Il 2009 è l’anno di Charles Darwin (bicentenario della nascita), de L’origine delle specie (150 anni) e, ormai lo sanno anche gli asteroidi, del Futurismo. Ovvero: ZANG TUMB TUMB!

Mario Schifano: I Futuristi.

Nel febbraio 1909 Le Figaro pubblicava a pagamento il manifesto di Filippo Tommaso Marinetti e il Futurismo diventava il più importante prodotto culturale mai esportato dall’Italia, “l’unica estetica che l’Italia abbia esportato nel mondo in epoca moderna” come diranno gli studiosi, una bomba memetica che fece strage dappertutto, mietendo consensi e fecondando iniziative affini. Impossibile non ricordare il futurismo russo di Vladimir Majakovskij, la sintesi moscovita di arte e attivismo politico: proprio come i loro omologhi italiani, i poeti proto-sovietici vissero l’euforia elettrizzante della lotta e della creatività in prima persona, insegnandoci per sempre la differenza tra l’arte e la politica (che poi grossomodo è la stessa che corre tra la Rivoluzione e la restaurazione).

Gli eventi organizzati per le celebrazioni del centenario del futurismo si sprecano. Ma su due almeno vorrei richiamare la vostra attenzione, in quanto credo che si distinguano proprio in virtù della loro natura dal numero dei festeggiamenti passatisti che riempiono i calendari. Entrambi avranno infatti per protagonisti persone che l’esperienza artistica cercando di portarla avanti giorno per giorno, con la prua sempre ben puntata verso il futuro.

La prima: Futurismo LIVE a cura del Movimento Futurista Oggi, si svolgerà a Ferrara venerdì prossimo 20 febbraio (questo lo Spazio Web Futurismo 2009).

La seconda: Futuri Connessi presso lo Spazio Polaresco di Bergamo il 28 febbraio, evento a cura del Centro Universitario Teatrale e dei connettivisti, coordinati dal sempre attivissimo Alex Tonelli.

In entrambi i casi, purtroppo, per ragioni indipendenti dalla mia volontà non potrò essere presente. Mi preme però ringraziare in questa sede gli amici Alessio Brugnoli e Alex per i loro inviti e la dedizione che hanno profuso nelle rispettive iniziative. Se vi trovate nei paraggi, non posso che invitarvi caldamente a farci un salto.

TUUUMB TUUUum TUUuum TUuuum