Tesina sulla fantascienza


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Autore Messaggio
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 3110
MessaggioInviato: Dom 05 Giu, 2016 15:48    Oggetto:   

Nirgal ha scritto:


oggi come oggi vedermi un film in casa (col vantaggio della lingua originale) con un buon TV e l'assenza di disturbatori, mi pare sia una esperienza migliore.

Concordo. 
LeoVegli
Scaraburra
Messaggi: 9
Località: Firenze
MessaggioInviato: Dom 05 Giu, 2016 19:00    Oggetto:   

Scusate la mia presuntuosa intromissione ma vorrei far presente che il topic della discussione (definito dal titolo) riguarda il materiale per una tesina sulla fantascienza e la discussione sui film, pur essendo molto interessante, esula dall'argomento e mi rende difficile ritrovare il materiale consigliato da altri utenti. Se fosse possibile gradirei che lasciaste commenti solo inerenti al mio primo messaggio. Ovviamente poi ognuno ha il suo pensiero e libertà di agire.
"Live long and prosper"
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 984
MessaggioInviato: Lun 06 Giu, 2016 08:02    Oggetto:   

Io concordo sull'aggiunta di una parte legata all'epoca del pulp e Gernsback. Non penso si possa parlare della Golden Age senza quel passaggio, mancherebbero le fondamenta.

Bella tesina ti sei scelto Smile
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 06 Giu, 2016 08:29    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
HC ma sai che

"L'accesso ai cinema oggi è più diffuso di quanto lo era negli anni 50."


mi sa che non è vero?


Mi sono spiegato molto male, più che "ai cinema" intendevo "ai film" in senso allargato.
Lo streaming pirata, per dire, non puoi contabilizzarlo.
Non intendevo parteggiare per l'una o per l'altra parte, beninteso, rilevo soltanto che secondo me è difficile parificare le condizioni.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 06 Giu, 2016 08:49    Oggetto:   

LeoVegli ha scritto:
Scusate la mia presuntuosa intromissione ma vorrei far presente che il topic della discussione (definito dal titolo) 

Hai certamente ragione, ma qui si ha un concetto molto ampio di Topic Smile per cui, ragazzo, rassegnati, tra un po' si sviserà su qualche bel tema economico Very Happy Laughing
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1403
MessaggioInviato: Lun 06 Giu, 2016 09:27    Oggetto:   

Nel frattempo consiglio anche i viaggi fantastici nell'antichità, visto che sono la base, con riferimento al mondo classico, come servirebbe.

https://it.wikipedia.org/wiki/Viaggio_immaginario#Antichit.C3.A0
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Lun 06 Giu, 2016 18:56    Oggetto:   

una directory esaustiva dei titoli/autori pubblicati dalla collana Urania
https://www.scribd.com/doc/184011541/COLLEZIONE-URANIA-DETTAGLIATA

Copertine e brevi note su alcuni Urania mag/libri
http://www.cartesio-episteme.net/uran1.pdf

Japanese Animation Guide: The History of Robot Anime 1960-2000
http://mediag.jp/project/project/images/JapaneseAnimationGuide.pdf

The fantastic in modern Japanese literature
http://isites.harvard.edu/fs/docs/icb.topic134545.files/napier-fant-intro.pdf
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Lun 06 Giu, 2016 19:23    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
LeoVegli ha scritto:
Scusate la mia presuntuosa intromissione ma vorrei far presente che il topic della discussione (definito dal titolo) 

Hai certamente ragione, ma qui si ha un concetto molto ampio di Topic Smile per cui, ragazzo, rassegnati, tra un po' si sviserà su qualche bel tema economico Very Happy Laughing

Esatto. Qui non si risparmiano sofismi di alcun genere Very Happy
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 07 Giu, 2016 08:36    Oggetto:   

Sofismi fritti per tutti Smile
leandro
Ameboide amorfo
Messaggi: 2
MessaggioInviato: Mar 07 Giu, 2016 21:57    Oggetto: Re: Tesina sulla fantascienza   

No Panic, innanzitutto dobbiamo chiarire cosa si intende per fantascienza. Essendo la tua una "tesina" e non una "Treccani" è necessario riassumere a sciabolate. Quindi il consiglio che ti do è quello di attenerti alla parola data ovvero "fantascienza". La parola è composta da "fantasia" e "scienza" quindi dovremmo attenerci solo a quella branca della suddetta che utilizza una tecnologia inventata come mezzo per narrare tutt'altro. Quindi niente spazio e niente ucronie. Meno di men che meno supereroi. Fatto ciò rimangono: le macchine del tempo (Wells), i sottomarini e i razzi per andare sulla luna (Verne) ecc...
Se vuoi perdere la strada di casa puoi inserici i robot di Asimov, 1984, Hal 9000, le Cronache Marziane, Straniero in Terra Straniera, Farenheit e perchè no, la Svastica sul Sole. Così tra un paio di anni sarai ancora a metà, forse. (Doppia Immagine, dove l'ho messa ?)
Quindi concentrati sulle invenzioni immaginifiche, che hanno poi cambiato realmente il mondo. Faccio un esempio, Kirk che usa lo Star Tac Motorola (si apre !).
Leggi sotto, ho trovato questo, magari puoi domandare a lei...

http://www.piegodilibri.it/monday-breakfast/10-romanzi-di-fantascienza-che-hanno-predetto-il-futuro/

Saluti
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 984
MessaggioInviato: Mer 08 Giu, 2016 06:57    Oggetto: Re: Tesina sulla fantascienza   

leandro ha scritto:
La parola è composta da "fantasia" e "scienza" quindi dovremmo attenerci solo a quella branca della suddetta che utilizza una tecnologia inventata come mezzo per narrare tutt'altro. Quindi niente spazio e niente ucronie. Meno di men che meno supereroi. Fatto ciò rimangono: le macchine del tempo (Wells), i sottomarini e i razzi per andare sulla luna (Verne) ecc...

Scusa, ma, niente spazio e subito dopo ci metti la Luna e Verne? e più oltre citi Marte?
A parte che le conclusioni su cosa sia la fantascienza le lascerei allo scrittore della tesina, ma partire dal "piede" qui sopra mi sembra un tantinello riduttivo.
Giusto perchè oggi in vena brutalmente polemica: "fantasia e scienza" e dobbiamo "attenerci solo a [...] tecnologia"? Scienza e tecnologia sono due cose ben diverse.
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Mer 08 Giu, 2016 07:48    Oggetto: Re: Tesina sulla fantascienza   

orcolat ha scritto:
leandro ha scritto:
La parola è composta da "fantasia" e "scienza" quindi dovremmo attenerci solo a quella branca della suddetta che utilizza una tecnologia inventata come mezzo per narrare tutt'altro. Quindi niente spazio e niente ucronie. Meno di men che meno supereroi. Fatto ciò rimangono: le macchine del tempo (Wells), i sottomarini e i razzi per andare sulla luna (Verne) ecc...

Scusa, ma, niente spazio e subito dopo ci metti la Luna e Verne? e più oltre citi Marte?
A parte che le conclusioni su cosa sia la fantascienza le lascerei allo scrittore della tesina, ma partire dal "piede" qui sopra mi sembra un tantinello riduttivo.
Giusto perchè oggi in vena brutalmente polemica: "fantasia e scienza" e dobbiamo "attenerci solo a [...] tecnologia"? Scienza e tecnologia sono due cose ben diverse.

Epperò Leanro aveva fatto una premessa giusta. Una tesina non è una Treccani.
Il rischio è che l'entusiasmo dei fan stia dando una montagna di imput che difficilmente poi potranno essere tradotti se non con un mero elenco riepilogativo.
Quindi penso che abbia ragione a dettare un metodo; ovvero consigliare di fare una scelta (anche se frutto di dolorose sciabolate).
Poi su cosa selezionare e cosa sacrificare il discorso diventa decisamente più spinoso.
Dipende se il percorso della tesina vuole focalizzarsi sull'evoluzione letteraria del genere e  sulle sue sfaccettature... oppure su quanto effettivamente la fantascienza abbia anticipato (o potenzialmente possa anticipare) scoperte di vario tipo.
Ci sono testi, a me viene in mente 1984, che si calano benissimo sia nel primo che nel secondo percorso.
Certi autori (penso a una Le Guin per le sue tematiche), che a mio avviso sono invece adatti al primo.
Altre lidi, tipo Star Treck, che si conciliano decisamente più col secondo. 
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 984
MessaggioInviato: Mer 08 Giu, 2016 07:59    Oggetto:   

Non ho nulla contro lo sfrondare per rimanere nei limiti imposti da una tesina, ma serve anche spiegare perchè tale taglio viene fatto.
Dire che ci si limita alla tecnologia perchè il nome è (fanta)-scienza mi sembra scorretto, ridurre la fantascienza al suo (discusso) lato predittivo è visione parziale, non una sfaccettatura.
jetscrander
Horus Horus
Messaggi: 5469
MessaggioInviato: Mer 08 Giu, 2016 08:29    Oggetto:   

LeoVegli ha scritto:
Scusate la mia presuntuosa intromissione ma vorrei far presente che il topic della discussione (definito dal titolo) riguarda il materiale per una tesina sulla fantascienza e la discussione sui film, pur essendo molto interessante, esula dall'argomento e mi rende difficile ritrovare il materiale consigliato da altri utenti. Se fosse possibile gradirei che lasciaste commenti solo inerenti al mio primo messaggio. Ovviamente poi ognuno ha il suo pensiero e libertà di agire.
"Live long and prosper"

Renditi conto che hai innescato una reazione a catena!!! devi accettarne la responsabilità e le conseguenze Smile
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Mer 08 Giu, 2016 10:05    Oggetto:   

Cosa sia o non sia la FANTASCIENZA fu definita dalle scelte editoriali che furono fatte, dalle riviste PULP MAGS a grandi linee 

la FANTASCIENZA = hard Science Fiction UNITO Fantasy

All'interno di questi mondi il colore ucronico, utopico, distopico sono un'ulteriore classificazione per il lettore su scenario e trama.

Gernsback definì per primo l'hard Science Fiction: scienza & tecnica (nota) dipingono scenari, eventi, circostanze, dinamiche what/if che appaiono credibili (per le conoscenze date del tempo, dagli autori). 

Questo genere di narrativa oltre che avere funzione ludica, ha anche funzione educativa (unendo l'utile al dilettevole).  La definizione di Gernsback perse presto mordente editoriale, facendo flettere il fatturato delle riviste.

Quindi, i successivi editori rimaneggiarono il genere forgiato da Gernsback. Se dall'hard Scifi si toglie sempre meno scienza & tecnica (nota) e vi si aggiunge speculazioni tecnologiche, ipotesi astratte, entità e/o tecnoloogia immaginifica, allora l'autore produrrà come output delle BLACK BOX tecnologiche. Le BLACK BOX tecnologiche sono artifici narrativi tipici della Fantascienza di lungo periodo, necessitano di un atto di fede da parte del lettore (come nel Fantasy) permettendo così all'autore di spiegare le scelte narrative interne alla fabula. 

La Fantascienza di lungo periodo, s'avvicina al Fantasy, proprio perché chiede atti di fede. Il Fantasy é diverso dalla hard SciFi, in quanto i mondi e personaggi e dinamiche Fantasy sono diversi ed hanno continue violazioni logiche e di coerenza interna degli scenari proposti dall'autore, perché semplicemente il lettore deve accettare "che vuolsi così colà dove si puote e più non deve dimandarsi".

Il contenuto della tesina lo sceglie lo studente, Smile di concerto con i suoi prof Smile e con gli spunti e materiali che gli sono stati offerti Smile

Ora, se l'autore della tesina, puntasse solo sulla hard SciFi e la vecchia definizione di Gernsback, allora deve tagliare l'Ariosto (che é Fantasy e con lui quasi tutti gli autori precursori del 1926, con l'eccezione di Verne, Wells, Kapek) perché la componente "vuolsi colà così dove si puote" é alta nei precursori di SciFi (Swift, Haywood, Voltaire, von Dalin, Mercier, Stoker, Poe, Shelley, Kafka)

Se invece l'autore della tesina punta su un approccio storico ed evolutivo della Fantascienza, allora 1-ha tanta scelta di autori, incluso l'Ariosto che é genere Fantasy. La cosa piu' importante IMHO é di non copincollare da wikipedia o fonti in italiano ma leggere e sintetizzare con parole proprie. Una volta scritta non la dovrà studiare, sapendo già cosa c'ha messo. Inoltre eviterà di essere scoppiato come un palloncino dai prof, che la prima cosa che guardano é che non ci siano copincollamenti da wikypedia o da risorse simili FREE in internet. Le tesine non sono fatte per farle leggere ai prof, ma perché gli studenti imparino, il prof ha solo funzione di controllo. 

Sono quindi tanti gli autori e precursori di SciFi che hanno coniato termini, generi e speculato per primi su tematiche che poi saranno successivamente permutate da altri autori, oppure diventeranno cliché standard nella SciFi. 

Sul mio blog ne parlo tra un po' di tempo Smile

genesi del Viaggio nel tempo: L.S.Mercier
genesi dell'invasione aliena: H.G.Wells
genesi del Primo contatto: E.Haywood, J.Swift
genesi del Viaggio interstellare: J.Verne, H.G.Wells
genesi di Tecnologia immaginaria: E.Haywood, J.Verne, H.G.Wells, Salgari
genesi dell'Extraterrestre: Voltaire, O.Dalin
genesi dell'Androide/Cyborg: M.Shelley
genesi del robot: M.Shelley, K.Capek
genesi di Zomby,Mostro,Mutante: E.A.Poe, A.Stoker, F.Kafka 

In un approccio storico sull'evoluzione della SciFi, come gli é già stato suggerito da altri, oltre a ragionare di correnti letterarie, DEVE cronologicamente offrire crescente spazio ad altri media (cinema, fumetti, serie-tv, giochi tavolo/console/PC) perché sono questi i canali dove la fantascienza ha espresso fatturato annichilendo la letteratura di Fantascienza. Il mercato dopo l'asfalto di Potter (fantasy) ha smesso di leggere narrativa di hard SciFi (che é una piccola nicchia di mercato, rispetto ai grandi numeri di Cinema e Videogames).

Evoluzioni future della Fantascienza?!

Future Shock: il novum fantascientifico probabilmente annesso al climate change.

Evoluzioni di mercato attese in italia?! ZERO Smile

Evoluzioni della letteratura SciFi nel mondo? 
IMHO  Cina ed India sono grandi mercati, Smile ci sarà ampio spazio all'editoria? oppure questa sarà affondata da videogiochi e dal cinema (cinema, dvd, streaming, pay-tv) e Serie-tv.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum