Oggi pomeriggio, a partire dalle 16.25, RaiTre manda in onda Palookaville, film del 1995 di Alan Taylor. Passaggio rarissimo, a cui vi consiglio di gettare un’occhiata. Ho setacciato la rete a caccia del trailer di questo insolito noir di provincia, purtroppo senza fortuna, per cui dovrete accontentarvi della cover del DVD originale qui accanto.

Girato in quel santuario della provincia profonda americana che è il New Jersey, nei luoghi che si intravedono anche in The Wrestler, Palookaville è un film americano che deve molto all’Italia, dalla dedica a Italo Calvino fino ai rimandi più o meno espliciti a quel classico che è stato I soliti ignoti di Mario Monicelli (1958), capostipite della commedia all’italiana.

La trama (via MoviePlayer.it): In una cittadina statunitense della costa atlantica tre giovani disoccupati, balordi e inetti, s’imbarcano goffamente in due colpi ladreschi, entrambi a vuoto, e sono infine pubblicamente premiati per una buona azione.

I protagonisti sono “dei buoni, istintivamente dediti al bene e incapaci, per quanto si impegnino, di comportamenti criminali”, per usare le parole di Luigi De Angelis, e in questa loro caratteristica guadagnano uno spessore allegorico che rende la storia metafora distorta di questi nostri tempi e dà molto da pensare.

Scritto da David Epstein, Palookaville è un mix riuscitissimo di situazioni e atmosfere, di ironia e disperazione, di comicità e crime fiction. L’insostenibile leggerezza di sopravvivere, con un cast di interpreti abilissimi nel dare vita a una sinergia favolosa, capeggiati da un Vincent Gallo nevrotico e in stato di grazia. Imperdibile.