Fantascienza per esplorare culture diverse


Autore Messaggio
Nirgal
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1701
MessaggioInviato: Gio 27 Apr, 2017 15:58    Oggetto: Fantascienza per esplorare culture diverse   

Ho sempre apprezzato molto i romanzi che riescono ad usare un racconto per far conoscere culture o periodi storici diversi dai nostri.

Adesso da un po' di tempo sto cercando di acquistare romanzi di fantascienza o anche fantasy, visto che ormai in molti casi la differenza è a livello di sfumature, che presentino visioni di società future o alternative, diverse dalla nostra.

Penso per esempio il cyberpunk arabeggiante del ciclo del Budayeen di Effinger, il mondo dominato dalla cultura orientale del il ciclo Xuya della De Bodard, le influenze della cultura africana dell Okorafor.
Adesso ero incuriosito dal ciclo di Shiva di Amish Tripathi, non fantascienza ma pare un'ottima rivisitazione del mito di Shiva ed al contempo una storia più "moderna".

Anche per avere una visione della società e del futuro diversa da quella classica occidentale.

Se vi è capito qualcosa di interessante, possibilmente con un buona esplorazione della parte culturale, segnalate.
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1404
MessaggioInviato: Ven 28 Apr, 2017 09:09    Oggetto:   

Posso suggerire le raccolte di Urania sulla fantascienza cinese. Molto igenui me li ricordo, ma anche particolarmente caratteristici di una cultura per certi versi davvero aliena. Processi sommari, esilio e disonore erano trattati come avvenimenti sommari, a mio avviso impossibili eppure dovevano essere la realtà quotidiana per chi ha scritto (a cui deve anche sottostare a censura immaigno)

http://www.fantascienza.com/7982/la-cina-sbarca-su-urania

http://www.uraniamania.com/index.php?action=ricerca&pag=0&tiporicerca=2&eseguiric=1&ric_titolo=Shi%20%20Kong:%20China%20Futures
crazy diamond
*Foffomante* *Foffomante*
Messaggi: 6069
MessaggioInviato: Gio 04 Mag, 2017 11:52    Oggetto:   

vi dirò, questo post cade proprio a pennello...
sto giusto finendo il ciclo del "Budayeen " di Effinger ed in effetti stavo giusto prendendo atto di quanto abissale sia la mia ignoranza sulla cultura islamica...e finanche sulla geografia dei posti... non sono nemmeno sicuro di aver capito in quale città esattamente sia ambientato il ciclo (Ryad, la capitale dell'arabia??) ...

mi ha colpito molto come vengono descritti i  convenevoli necessari alle trattative di affari fra mussulmani...e come la religione permea in maniera capillare ogni singolo aspetto dei rapporti umani...

mi son anche chiesto come possano apparire i romanzi ad un mussulmano visto che effinger non lesina la propria ironia anche agli aspetti della religione : effinger in effetti è ironico un pò su tutto e questa è la vera forza del ciclo 
senji
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2466
Località: toscana
MessaggioInviato: Gio 04 Mag, 2017 18:27    Oggetto:   

Citazione:
.... non sono nemmeno sicuro di aver capito in quale città esattamente sia ambientato il ciclo (Ryad, la capitale dell'arabia??) ... 

in realtà è una città "inventata", da alcuni passaggi sembrerebbe ispirata ad una città del magreb (forse Algeri? o forse una città marocchina, tipo Casablanca).
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5854
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Dom 07 Mag, 2017 17:34    Oggetto:   

Nella serie di due libri Proxima ed Ultima di Stephen Baxter, nel secondo libro si incontrano più realtà alternative dove la storia ha preso percorsi differenti a causa di ... reboot della realtà.
crazy diamond
*Foffomante* *Foffomante*
Messaggi: 6069
MessaggioInviato: Lun 08 Mag, 2017 09:18    Oggetto:   

senji ha scritto:
Citazione:
.... non sono nemmeno sicuro di aver capito in quale città esattamente sia ambientato il ciclo (Ryad, la capitale dell'arabia??) ... 

in realtà è una città "inventata", da alcuni passaggi sembrerebbe ispirata ad una città del magreb (forse Algeri? o forse una città marocchina, tipo Casablanca).

immaginavo.....ma escluderei  Algeri o un'altra città del magreb ....che è la città natale di marid che parla di se stesso come uno straniero pervenuto nella "città" Smile
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3864
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Lun 08 Mag, 2017 13:26    Oggetto:   

crazy diamond ha scritto:
senji ha scritto:
Citazione:
.... non sono nemmeno sicuro di aver capito in quale città esattamente sia ambientato il ciclo (Ryad, la capitale dell'arabia??) ... 

in realtà è una città "inventata", da alcuni passaggi sembrerebbe ispirata ad una città del magreb (forse Algeri? o forse una città marocchina, tipo Casablanca).

immaginavo.....ma escluderei  Algeri o un'altra città del magreb ....che è la città natale di marid che parla di se stesso come uno straniero pervenuto nella "città" Smile

Se non ricordo male, nella città natale si reca via bus, anche se si tratta di un viaggio lungo. E Ryad o simile (penisola araba) è la destinazione di un altro suo viaggio, via razzo. Quindi la localizzazione in Algeria la trovo coerente, visto il contesto e le distanze. Ovviamente trattasi di città inventata.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum