Chi frequenta questi lidi da un po’, sarà sicuramente al corrente del mio debole per le novae, in qualsiasi salsa vengano servite: à la Delany, à la Burroughs, à la Stross, etc. Io stesso mi sono cimentato con qualche ricetta messa insieme a partire da ottimi ingredienti nostrani. Adesso arriva anche il turno di Robot di avere la sua bella nova: l’opera d’impatto che campeggia sulla cover del n. 54 è firmata da Maurizio Manzieri, che su questo numero è stato anche intervistato.

Dentro, insieme ai racconti (tutti imperdibili, da Thomas Ligotti a Ben Rosenbaum, da De Micheli a Tonani) e al solito apparato critico di altissimo livello, troverete anche un mio articolo sulla nuova animazione seriale giapponese degli anni ‘90, che riprende e rielabora il mio intervento alla scorsa Deepcon e questi 3 post (uno, due e tre) apparsi a suo tempo sullo Strano Attrattore 1.0.

Che il futuro sia con voi!