.

Ho il grande piacere di annunciare che è appena uscito in edicola il mio romanzo “Il quinto principio” - Mondadori, Urania “speciale”, pagg. 543, € 5,50.

Mi piace riportare qui di seguito l’immagine della copertina, di notevole impatto, creata dal  bravissimo Franco Brambilla (cliccando sul nome potrete visitare il suo sito, e lo raccomando caldamente). Il blog di Urania intanto già da qualche giorno ha dato notizia dell’uscita, con commenti. Segnalo anche l’intervista gentilmente richiestami di recente da Carmine Treanni (per “Delos”), in occasione del ventennale del premio Urania e nella quale rispondo anche a domande su questo mio nuovo romanzo. Ovviamente sarò lietissimo di ricevere i pareri, positivi o meno che siano, di coloro che vorranno leggere “Il quinto principio”. Di seguito riporto comunque brevi notizie sul contenuto.

Si tratta di un lavoro ‘corale’, in cui alle storie di alcuni protagonisti di maggiore evidenza si aggiungono quelle d’una decina di personaggi secondari; alcune di queste storie confluiscono nel finale. Lo scenario si delinea attraverso le vicende narrate e si colloca nel 2043.

Ruolo fondamentale ha una nuova tecnologia delle telecomunicazioni, una miniprotesi esterna (la “pem”, protesi elettronica mentale) che consente una sorta di Internet psichica. La società descritta vive in un post-post-capitalismo a doppio binario i cui burattinai agiscono in modo occulto, manovrando immense quantità di denaro e influenzando in modo schiacciante il mercato mondiale del lavoro e della produzione. Intere città vendute, degrado ambientale, virus cerebrali, comunione delle menti, enclaves blindate di super ricchi, metropoli ipogee (come Uny, Underground New York) per i meno abbienti, turismo delle catastrofi, Seconda Secessione degli Usa, ‘democrazia estesa’ in Italia, enormi ‘fazendas’ con schiavi, sono alcuni aspetti di un mondo in cui si amplificano tendenze del presente. In tale contesto, si manifestano all’improvviso eventi apocalittici che contraddicono le leggi fisiche note. Uno dei protagonisti, Alex Brandon Pantega, ha ricordi intermittenti di una misteriosa personalità che ha teorizzato l’esistenza d’un Quarto e Quinto Principio della Termodinamica e per questo è braccato dalla polizia; i minuscoli “invasori” che distruggono le coltivazioni della bellissima Laurì sembrano materializzazioni d’un oggetto puramente teorico, la “spugna di Menger”; un misterioso committente incarica Martin di calcolare il valore monetario del pianeta Terra; Waldemar Pozharitskij scopre il Mondo B, una dimensione in cui ci si può trasferire vivendo in forma d’energia pura. L’altra alternativa, per i protagonisti, è rimanere sulla Terra e azzardare il tutto per tutto. 

.