E’ così che vengono definiti i ragazzi e le ragazze nati verso la fine degli anni ‘80, una generazione che si sta confrontando con un apprendimento nuovo e multimediale, aperto al mondo di Internet. Ne scrive oggi Maria Novella De Luca su Repubblica@Scuola.

L’impatto che ha la tecnologia su questa generazione è un tema interessante quanto tedioso, se affrontato con i soliti dilemmi manichei che riguardano l’uso della Rete. Il problema vero non è tanto quello di come e quando inserire l’e-book a scuola, né quello dell’impatto che può avere questo sull’apprendimento degli studenti: Internet è uno strumento, punto.

Resterà in piedi la scuola?

E’ questa la vera domanda che dobbiamo farci. Perché se non regge l’istruzione pubblica, gli studenti - con o senza Internet - non sapremo più che fine faranno.