Non un grande, ma molto, molto di più. Ha attraversato il Novecento generando una mitologia italiana contemporanea. E’ morto da rivoluzionario, indomito fino alla fine. Così va la vita.