Ieri sera, in compagnia del compagno Fazarov e con la presenza in spiritu dell’ing. Moskatomika purtroppo impantanato nel traffico, ci siamo sparati L’uomo che fissa le capre, di cui già aveva parlato in termini entusiastici Iguana Jo. Ebbene, il film merita davvero. Antimilitarismo in chiave vonnegutiana, con quel pizzico di new age e fantascienza che serve per rendere la critica alla guerra e agli eserciti di tutto il mondo ancora più spietata e feroce.

Se avete sempre voluto conoscere la connessione segreta tra forze armate e paranormale, questo è il film che fa per voi. Se credevate che con Reagan si fosse raggiunto il non plus ultra in termini di irrazionale al potere (almeno in democrazia), questo è il film che fa per voi. In tutti gli altri casi, be’, sono certo che questo film non vi deluderà affatto.

Per esempio: lo sapevate che solo il 15% delle reclute in azione spara contro il nemico per colpirlo, mentre gli altri o mirano alto o non premono neanche il grilletto? Questo è uno degli assunti da cui parte il progetto di Jim Channon/Bill Django per costituire un nuovo esercito che abbia nella dissuasione dall’uso della forza la sua arma segreta: il First Earth Battalion. Questo film racconta la sua storia, ricostruita da un inviato di guerra che poi è l’alter-ego stralunato di Jon Ronson, autore del libro da cui la pellicola è tratta. Buona visione!

Questo video è stato rimosso in seguito all’accordo del 2011 tra SIAE e AGIS che vincola la pubblicazione in rete di materiale corredato di traccia musicale alla sottoscrizione di una licenza, con il pagamento alla SIAE di una quota minima di 450 euro a trimestre. Per saperne di più, rimando al post del 27-10-2011 dedicato alla vicenda. Mi scuso per il disagio, ma ritengo che la norma non abbia alcuna giustificazione logica o morale e denunci un atteggiamento di grave e sistematica violazione dei diritti di libera espressione di ciascuno di noi. Il video può essere visionato al seguente indirizzo:

L’uomo che fissa le capre - Trailer italiano