Il balzo più grande per l'umanità


Vai a pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
il_Cimpy_spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 6782
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Ven 10 Nov, 2017 06:52    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
Una copia identica è una copia a livello di sinapsi.
Quindi, a meno di imperfezioni, sarebbe te, con ricordi, gusti e strutture mentali. Dal momento dell'accensione della copia inizierebbe a "divergere", sviluppando una storia a sé, con ricordi, reazioni, ecc... Quindi si, saresti tu, a meno dell'identità.


Sarebbe me solo se gli facesse male lì dove fa male a me. Altrimenti, stante ricostruzione via DNA, non avrebbe quel doloretto alla caviglia destra, nè quello alla schiena. E quindi...

...Ah, come lo vedrei bene sui RollerCosi...
Rdaneelolivaw
Hortha Hortha
Messaggi: 117
MessaggioInviato: Ven 10 Nov, 2017 07:14    Oggetto:   

senji ha scritto:
Ma di quale libro parli? Non mi ricordo di questo ... Boh!

La scala di schild
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 5007
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 10 Nov, 2017 09:35    Oggetto:   

il_Cimpy_spinoso ha scritto:
HappyCactus ha scritto:
Una copia identica è una copia a livello di sinapsi.
Quindi, a meno di imperfezioni, sarebbe te, con ricordi, gusti e strutture mentali. Dal momento dell'accensione della copia inizierebbe a "divergere", sviluppando una storia a sé, con ricordi, reazioni, ecc... Quindi si, saresti tu, a meno dell'identità.


Sarebbe me solo se gli facesse male lì dove fa male a me. Altrimenti, stante ricostruzione via DNA, non avrebbe quel doloretto alla caviglia destra, nè quello alla schiena. E quindi...

...Ah, come lo vedrei bene sui RollerCosi...

(non so se sei serio, mi pare di si...)
Si, certo, infatti a partire da quel momento copia e originale inizierebbero a divergere. Copia, senza la protrusione discale, ricorderebbe i dolori e sarebbe il "te guarito", mentre originale saresti ... te. 
Da allora Copia probabilmente inizierebbe ad appassionarsi ai RollerCosi, mentre Originale/Te direbbe "io non salirei mai su quei RollerCosi". Oppure ne sarebbe invidioso.
Insomma io credo che le eventuali Copie sarebbero viste dall'Originale come dei gemelli.


Aggiungo:
La cosa che mi manda in bestia è che se chiedessi a Copia se è proprio lui, in assenza di Originale, risponderebbe "si certo non mi sento cambiato". Eppure l'Io di originale forse non sarebbe effettivamente lì. 
Ma facciamo un passaggio in più (Disclaimer: ocio che adesso parte l'embolo)

Supponiamo che la tecnologia di copiatura / Mind Uploading preveda dei componenti sinaptici in grado di interfacciarsi perfettamente con le sinapsi naturali. Qualcosa che permetta di regolare la mappa sinaptica esattamente. Supponiamo sia una specie di Stampa 3D. E che il comportamento del neurone artificiale replichi esattamente il comportamento del neurone naturale.
Il "supporto" è irrilevante, un po' come il software (=mappatura delle sinapsi) è in grado di girare indipendentemente dall'hardware o persino su una macchina virtuale (=mind uploading).
Ora, di fatto Originale e Copia su Macchina Virtuale (simulazione) o su supporto interamente artificiale sarebbero indistinguibili, e loro stesse si sentirebbero perfettamente a loro agio, sentendo una continuità esistenziale ininterrotta e un "IO" (identità) perfettamente integra, salvo la divergenza di cui sopra... e il fatto che ciascuno vedrebbe l'altro non come sé ma come un gemello.
Quindi Originale non potrebbe sentire Copia come sé ne si sentirebbe "dentro" Copia.
Ordunque, supponiamo invece di prendere Originale e sostituire un po' per volta i neuroni naturali con quelli artificiali.
Alla fine del processo ci sarebbero zero neuroni naturali e Originale sarebbe interamente sostituito da Copia.
Ora, Copia si sentirebbe decisamente Originale (come nel caso precedente), ma che fine ha fatto Originale? E' morto? E quando è morto?
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3912
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Ven 10 Nov, 2017 14:20    Oggetto:   

Eh, la guerra dei cloni Smile con gli originali che rischiano!
il_Cimpy_spinoso
Babbano in Incognito Babbano in Incognito
Messaggi: 6782
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Sab 11 Nov, 2017 01:05    Oggetto:   

Citazione:
Ordunque, supponiamo invece di prendere Originale e sostituire un po' per volta i neuroni naturali con quelli artificiali.

Alla fine del processo ci sarebbero zero neuroni naturali e Originale sarebbe interamente sostituito da Copia.

Ora, Copia si sentirebbe decisamente Originale (come nel caso precedente), ma che fine ha fatto Originale?



Concordo che Copia si sentirebbe Originale, ma guarito. E siccome sarebbe più sano, avrebbe di nuovo più pazienza in coda ma  maggior boria (che tanto è pieno di energie) rispetto a Copia.

Ma avendo i suoi ricordi sarebbe probabilmente un bastardo niente male - di quelli, per intenderci, che si farebbero pochi problemi a soffiarti la fidanzata al volo...

Originale che fine ha fatto? Più facile di quel che appare: si è evoluto. In Copia.

Razzi amari per tutti gli Originali rimasti tali...


Ps

1) non scherzavo: siamo quello che siamo anche per gli acciacchi che abbiamo -  senza saremmo diversi.

2)Sui rollerblade vado ancora, anche se non più sciolto o a lungo come un tempo - massimo un paio d'ore, poi le giunture non giuntano più

(una volta era 4 ore a dì - dalle 20:00 alle 00:00 era il minimo sindacale da  lunedì a venerdì. Sabato e Domenica li mettevo al mattino e li toglievo per andare a letto. In autunno e in primavera. D'inverno, pattinaggio sul ghiaccio. D'estate - beh, quella è tutta un'altra storia... 
Sarà per questo che qualche giuntura inferiore si è logorata prima del tempo...)
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24601
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Dom 12 Nov, 2017 16:28    Oggetto:   

il_Cimpy_spinoso ha scritto:
Test per il backup:
se gli piacesse la minestra, non sarei io.

E che sei, la versione adulta di Mafalda? Ermm
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24601
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Dom 12 Nov, 2017 16:30    Oggetto:   

Comunque oh, vabbè digitalizzarci e passare il resto dell'eternità a cazzeggiare nel cyberspace, mentre la razza umana smette di evolversi, ma se poi arriva una civiltà aliena mentre noi siamo impegnati a farci pippe digitali e stacca la spina...? Non rimane nulla di noi poi, a parte du hard disk bello grosso.
Sad
Rdaneelolivaw
Hortha Hortha
Messaggi: 117
MessaggioInviato: Lun 13 Nov, 2017 09:43    Oggetto:   

facessero una batteria per il cell che dura una settimana ....
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 5007
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 13 Nov, 2017 09:52    Oggetto:   

jonny lexington ha scritto:
Comunque oh, vabbè digitalizzarci e passare il resto dell'eternità a cazzeggiare nel cyberspace, mentre la razza umana smette di evolversi, ma se poi arriva una civiltà aliena mentre noi siamo impegnati a farci pippe digitali e stacca la spina...? Non rimane nulla di noi poi, a parte du hard disk bello grosso.
Sad

Smettere di evolverci non è affatto scontato, anzi. Sarebbe un piano di esistenza diverso.
Sullo staccare la spina, sei sicuro che non stiamo già correndo questo rischio? Pillola rossa o pillola blu?
LOL...
Rdaneelolivaw
Hortha Hortha
Messaggi: 117
MessaggioInviato: Lun 13 Nov, 2017 10:46    Oggetto:   

Nel ciclo dei robot, Asimov ipotizza che sulle colonie dove si vive 30 decadi, l'evoluzione tecnologica rallenti in quanto aumenta l'egoismo.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 5007
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 15 Nov, 2017 09:39    Oggetto:   

Asimov aveva una predilezione per scenari socio politici molto classici. Non mi pare abbia mai creduto nella libertà individuale, nella intrinseca sociofilia dell'individuo. Infatti ha sempre tratteggiato (almeno in tutto il ciclo della fondazione) un'ordine sociale regolato da stati, superstati o dittatori. Solo in "Fondazione e terra" vede un'intero pianeta che spontaneamente collabora per il bene comune. ma davvero spontaneamente? se non ricordo male anche lì c'era lo zampino di un burattinaio.
Per Asimov, insomma, il benessere globale ottenuto grazie alla libera collaborazione, che è in atto da 50 anni, e che ha portato all'abbattimento della povertà, non sarebbe stato possibile.
Quindi, no, non credo che un'esistenza di 300 anni porterebbe all'inerzia scientifica, anzi. Esattamente come i "ricconi" americani che si dedicano, una volta eliminata la necessità di sussistenza, alla filantropia, o come nella "Cultura" di Banks (con le dovute modifiche, però).
Rdaneelolivaw
Hortha Hortha
Messaggi: 117
MessaggioInviato: Mer 15 Nov, 2017 13:40    Oggetto:   

Parli di Gaia? Non mi ricordo se ci fosse chi tirava le file di tutto.
Banks nn lo conosco. In effetti 300 sembrano pochi, ma forse negli anni '50 appena dopo due guerre mondiali e lo spauracchio della terza atomica, 300 sembravano davvero tanti.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 5007
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 15 Nov, 2017 19:19    Oggetto:   

Si. Non ricordo se c'entravano in qualche modo i robot mentalisti però.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Tecnologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum