Transformers 3

FANTASCIENZA, Transformers 3 - Dark side of the Moon, Usa, 2011 - regia di Michael Bay - scritto da Ehren Kruger - con Shia LaBeouf, Josh Duhamel, Tyrese Gibson, John Turturro, Rosie Huntington-Whiteley, John Malkovich, Frances McDormand, Kevin Dunn - durata: 150 minuti - distribuito da Universal Pictures - giudizio: discreto

Un inizio 'folgorante' fa di questo terzo capitolo della saga di Transformers il più interessante e riuscito dei tre film diretti da Michael Bay e ispirati ai personaggi dei giocattoli Hasbro.

Lo sceneggiatore Ehren Kruger, infatti, dona una nuova prospettiva alla storia, raccontando di come l'impatto di un UFO sulla superficie lunare nel 1961 abbia scatenato la corsa alla conquista dello spazio, fino all'allunaggio, nel 1969 dell'Apollo 11 sulla Luna.

Ed è così che scopriamo come l'intera missione di Neil Armstrong e Buzz Aldrin sia stata, di fatto, una copertura per una scoperta 'incredibile', ovvero una tecnologia aliena, recuperata da una gigantesca nave spaziale, distrutta e piena di robot non più operativi. 

 

Quaranta e passa anni dopo, ritroviamo Sam Witwicky alle prese con gli stessi problemi di tutti i neolaureati, ovvero la ricerca di un lavoro. 'Mantenuto' da una splendida fidanzata che lavora in una grande Corporation (Rosie Huntington Whiteley) conosciuta alla Casa Bianca il giorno che Obama gli ha conferito una medaglia per quanto fatto nei film precedenti, il ragazzo è frustrato, perché l'avere salvato due volte il mondo non gli apre particolari prospettive di carriera.

I suoi amici Autobot, in compenso, se ne vanno in giro il mondo alla ricerca di possibili segnali della presenza dei Decepticon sempre pronti a conquistare il mondo.

 

Quando le conseguenze di una serie di efferati omicidi porta il governo americano a dovere ammettere che nel 1969 qualcosa di particolare è stato ritrovato sulla Luna, il capo degli Autobot Optimus Prime viene a conoscenza del fatto che Sentinel Prime, il suo maestro, è in condizioni flebili ma stabili a bordo di un'astronave adagiata sul lato oscuro del satellite terrestre.

Risvegliato Sentinel grazie alla matrice del potere di Optimus, questo è in grado di cambiare le leggi della fisica e aiutare la Terra nel suo sviluppo.

 

Qualcosa, però, non sembra tornare e Sentinel sa molto di più di quanto sia disposto a rivelare, fino a quando Sam aiutato dall'ex agente interpretato da un carismatico John Turturro scopre un piano segreto, destinato a segnare per sempre la storia dell'umanità.

In quel momento, Transformers 3 assume un po' delle caratteristiche di grandi film di fantascienza come La Guerra dei Mondi o Independence Day con l'umanità alle prese con la più grande crisi della sua storia se non addirittura la sua sparizione.

 

Estremamente lungo, il film supera le due ore e mezza, Transformers 3 è realizzato con un 3D spettacolare, ma che, di fatto, non sembra aggiungere molto ad una storia interessante in cui — tra filmati di repertorio e ricostruzioni — viene riscritta la storia degli ultimi cinquanta anni.

Divertente e brillante per metà, il film, quando gli effetti visivi prendono progressivamente importanza rispetto alla trama, inizia moderatamente a perdere colpi, nonostante la spettacolarità delle immagini.

Se la serie di segreti e rivelazioni dell'inizio lascia ben sperare così come la presenza di Rosie Hintington-Whiteley in grado di fare dimenticare immediatamente Megan Fox, non altrettanto si può dire per quanto accade nella seconda parte della pellicola, dove Transformers si banalizza progressivamente con dialoghi stereotipati e situazioni francamente troppo facili.

 

Peccato, perché il terzo capitolo della storia dei robot che vivono in incognito come automezzi qualsiasi, ha dei momenti molto belli e spettacolari, coadiuvati da una trama intrigante e, per certi versi, perfino commovente.

Peccato che la volgarizzazione hollywoodiana e la semplificazione siano sempre in agguato e, di fatto, dilapidino in breve tempo il pathos accumulato all'inizio.

L'ennesima corsa contro il tempo con fidanzate inespressive tra i bombardamenti lascia il tempo che trova e nemmeno lo humour sempre sopra le righe riesce a risollevare quella che resta una pellicola eccessivamente adolescenziale da cui, viste le premesse, sarebbe stato lecito attendersi molto di più.

 

L'elemento umano viene sacrificato in nome di effetti visivi notevolissimi, ma privi di un'anima visto che la regia di Bay punta più alla sorpresa visiva che a fare tesoro di quanto raccontato nel primo tempo.

Non è un caso, dunque, che nella seconda parte del film il cameo di Buzz Aldrin in persona, nonché personaggi come John Malkovich abbiano sempre meno peso a fronte di battaglie e scontri spettacolari sul piano visivo, ma che con una certa difficoltà riescono a coinvolgere lo spettatore adulto.

Autore: Marco Spagnoli - Data: 29 giugno 2011

Altre recensioni di Transformers 3

  • Transformers 3 : recensione di Sergio Gualandi su ThrillerMagazine (voto: discreto)

Notizie correlate

Recensioni di altri film di Michael Bay

Transformers 3 : dai il tuo voto

Voti dei lettori

15 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

12 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 mmm io abbasserei di una stella il giudizio complessivo. Visto ieri all'uscita mi aspettavo talmente poco dopo il pessimo, ovviamente imho, primo film che quasi mi è piaciuto, almeno all'inizio. Concordo con la recensione, quanto di buono fatto nel primo segmento viene completamente rovinato dal secondo, interminabile, tempo del film. Tra i PRO metterei: tecnica (il miglior 3d mai visto a mio parere, ma rimane comunque, ancora imho, una tecnologia inutile e che rovina l'esperienza) e ironia (alcune scene sono veramente divertenti, tra tutte le parti con Malkovich); tra i CONTRO: lunghezza ridicola, recitazione a tratti disarmante (la gnocca mi ricordava molto la "cagna" di Boris) e una serie di discorsi "da film di Bay" che proprio non si può sentire (sembrano i famosi discorsi di Bush sulla portaerei, manca solo che Optimus parli di Dio). Nel complesso per me due stelle, fosse durato un tre quarti d'ora di meno sarei andato per le tre. E ora aspettiamo quella ciofeca di Cap.America

» postato da (Simone Caverni) alle 10:07 del 30-06-2011

2 Visto in 2d. SEMI SPOILER Transformers 3 è due film. E dura uno sproposito, 2 ore e 40 quasi.Questo perchè, mentre noi lo lasciamo fare, Bay pare sempre aumentare quella voglia di riempire di FOLLIA demente ogni transformers che fa. Qualcuno ha sentito dire che questo era serio, che Bay aveva incassato le critiche sulle parti un pò dementi del college e di Turturro nel secondo e che aveva dato al film un tono più serioso? beh, mentiva. Invece di fare questo, ha fatto due film. Come full metal panic e full metal panic Fumoffu, non so se avete presente l'anime. Dopo un prologo interessante e che fa promettere bene, il film si adagia per la sua prima metà abbondante nelle famigerate gag comiche demenziali che abbiamo imparato un pò tutti a temere. Solo che nel 2, per quanto un pò troppe, erano mischiate con altre cose, scene action, momenti in cui un minimo si narrava la storia (grazie a Jetfire), eccetera... Qui sono, a parte in un paio di momenti, tutte spiattellate in fila. Tutte... in ... fila... In sequenza ininterrotta vi beccate: i robottini dementi-i genitori di sam (AAAEGH!), il personaggio di Frances mcdormag che non si capisce se vuole essere preso sul serio o no, e comunque passa per scema-il personaggio di john malkovich che è scemissimo e fa rimpiangere la madre di sam drogata del 2, fa desiderare uno SPIN OFF SU DI LEI. Turturro in mezzo a questo scemamento passa praticamente inosservato. Poi c'è una cosa di trama che fa tirare un attimo il fiato:, una serie di omicidi, inaspettato ingrediente della serie. Interessante. PERO' si torna subito ad altre gag con: un vecchio vestito da scemo in casa di turturro. Il maggiordomo di turturro che è anche un apparente berretto verde e non si sa perchè. Delle prostitute russe tanto per sfottere i russi (di nuovo) in un film di bay. il cinese scemo di una notte da leoni che qui fa un personaggio simile, ma completamente agghiacciante per quanto triste sia la sua scena. (nessuno rideva in sala, NESSUNO. sempre sentito la gente ridere nei film di transformers, anche quando io dicevo dentro di me, "sì vabè, evitabile questa dai... savolta POCHISSSSSSSIIIIIME risatine). Sam fa i gridolini di nuovo come nel 2, solo per 5 volte invece che per 1 scena come nel 2... Ecco, a questo punto, è passata un'ora e mezza di film, si è visto un combattimento risicato all'inizio (più che altro una fuga), e un inseguimentino in superstrada (in cui giuro di aver visto due scene dell'inseguimento di the Island riciclate... ma se pò??). Guardate l'orologio. sono le 10 e 30, il film è iniziato alle 9 e 10 circa e io, personalmente, sarei voluto andare a casa. Poi inizia la battaglia finale grandguigniolesca, che dura un'ora piena quasi, e fa a pezzi chicago come non potete immaginare, diventa un incrocio tra la guerra dei mondi ed indipendence day firmato bay e sarà costata 360 milioni di dollari per frame. Libidinosissima. Però io è dalle 10 e mezza, annichilito dalla prima metà abbondante di film, che voglio andare a casa. Quindi mi guardo la goduriosa. folle distruzione finale di massa con un senso di delusione ed insoddisfazione che si espande, nonostante in questo gran finale non ci si limiti proprio in niente, dalle navi aliene in stile halo, ai palazzi che crollano e combattimenti al suo interno mentre crollano e scivolate mentre crollano e crolli di altre cose mentre crollano...agli uomini che sfrecciano con le tutte da sky jet e altre mille succose cose che davvero stavolta bay deve essere andato un attimo in coma farmacologico a girare tutto questo meraviglioso marasma transformeresco. Però come amare ciò, se per arrivarci ho dovuto sorbire bad boys 2 peggiorato con pochi robottini qua e là. Come? T3 è la cosa con meno equilibrio e ritmo mai creata su questa terra. Nota: bay inizia ad autocitarsi con preoccupante assiduità: qui auto cita armageddon in una scena (grazie alla colonna sonora, the island con lo stesso set e come detto 2 scene inserite di sgamo...)

» postato da Darklight alle 18:03 del 01-07-2011

3 Dunque. Come ho sempre detto alcuni film di Michael Bay mi piacciono. Vado matto per "Armageddon" e trovo che sia il suo miglior film. Il resto sono film da mettere su quando si vuole passare un po' di tempo e poi dimenticare. Ed essendo molto roboanti, spesso hanno un certo senso solo al cinema. Alla fine è un regista che non prendo molto sul serio e che apprezzo solo per l'esagerazione. Trasformers 3 alla fine è questo: un film pieno di cose che esplodono, cambiano, corrono, sparano e che sembrano non voler dar quieta allo spettatore. Non posso aggiungere molto di quanto scritto nell'articolo e negli altri post se non facendo delle considerazioni: Cast - A parte quelli presenti nei precedenti film, il resto sembra stato scelto dallo staff più che da regista e la loro presenza nel film sembra quasi un obbligo contrattuale con la major più che una scelta volontaria.Un modo per pagare i conti per poi concedersi qualche pellicola da poco incasso. John Malkovich è poco serio e sembra divertirsi a fare l'idiota, la Frances McDormand è un po' più "attiva" mentalmente, ma anche lei non crede molto a quello che fa ma si diverte ed incassa, Elya Baskin scelto probabilmente perché fa spesso il russo.. E poi Rosie Huntington-Whiteley scelta sfogliando Vouge perché serviva un gran bel pezzo di figliola. I robot - Li ho sempre trovati "confusi", nella loro forma "umana" sono quanto di più caotico si possa immaginare. Caotici nel loro continuo cambiare forma. Quasi fastidiosi (ma questa sensazione lo sentita fin dal primo film) Bay - Ho letto che per lui la serie dei Trasformers sarà lo Star Wars di questa generazione. Inoltre si è accorto come il secondo film fosse brutto e che il terzo è il migliore della serie. Ciumbia ..... Con tutto il rispetto, ma tra il secondo ed il terzo preferisco sicuramente il secondo perché ha una trama un tantino più equilibrata ed una storia un tantino più originale. Per il resto credo che farà un gran bel po' di soldi. Che poi alal fine è il suo scopo ultimo. Palomino.

» postato da Palomino alle 18:23 del 03-07-2011

4 Credo che il problema maggiore di questo film come i due predecessori sia che Bay non ha capito che se fa un film sui Transformers, i protagonisti devono essere i Transformers, non il ragazzino adolescente o i marines. La caratterizzazione dei Transformers, sia gli Autobot ma ancor più i Decepticon è praticamente inesistente, e questo fa si che non ci si "affezzioni" in alcun modo a nessuno di loro. Sono tanto intercambiabili tra loro, sia nel ruolo che addirittura nell'aspetto (quando sono in versione antropomorfa sono spesso indistinguibili gli uni dagli altri, la maggior parte dei Decepticon non ha neanche una voce ma "ruggisce" come se fosse una specie di mostro-robotico anzichè una sofisticata intelligenza aliena), che non si riesce a provare la minima empatia per nessuno, sia buoni che cattivi. E dire che con il background a disposizione c'erano ampissime possibilità di renderli veramente interessante (basta pensare al rapporto che esiste nella serie animata tra Megatron e Shockwave ad esempio) se anzichè perder tempo a farmi vedere lo sbarbato che cerca lavoro o le inutili quanto poco divertenti disgressioni comiche si fosse puntato più sui rapporti tra i vari robot (sia all'interno della stessa fazione che tra i due schieramenti) avrebbe potuto essere un buon film sui Transformers, si riduce invece ad un mediocre film d'azione marines+sfigatello vs alieni con sporadiche aggiunte di "cose che si trasformano" il cui scopo è il più delle volte quello di Deus ex-machina.

» postato da Il Senatore alle 07:53 del 04-07-2011

5 c'era un articolo sul sito del coriere della sera che certe scene sono state prese da the island. in effetti è vero visto i filmati. in the island l'auto viene distrutta dalla fila di ruote da treno sganciate. mentre in transformers sono state sostituite dagli autoboat. ma in fondo sono sempre quelle. ps. Bay sei un vero trasformista.

» postato da (luca ) alle 09:15 del 04-07-2011

6 «c'era un articolo sul sito del coriere della sera che certe scene sono state prese da the island. in effetti è vero visto i filmati. in the island l'auto viene distrutta dalla fila di ruote da treno sganciate. mentre in transformers sono state sostituite dagli autoboat. ma in fondo sono sempre quelle. ps. Bay sei un vero trasformista.» Su 2 ore e 40 di film una decina di minuti o meno di "riciclo" non è da condannare. Ci guadagna l'ambiente. Palomino.

» postato da Palomino alle 21:20 del 04-07-2011

7 «Su 2 ore e 40 di film una decina di minuti o meno di "riciclo" non è da condannare. Ci guadagna l'ambiente.» Il problema non sono i dieci minuti, è l'ora e mezza di troppo del film. S*

» postato da S* alle 23:16 del 04-07-2011

8 ««Su 2 ore e 40 di film una decina di minuti o meno di "riciclo" non è da condannare. Ci guadagna l'ambiente.» Il problema non sono i dieci minuti, è l'ora e mezza di troppo del film. S*» S* quanto hai ragione. Quanto-hai-ragione... E comunque, se in un film di un regista noto uno o più frame riadattati di un suo film precedente, mi viene da dargli dello sfigato. Punto. Cioè, quanto ha risparmiato a mettere quei 2 frame 2 di the island ( che al cinema ho notato subito visto che ho una discreta memoria fotografica)? 500.000 dollari di effetti? su 270 milioni?... va al diavolo, gira 3 scene in meno (o 60) e non spezzarmi la visione con scene di un altro tuo film. Becero. La verità è che non l'ha fatto per i soldi risparmiati, bay è un fottuto spendaccione. L'ha fatto perchè il suo autocelebrarsi sta raggiungendo livelli inquietanti, da serial killer. In transformers3 non solo ci sono i frame di the island ma pure lo stesso set della scena con il doppio Ewan McGregor che spara al clone. Il set stra-gotico con la statua dell'angelo e le arcate. E la scena dei colloqui di lavoro di Sam ha la canzone "sweet emotions" che bay usò in armageddon. Bay, stai calmo.

» postato da Darklight alle 00:14 del 05-07-2011

9 Visto alla prima in 3D (il primo 3D decente che ho potuto apprezzare). Che dire del film? Spettacolare, roboante, esplosivo. Non potevo chiedere di meglio da un film di "robottoni che si picchiano". Unico neo? Il primo quarto di proiezione, dove Bay tenta di dare un abbozzo di trama a un film che, per definizione, trama non deve necessariamente averne.

» postato da Andras Eris alle 12:09 del 05-07-2011

10 Per me non e' così, è il punto di vista di un regista che cuoce hamburger. L'idea che ha voluto trasmettere il regista (paninaro) dei transformers è sempre stata quella dell'idiozia più assurda datta anche americanata, cosa che se si poteva evitare soltanto con un po' di lungimiranza in più. Guerre stellari fa ridere secondo molti aspetti scientifici eppure ha sempre trovato un suo profonda ideologia e per molti aspetti ben sviluppata, anche con i tf si poteva fare altrettanto! Non bisognerebbe mai mandare uno che cuoce hamburger a girare un film di fantascienza avventurosa!!! Peccato che non sevisse i panini in sala per pubblicizzarsi un po' di più, sarebbe stata una cosa apprezzabile molto più degli effetti speciali nonsense!!

» postato da (giusto giustino) alle 15:18 del 07-07-2011

11 A me il primo era piaciuto. Poi mi era piaciuto il secondo ancora di più. Il terzo mi è piaciuto ancora più del secondo; Turturro mi ha ammazzato dalle risate.

» postato da Sean Maxhell alle 17:31 del 07-07-2011

12 «L'idea che ha voluto trasmettere il regista» Perché, c'erano idee da trasmettere? In un film di robottoni che si picchiano? :lol:

» postato da Andras Eris alle 21:03 del 07-07-2011

13 ««L'idea che ha voluto trasmettere il regista» Perché, c'erano idee da trasmettere? In un film di robottoni che si picchiano? :lol:» in effetti.... :lol:

» postato da Jirel alle 00:09 del 08-07-2011

14 Molte idee si potevano sviluppare meglio e con altre intenzioni..................ma le limitazioni ahimè fan danni irreversibili....................contenti voi :)

» postato da (giusto giustino) alle 12:59 del 08-07-2011

15 Dopo la prima ora mi aveva già stancato. L'

» postato da Antha alle 18:32 del 09-07-2011

16 «Dopo la prima ora mi aveva già stancato. L'» Amen parole sante.

» postato da Darklight alle 19:11 del 09-07-2011

17 che cosa si cerca in un film di fantascienza,non capisco. i contenuti,le idee,la seneggiatura. tutte queste valanghe di critiche mi sembra che nessuno apprezzi la fantascienza. non dico che il film sia un capolavoro ma è divertimento evasivo. io mi sono divertito con l'audio dolby al massimo e la profondità del 3d. per più di 2 ore ho staccato la spina e mi sono immerso nella girandolla magica del film senza tante s...e mentali.

» postato da (marco ) alle 10:00 del 11-07-2011

18 Marco, volevo la stessa identica cosa (infatti a me i primi 2, soprattutto il primo, mi piacciono. Ma se fai durare un film 2 ore e 43 minuti, e solo 50 di questo minutaggio pachidermico è davvero divertente, mentre il resto va dal freddino al completamente noioso con picchi di puro imbarazzo da gag idiote... allora c'è un bel problema. Bay sta bombardando il mondo con dichiarazioni su quanto questo sia il migliore dei 3. Credici, credici michelino.

» postato da Darklight alle 13:32 del 11-07-2011

19 «che cosa si cerca in un film di fantascienza,non capisco. i contenuti,le idee,la seneggiatura. tutte queste valanghe di critiche mi sembra che nessuno apprezzi la fantascienza. non dico che il film sia un capolavoro ma è divertimento evasivo. io mi sono divertito con l'audio dolby al massimo e la profondità del 3d. per più di 2 ore ho staccato la spina e mi sono immerso nella girandolla magica del film senza tante s...e mentali.» Caro Marco, un po' di umiltà magari non farebbe male. Invece di venire qui a chiamare "seghe mentali" i commenti delle altre persone, usa il tuo tempo imparando a scrivere in italiano corretto. S*

» postato da S* alle 15:14 del 11-07-2011

20 Sono un appassionato dei transformers e della fantascienza in generale ma non posso e non potrò mai concepire, che delle scelte opportunistiche o demenziali possano distruggere letteralmente delle idee originali. Ci sono stati film simili in passato che hanno mantenuto una loro integrità. Senza andare troppo distanti (e risultando ripetitivo), i tre nuovi episodi di star wars (1,2,3) non erano poi così male. Tracce di demenza gratuita erano presenti anche lì ma senza commettere lo stesso errore di stravolgere e di far implodere con la propria idiozia la trama stessa. Su TF3 non solo a mio avviso hanno preso per il "C": i fans, l'originalità e le persone che hanno che hanno avuto o che potevano avere delle buone idee. Sapete cosa mi ricordano questi tre episodi dei TF.................quelli di Batman forever e Batman & Robin..................no comment anzi what else? Però grazie a Nolan abbiamo potuto ammirare la differnza............... :)

» postato da (giusto giustino) alle 13:52 del 12-07-2011

21 Visto. C'era anche la dolce metà: incazzata come una iena. Alla fine della proiezione mi ha detto:" Adesso siamo pari". Per due anni le ho rinfacciato con disprezzo le 3 ore e passa di visione del Signore degli Anelli, trilogia che odio. In effetti 'sto mappazzone robotico, per quanto divertente e leggero, è stato veramente interminabile. Mò per riparare mi tocca come minimo accontentarla con qualche film dei suoi.

» postato da Kobol77 alle 14:46 del 16-07-2011

22 visto oggi, in 3D carino, robottoso e divertente unica nota veramente fantascientifica: la gnocca è riuscita a saltare su un mec-volante, volare dentro e fuori un palazzo che crollava, correre per mezza Chicago, passando in mezzo a esplosioni, alieni robottosi incazzati, missili terra-alieno che volavano da tutte le parti, fluidi non meglio identificati con - le scarpe col tacco, senza nemmeno graffiarle - la giacchetta bianca!!!! che rimane pulita, intonsa e senza nemmeno una piega fino alla fine (vorrei sapere dove l'ha presa, che io appena guardo una camicia bianca già è sporca) - dei jeans elasticizzati che talmente stretti che si vedeva il pelo (e vorrei sfidare chiunque a correre con i jeans stretti, ahi ahi) - chioma bionda perfettemnte in piega (altro che gel!!!! supercolla) - trucco perfetto! e lo sfigato, facendo le stesse cose, si è ritrovato strappato, pesto e livido... mi è persino sembraro più incredibile del pianeta che emerge dal portale senza nemmeno un effetto di marea... :roll: :roll:

» postato da Jirel alle 23:07 del 16-07-2011

23 Recuperato ieri sera, portarlo termine è stata una vera sofferenza. Tecnicamente ineccepibile ma Bay non a neanche la più pallida idea di cosa sia un momento ilare (per cosi dire). Irritante, prolisso, stupido, dialoghi penosi, Optimus che dispensa morali come Ratzinger AAAARGH!!!! In confronto Battle Los Angeles è Apocalipse Now! Lo preferisco assai di più! Pensare che il primo l' ho visto al cinema e lo posseggo anche originale ma questo è monodimensionale come il pianeta piatto di Aladar.

» postato da ryoma alle 09:34 del 27-12-2011

24 Lunghissimo, si salva nell’ultima ora. Per una buona ora e mezza, è ben poca roba, coi due protagonisti che bisticciano e amoreggiano come due dodicenni, un mondo che inspiegabilmente si dimentica del tizio che l’ha salvato un paio di volte (ma pure con Harry Potter, è lo stesso, no?), un film slegato, che non si sa bene dove vada a parare, con personaggi sbagliati (Malkovich, la McDormand), che stenta a partire e che si salva qua e là per i soliti effetti speciali. E’ solo nell’ultima ora che il tutto ha un perché, e si salva da una solenne bocciatura, arrivando a una sufficienza finale. Le cose si fanno serie, dopo l’inverosimile decisione dei leader mondiali (non gli unici che si comportano da idioti, in questo film); la spettacolarizzazione delle scene (fantastica, e qua complimenti al regista) non è più fine a sé stessa, il ritmo decolla. Rimane un film fracassone, che ha perso molta della sua apprezzabile ironia, si è fatto anche troppo serio. Non c’è più Megan Fox, in rotta con la produzione per i suoi capricci, sostituita dalla scialbissima Rosie Vattelapescarla o come si chiama, totalmente priva di un qualunque talento, se non di essere la classica gnoccolona. Disastrosa scelta di casting, anche perché è nullo il feeling che si instaura col protagonista, e tutte le scene tra i due suonano falsissime. Il film ebbe un costo mostruoso, ma la risposta al botteghino fu fenomenale. E’ uno dei pochi film che hanno superato il miliardo di dollari di incasso, nel mondo. E’ addirittura il quarto maggiore incasso nella storia del cinema. Candidato a 3 Oscar per i suoni e gli effetti speciali, non gliel’ha fatta – ma gli effetti speciali sono veramente una grande cosa. Ha avuto un lungo elenco di nomination ai Razzie: peggior regista, peggior cast, peggiore film, peggiore coppia in un film (per me ci stava), peggiore sceneggiatura, peggiori attori di ogni tipo. Però non ne ha “vinto” neanche uno, dato che Jack e Jill, film di e con Adam Sandler, è riuscito nella titanica impresa di vincere TUTTI i Razzie in gioco, in tutte le categorie.

» postato da Tobanis alle 16:17 del 20-04-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.