Ho preso E-Doll, del “collega connettivista” Francesco Verso, Premio Urania 2008. Leggiucchiate le prime pagine: promette bene. Ne riparleremo più avanti.