Stanotte, poco dopo la mezzanotte, per la prima volta i fasci circolanti nell’LHC sono stati accelerati a 1,18 TeV, segnando il nuovo record storico nella fisica delle alte energie. Un teraelettronvolt, per intenderci, equivale all’energia di una zanzara in volo. Tutti quei soldi e quegli anni di lavoro passati a mettere insieme i pezzi e a calibrare i parametri di macchina uno a uno per questo? Be’, posto che alla fine il Large Hadron Collider arriverà ad accelerare ciascun fascio fino a 7 TeV - obiettivo fissato per la fine del 2010, quando avremo l’energia di uno sciame intero di zanzare - per capire l’entusiasmo che sta attraversando il mondo scientifico in queste ore vi consiglio di recuperare questa magistrale lezione dell’ormai solito Marco Delmastro, in cui il bosone di Higgs viene spiegato al suo cane Oliver. Sono riuscito a capirlo anch’io, quindi drizzate le antenne e lasciate che la conoscenza scorra attraverso di voi. Domattina potremmo svegliarci tutti un pizzico più leggeri per la felicità…