) alle 10:43 del 28-01-2013

38 «Cos'è una minaccia? :lol:» Sì... una minaccia fantasma! :lol: S*

» postato da S* alle 14:46 del 28-01-2013

39 possono fare tutti gli episodi che vogliono, in seguito, di star war! penso che la prima serie sia stata indubbiamente la migliore, senza troppi effetti speciali di grafica ed animazione: più realistica insomma. adesso tutti questi effetti speciali aono troppo esagerati.

» postato da (gianluca visentin) alle 19:52 del 30-01-2013

40 «possono fare tutti gli episodi che vogliono, in seguito, di star war! penso che la prima serie sia stata indubbiamente la migliore, senza troppi effetti speciali di grafica ed animazione: più realistica insomma. adesso tutti questi effetti speciali aono troppo esagerati. » La prima serie era soprattutto ammirevole per la trama e l'idea: si respirava qualcosa di vero, intenso, innovativo. Per me personalmente è stata la scoperta del cinema fantascientifico ed un costante punto di riferimento. E non me ne sono dimenticato. Onestamente gli episodi 1-2-3 moderni non me li ricordo neppure più.

» postato da Luca3976 alle 12:55 del 01-02-2013

41 «senza troppi effetti speciali di grafica ed animazione: più realistica insomma.» Anche perché non esisteva la grafica digitale (c'erano le luci disegnate, al più). Noi oggi abbiamo questo, la grafica digitale, più malleabile e versatile per rendere possibili certe situazioni: (Il Signore degli Anelli di Peter Jackson non sarebbe stato il capolavoro epico che è stato senza l'aiuto della grafica digitale, ad esempio, e anche là la CG la faceva da padrona). E, per tornare a noi, non dimentichiamoci che Star Wars è stato anche ai tempi un tripudio di effetti speciali, quindi non mentiamo a noi stessi imbellettando il passato. Tanto ieri quanto oggi si mettevano a disposizione tutti mezzi disponibili dell'epoca e, se ieri con Guerre Stellari avevamo vetroresina, fili di nylon e modellini in stop-motion a destra e manca oggi abbiamo quelle stesse tecnologie (migliorate) e una grafica digitale onnipresente... mi sembra il minimo, se vogliamo fare un certo tipo di film.

» postato da Andras Eris alle 13:42 del 01-02-2013

42 La CG è merda. Sintentica, facile, finta. rammollisce la creatività, rammollisce il buon gusto, proprio perché con essa è possibile fare tutto, e i creativi pensato che tutto è lecito. La prima trilogia di SW è uno spettacolo ancora insuperato, e perché? Perché là si è sudato, sia con le mani che col cervello. Hanno dovuto macerarsi le meningi per arrivare a soluzioni prima d'allora impensabili. E difatti non a caso si dice che SW ha rivoluzionato l'industria degli effetti. Ma SW è uno spettacolo perché è tutto materiale, tutto artigianale, tutto di primissima qualità. Chi esalta la CG di oggi e la paragona agli effetti artigianali ignora quale superbo lavoro di montaggio e regia è stato fatto anche solo per una sequenza della battaglia di Endor. Mentre oggi bastano due clic col maus. Daje.

» postato da Gran Dux Gargaros alle 11:50 del 02-02-2013

43 La CG è soltanto uno strumento a disposizione di chi realizza i film. Tutto dipende da come è utilizzata, e sinceramente dopo i primi anni in cui non c'era abbastanza esperienza nel campo per poter sostenere il confronto con il meglio delle soluzioni precedenti, ormai non c'è davvero più motivo per rimpiangere gli effetti artigianali, a parte forse per l'horror. E concordo pienamente con Andras Eris anche su SW e LotR.

» postato da HAL 9000 alle 13:10 del 02-02-2013

44 «La CG è merda. Sintentica, facile, finta. rammollisce la creatività, rammollisce il buon gusto, proprio perché con essa è possibile fare tutto, e i creativi pensato che tutto è lecito. La prima trilogia di SW è uno spettacolo ancora insuperato, e perché? Perché là si è sudato, sia con le mani che col cervello. Hanno dovuto macerarsi le meningi per arrivare a soluzioni prima d'allora impensabili. E difatti non a caso si dice che SW ha rivoluzionato l'industria degli effetti. Ma SW è uno spettacolo perché è tutto materiale, tutto artigianale, tutto di primissima qualità. Chi esalta la CG di oggi e la paragona agli effetti artigianali ignora quale superbo lavoro di montaggio e regia è stato fatto anche solo per una sequenza della battaglia di Endor. Mentre oggi bastano due clic col maus. Daje.» Hai dimenticato di dire: "Si stava meglio quando si stava peggio" e "Qua una volta era tutta campagna". Il tono da vecchio nostalgico lo vorrei davvero risparmiato visto che non sai quanti "clic del maus" ci vogliono per fare una scena d'animazione, o tantomeno sai quanti anni di studio ed'esperienza devi accumulare per arrivare a certi livelli di animazione o, ancora, quante teste stanno dietro i processi di elaborazione digitale. Io esalto la CG per le possibilità che ha dato agli uomini di riprodurre e rendere reali cose che con la cerapongo e la cartapesta erano impensabili e ammiro il lavoro che le persone hanno fatto in passato per essere riuscite con pochi mezzi a realizzare capolavori come Star Wars o Il pianeta proibito, non vado a deprecare gli strumenti nuovi solo perché mi sembrano semplici o perché ai miei tempi era meglio perché ci si rompeva la schiena di lavoro (che poi oggi non è cambiato granché). Come ha ben detto HAL 9000, la CG è solo uno strumento, che in buone mani da buoni risultati e in cattive mani partorisce mostri, esattamente come la cerapongo e la cartapesta di una volta.

» postato da Andras Eris alle 14:01 del 02-02-2013

45 Visivamente, la seconda trilogia è mille volte meglio della prima. Il punto è che l'aspetto visivo non è tutto, anzi non è neppure l'aspetto più importante. Sono importanti la trama, il ritmo, le idee, i personaggi. E' lì che la prima trilogia è mille volte meglio della seconda. S*

» postato da S* alle 18:32 del 02-02-2013

46 «Il tono da vecchio nostalgico lo vorrei davvero risparmiato visto che non sai quanti "clic del maus" ci vogliono per fare una scena d'animazione, o tantomeno sai quanti anni di studio ed'esperienza devi accumulare per arrivare a certi livelli di animazione o, ancora, quante teste stanno dietro i processi di elaborazione digitale.» Qui su fantascienza.com una volta hanno messo il corto di un addetto agli effetti speciali, un corto realizato da lui stesso e solo in una manciata di mesi. Ed era un corto pieno di CG e di una qualità che non avrebbe sfigurato di fornte a un colossal. Mi sa che sei tu a ingigantire un po' le cose...

» postato da Gran Dux Gargaros alle 01:34 del 03-02-2013

47 ««Il tono da vecchio nostalgico lo vorrei davvero risparmiato visto che non sai quanti "clic del maus" ci vogliono per fare una scena d'animazione, o tantomeno sai quanti anni di studio ed'esperienza devi accumulare per arrivare a certi livelli di animazione o, ancora, quante teste stanno dietro i processi di elaborazione digitale.» Qui su fantascienza.com una volta hanno messo il corto di un addetto agli effetti speciali, un corto realizato da lui stesso e solo in una manciata di mesi. Ed era un corto pieno di CG e di una qualità che non avrebbe sfigurato di fornte a un colossal. Mi sa che sei tu a ingigantire un po' le cose...» Non confondiamo le cose usando gli esempi sbagliati. Il signore che ha fatto quel corto a cui ti riferisci, R'ha, ha impiegato sette mesi di lavoro intensivo, ogni giorno dei sette mesi, per almeno 10 ore al giorno (c'è scritto sulla pagina ufficile) e ha fatto un lavoro pazzesco e ammirabile soltanto perché è riuscito a fare da solo un lavoro enorme. Ma se le truppe di creativi holliwodiane con budget milionario avessero tirato una roba del genere in 7 mesi mi sarei messo a ridere e gli avrei raccomandato di andare a lavorare per davvero, perchè in 7 mesi di lavoro intensivo ci tirano su un film intero in CG. Ciò che dimostra il corto R'ha, non è che la CG è un gioco da ragazzi che tutti a casa possono fare col famoso "clic del maus", come qualcuno potrebbe pensare... ma che impegno e passione possono dare ottimi frutti. Io sono un grafic designer, non è la stessa cosa ma ho conosciuto durante il mio corso di studi (e conosco tuttora) le persone che lavorano con l'animazione digitale e ti posso assicurare che non è uno scherzo da nerd, è un lavoro che ti fa andare fuori di testa. Non ci credi? Allora vai a fare il "clic del maus" e vediamo che riesci a fare, visto che è così semplice. Queste discussioni mi ricordano tanto i clienti ignoranti che vengono ogni giorno da me e mi chiedono una locandina per il loro negozio. Ogni volta che gli dico il prezzo (dimezzato, tra l'altro) si lamentano che è troppo giustificandosi con l'intramontabile: "Evvabbè! E-cche-ci-vuole!? C-co Photoshoppi ci stai du secondi." Io li guardo stringendo i denti e poi ripenso agli anni che ho passato a studiare i programmi, le gabbie, tutti i workshop che ho fatto per perfezionarmi e tutto il tempo che dovrò sprecare su quella dannata locandina per renderla decente che "tanto cche-ci-vuole-cco-photoshoppi!"

» postato da Andras Eris alle 03:40 del 03-02-2013

48 «««Il tono da vecchio nostalgico lo vorrei davvero risparmiato visto che non sai quanti "clic del maus" ci vogliono per fare una scena d'animazione, o tantomeno sai quanti anni di studio ed'esperienza devi accumulare per arrivare a certi livelli di animazione o, ancora, quante teste stanno dietro i processi di elaborazione digitale.» Qui su fantascienza.com una volta hanno messo il corto di un addetto agli effetti speciali, un corto realizato da lui stesso e solo in una manciata di mesi. Ed era un corto pieno di CG e di una qualità che non avrebbe sfigurato di fornte a un colossal. Mi sa che sei tu a ingigantire un po' le cose...» Non confondiamo le cose usando gli esempi sbagliati. Il signore che ha fatto quel corto a cui ti riferisci, R'ha, ha impiegato sette mesi di lavoro intensivo, ogni giorno dei sette mesi, per almeno 10 ore al giorno (c'è scritto sulla pagina ufficile) e ha fatto un lavoro pazzesco e ammirabile soltanto perché è riuscito a fare da solo un lavoro enorme. Ma se le truppe di creativi holliwodiane con budget milionario avessero tirato una roba del genere in 7 mesi mi sarei messo a ridere e gli avrei raccomandato di andare a lavorare per davvero, perchè in 7 mesi di lavoro intensivo ci tirano su un film intero in CG. Ciò che dimostra il corto R'ha, non è che la CG è un gioco da ragazzi che tutti a casa possono fare col famoso "clic del maus", come qualcuno potrebbe pensare... ma che impegno e passione possono dare ottimi frutti. Io sono un grafic designer, non è la stessa cosa ma ho conosciuto durante il mio corso di studi (e conosco tuttora) le persone che lavorano con l'animazione digitale e ti posso assicurare che non è uno scherzo da nerd, è un lavoro che ti fa andare fuori di testa. Non ci credi? Allora vai a fare il "clic del maus" e vediamo che riesci a fare, visto che è così semplice. Queste discussioni mi ricordano tanto i clienti ignoranti che vengono ogni giorno da me e mi chiedono una locandina per il loro negozio. Ogni volta che gli dico il prezzo (dimezzato, tra l'altro) si lamentano che è troppo giustificandosi con l'intramontabile: "Evvabbè! E-cche-ci-vuole!? C-co Photoshoppi ci stai du secondi." Io li guardo stringendo i denti e poi ripenso agli anni che ho passato a studiare i programmi, le gabbie, tutti i workshop che ho fatto per perfezionarmi e tutto il tempo che dovrò sprecare su quella dannata locandina per renderla decente che "tanto cche-ci-vuole-cco-photoshoppi!"» come non concordare? Capita anche ai falegnami :lol:

» postato da Paolocosmico alle 09:09 del 03-02-2013

49 «Queste discussioni mi ricordano tanto i clienti ignoranti che vengono ogni giorno da me e mi chiedono una locandina per il loro negozio. Ogni volta che gli dico il prezzo (dimezzato, tra l'altro) si lamentano che è troppo giustificandosi con l'intramontabile: "Evvabbè! E-cche-ci-vuole!? C-co Photoshoppi ci stai du secondi." Io li guardo stringendo i denti e poi ripenso agli anni che ho passato a studiare i programmi, le gabbie, tutti i workshop che ho fatto per perfezionarmi e tutto il tempo che dovrò sprecare su quella dannata locandina per renderla decente che "tanto cche-ci-vuole-cco-photoshoppi!"» collega! :lol: :lol: :lol:

» postato da tzenobrite alle 09:37 del 03-02-2013

50 «La CG è merda. Sintentica, facile, finta. rammollisce la creatività, rammollisce il buon gusto, proprio perché con essa è possibile fare tutto, e i creativi pensato che tutto è lecito. La prima trilogia di SW è uno spettacolo ancora insuperato, e perché? Perché là si è sudato, sia con le mani che col cervello. Hanno dovuto macerarsi le meningi per arrivare a soluzioni prima d'allora impensabili. E difatti non a caso si dice che SW ha rivoluzionato l'industria degli effetti. Ma SW è uno spettacolo perché è tutto materiale, tutto artigianale, tutto di primissima qualità. Chi esalta la CG di oggi e la paragona agli effetti artigianali ignora quale superbo lavoro di montaggio e regia è stato fatto anche solo per una sequenza della battaglia di Endor. Mentre oggi bastano due clic col maus. Daje.» Non esageriamo eh. Io ho quasi 40 anni, sono cresciuto con gli effetti speciali della ILM di Lucas, e pur apprezzando il lavoro che si faceva una volta con i modellini, non mi sognerei mai di dire che la CGI è merda. Se la CGI è fatta come si deve, vedi i modelli creati dalla stessa ILM, sono tutt'altro che "finti". Certamente non meno finti dei modellini visti oggi con l'impietosa lente dell'alta risoluzione.

» postato da MiaPiccolina alle 11:45 del 03-02-2013

51 ««Queste discussioni mi ricordano tanto i clienti ignoranti che vengono ogni giorno da me e mi chiedono una locandina per il loro negozio. Ogni volta che gli dico il prezzo (dimezzato, tra l'altro) si lamentano che è troppo giustificandosi con l'intramontabile: "Evvabbè! E-cche-ci-vuole!? C-co Photoshoppi ci stai du secondi." Io li guardo stringendo i denti e poi ripenso agli anni che ho passato a studiare i programmi, le gabbie, tutti i workshop che ho fatto per perfezionarmi e tutto il tempo che dovrò sprecare su quella dannata locandina per renderla decente che "tanto cche-ci-vuole-cco-photoshoppi!"» collega! :lol: :lol: :lol:» Si vabbè, un'altro collega! :lol: Allora siamo più numerosi di quanto pensassi. Ecco qualcuno che può cogliere a pieno quella sensazione unica e inimitabile, quel misto d'inesprimibile rabbia e compassione che ti fa prurito al piede, tanta è la voglia di tirar calci in c**** a qualcuno senza rimorso :cry:

» postato da Andras Eris alle 11:49 del 03-02-2013

52 « Queste discussioni mi ricordano tanto i clienti ignoranti che vengono ogni giorno da me e mi chiedono una locandina per il loro negozio. Ogni volta che gli dico il prezzo (dimezzato, tra l'altro) si lamentano che è troppo giustificandosi con l'intramontabile: "Evvabbè! E-cche-ci-vuole!? C-co Photoshoppi ci stai du secondi." Io li guardo stringendo i denti e poi ripenso agli anni che ho passato a studiare i programmi, le gabbie, tutti i workshop che ho fatto per perfezionarmi e tutto il tempo che dovrò sprecare su quella dannata locandina per renderla decente che "tanto cche-ci-vuole-cco-photoshoppi!"» Dai tirati su, dai un occhiata a Teknosauri. :) Azz! La percentuale di storie "100% true" è impressionante, non ci crederei se come programmatore non capitassero casi analoghi pure a me (il secondo commentatore "anonimo" della vignetta del 28.1.2013 infatti sono io). :cry: P.S. C'è pure una vignetta che credo faccia proprio per te. :lol:

» postato da L.MCH alle 13:59 del 03-02-2013

53 «Il signore che ha fatto quel corto a cui ti riferisci, R'ha» Non mi riferivo a quel corto :lol: Il corto di cui parlo è girato dal vero. La CG è inserita sul mondo vero. E comunque nun me frega niente. Scopro sempre più spesso che a difendere 'ste minchiate sono sempre gli addetti ai lavori, più i giovani. CG merda, merda a prescindere, sempre. Anzi no: solo quando viene usata male. Perché capiamoci, da saggio dei ppveri come siamo tutti, sono ben consapevole che uno strumento inanimato divemnta buono o cattivo solo quando brandito. E la mia opinione fattami dacché vedo la cg è che i creativi si rammolliscono del tutto, usandola, perché siccome oggi tutto è possibile, non si danno più freni.

» postato da Gran Dux Gargaros alle 14:12 del 03-02-2013

54 «E comunque nun me frega niente. Scopro sempre più spesso che a difendere 'ste minchiate sono sempre gli addetti ai lavori, più i giovani. CG merda, merda a prescindere, sempre. Anzi no: solo quando viene usata male. Perché capiamoci, da saggio dei ppveri come siamo tutti, sono ben consapevole che uno strumento inanimato divemnta buono o cattivo solo quando brandito. E la mia opinione fattami dacché vedo la cg è che i creativi si rammolliscono del tutto, usandola, perché siccome oggi tutto è possibile, non si danno più freni.» Vabbè se la metti così, allora buonafortuna con la tua ottusità, perchè di ottusità si tratta visto che parti da prerogative sbagliate e pregiudizi, parli di cose che non conosci pretendendo ragione e, dulcis in fundo, non hai la benché minima intenzione di cambiare idea. Ci facevi più figura dicendo semplicemente: "preferisco i vecchi effetti per motivi personali" anziché mettere in scena una sequela di affermazioni senza capo né coda spacciandole per un fatto oggettivo. Quelle che tu chiami opinioni, la prossima volta chiamale dogmatismi, perché le opinioni possono cambiare, i dogmi no. L'unica remora di tutta questa perdita di tempo è l'amaro in bocca per scoprire ancora una volta quanto una persona preferisca il suo piccolo mondo antico anziché guardare ciò che gli sta attorno e cambiare parere. E allora buona ottusità, se non altro ti darà la felicità di sentirti al sicuro di fronte al nuovo e all'ignoto.

» postato da Andras Eris alle 16:15 del 03-02-2013

55 « P.S. C'è pure una vignetta che credo faccia proprio per te. :lol:» E quello è il meno peggio :lol:

» postato da Andras Eris alle 16:20 del 03-02-2013

56 « E comunque nun me frega niente. Scopro sempre più spesso che a difendere 'ste minchiate sono sempre gli addetti ai lavori, più i giovani. CG merda, merda a prescindere, sempre. Anzi no: solo quando viene usata male. Perché capiamoci, da saggio dei ppveri come siamo tutti, sono ben consapevole che uno strumento inanimato divemnta buono o cattivo solo quando brandito. E la mia opinione fattami dacché vedo la cg è che i creativi si rammolliscono del tutto, usandola, perché siccome oggi tutto è possibile, non si danno più freni.» Mai usato Lightwave o un progamma 3D in vita tua eh? Io di anni ne ho 43, qundi non mi considero un giovane. E ti assciuro che da "giovane", ovvero negli anni 80-90 ho passato "giorni interi" a modellare uno Star Destroyer e Ds9. E quanta passione ci ho messo! Non confondere martello e scalpello con la mano di chi li usa, magari solo per fare il mestierante e portare la pagnotta a fine mese a casa. Non per fare l'artista...

» postato da Franius alle 19:05 del 03-02-2013

57 « E ti lamenti se finalmente un regista può dare forma a tutti i suoi desideri?

» postato da MiaPiccolina alle 20:40 del 03-02-2013

58 «««Queste discussioni mi ricordano tanto i clienti ignoranti che vengono ogni giorno da me e mi chiedono una locandina per il loro negozio. Ogni volta che gli dico il prezzo (dimezzato, tra l'altro) si lamentano che è troppo giustificandosi con l'intramontabile: "Evvabbè! E-cche-ci-vuole!? C-co Photoshoppi ci stai du secondi." Io li guardo stringendo i denti e poi ripenso agli anni che ho passato a studiare i programmi, le gabbie, tutti i workshop che ho fatto per perfezionarmi e tutto il tempo che dovrò sprecare su quella dannata locandina per renderla decente che "tanto cche-ci-vuole-cco-photoshoppi!"» collega! :lol: :lol: :lol:» Si vabbè, un'altro collega! :lol: Allora siamo più numerosi di quanto pensassi. Ecco qualcuno che può cogliere a pieno quella sensazione unica e inimitabile, quel misto d'inesprimibile rabbia e compassione che ti fa prurito al piede, tanta è la voglia di tirar calci in c**** a qualcuno senza rimorso :cry:» io al momento mi occupo di cartellonistica e pubblicita' dinamica (su autobus), un esempio dei tanti: un agente mi dice che il cliente sull'adesivo 253x97cm vuole il disegno dell'insegna... che si rivela essere 1) la scansione con la multifunzione di 2) il FAX del cliente della 3) bozza dell'insegna in bianco e nero BITMAP, dimensione dell'immagine: circa 18x6cm@72dpi :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:

» postato da tzenobrite alle 22:44 del 03-02-2013

59 «un agente mi dice che il cliente sull'adesivo 253x97cm vuole il disegno dell'insegna... che si rivela essere 1) la scansione con la multifunzione di 2) il FAX del cliente della 3) bozza dell'insegna in bianco e nero BITMAP, dimensione dell'immagine: circa 18x6cm@72dpi :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:» :shock: praticamente risultava un pastrocchio di pixel... e vaglielo a spiegare! Io invece sono perseguitato dalle "migliorie": ogni volta che mi chiedono una "miglioria" chiedono di spostare gli oggetti al di fuori delle gabbie, di aggiungere figure fino ad asfissiare lo spazio vitale e, in generale, di contravvenire ad ogni legge gestaltica in barba a decenni di studi psicologici e leggi naturali. Cosicché ad ogni "miglioria" ti sembra d'intravedere qualcosa di Lovercraftiano in quel risultato agghiacciante. Non so, è come se nell'universo ci fosse qualcosa di perfido... come se queste persone lo facessero apposta a creare le situazioni più assurde :boh:

» postato da Andras Eris alle 23:52 del 03-02-2013

60 «Vabbè se la metti così, allora buonafortuna con la tua ottusità, perchè di ottusità si tratta visto che parti da prerogative sbagliate e pregiudizi, parli di cose che non conosci pretendendo ragione e, dulcis in fundo, non hai la benché minima intenzione di cambiare idea.» Tu confondi il buon gusto e gusto estetico per ottusità. Non mi sorprende, guarda :lol:

» postato da Gran Dux Gargaros alle 03:41 del 04-02-2013

61 «E ti lamenti se finalmente un regista può dare forma a tutti i suoi desideri?» Io mi lamento del modo in cui spesso usano la CG, ossia senza la minima intelligenza creativa. Altra cosa: i film che fanno oggi erano fattibili anche prima dell'avvento del PC. Solo in forme diverse, che non è detto che sarebbero state meno "impressive" di oggi. Ci sono una marea di film di sf e fantastici pure degli anni 50 che offrono impatti visivi devastanti, pur fatti con pochi mezzi. Altra cosa, forse la più importante: proprio perché oggi è possibile fare spettacoloni a costo zero e senza limiti, le idee sono andate a farsi fottere. Il cinema fantastico di prima dell'avvento della CG pullulava letteralmente di idee, idee nuove, idee vecchie ma svecchiate a volte in modo geniale (La Cosa, per fare un esempio), idee originali, e idee non tanto originali ma che erano trattate proprio ad arte in fase di scrittura. Oggi i creativi pensano che lo spettacolo sia il cardine di tutto, la cosa che acchiapperà il pubblico. E hanno ragione, a giudicare dal successo al botteghino che ottengono certe merde che non voglio neanche citare. Lo spettacolo deve essere esagerato e stupido. nel primo Indi Spielberg non avrebbe mai fatto sparare il personaggio in un frigorifero a casua di un'esplosione atomica. Nel 4 invece sì, e perché? Perché la CG lo permette e famolo, tanto il pubblico ci passerà sopra, visto che sarà rimbambito dalla scena "impressive". Quindi resto fermo alla mia opinione, che la CG ha rammollito tutti. I fatti oggettivi sono alla portata di chiunque, e non devo essere io che dovrebbe cambiare opinione, come dice qualcuno sopra che sta prendendo tutto troppo sul personale e tutto troppo acriticamente ;) PS Dài, vi do un altro spunto di riflessione: chiedetevi come mai negli ultimi 15 anni c'è stato un boom hollywodiano di remake girati di fronte ai panni verdi. Un fenome mai avvenuto prima nell'industria cinematografica. Per altro, remake anche di film relativamente recenti che in effetti speciali danno ancora le piste alla CG... Chiedetevelo, su. Sono curioso di sentire le vostre "sapute" risposte :P

» postato da Gran Dux Gargaros alle 03:51 del 04-02-2013

62 @ Gran Dux Gargaros Intelligenza creativa??? Beh, se la mettiamo su questo piano, allora debbo buttare via più della metà dei film che mi sono piaciuti e con cui sono cresciuto... Star Wars compreso. Non è che stai idealizzando il passato? Non penso proprio che certi film si potessero fare anche senza l'ausilio della CGI, facendoli come sono stati fatti. Ma ci pensi ad un Gollum nel Signore degli Anelli, interpretato da un attore con le protesi in silicone? Come avrebbe potuto Cameron, creare i Na'vi di Pandora nel bellissimo Avatar? Per non parlare del fatto che la CGI permette di abbattere notevolmente i costi di produzione, con pochi elementi filmati dal vivo si possono creare scene vaste ed epice. Non penso nemmeno che ci sia un boom di remake. Quelli si facevano anche negli anni '80. La Cosa che tu citi per esempio è un remake. I remake si fanno quando c'è il ricambio generazionale. Non puoi evitarli, poi ogni tanto esce anche qualcosa di originale. Io non sono un giovanotto (e non lavoro nel campo della CG), ma certi discorsi del tipo "si stava meglio quando si stava meglio", francamente li trovo veramente riduttivi. Io spero di non farli nemmeno quando avrò 90 anni (Signore volendo).

» postato da MiaPiccolina alle 11:02 del 04-02-2013

63 «Intelligenza creativa??? Beh, se la mettiamo su questo piano, allora debbo buttare via più della metà dei film che mi sono piaciuti e con cui sono cresciuto... Star Wars compreso. » Perché non hai compreso cosa voglio dire. La creatività deve essere guidata da una certa intelligenza, sennò vedrai cose orride, stupidissime. La scena del frigorifero in Indi 4 è un esempio semplicissimo. Probabilmente uso la parola sbagliata, possiamo quindi parlare di buon senso, di senso della misura, o di buon gusto. Quell'elemento che, pur trattando la sostanza del fantastico, non spinge mai oltre il lecito la sospensione dell'incredulità. Questo elemento nel cinema fantastico attuale (da una quindicina d'anni a questa parte) viene sovente messo da parte, col risultato che i film si ritrovono pieni di stronazone megagalattiche, perché la CG ha rammollito i creativi. Ogni blockbuster ne è pieno, non se ne salva uno. «Non penso proprio che certi film si potessero fare anche senza l'ausilio della CGI, facendoli come sono stati fatti.» Ho detto che erano fattibili, pur con forme diverse. Gollum sarebbe stato triccato con le protesi, bingo, e che sarebbe stato "brutto" lo pensi solo tu. «Non è che stai idealizzando il passato? » Assolutamente no. Non fraintendermi, tu come gli altri, non dico che oggi non si facciano più buoni film. La seconda trilogia di SW l'ho apprezzata moderatamente, anche se poi a certi sfarzi della CG storco il naso. Pensa che chiudo pure un occhio a quelle armature che escono fuori dal nulla in Lost in space (altra boiata della CG, perché lo permette e famolo). Dico solo che rispetto al passato oggi siamo messi malino, e attribuisco la colpa alla facilità della CG. Perché è facile, su, non venisse un altro programmatore a dire che parlo così solo perché non ho mai programmato. Se non fosse facile, non ci sarebbe tanto cattivo gusto... «Non penso nemmeno che ci sia un boom di remake.» C'è, c'è, fidate, che c'è :lol: I remake si sono empre fatti, ma da qualche tempo a questa parte la quantità è scandalosa. «ma certi discorsi del tipo "si stava meglio quando si stava meglio"» Appunto. Vedi che mi dài ragione? :D

» postato da Gran Dux Gargaros alle 12:36 del 04-02-2013

64 A quando l'oscar della Tamarrata Galattica? Nomination ce ne sono un bel po' :P

» postato da Requiem Solitario alle 12:45 del 04-02-2013

65 Sulla questione CGI: Il cinema è industria. Il cinema è tecnologia. Il cinema si fa con le nuove tecnologie. Fine. Paragona i tre King Kong (fonora) usciti e troverai (variazione della trama a parte) le stesse idee di sempre ma con nuovi modi per realizzarle. E' il cinema baby. Star Wars era nel 77 lo "stato dell'arte" degli effetti speciali cinematografici. La nuova trilogia lo era qualche anno fa. Se lasciamo da parte un attimo la storiella, la trama, la saga di Lucas è anche (o soprattutto) questo. Un baraccone da fiera. Dimostrare quanto sia possibile far vedere al cinema "qualsiasi cosa mi passi per la testa". (E, detto per inciso, il giorno in cui il cinema diventerà capace di realizzare qualisasi cosa l'immaginazione desideri sarà un bel giorno.) In alcuni libri di storia del cinema, ai fratelli Loumiere (invenzione), a D. W. Griffith (invenzione della "grammatica";), e a Welles, viene affiancato un solo altro nome: Lucas. Perchè è simbolicamete colui che ha portato il cinema nell'era digitale. Non a caso Lucas ha smesso di fare film dopo SW. Si è messo a fare il produttore. Ha fondato la ILM. Ha prodotto videogiochi. Ha fatto quei tre episodi che sono più cartoni animati che film. Ha più di una volta dato una nuova mano di pittura alle sue vecchie tele. L'immaginario di Lucas si è sempre più digitalizzato. E con lui il nostro. Ci piaccia o meno. (Detto tra parentesi, è il motivo per cui mi fa piacere che il franchise venga affidato a chi di mestiere "racconta storie", piuttosto che a chi si lascia incantare un poco troppo dai giochi di luci e ombre che servono per raccontarle, quelle stoorie.) Detto questo, che molti film, ultimamente, la nuova trilogia di SW in primis, non siano nientaltro che baracconi da fiera, è vero. Ma non è da imputare alla CGI. Solo a come viene utilizzata. Ancora, che i limiti in arte siano, e siano stati, spesso uno stimolo all'invenzione di soluzioni originale, e non sono un ostacolo, pure è vero. Ma, io credo, un filmone come il prossimo SW dovrà essere innanzitutto quanto c'è di meglio in giro nel campo della realizzazione tecnologica dell'immaginario fantastico, se non qualcosa di più. E solo in un secondo momento, cioè dato quanto sopra per scontato, una bella storia che sia all'altezza delle precedenti. Ed è qui che Abrams non potrebbe cadere meglio. E' nerd fino all'osso. E i suoi ultimi film sono innanzitutto atti d'amore. Ma soprattutto, è un autore che non dimentica che le storie sono fatte di personaggi. E' la cifra stilistica che lo allontana da Snyder, Bay, Cameron, eccetera. E' quello capace di metterci l'anima mentre costruisce la giostra più bella su cui vi è mai capitato di salire. E l'unico che regga il paragone forse è solo Whedon. (O quelli della Pixar, per cui ho una stima sporopositata). Basta, ho finito. :D

» postato da Paranoid Android alle 18:38 del 04-02-2013

66 ««Vabbè se la metti così, allora buonafortuna con la tua ottusità, perchè di ottusità si tratta visto che parti da prerogative sbagliate e pregiudizi, parli di cose che non conosci pretendendo ragione e, dulcis in fundo, non hai la benché minima intenzione di cambiare idea.» Tu confondi il buon gusto e gusto estetico per ottusità. Non mi sorprende, guarda :lol:» No, non hai capito... e non me ne sorprendo io :lol: : Ottusità e "gusto personale" non s'intercambiano ma nessuno gli vieta di andare allegramente a braccetto con la tracotanza dell'ignoranza. Un simpatico trio non difficile da incontrare in chi pensa che siano termini distanti l'uno dall'altro (pensando forse d'esserne immune) e nomina concetti aleatori come il "buon gusto", un'idea così sfuggente e abusata che dubito tu sappia cosa sia. «Io mi lamento del modo in cui spesso usano la CG» No, tu fai di tutta l'erba un fascio contraddicendoti pure: prima dici che «La CG è merda. Sintentica, facile, finta. rammollisce la creatività, rammollisce il buon gusto, proprio perché con essa è possibile fare tutto, e i creativi pensato che tutto è lecito.» e poi non sai più che pensare, visto che dici tutt'e due le cose «CG merda, merda a prescindere, sempre. Anzi no: solo quando viene usata male. sono ben consapevole che uno strumento inanimato divemnta buono o cattivo solo quando brandito.» e poi continui a sostenere che è colpa della CG se si sono rammolliti tutti. «col risultato che i film si ritrovono pieni di stronazone megagalattiche, perché la CG ha rammollito i creativi. Ogni blockbuster ne è pieno, non se ne salva uno.» Si, no, si, no, tutti, alcuni, tutti, alcuni «non dico che oggi non si facciano più buoni film. La seconda trilogia di SW l'ho apprezzata moderatamente» si, no, si, no, FILE NOT FOUND! A parte il fatto che è evidente che l'argomento ti confonde un po', seguendo l'ultima logica che ti sei tirato fuori dal cappello (quella che è colpa della CG se i creativi si sono rammolliti), se un assassino spara a una persona, non è l'assassino che uccide, è la pistola che l'ha uccisa ed è colpa del sistema se l'assassino può comprare la pistola nell'armeria. Wow! Molto profondo... dico davvero :roll: «i film che fanno oggi erano fattibili anche prima dell'avvento del PC. Solo in forme diverse, che non è detto che sarebbero state meno "impressive" di oggi.» Diciamo che non la pensava allo stesso modo Kubrik che, quando gli fu proposto di girare Il Signore degli Anelli, definì l'impresa "infilmabile" per la sua vastità. Qualcuno disse che era possibile e risultò una patacca, alla faccia dell'impressività: Il Signore degli Anelli di Ralph Bakshi fu un'insuccesso e se, per qualcuno fu un successo, oggi quel lavoro è caduto nel dimenticatoio a discapito dell'ottimo lavoro di Peter Jackson... alla faccia della CG che rammollisce tutti. «Altra cosa, forse la più importante: proprio perché oggi è possibile fare spettacoloni a costo zero e senza limiti, le idee sono andate a farsi fottere.» «non venisse un altro programmatore a dire che parlo così solo perché non ho mai programmato. Se non fosse facile, non ci sarebbe tanto cattivo gusto... » È facile solo nella tua testa. Quando si dice "la CG è più facile", è perchè si indica la possibilità di fare cose impossibili coi modellini, non che ci vuole il tuo "clic del maus". E da professionista (perché se non te lo dice un professionista del settore, chi te lo deve dire? il fruttivendolo?) ti posso assicurare che ci si "spacca la schiena" per fare un buon lavoro. Tu da sapiente di sta cippa che mi assicuri? Che hai visto? Sai qual'è l'iter lavorativo di un creativo per la produzione di una scena d'animazione? Non sai un cazzo e parli male dell'oggetto del lavoro di una categoria di cui non sai niente, ipotizzi in base a supposizioni che spacci per verità e adesso che perseveri me la prendo davvero sul personale. Se ti lamenti della vuotezza di un film e della non attendibilità scientifica di un particolare, a me che mi occupo di grafica digitale che cazzo mi racconti?! Perchè non vai a lamentarti con gli sceneggiatori invece di parlare di creativi della CG? Sai, sono due lavori differenti... È questa è una delle tante cose che dimostrano che non sai di che parli! Ti lamenti di una cosa che non esiste, perché i film vuoti e i blockbusteroni stupidi c'erano anche prima che nascesse Blockbuster e la CG. Vuoi degli esempi a caso: Moon 44; Conan il Barbaro, la serie di Mad Max, I dominatori della galassia, lo squalo, la casa, Plan 9 from outer Space e la lista è interminabile. Quindi le tue teorie di un'odierna idiotizzazione del sistema non sta in piedi neanche se gli metti quattro gambe: c'erano incompetenti e faciloni ieri come oggi, solo che ora, arrivati ad una certa età, gli ottusi devono trovare per forza un capro espiatorio.

» postato da Andras Eris alle 18:57 del 04-02-2013

67 :evil: :evil: :evil: Maledetto Abhrams! sarà lui il regista alla fine!!! Spero che non arriverà a quella data :O si lo so sono cattiva! :oops:

» postato da Marika Impiciona alle 00:49 del 05-02-2013

68 « Vuoi degli esempi a caso: Moon 44; Conan il Barbaro, la serie di Mad Max, I dominatori della galassia, lo squalo, la casa, Plan 9 from outer Space e la lista è interminabile.» :?:

» postato da Roberto Pastene alle 01:24 del 05-02-2013

69 Andras, sei veramente patetico. Mi dispiace per te, per come sei. Voglio solo puntualizzare che sì, solitamente dico "CG merda", ma come ho pure detto nella discussione, la colpa non è mica sua. Se credi che io creda che uno strumento inanimato abbia delle colpe intrinseche, sei veramente tu l'ottuso. Detto ciò, non ha davvero senso ribattere a ogni tua sciocca parola. Continua pure a credere quello che vuoi :D «Ti lamenti di una cosa che non esiste, perché i film vuoti e i blockbusteroni stupidi c'erano anche prima che nascesse Blockbuster e la CG. Vuoi degli esempi a caso: Moon 44; Conan il Barbaro, la serie di Mad Max, I dominatori della galassia, lo squalo, la casa, Plan 9 from outer Space» Ahahaha, oddio basta, mi fai troppo ridere :lol: E' la prova che sei tu a non sapere di cosa parli. Anzi, è la prova che leggi i miei post e capisci tutt'altro...

» postato da Gran Dux Gargaros alle 05:05 del 05-02-2013

70 «Sulla questione CGI: Il cinema è industria. Il cinema è tecnologia. Il cinema si fa con le nuove tecnologie. Fine.» Se mi dici dove ho detto il contrario, edito il post. «Paragona i tre King Kong (fonora) usciti e troverai (variazione della trama a parte) le stesse idee di sempre ma con nuovi modi per realizzarle. E' il cinema baby. » KK di Jackson è un altro buon esempio per dire come la CG serva a imbastire spettacoloni di una stupidità abissale. Tutta la scena coi brontosauri per esempio è ridicola, rendetevene conto. Di un cattivo gusto ai limiti della sopportazione (per chi ce l'ha ancora, il buon gusto). L'apice lo si tocca nella battaglia tra Kong e i tre T-Rex, e per cosa? Per il bocconcino Wats. Quello che però rende ridicola la scena è il fatto che le leggi fisiche vengono mandate a farsi benedire. Anche in un'opera di finzione, che però tende alla verosimiglianza (non siamo in un film demenziale o surreale), una cosa così è inaccettabile, chiede troppo alla sospensione dell'increduilità. Ma perché limitarsi? La CG c lo permette, quindi facciamolo. Il KK di Guilermin è superiore, in tutto.

» postato da Gran Dux Gargaros alle 05:18 del 05-02-2013

71 «KK di Jackson è un altro buon esempio per dire come la CG serva a imbastire spettacoloni di una stupidità abissale. Tutta la scena coi brontosauri per esempio è ridicola, rendetevene conto. Di un cattivo gusto ai limiti della sopportazione (per chi ce l'ha ancora, il buon gusto). L'apice lo si tocca nella battaglia tra Kong e i tre T-Rex, e per cosa? Per il bocconcino Wats. Quello che però rende ridicola la scena è il fatto che le leggi fisiche vengono mandate a farsi benedire. Anche in un'opera di finzione, che però tende alla verosimiglianza (non siamo in un film demenziale o surreale), una cosa così è inaccettabile, chiede troppo alla sospensione dell'increduilità.» Gran Dux, la parte dei dinosauri del King Kong di Jackson è un omaggio e un remake al King Kong originale. Non è realistica perché il suo riferimento non è la realtà ma un film del 1933. Poi, se fosse durata una mezz'ora di meno sarebbe stato meglio, su questo non discuto. S*

» postato da S* alle 08:15 del 05-02-2013

72 «Andras, sei veramente patetico. Mi dispiace per te, per come sei. Voglio solo puntualizzare che sì, solitamente dico "CG merda", ma come ho pure detto nella discussione, la colpa non è mica sua. Se credi che io creda che uno strumento inanimato abbia delle colpe intrinseche, sei veramente tu l'ottuso.» :lol: È divertente vedere come rifletti negli altri i tuoi problemi. A cosa credo che credi è un mistero per me come lo è per te visto che prima dici una cosa, poi ne dici un'altra e poi ritorni su quella di prima sostenendo pure l'altra. Almeno io leggo quello che scrivi, tu credo che non ci riesca granché bene. «Detto ciò, non ha davvero senso ribattere a ogni tua sciocca parola. Continua pure a credere quello che vuoi :D» Sì, mi sembra un buon finale: siccome non hai nulla di concreto a parte le tue opinioni, in questo modo te ne esci con stile :superman: Ah, per tua informazione, io non credo a ciò che voglio e basta come fai tu, credo nel dialogo fra due persone finanto che l'altro è in grado di farti crescere e di voler crescere, cosa che non sei in grado di fare visto che ti arrocchi sulle tue teorie facilone e becere. Ma tranquillo, per te che sei ottuso non è certo un problema :roll: «Ahahaha, oddio basta, mi fai troppo ridere :lol: » Sono contento che almeno ti faccio troppo ridere, a me invece fai tanta pena :carezzina:

» postato da Andras Eris alle 10:00 del 05-02-2013

73 «Gran Dux, la parte dei dinosauri del King Kong di Jackson è un omaggio e un remake al King Kong originale. Non è realistica perché il suo riferimento non è la realtà ma un film del 1933. Poi, se fosse durata una mezz'ora di meno sarebbe stato meglio, su questo non discuto. S*» Lo so, Silvio. Ma resta comunque una scena involontariamente comica. E non solo quella, perché KK ne è pieno. E' pieno anche di strani "vuoti" che indicano come la sceneggiatura sia un mero pretesto per imbastire lo spettacolone (sempre e comunque, visto che la CH lo permette). Faccio solo un esempio: i selvaggi che spariscono magicamente appena arriva KK e dinosauri. Il perché spariscono è semplice: sulla scena avevano dato. Ma levarli di torno così artificiosamente guasta parecchio... PS Nel KK di Jackson le uniche cose belle sono Naomy Watts, ovviamente Jack Blach, e la scena finale (vertiginosa). La scena finale è una cosa degna della CG. Mi viene in mente anche la scena del remake di Apri gli occhi...

» postato da Gran Dux Gargaros alle 10:30 del 05-02-2013

74 «Sono contento che almeno ti faccio troppo ridere, a me invece fai tanta pena :carezzina:» Ehm, no, Andras, capisco che sei alle strette, ma il commento mio su cui ironizzi, lascialo stare. Non pioi permetterti di fare il brillante su quel commento . Hai perplesso anche qualcun altro sopra, quindi vuol dire che forse hai detto una castroneria epica. Hai fatto una lista di blockbuster del passato che secondo te sarebbero stupidi o infarciti di stupidità. Ma hai incluso vari indiscutibili capolavori del cinema, diventato classici per qualità che vanno ben oltre l'aspetto visivo. Ora, quello che penso, è: 1) o di cinema tu ci capisca realmente poco 2) oppure hai frainteso davvero tutto quello che ho detto finora Beh, nel dubbio, ciao :P

» postato da Gran Dux Gargaros alle 10:37 del 05-02-2013

75 ««KK di Jackson è un altro buon esempio per dire come la CG serva a imbastire spettacoloni di una stupidità abissale. Tutta la scena coi brontosauri per esempio è ridicola, rendetevene conto. Di un cattivo gusto ai limiti della sopportazione (per chi ce l'ha ancora, il buon gusto). L'apice lo si tocca nella battaglia tra Kong e i tre T-Rex, e per cosa? Per il bocconcino Wats. Quello che però rende ridicola la scena è il fatto che le leggi fisiche vengono mandate a farsi benedire. Anche in un'opera di finzione, che però tende alla verosimiglianza (non siamo in un film demenziale o surreale), una cosa così è inaccettabile, chiede troppo alla sospensione dell'increduilità.» Gran Dux, la parte dei dinosauri del King Kong di Jackson è un omaggio e un remake al King Kong originale. Non è realistica perché il suo riferimento non è la realtà ma un film del 1933. Poi, se fosse durata una mezz'ora di meno sarebbe stato meglio, su questo non discuto. S*» Completamente d'accordo col grande antico S*. Comunque l'esempio K.K. potrebbe semplicemente ribadire che: - I remake sono sempre esistiti. - Anche prima della CGI esistevano film scemi. - Si può vedere il cinema anche come baraccone da fiera. Inteso non come una cosa dispregiativa. E S.W. è stato anche e soprattutto questo. Insisto: di K.K. non mi interessa la trama. Pure io lo trovo di una stupidità abissale. Ma non è colpa della CGI degli anni 2000. Lo è perchè è un omaggio a un film che è abbastanza stupido e pieno di clichè già di suo. Jackson si lascia andare la mano? Certo. E' un problema? No. Chi lo andava a vedere sapeva che era una baracconata che omaggiava una baracconata. I contenuti e la verosimiglianza te li cerchi altrove. Con o senza CGI.

» postato da Paranoid Android alle 10:38 del 05-02-2013

76 «Lo so, Silvio. Ma resta comunque una scena involontariamente comica. E non solo quella, perché KK ne è pieno. E' pieno anche di strani "vuoti" che indicano come la sceneggiatura sia un mero pretesto per imbastire lo spettacolone (sempre e comunque, visto che la CH lo permette). Faccio solo un esempio: i selvaggi che spariscono magicamente appena arriva KK e dinosauri. Il perché spariscono è semplice: sulla scena avevano dato. Ma levarli di torno così artificiosamente guasta parecchio...» Per carità. Non mi metto certo a difendere il King Kong di Jackson. Conoscendo Jackson dubito che metta scene solo per fare colpo con la computergrafica; tendo a riconoscergli una certa buona volontà e onestà intellettuale. Ma questo non vuol dire che tutte le ciambelle gli riescano col buco. Con King Kong probabilmente ha voluto strafare e alla fine ha fatto un pasticcio incoerente. Capita anche ai migliori. S*

» postato da S* alle 10:39 del 05-02-2013

77 «Hai perplesso anche qualcun altro sopra, quindi vuol dire che forse hai detto una castroneria epica.» O forse un punto di vista che non aveva contemplato. «Hai fatto una lista di blockbuster del passato che secondo te sarebbero stupidi o infarciti di stupidità.Ma hai incluso vari indiscutibili capolavori del cinema, diventato classici per qualità che vanno ben oltre l'aspetto visivo.» Qualità, sicuramente, che escludono in toto la profondità della trama ad esempio. Come Lo squalo, mad max e la casa, tre film che saranno anche diventati film cult, ma restano comunque film vuoti come altrettanti film d'oggi. ««Sono contento che almeno ti faccio troppo ridere, a me invece fai tanta pena :carezzina:» Ehm, no, Andras, capisco che sei alle strette, ma il commento mio su cui ironizzi, lascialo stare. Non pioi permetterti di fare il brillante su quel commento .» Ah io faccio il brillante proprio perché tu, in mancanza d'argomenti, ti rifugi nell'ultimo rifugio che ti rimane, il sarcasmo. Be' restaci se ti dà la sensazione di superiorità che cerchi, ma lascia che ti dica una cosa mentre razzoli nella compiacenza: quando parli del mestiere altrui senza sapere nulla, da ignorante è bene che taci.

» postato da Andras Eris alle 11:38 del 05-02-2013

78 «ma restano comunque film vuoti come altrettanti film d'oggi» Andras, non ho MAI parlato di contenuti filosofici/etici/esistenziali. Anzi, di contenuti non ne ho proprio parlato. E' ancora una prova del fatto che mi hai compreso male. Mi piacciono i film caciaroni, SE fatti bene. Ossia con senso della misura e buon gusto. Quando ho parlato di intelliggenza, buon gusto o senso della misura, non mi riferivo all'impegno "culturale/intellettuale". Non stavo dicendo che i film del passato fossero tutti dei 2001 odissea nello spazio... Dài, non mi hai capito, hai deviato completamente il discorso, ti sei inalberato per un motivo che con la discussione non ci azzecca nulla. Probabilmente siccome parlo male della CG, ne hai fatto un caso personale, perdendo ogni controllo. Su, facciamo la pace, non ha senso litigare se parliamo due lingue diverse.

» postato da Gran Dux Gargaros alle 12:59 del 05-02-2013

79 « Non stavo dicendo che i film del passato fossero tutti dei 2001 odissea nello spazio... » Io avevo capito proprio questo...

» postato da MiaPiccolina alle 13:15 del 05-02-2013

80 «proprio perché oggi è possibile fare spettacoloni a costo zero e senza limiti, le idee sono andate a farsi fottere. Il cinema fantastico di prima dell'avvento della CG pullulava letteralmente di idee, Oggi i creativi pensano che lo spettacolo sia il cardine di tutto, la cosa che acchiapperà il pubblico. E hanno ragione, a giudicare dal successo al botteghino che ottengono certe merde che non voglio neanche citare. Lo spettacolo deve essere esagerato e stupido.»«Questo elemento nel cinema fantastico attuale (da una quindicina d'anni a questa parte) viene sovente messo da parte, col risultato che i film si ritrovono pieni di stronazone megagalattiche,»«rispetto al passato oggi siamo messi malino» «« Non stavo dicendo che i film del passato fossero tutti dei 2001 odissea nello spazio... » Io avevo capito proprio questo...» E siamo in due. Magari non volevi intendere esattamente quella cosa, ma il concetto che volevi esprimere è chiaro e non si allontanava tanto da "I film del passato sono migliori di quelli di oggi" . Non dire palesemente una cosa non vuol dire non dirla. «La CG è merda. Sintentica, facile, finta. rammollisce la creatività, rammollisce il buon gusto, proprio perché con essa è possibile fare tutto, e i creativi pensato che tutto è lecito. Chi esalta la CG di oggi e la paragona agli effetti artigianali ignora quale superbo lavoro di montaggio e regia è stato fatto anche solo per una sequenza della battaglia di Endor. Mentre oggi bastano due clic col maus. Daje.» Questo brano volevo ricordartelo per farti capire da dove siamo partiti, ecco la tua prima risposta a un mio commento: un'insulto bello, buono e sopratutto gratuito a una categoria di persone e a un lavoro di cui non sai niente. Prima insulti, poi perseveri « la CG ha rammollito i creativi» e poi vuoi riconciliarti? Accetterò di riconciliarmi quando accetterai che non è la verità ciò che dici riguardo la CG e i creativi, ma solo una tua modestissima opinione.

» postato da Andras Eris alle 16:14 del 05-02-2013

81 «E siamo in due.» E avete frainteso in due. «Accetterò di riconciliarmi quando accetterai che non è la verità ciò che dici riguardo la CG e i creativi, ma solo una tua modestissima opinione.» Prima chiedi scusa tu, visto che sei stato tu a insultare per primo ("Garga l'ottuso";), e solo perché ho criticato il tuo giocattolo :D In ogni caso, resto della mia opinione, che credo abbia solide basi critiche oggettive. Non vedo film dall'altroieri. So qualcosina di estetica, e penso di avere un certo buon gusto nel valutare le cose. Ho cercato di spiegare quel che penso, e i miei post stanno là, alla portata di chi ha orecchie per intendere (e magari abbastanza intelligenza per interpretare correttamente dove ho usato parole inefficaci). Ciao. PS Andras, io scrivo al PC, ma una volta lo facevo a mano, con penna e fogli. Trovo il PC un mezzo infinitamente più pratico. Se però qualcuno viene a dire che è merda, non ne faccio una cosa personale, come invece hai fatto tu, considerandola persino come un insulto alla "categoria di persone". Cerco anzi di capire perché dice una cosa così, e magari alla fine potrò anche rispettare il suo pensiero, pur non condividendolo. Altra cosa, quando parlo di CG merda e creativi rammolliti, mi riferisco al CINEMA. Non mi pare che in questa discussione si sia oscillato in altre forme d'arte. Non abbiamo parlato di videogiochi, o di digital art o di vattelapesca quel che vuoi. Film, solo film. E, quindi, non mi sono riferito a ogni pincopallino che fa grafica digitale! Altro particolare (e, dopo di questo, giuro che non scrivo più in questo topic): forse ho dato l'idea di generalizzare, ma ho detto pure che anche oggi si fanno buoni film, film anche pieni di CG. Ho detto solo che siamo messi male rispetto al passato, perché lo spettacolo è diventato l'elemento principe, a sfavore delle idee (le quali contavano una volta, quando non c'era uno strumento economico, alla portata di tutti e illimitato, appunto la CGI). Tutto qua. Riciao.

» postato da Gran Dux Gargaros alle 18:16 del 05-02-2013

82 Eddai, è normale che anche senza scriverlo esplicitamente, ogni commento di un forum è e resterà sempre un'opinione personale. Detto questo, è vero che oggi si fa molto più uso della CGI rispetto a ieri, e che soprattutto farlo costa meno di una volta, ma è anche vero che la CGI è stata una vera e propria innovazione e rivoluzione, e che le persone che ci stanno dietro (spesso un gruppetto molto ridotto) compiono a volte veramente lavori al limite dell'arte e della meticolosità. Quindi, è vero che oggi si fa un uso massivo della CGI? Certo, è una conseguenza naturale dell'evoluzione cinematografica: ieri gli animatronix (chi se li ricorda? XD), oggi la CGI, domani... Boh gli ologrammi magari :) E' vero che visto l'uso massivo della CGI i film sono castrati sul nascere da una mancanza di originalità? Assolutamente no, è l'uso che si fa di un certo strumento che determina la riuscita dell'operazione, e i fatti dimostrano che si può fare arte anche con la CGI, fosse anche solo con un PC e qualche ora di tempo libero, visti gli ottimi corti che girano ultimamente. Modalità saggio rompiscatole: OFF :lol:

» postato da Requiem Solitario alle 19:30 del 05-02-2013

83 ««Accetterò di riconciliarmi quando accetterai che non è la verità ciò che dici riguardo la CG e i creativi, ma solo una tua modestissima opinione.» Prima chiedi scusa tu, visto che sei stato tu a insultare per primo ("Garga l'ottuso";), e solo perché ho criticato il tuo giocattolo :D » 1) Se "essere merda" la consideri una critica allora "essere ottuso" è un ammonimento ad avere prospettive più ampie. Purtroppo però non era una critica e non ne aveva neanche il tono: era un insulto. 2) Ti ho dato dell'ottuso solo dopo il tuo primo commento (quello in cui hai insultato). 3) Non ti ho chiesto delle scuse e tantomeno mi interessano, ti ho chiesto soltanto di rivedere la tua posizione. 4) Il mio giocattolo, come lo chiami tu, è il mio lavoro. Tu magari tu lo sfrutti per giocare a Age of Empire, io lo uso per rendere migliore e ordinata la società in cui viviamo. «In ogni caso, resto della mia opinione, che credo abbia solide basi critiche oggettive.» le basi critiche che hai menzionato sono tutt'altro che oggettive, si basano sul "ho notato che..." e statistiche che accrediti solamente tu. Questo e tutt'altro che oggettivo e se credi ce lo sia, il tuo parere dovrebbe almeno vacillare se uno specialista ti assicura che quello che stai dicendo non va bene.«Non vedo film dall'altroieri.» neanche io, se è per questo. «So qualcosina di estetica,» Io ci lavoro con l'estetica. «penso di avere un certo buon gusto nel valutare le cose.» non significa che se credi di avere buon gusto vuol dire che ce l'hai quindi, umiltà quando si fanno valutazioni forti. «Se però qualcuno viene a dire che è merda, non ne faccio una cosa personale, come invece hai fatto tu, considerandola persino come un insulto alla "categoria di persone"» Perché per te è solo lo strumento per giocare e scrivere il commento sagace, mentre per me, per molti miei amici e colleghi e un'intera categoria di persone, è lo strumento del loro lavoro e, come dicevo prima, il mezzo per rendere migliore e ordinata la società in cui viviamo. «Cerco anzi di capire perché dice una cosa così, e magari alla fine potrò anche rispettare il suo pensiero, pur non condividendolo.» Infatti il tuo primo commento è stato un insulto gratuito e il resto un'arroccamento, nonostante ti dicessi che sono un professionista del settore. «Altra cosa, quando parlo di CG merda e creativi rammolliti, mi riferisco al CINEMA.» Ho lavorato sulla CG di vari video musicali di gruppi emergenti. Mi pagavano poco ma era sempre il mio lavoro, ho lavorato nella costruzione di due corti e, ho visto amici miei svenarsi per arrivare a certi livelli di bravura e arrivare un giorno là dove tu sputi e, mentre alcuni sono emigrati, io mi sono fermato qua e mi sono specializzato in altro. Quindi, so cos'è la CG e non mi biasimerai se mi sento tirato in ballo. «Riciao.» Buona fortuna.

» postato da Andras Eris alle 20:23 del 05-02-2013

84 «io lo uso per rendere migliore e ordinata la società in cui viviamo. è lo strumento del loro lavoro e, come dicevo prima, il mezzo per rendere migliore e ordinata la società in cui viviamo» Ah, ecco, adesso un grafico che fa videoclip e corti, lavora in verità per l'ordine e l'armonia sociale... Praticamente ho insultato la tua religione. Ti chiedo scusa, non immaginavo! Ma abbi un attimo di pazienza: a tutt'oggi non avevo mai incontrato fedeli della grafica al PC. Ero impreparato a usare il giusto tatto... E com'è la forma del vostro dio? A immagine e somiglianza di uno smartfhone? O di qualcosa di più classico e imponente, tipo un Commodore 64? La macchina di Turing, forse? Gesù, Andras, leggiti un momento...

» postato da Gran Dux Gargaros alle 21:38 del 05-02-2013

85 Beh, mi pare evidente che qui c'è un troll, che trolla alla grande. Forse sarebbe il caso di un intervento dell'admin...

» postato da MiaPiccolina alle 02:23 del 06-02-2013

86 ««io lo uso per rendere migliore e ordinata la società in cui viviamo. è lo strumento del loro lavoro e, come dicevo prima, il mezzo per rendere migliore e ordinata la società in cui viviamo» Ah, ecco, adesso un grafico che fa videoclip e corti, lavora in verità per l'ordine e l'armonia sociale... Praticamente ho insultato la tua religione. Ti chiedo scusa, non immaginavo! Ma abbi un attimo di pazienza: a tutt'oggi non avevo mai incontrato fedeli della grafica al PC. Ero impreparato a usare il giusto tatto... E com'è la forma del vostro dio? A immagine e somiglianza di uno smartfhone? O di qualcosa di più classico e imponente, tipo un Commodore 64? La macchina di Turing, forse? Gesù, Andras, leggiti un momento...» Sorvolando sul tono... Si vede che non sai cos'è la grafica e che non conosci nessuno che lavora con la grafica, se lo conoscessi sapresti che ogni grafico adora il proprio lavoro e fa della grafica un piccolo culto, perchè non fai il grafico se non hai passione. L'errore che si commette comunemente è pensare che la grafica sia utile per fare il volantino pubblicitario della pizzeria, l'effetto del videoclip di Tizio-Caio e il mostro in 3d al cinema. Ma la grafica è altro, è uno strumento dell'arte che applicato al proprio campo da vita ai sogni (grafica d'animazione), educa il cittadino all'armonia e all'ordine estetico (graphic design), armonizza la comunicazione veicolando meglio un messaggio e via dicendo. Ovviamente non sto qua a parlarti di ogni singolo caso, sono troppi. Se sei curioso o non credi a quello che dico fatti qualche ricerca. Ti faccio un'esempio a caso dell'importanza della grafica: senza il lettering (lo studio grafico della struttura delle lettere) non saresti in grado di leggere una pagina intera di libro senza stancare gli occhi. E se non ci credi, Google è a portata di click ---> e questo è merito del design e della grafica

» postato da Andras Eris alle 02:34 del 06-02-2013

87 «Beh, mi pare evidente che qui c'è un troll, che trolla alla grande. Forse sarebbe il caso di un intervento dell'admin...» Ma va, ci vuole altro per fare il troll :) E poi lo sanno tutti che i troll si sono estinti dopo l'invenzione dei social network! :lol:

» postato da Requiem Solitario alle 10:35 del 06-02-2013

88 MI sono perso una bella discussione, ma però i miei 2 cent li dico lo stesso. a) la CG ha permesso di fare film che prima non si poteva fare. Ma letterlamente, non per dire: non so quante volte ho letto dichiarazioni di registi che dicono "Allora i tempi non erano maturi....l'idea era buona, ma con la tecnica di allora, ne sarebbe venuta una cagata...." Tante idee sono rimaste nel cassetto, proprio per la mancanza di tecnologia. b) "eh ma vuoi mettere, tutti gli artigiani che si sono arrangiati con quello che avevano, e ne è venuto fuori un capolavoro" b1 - tutti questi artigiani hanno porconato l'intero pantheon perchè non avevano effetti più belli, non avevano più soldi per fare mglio, non avevano fondi, non avevano tempo, faticavano come dei tori per risultati di cui loro stessi non erano soddisfatti. Penso non ci sia uno (ma neanche oggi!) che non si rammarichi del fatto, che mannaggia, con tre mesi in più....mannaggia, bastavano altri 10 milioni e ti facevo delle cose....mannaggia sti processori.... b2 per dire, Rambaldi creò artigianalmente ET, protagonista del film capolavoro, bei tempi, no? Insomma. Ne fu prima fatto uno da altri, e buttato via (e via un miliardo e mezzo), poi Rambaldi fece il suo, 3 miliardi di lire, e generale insoddisfazione del risultato finale. A Spielberg faceva cagare. Poi tutto è andato bene, ma avrebbero dato un braccio, penso, per avere tecnologie più avanzate. b3 come si vede anche in Hugo Cabret, Melies aveva una fantasia pazzesca, e ci dava dentro usando tutti i trucchi possibili allora. Fu un genio e un precursore, non c'è dubbio. Ma dunque, coi mezzi di adesso, avrebbe fatto solo porcherie? Secondo me gli veniva un colpo, dalla montagna di idee che avrebbe partorito ora, a migliaia. Ma non è che in giro ci sono tutti sti geni, e neanche allora ce n'erano tanti, anzi. E sono convinto che anche lui avrebbe voluto fare di più, potendo.

» postato da Muhammed el Tobanis alle 12:39 del 06-02-2013

89 Visto che Tobanis si azzarda a concedere i suoi 2 cents a fine discussione, aggiungo anche io la mia (sorvolando sui toni). Chi ha detto che per fare effetti CG basta 1 colpo di mouse? Chi ha detto che le buone e vecchie maestranze sono sparite con l'avvento della CG? In genere per fare un buon lavoro in CG hai: 1 che si occupa del modello 3D 1 che si occupa delle sue textures (di dipingerlo) 1 che si occupa di muoverlo 1 che si occupa delle luci 1 che si occupa degli sfondi 1 che si occupa della scenografia 1 che cerca di ottimizzare tutto (e per 1 intendo un singolo o un team). Fare un buon lavoro in CG richiede tempo, soldi (tanti per ora), sudore e passione. Se poi il committente è un pirla non è colpa di chi lavora.

» postato da vasquez alle 15:21 del 06-02-2013

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.