Lucca Comics And Games

Doctor Who, le ultime tre rigenerazioni in fumetto

Titan Comics ha appena acquisito i diritti per portare le avventure delle ultime tre rigenerazioni di Doctor Who nel mondo dei fumetti.

ingrandisci

La notizia risale a qualche giorno fa ma è comunque succosa per tutti gli appassionati di Doctor Who e delle sue numerose e variegate incarnazioni; intendendo con ciò non tanto le rigenerazioni avvenute nella serie tv, oltre cinquecento puntate dal 1963, ma le sue comparse in tutti gli altri media, dal cinema ai romanzi ai gadget vari, a cui si aggiungeranno nel 2014 avventure nuove di zecca trasportate nel mondo dei fumetti. Infatti Titan Comics, divisione del gigante Titan Books specializzata in comics e graphic novel, ha annunciato di aver concluso un accordo con BBC per la creazione di una serie di comics ispirati alle ultime tre rigenerazioni del Dottore, vale a dire la Decima, l'Undicesima e, dopo il lancio della serie in televisione, la Dodicesima.

 

Gli albi, di cui non è ancora stato reso noto il numero né di quante storie saranno composti, non saranno trasposizioni di quanto già visto in tv, ma si tratterà invece di storie del tutto nuove, scritte per l'occasione, che vedranno il Dottore raffigurato con le facce di David Tennant e Matt Smith, con relative companion, alle prese con le classiche peripezie in cui un viaggiatore del tempo è solito imbattersi. Gli albi relativi a questi due Dottori saranno pubblicati per primi, mentre per quanto riguarda la dodicesima rigenerazione, quella con il volto di Peter Capaldi, Titan attenderà il lancio degli episodi televisivi, che dovrebbe avvenire il prossimo ottobre. Tutti gli albi saranno comunque rilasciati entro il 2014, almeno a detta di Titan.

 

Titan è un editore molto attivo nel campo dei comics, con una sua visione indipendente che lo ha portato alla pubblicazione di comics come Death Sentence e Tank Girl, oltre alle novelization di videogiochi come Devil May Cry e Lost Planet. Sta inoltre per lanciare negli USA la traduzione inglese del graphic novel francese Snowpiercer, a cui è ispirato il film omonimo di Bong-Joon Ho di cui si parla un gran bene.

 

Per Doctor Who non è certo un esordio nel mondo dei comics: la rivista ufficiale Doctor Who Magazine, coprodotta da BBC e Marvel ed edita dalla filiale UK dell'italiana Panini, già dal 1979 propone avventure del Dottore praticamente in tutte le sue rigenerazioni. La novità è che gli albi di Titan saranno esclusivi e aggiorneranno le storie, in coincidenza con la comparsa di Capaldi, praticamente in tempo reale. Non sono ancora stati resi noti i nomi degli autori e dei disegnatori, ma chi volesse farsi un'idea dello stile di Titan può fare un salto sul sito ufficiale, in attesa di sentire il respiro roco del Tardis emergere dalla carta stampata.

Autore: Maurizio Del Santo - Data: 28 gennaio 2014 - Fonte: comicbookresources.com

Vota questo articolo

Voti dei lettori

1 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 In tutte le manifestazioni per il Dr. Who che ho visto in questo periodo, quello che mancava sempre era Christopher Ecclestone, come mai? Ma il Dr. Who Magazine non la pubblicano in Italia? ? ? ?

» postato da Micronaut alle 11:02 del 28-01-2014

2 XMicronaut: Eccleston non gradì l'ambiente di lavoro sul set e se ne andò sbattendo la porta, pare che a causa delle limitazioni al budget e ai piani alti della BBC che non credevano nel progetto la situazione sul set fosse spesso parecchio tesa, specie per i tecnici e i cameramen che spesso dovevano fare straordinari a causa dei tempi di ripresa strettissimi e questo in particolare non piacque a Eccleston che da allora si è sempre tenuto lontano da Doctor Who.

» postato da (Det. Bullock ) alle 16:38 del 28-01-2014

3 La BBC non credeva nel progetto? Allora perché fare una nuova serie affidandola ad uno scrittore come Russell Davis che seppur bravissimo, proveniva da serie di tutt'altro genere? La BBC ci credeva eccome al nuovo DW tanto da tenere il progetto sotto falso nome di Torchwood (ricorda qualcosa) per permettere a tutti di poter lavorare con calma. Tempi di ripresa strettissimi? E' una serie per la tv, con tempi di ripresa e messa in onda che Eccleston conosceva fin troppo bene. L'attore ha sempre dichiarato di non conoscere il personaggio e di non amarlo come non ha mai nascosto il fatto che sarebbe tornato a fare l'attore in teatro e al cinema. Nessun mistero. Aggiungiamo il fatto che era conosciuto prima di fare la serie (non si può dire lo stesso di Tennant e Smith) e che volesse continuare la sua carriera di attore.

» postato da (marcello albatros) alle 10:37 del 29-01-2014

4 State dicendo cose diverse. Che la BBC credesse nel progetto prima di farlo è ovvio, altrimenti non l'avrebbe fatto. Che potesse avere dei dubbi a cose avviate, sia per i problemi con Eccleston che magari per qualche proiezione sugli ascolti o per come stava venendo, è possibilissimo. Del resto dopo Eccleston alla serie è stata fatta prendere una strada molto diversa, meno cupa e meno adulta. Sull'abbandono di Eccleston: Eccleston non aveva mai fatto serie tv, solo film, e i tempi sono ben diversi. La scusa comunque è sempre stata quella, che trovava troppo faticoso il ritmo televisivo. La scusa che dovesse tornare a fare cinema e teatro è la versione ufficiale educata, a cui naturalmente non crede nessuno. Nessun attore lascia il cinema o la tv per fare il teatro. Il teatro lo fai quando non hai niente di remunerativo da fare. Dopo Doctor Who Eccleston ha girato un arco di episodi di Heroes (ancora tv, guarda un po') e una serie di cazzatine che certo non hanno aiutato la sua carriera. Personalmente ho seri dubbi e credo sia accaduto qualcosa che non è stato rivelato. Se fosse stato solo un problema di stanchezza Eccleston non avrebbe avuto in seguito il comportamento fortemente ostile, al punto da non voler mai più ricomparire, né in uno speciale, né in un documentario, né rilasciare interviste sul tema. Nel suo contratto era previsto anche uno speciale natalizio che non fece. Quindi, a mio avviso sì, un po' di misteto c'è. S*

» postato da S* alle 23:29 del 29-01-2014

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.