Nuovo Star Trek: Foster confermato per il romanzo

Come per il precedente capitolo targato JJ Abrams, sarà ancora una volta lo specialista Alan Dean Foster a scrivere il romanzo basato su ciò che avverrà in Star Trek: Into Darkness.

Alan Dean Foster ingrandisci

Ha già scritto la trasposizione in romanzo del primo Star Trek targato JJ Abrams, per cui era una scelta quasi naturale. A quasi quattro anni dal reboot della serie sul grande schermo, siamo ormai entrati nel vivo dei lavori sul sequel Star Trek Into Darkness, previsto per maggio 2013 negli Stati Uniti. E, come sempre accade, le notizie iniziano a filtrare goccia a goccia, per diventare poi un fiume in piena in prossimità dell'uscita.

 

La conferma di Alan Dean Foster per la novelization del nuovo capitolo pareva piuttosto probabile, vista la sua passata esperienza con il marchio Trek (oltre al tie-in del film del 2009, ha collaborato alla sceneggiatura del primo Star Trek e negli anni Settanta ha scritto vari romanzi tratti da Star Trek: La serie animata) e in generale con le trasposizioni dal cinema alla pagine di un libro, tanto da poterlo definire uno specialista, senza però dimenticare le sue opere originali come il ciclo del Commonwealth o la lunga serie Pip and Flinx (avviata nel 1972, l'ultimo testo risale al 2009).

 

Nel suo curriculum figurano le trasposizioni di tre Alien, il mitico Dark Star, La cosa, Starman, Alien Nation, The Chronicles of Riddick e Trasformers, per citare solo i titoli fantascientifici. Insomma Foster avrà il compito di trasformare la blindatissima sceneggiatura del trio Alex Kurtzman, Damon Lindelof e Roberto Orci in un romanzo.

 

Dal momento che lo stesso film è ancora avvolto nel mistero (chi sarà il cattivo? Khan o altri?), seppure le riprese siano ormai terminate da mesi, non si hanno notizie nemmeno sul lavoro di Foster. Chissà se però si limiterà a una fedele trasposizione o proverà ad allargare gli orizzonti, magari riallanciandosi a Countdown to Darkness, il fumetto-prequel annunciato appena qualche giorno fa da IDW.

Autore: Alessandro Murè - Data: 19 ottobre 2012 - Fonte: trekweb.com

Vota questo articolo

Voti dei lettori

ancora nessun voto

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Francamente non è che mi sia piaciuto molto l'adattamento di Star Trek. Mi interessa di più il fumetto prequel Countdown To Darkness.

» postato da MiaPiccolina alle 11:36 del 19-10-2012

2 Ma Khan non era morto? A me piace Alan D. Foster, speriamo faccia un buon lavoro che gli ultimi ST erano proprio una schifezza

» postato da (michele d.) alle 12:57 del 19-10-2012

3 «Ma Khan non era morto? A me piace Alan D. Foster, speriamo faccia un buon lavoro che gli ultimi ST erano proprio una schifezza» Ma tu proprio non l'hai visto il primo Star Trek si J.J. Abrams e neanche il trailer, dì la verità...

» postato da Micronaut alle 15:03 del 19-10-2012

4 «Ma Khan non era morto? A me piace Alan D. Foster, speriamo faccia un buon lavoro che gli ultimi ST erano proprio una schifezza» ehm non è che Foster sciva la sceneggiatura, eh, lui scrive il libro tratto DALLA sceneggiatura, come ha fatto per gli altri film citati (abbastanza bene per quei pochi che ho letto)

» postato da Jirel alle 15:33 del 19-10-2012

5 Non lo sapevo neanche che era stato scritto un libro "postumo" sullo ST di JJA... :oops: Ma quale sarebbe il senso? No, perchè se è quello di vendere come romanzo... :? per quanto bravo sia ADF... ho qualche dubbio... :boh: Io, per es., il libro non lo compro(erò) ... e mi domando quale sia il successo commerciale di una cosa del genere. Spero (ma solo per ADF !!) che sia buona ma ci credo poco.

» postato da senji alle 17:24 del 19-10-2012

6 nell'assenza totale di notizie ecco un'altra non-notizia legata a questo film (che forse nemmeno esiste, il dubbio è legittimo). Ma poi, sinceramente, chi le legge queste novelization?

» postato da (Robby ) alle 18:05 del 19-10-2012

7 «nell'assenza totale di notizie ecco un'altra non-notizia legata a questo film (che forse nemmeno esiste, il dubbio è legittimo). Ma poi, sinceramente, chi le legge queste novelization?» Se le fanno, e se le fa un autore anche abbastanza noto come Foster, vuol dire che vendono. E immagino che tra quelli che le comprano qualcuno le legga pure. S*

» postato da S* alle 18:18 del 19-10-2012

8 queste novellizzazioni sono prodotti per collezionisti completisti. Se uno vuole leggere fantascienza, legge altro.

» postato da (Robby ) alle 18:32 del 19-10-2012

9 «Non lo sapevo neanche che era stato scritto un libro "postumo" sullo ST di JJA... :oops: Ma quale sarebbe il senso? » Veramente non è certo la prima volta che vengono scritti dei romanzi tratti dalle sceneggiature. Non a caso esiste il termine novellizzazione. Tutti i film di Star Trek hanno avuto la loro, incominciando dal primo The Motion Picture scritta dallo stesso Roddenberry. Anche gli episodi più importanti hanno avuto la loro versione romanzata. Il senso di una novellizzazione? Beh, prima di tutto nei romanzi si può leggere la storia come doveva essere all'origine. Infatti, per dare il tempo allo scrittore di completare il libro, di solito gli si da la prima versione della sceneggiatura. In alcuni casi la versione romanzata può contenere scene completamente differenti dal film. Ci sono poi scrittori che tendono ad aggiungere del proprio, di solito si tratta di una interpretazioni dei fatti molto personale, diversa da come si svolgono al cinema, e Foster è uno di questi. Terzo ed ultimo motivo, è frequente che nei romanzi ci siano molti più approfondimenti o dettagli che di solito vengono omessi nei film. Tempo fa lessi la novelizzazione di Generazioni è l'ho trovata molto più affascinante del film stesso. C'erano scene con Spock e McCoy, una versione completamente differente del viaggio nel nexsus. «nell'assenza totale di notizie ecco un'altra non-notizia legata a questo film (che forse nemmeno esiste, il dubbio è legittimo).» No scusa, ma questo è un comportamento ridicolo. Mancano nove mesi all'uscita del film, la campagna marketing non inizierà se non l'anno prossimo. Ed a te ti viene il dubbio che il film nemmeno esiste solo perché non ci hanno bombardato di notizie. Ma meno male che ogni tanto c'è un produttore che si scorda di internet.

» postato da MiaPiccolina alle 03:39 del 20-10-2012

10 «.... Il senso di una novellizzazione?...» Si, anch'io ne ho lette un paio molto carine... Ma più che altro mi riferivo alla >>novellizzazione del film di JJA... !! << :twisted: :P

» postato da senji alle 10:13 del 20-10-2012

11 Si può osteggiare quanto si vuole, ma non si può negare l'alta diffusione del film. Comprai il libro in edicola!!! Mai successo prima...

» postato da MiaPiccolina alle 11:33 del 20-10-2012

12 ovviamente il mio "forse il film nemmeno esiste" era un'estremizzazione, una presa in giro del marketing secondo Abrams. Mancano appena 7 mesi all'uscita del film, il silenzio creato intorno a questo capolavorone è semplicemente ridicolo. Abrams non è l'alternativa al marketing che inonda i media di immagini, video e notizie sul film. Abrams *é* questo tipo di marketing. Vedrai che a breve su questo film sapremo tutto prima di vederlo.

» postato da (Robby ) alle 19:16 del 21-10-2012

13 Se non erro (e non erro), A.D. Foster eoni fa ha anche scritto la novelization del primo Guerre Stellari...

» postato da Gray Mouser alle 00:02 del 23-10-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.