Quando i sistemisti domineranno la Terra (Robot 52)


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19571
Località: Nordica
MessaggioInviato: Gio 08 Nov, 2007 14:33    Oggetto: Quando i sistemisti domineranno la Terra (Robot 52)   

Un racconto straordinario. Geniale, intenso, sentito. Doctorow è entrato tra i miei autori preferiti.
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
pelrouge
Blobel Blobel
Messaggi: 195
Località: Sesto San Giovanni
MessaggioInviato: Mer 14 Nov, 2007 09:14    Oggetto: ottimo   

Ciao,
neanche a me è dispiaciuto! Soprattutto l'idea che se in un evento del genere tutti facessero del loro meglio, nel loro piccolo, forse non tutto crollerebbe!
Luca
Irene Vanni
Blobel Blobel
Messaggi: 164
Località: PI
MessaggioInviato: Dom 18 Nov, 2007 15:27    Oggetto:   

Riguardo la fantascienza, non è il mio sotto-genere preferito. Eppure l'ho letto d'un fiato e mi è piacuto moltissimo.
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 13:32    Oggetto:   

Devo essere sincero, mi è piaciuto molto, e l'ho bruciato, ma...mi ha lasciato l'amaro in bocca per alcune cose:

primo non si sa nulla di quel che è successo, so che non è necessario, ma mi sarebbe piaciuto, cosa faranno coloro che hanno scatenato tutto dopo che il caos è avvenuto?

secondo, la questione rete o non rete da abbattere secondo me poteva essere affrontata più a fondo invece è rimasta un po' marginale, non c'erano vere indagini di rete su quel che accadeva, mi sarebbero piaciute

terzo, mi ha lasciato perplesso questa organizzazione concentrata solo sul lato di sopravvivenza e governo della rete, il resto momemtnaneamente da parte....

naturlamente sono impressioni personaleìi e magari sbagliate, secondo voi? Very Happy
dued
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 505
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 13:55    Oggetto:   

Sono abbastanza d'accordo con le osservazioni. Anche a me il racconto e' piaciuto, l'ho letto velocemente e mi ha dato un'impressione generale profonda, ben riuscita, ma qualche sospeso l'ho percepito anch'io.
E la vita sociale, e affettiva? Pazienza se si fosse trattato di descrivere i primi momenti, quelli dello sbandamento e della necessita' di sopravvivere e ricominciare da qualche parte, ma qui si fa cenno a periodi ben piu' avanti nel futuro.
Poi mi e' venuto un po' da sorridere a quell'accenno a incominciare la produzione di biodiesel, cosi', come se fosse facile,e seminare e raccogliere...
Capisco che chiunque abbia una certa esperienza in un campo - in questo caso, l'informatica - a volte tende a ritenerlo essenziale, una competenza superiore, e tutto il resto necessariamente su un piano inferiore, quasi banale.

Per lo stesso motivo io, da brava contadina dilettante con quarant'anni di esperienza in proposito, mi permetto di dubitare che un gruppo di incalliti nerd canadesi sarebbe in grado da un giorno all'altro di seminare e coltivare proficuamente alcunche'. Very Happy
Chiunque abbia fatto anche solo l'esperienza con il basilico sul balcone sa cosa intendo.
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 14:03    Oggetto:   

Dal mio punto di vista invece Doctorow ha fatto benissimo.
Si è concentrato su un punto che voleva sviscerare, e ha lasciato volutamente sfumato il resto. Avrebbe potuto cavarsela facilmente, invece volutamente confonde le idee sul motivo della fine del mondo. E' cose se dicesse apertamente: questa è l'ambientazione: ci interessa partire da qui, non sapere come ci si è arrivati.
S*
tzenobrite
Hurkle, bestia felice Hurkle, bestia felice
Messaggi: 21042
Località: un piccolo paesino sul mare
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 15:36    Oggetto:   

dued ha scritto:
Chiunque abbia fatto anche solo l'esperienza con il basilico sul balcone sa cosa intendo.


sicura che sia basilico? Shocked
"Fuck you, I won't do what you tell me!" (RATM, Killing in the name)

"It's cycling but not as you know it" (Mike Burrows)
dued
Subdirdir Subdirdir
Messaggi: 505
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 15:58    Oggetto:   

tz*enobite ha scritto:
dued ha scritto:
Chiunque abbia fatto anche solo l'esperienza con il basilico sul balcone sa cosa intendo.


sicura che sia basilico? Shocked


Si'. O perlomeno, io ci ho sempre fatto il pesto.

Un momento: vuoi dire che per tutti questi anni... Shocked
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 16:14    Oggetto:   

dued ha scritto:
tz*enobite ha scritto:
dued ha scritto:
Chiunque abbia fatto anche solo l'esperienza con il basilico sul balcone sa cosa intendo.


sicura che sia basilico? Shocked


Si'. O perlomeno, io ci ho sempre fatto il pesto.

Un momento: vuoi dire che per tutti questi anni... Shocked


Ecco come mai scrivi dei racconti così pieni di idee!! Very Happy

S*
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 17:23    Oggetto:   

S* ha scritto:
Dal mio punto di vista invece Doctorow ha fatto benissimo.
Si è concentrato su un punto che voleva sviscerare, e ha lasciato volutamente sfumato il resto. Avrebbe potuto cavarsela facilmente, invece volutamente confonde le idee sul motivo della fine del mondo. E' cose se dicesse apertamente: questa è l'ambientazione: ci interessa partire da qui, non sapere come ci si è arrivati.
S*


E' verissimo, e non posso che concordare. Però allora mi chiedo, proprio perchè ha voluto sviscerare quel punto, come mai secondo te non ha approfondito l'aspetto investigativo in rete di ciò che era successo? Se io fossi stato in loro avrei cercato di rintracciare le comunicazioni dei presunti terroristi etc... etc... altrimenti come reggere l'idealismo sulla legittimità del governo della rete? Se proprio quelli che la usano potrebbero essere i colpevoli? Non so se mi sono spiegato
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 17:31    Oggetto:   

stefanoventa ha scritto:
E' verissimo, e non posso che concordare. Però allora mi chiedo, proprio perchè ha voluto sviscerare quel punto, come mai secondo te non ha approfondito l'aspetto investigativo in rete di ciò che era successo? Se io fossi stato in loro avrei cercato di rintracciare le comunicazioni dei presunti terroristi etc... etc... altrimenti come reggere l'idealismo sulla legittimità del governo della rete? Se proprio quelli che la usano potrebbero essere i colpevoli? Non so se mi sono spiegato


Non capisco il tuo punto.
Il racconto di Doctorow parla dell'idea di continuare a mandare avanti la rete, del fare le cose per il gusto di fare delle cose ben fatte, e del confronto tra l'idealismo geek e la sua attuazione in pratica.
Cosa c'entra la caccia ai terroristi?

S*
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 17:46    Oggetto:   

S* ha scritto:

Non capisco il tuo punto.
Il racconto di Doctorow parla dell'idea di continuare a mandare avanti la rete, del fare le cose per il gusto di fare delle cose ben fatte, e del confronto tra l'idealismo geek e la sua attuazione in pratica.
Cosa c'entra la caccia ai terroristi?

S*



Scusa, cerco di spiegarmi meglio, se loro sono così idealisti da costruire la comunità di internet, come possono trascurare il fatto che, proprio in virtù del fatto che un simile attacco probabilmente potrebbe essere stato condotto solo attraverso un uso sapiente delle rete (tra cui quindi il possesso e il mantenimento di alcuni nodi fondamentali necessari a comunicare e pianificare) tra le comunità sopravvissute, come quella di Queen Kong, potrebbero esservi i colpevoli? Ciò non mina alla base la legittimità del loro costrutto? Spero di essermi spiegato meglio Embarassed
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 18:01    Oggetto:   

stefanoventa ha scritto:
Scusa, cerco di spiegarmi meglio, se loro sono così idealisti da costruire la comunità di internet, come possono trascurare il fatto che, proprio in virtù del fatto che un simile attacco probabilmente potrebbe essere stato condotto solo attraverso un uso sapiente delle rete (tra cui quindi il possesso e il mantenimento di alcuni nodi fondamentali necessari a comunicare e pianificare) tra le comunità sopravvissute, come quella di Queen Kong, potrebbero esservi i colpevoli? Ciò non mina alla base la legittimità del loro costrutto? Spero di essermi spiegato meglio Embarassed


Mah, francamente quello che tu dici sarebbe stato un racconto del tutto diverso e con un argomento del tutto diverso. Tutto ciò non c'entra nulla.

Fra l'altro non vedo perché i terroristi o chi per loro avrebbero dovuto possedere dei nodi fondamentali come dici tu; sarebbe come dire che per mettersi d'accordo per telefono bisogna possedere una compagnia telefonica.

Queen Kong è la responsabile di Google, cosa ti fa supporre che Google avrebbe dovuto essere coinvolta?

Da un punto di vista politico, poi, sarebbe stato uno stravolgimento completo iniziare a imbastire una società ideale partendo dalla caccia ai terroristi. Forse se il racconto l'avesse scritto George Bush sarebbe andata come dici tu. Doctorow è di tutt'altra parrocchia.

S*
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 18:15    Oggetto:   

S* ha scritto:

Mah, francamente quello che tu dici sarebbe stato un racconto del tutto diverso e con un argomento del tutto diverso. Tutto ciò non c'entra nulla.


Sì in effetti è vero, avrebbe cambiato le linee guida del racconto e in effetti non c'entra nulla data l'impostazione, ma credo che almeno due righe le avrebbe meritate soprattutto quando parla degli anni futuri, non credo plausibile, sebbene nell'ottica di una sorta di apocatastasi in cui tutto rinasca che in futuro quasi non si parli del perchè e cosa è successo. Naturalmente parlo di gusti personali, non tolgo nulla al racconto che ripeto mi è piaciuto molto, è splendidamente scritto e l'ho letteralmente bruciato.

S* ha scritto:

Fra l'altro non vedo perché i terroristi o chi per loro avrebbero dovuto possedere dei nodi fondamentali come dici tu; sarebbe come dire che per mettersi d'accordo per telefono bisogna possedere una compagnia telefonica. Queen Kong è la responsabile di Google, cosa ti fa supporre che Google avrebbe dovuto essere coinvolta?


Lo ipotizzavo partendo dal presupposto che una simile pianificazione globale potrebbe non essere istantanea e quindi avrebbe bisogno di punti nevralgici, ma è una pura speculazione e neppure necessaria ai fini del racconto, sono il primo a esserne consapevole....
[/quote]

S* ha scritto:

Da un punto di vista politico, poi, sarebbe stato uno stravolgimento completo iniziare a imbastire una società ideale partendo dalla caccia ai terroristi. Forse se il racconto l'avesse scritto George Bush sarebbe andata come dici tu. Doctorow è di tutt'altra parrocchia.


Laughing Laughing Laughing vero, meno male che l'ha scritto Doctorow, o dovrei smettere di prendere Robot

p.S ehi, mi stai dando del george bush? Evil or Very Mad
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Lun 19 Nov, 2007 20:33    Oggetto:   

stefanoventa ha scritto:
p.S ehi, mi stai dando del george bush? Evil or Very Mad


Ma no, sono che mi è venuto questo flash dei padri costituenti di una società utopica in cui al primo posto della costituzione mettono la caccia ai terroristi... brrr..

S*
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sui racconti di Robot Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum