Lei lo guardò incuriosita. «Mi vuoi di nuovo con te sapendo che ti disprezzo?»

Lui annuì e sorrise. «Posso cavar piacere anche da questo.»

Dashiell Hammett aveva capito tutto. Nel 1933. Donna al buio (Woman in the Dark), traduzione di Attilio Veraldi.