Sulle copertine SF, nell'editoria italiana.


Autore Messaggio
K.Trout
Hoka
Messaggi: 44
Località: Pescara
MessaggioInviato: Lun 06 Mar, 2017 13:29    Oggetto: Sulle copertine SF, nell'editoria italiana.   

Questo post nasce da un'osservazione/ riflessione sulle copertine dei libri SF, che a mio avviso sono troppo spesso didascaliche- nel senso più povero del termine- e solo raramente evocative. Andando sul concreto penso che ad esempio le copertine di Urania siano troppo spesso un po' scontate e ( soprattutto quando la tematica sono astronavi e pianeti) con disegni troppo minuti che risultano poco efficaci, -poi le trovo troppo legate ad un immaginario da golden age anni 50- mi spiace dirlo poi, trovo poco emozionanti le illustrazioni di Franco Brambilla ( lo trovo buono quando l'immagine e di dettaglio, proprio il contratrio di quanto spesso avviene sulle copertine Urania, esmpio nella copertina di Babel 17 per urania collezione) trovo di contro interessanti e stimolanti le copertine di Antonello Silverini per Fanucci editore piene di dettagli e rimandi ai titoli ma a volte nascosti o comunque non scontati, altro plauso a Zona42, pochi titoli ma  veramente curati ( oscar copertine 2016 direi Real Mars geniale e spiazzante), la casa editrice messa peggio direi Editori della Vigna, copertine che definirei sciatte! per Hypnos direi una buona coerenza ma poco emozionanti, così come Multiplayer edizioni dove alcune illustrazioni sono interessanti ma non c'è una coerenza editoriale ( forse perchè c'è troppa influenza delle edizioni originali?).
 
Lidia Zitara
Hortha Hortha
Messaggi: 116
Località: Regno delle Due Sicilie
MessaggioInviato: Lun 06 Mar, 2017 16:30    Oggetto:   

Che interessante argomento! purtroppo ne so pochissimo, ma essendo illustratrice old style (aerografo e acrilico, per capirci), mi interessa molto.
Condivido l'opinione su Brambilla, ma l'attenzione al dettaglio è una caratteristica mutuata dagli USA, di cui lo steampunck non può fare  a meno.
C'è anche da dire che molte copertine le ho viste in bianco e nero sul kobo, capirete, le passi avanti come la pagina più inutile del libro. Ma la 40k non fa copertine banali, a colori. Alcune sono molto belle.
io trovo belle quelle di Urania, ma mi piace quel tocco vintage e magari non faccio testo. Mi sono sempre piaciuti i disegni di Karel Thole, che iniziò a illustrare copertine di romanzi sentimentali di barbara Cartland.
Confesso che però questo argomento è mettere il dito in una piaga: c'è scarsissima inventiva proprio in un settore dell'illustrazione in cui "tutto è possibile".
Se ad esempio fate un giro su Pinterest cercanto locandine alternative di film (non necessariamente di narrativa speculativa-mi adatto), troverete una grande inventiva e capcità tecnica. Ho la copertina di Hyperion qui davanti a me e fa schifo.
Il digitale forse ha qualcosa in più da esprimere, in questo momento?
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Lun 06 Mar, 2017 19:28    Oggetto:   

Sto comprando poco e dunque non ho un' idea precisa di quale sia la situazione al momento.
Brambilla non piace molto neppure a me, anche se penso sia penalizzato dalla grafica di copertina di Urania (per quanto anche le illustrazioni utilizzate come spunto da Tonani per Cardanica non e' che mi abbiano detto molto).

Non ho idea di quale sia la scelta grafica attuale di Elara e Fanucci: spero che la Fanucci abbia abbandonato le copertine generiche acchiappasnob del recente passato, non mi piacevano.

Mi piacevano molto le illustrazioni di Festino, quale che fossero le collane ad utilizzarle.

Infine erano azzeccate le illustrazini di copertina , e relativa grafica, della Shake editore ma parliamo di preistoria (anzi di retrofuturo... Razz ).
K.Trout
Hoka
Messaggi: 44
Località: Pescara
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 00:10    Oggetto:   

Citazione:
Non ho idea di quale sia la scelta grafica attuale di Elara e Fanucci: spero che la Fanucci abbia abbandonato le copertine generiche acchiappasnob del recente passato, non mi piacevano.

se per copertine acchiappasnob intendevi queste
:http://4.bp.blogspot.com/-pfTMsVxn4kw/Ul-ySK_Yf3I/AAAAAAAAAbA/X9mgYfrQvxQ/s1600/la+svastica+sul+sole.jpg
 
http://img.frasicelebri.it/images/thumb_book-un-oscuro-scrutare.330x330_q95.jpg

sono di Antonello Silverini e a mio avviso ottime

ho controllato il catalogo Elara, anche qui assoluta mancanza di una coerenza editoriale, veste grafica che neanche testi universitari degli anni 70 oltre ad una scelta di immagini e illustrazioni quanto meno discutibili

....poi stiamo qui a dirci perche i libri ( e la SF ) non vendono
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1441
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 09:19    Oggetto:   

Il mio copertinista preferito era Oscar Chiconi, era verament einsuperabile tra inventiva e tecnica... Peccato che adesso non si capisca bene cosa faccia e non esista una raccolta organica delle sue copertine fatte per Urania o per L'Eternauta (la rivista). Chissà in un futuro...

Le copertine acchiappasnob anche per me erano molto belle, prendevano lo stile grafico che andava di modo in quegli anni di cui Dave McKean è stato apripista, tra illustrazione e grafica. Certo nessuno è stato capace di eguagliarlo, ma ha dato una forte impressione con fogli e pannelli sovrapposti e poi dipinti, comisitone foto e dipinto, insieme di collage con tocchi di colore molto densi e via dicendo.

Brambilla azzecca molto bene il design meccanico e certe combinaizoni di colori, anche se alla fine come composizione mi risulta povera. Non mi fa impazzire ma non mi dispiace, specialmente ultimamente. Certo non è banale un lavoro del genere.

La Elara per la sua F&SF usa illustratori stranieri molto bravi tecnicamente ma decisamente piatti sul versante illustrativo, ossia non illustrano assolutamente niente. Solo una donna in costume con qualche vago sfondo. Purtroppo è un problema diffuso, questo appiattimento (come si vedono gli ultimi 20 anni di copertine della rivista a fumetti Heavy Metal, che dovrebbe far parte dell'avanguardia USA, corrispettivo statunitense della vecchia Metal Hurlant) su eroine semidiscinte in pose sexy da combattimento.
Roba che odio nella ua versione più discinta, perché primo vuole titillarmi come se fossi un allocco da abbindolare, poi perché si pensa che sia solo per maschi, poi perché i maschi si acchiappano - soprattutto i nerd - con donnine e basta e via dicendo. La trovo uan politica insultante. Per fortune le copertine scelta da Elara sono una spanna meglio, ma sono cmq monotone. Può essere una impostazione da rendere "classico" un certo tipo di copertine, ma avrei qualche riserva.
Il reso del catalogo è rimasto fermo a 40 anni fa come impostazione, ma ammetto che alla fine non mi dispiace.

Sulla qualità delle copertine come attrattiva per i lettori leggevo una discussione qualche giorno fa, di come il nuovo corso di DYD abbia delle copertine spettacolari, spesso meglio del contenuto e di come epr decenni interi questo ambito sia stato ampiamente trascurato...

Io vederei come ottimo illustratore (ad avere libri da stampare!!) Massimo Carnevale, che è bravissimo.
https://www.collater.al/massimo-carnevale/

E come si vede, lavora in digitale.
K.Trout
Hoka
Messaggi: 44
Località: Pescara
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 10:29    Oggetto:   

Citazione:

Fendemone

La Elara per la sua F&SF usa illustratori stranieri molto bravi tecnicamente ma decisamente piatti sul versante illustrativo, ossia non illustrano assolutamente niente.


oltre il discorso da fare sul singolo illustratore c'è quello sulla linea editoriale della casa editrice, cioè il dare una coerenza tra i titoli prodotti, chiaro ad esempio che Brambilla non ci fa impazzire, ma sicuramente Urania ha una coerenza granitica nell'impostazione generale ed anche questo fa la differenza tra un progetto coerente a lungo termine e singoli titoli pubblicati in sequenza tanto per raggiungere un numero.....su Carnevale condivido, alcune illustrazioni mii ricordano alcune cose di Bill Sienkiewicz
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 14:00    Oggetto:   

K.Trout ha scritto:

se per copertine acchiappasnob intendevi queste

Questa in particolare non e' neppure male, pero'... quale attinenza ha con la storia raccontata?

Potrebbe essere l' illustrazione di copertina di qualunque romanzo con tema perdita di identita'/demoni interiori/ecc .

Non ha personalita' e non coglie lo spirito della storia.

Citavamo illustratori capaci di unire al valore artistico dell' illustrazione la capacita' di svolgere il proprio lavoro: ovvero illustrare con un' immagine la storia raccontata nel libro.

Festino, Thole, sono un ' altra cosa.

A me poi piacciono molto Sienkiewicz e McKean (piu' Sienkiewicz pero', il suo Moon Knight e' un' opera d' arte NON superato da Elektra Assasin che era importante ed a suo modo geniale ma meno viscerale), ma qua siamo su usi diversi del disegno.

E poi Festino ricorda Dino Battaglia e questa e' una gran bella cosa.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 14:01    Oggetto:   

Robot normalmente e' illustrata molto bene (con cambi annuali di illustratore).
K.Trout
Hoka
Messaggi: 44
Località: Pescara
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 10:22    Oggetto:   

Citazione:
Davide ha scritto:

Non ha personalita' e non coglie lo spirito della storia. 

uhm non condivido ma come si dice sui gusti non si discute, poi nel post iniziale non ho citato autori come Thole perché il confronto risulterebbe schiacciante per qualità e mole di lavoro, e poi ormai il tempo li ha resi dei classici, quindi mi piacerebbe discutere sulla situazione attuale, perché tra la qualità di Thole e quello che si vede in giro sarebbe auspicabile anche una via di mezzo.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum