Nei giorni scorsi c’è stata a Broadway una prima non ufficiale del musical di Spiderman, diretto da Julie Taymor con le musiche di Bono e The Edge degli U2. Le critiche non sono state eccelse, alcuni dicono che è lento, altri che la storia non ha coerenza. Insomma le solite stupidaggini che dicono i critici teatrali verso opere non ortodosse. Sono stati registrati ancora dei problemi tecnici che hanno coinvolto l’attore protagonista Spiderman/Peter Parker che è rimasto appeso in aria ai cavi sopra il pubblico ed è stato fatto scendere a mano da due tecnici. La tecnica del volo è assolutamente spettacolare e si ispira al sistema usato negli stadi per far volare le videocamere sopra il pubblico e sopra il campo da gioco, quindi quattro cavi che sorreggono la persona e possono farla volare in qualsiasi direzione e a qualsiasi altezza anche fino a 70 km orari. Ci sono stati degli incidenti con gli attori, uno dei quali si è fratturato entrambi i polsi durante un atterraggio. Malgrado questo il musical ha superato tutti i controlli di sicurezza e quindi non vedremo fracassarsi a terra nessun attore durante lo spettacolo.

Ho visto un documentario dietro le quinte realizzato dal programma americano della CBS “60 minutes” in cui è possibile vedere alcune scene veramente mozzafiato. Insomma per chi ha la fortuna di andare a New York a partire da Natale, consiglio di partire già con i biglietti in mano.

CBS 60 minutes dietro le quinte di Spiderman il musical