Quello "apocalittico" è un sottogenere abbastanza comune nella fantascienza, ma è difficile trovare romanzi più apolittici di The Road (La strada) di Comac McCarthy, vincitore del premio Pulitzer nel 2007, un tipico esempio di fantascienza scritta da un autore non di genere e come tale in grado di ricevere premi di solito preclusi agli autori di fantascienza dichiarati.

Non è ben chiaro quale sia stato il cataclisma che ha distrutto la terra, ma si conoscono i suoi effetti: la sparizione di ogni essere vivente, la morte di tutti i vegetali. L'unica forma di vita sono gli uomini, ridotti alla fame, imbarbariti, disperati.

Il libro è crudo, cinico, duro, e tale appare essere anche il film che ne ha tratto John Hillcoat, chiamando nella parte del protagonista un quasi irriconoscibile Viggo Mortensen, il Grampasso del Signore degli Anelli.

Mortensen interpreta la parte di un padre che cerca di portare in salvo il proprio figlio, con il solo aiuto di una pistola con solo due proiettili, cercando di sopravvivere in attesa di raggiungere una meta finale che si fa sempre più illusoria.

 

Girato con un budget di soli 20 milioni di dollari in Pennsylvania, il film viene presentato in questi giorni al festival di Venezia, e uscirà in USA in ottobre. Non è ancora stata fissata la data di uscita in Italia. In questi giorni sono stati diffusi alcuni spezzoni d'anteprima che vi presentiamo.