Heroes 2° serie iniziata


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Autore Messaggio
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Lun 29 Set, 2008 16:38    Oggetto:   

la prima stagione di "24" mi ha inchiodato alla poltrona. una delle più belle stagioni di qualsiasi telefilm che ho visto in vita mia.

poi dopo di quella, beh.... Huh
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
cpt. Malcom Reynolds
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2231
MessaggioInviato: Lun 29 Set, 2008 19:38    Oggetto:   

Infatti, 24, in fondo è solo un thriller/film d'azione, quindi non chiedi neanche tantissimo. Basta che sia acchiappante.
Se S* con questa domanda intendeva come ho fatto a vederlo, mentre con Galactica sono così critico, è che Galactica non si presenta come un semplice divertissment. Ma anzi fin dal principio pare avere "morale", "scopo", insomma un suo perchè oltre il semplice esercizio di stile come può essere 24.
A me come serie piace "Chuck" ma Chuck non ha altro scopo che far ridere a crepapelle e la morale tipica americana rispettata fino al midollo non dà fastidio.
Capisci? E' un pò vedere quale obbiettivo si prefigge una serie, e se riesce a raggiungerlo e magari a superarlo.
Per me anche Stargate è una serie di pura evasione.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mar 30 Set, 2008 13:55    Oggetto:   

cpt. Malcom Reynolds ha scritto:
Infatti, 24, in fondo è solo un thriller/film d'azione, quindi non chiedi neanche tantissimo. Basta che sia acchiappante.

éttepareva. Rolling Eyes

quindi una serie che parla della lotta al terrorismo, messa in onda giusto un anno dopo che un'azione organizzata da al-quaeda sul territorio americano ha cambiato per sempre la politica globale, non ha scopi, moventi, idee: è fatta solo per divertire? mah.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
cpt. Malcom Reynolds
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2231
MessaggioInviato: Mer 01 Ott, 2008 10:54    Oggetto:   

E una serie che parla dell'assumersi le responsabilità, della solutidine e dell'incapacità di interagire, della non linearità di bene e male, delle paure + profonde che generano le responsabilità non è forse una serie per bambini deficienti?

Cmq Lex, la questione è sempre come fai le cose.
In 24 non si parla degli equilibri sociopolitici del medioriente. Non si parla dell'arrivismo degli agenti segreti che magari pensano solo a far carriera, non si parla dei confini tra bene e male degli agenti, non si analizza le reazioni sociali di uno stato che "vive sotto assedio".
Smonta un attimino il giocattolo di 24 e vedrai che è composto di questi elementi:

1) Abbiamo l'eroe solitario che lotta per far trionfare la giustizia, inviso dai superiori che sono deficienti (esaltazione del singolo e del self made man) e aiutato da una cerchia di amici fidati nel caso Tony Almeida.
Praticamente un cowboy.
Tutti gli mettono i bastoni fra le ruote e solo Jack risolve le situazioni (guarda caso lo stesso personaggio di John Maclane, visto nel primo Die Hard, guarda un pò Wink )

2) L'esaltazione dei valori familiari tipo la madre che si sacrifica e si fa violentare al posto della figlia. O il senatore che mette in pericolo la sua campagna per proteggere il figlio da un'accusa d'omicidio.
Ovviamente ingiusta, perchè il figlio ha ucciso, ma per proteggere la sorella, ergo è ampiamente perdonabile.

3) La figlia di Bauer che si mette nei guai (ovvero il classico stereotipo del ragazzo inesperto).

4) L'amante di Bauer che si rivela essere la "spia cattiva". Ovvero: moralismo puritano, non fate sesso fuori dalla famiglia perchè verrete puniti.

5) La spia cattiva, che si rivela ovviamente lesbica (moralismo), e che butta via il suo amore per i soldi (era cattiva, come potete immaginare che il suo amore potesse essere sincero?).

6) I cattivi, cattivissimi che uccidono senza alcuna remora, e ovviamente non hanno il minimo senso dell'uomorismo.

Ecc... ecc....

Lex, gli stereotipi, non solo i due agenti hanno contrasti e si rispettano, e l'equivoco amoroso. Sono anche questi.
E non c'è neanche niente di strano, gli americani hanno una morale di questo tipo e 24 è un tf costruito per loro, ergo per piacere a più spettatori possibile deve uniformarsi alla loro morale.
24, aveva dalla sua ritmi perfetti e una costruzione della tensione da manuale, senza tempi morti. Situazioni molto cinematografiche che per la tv erano ancora una novità.
Ma una volta finita la novità, non essendoci altro che stereotipi, e avendo già provato tutte l rose possibili di ricatti, e situazioni di suspance, ecco che non c'è stato + niente da raccontare.
Già alla seconda stagione di Kim Bauer non si sapeva già + che fare dato che era già stata usata per ricattare Jack la si è fatta girovagareper tutta la stagione in un fill-in. Alla 3° abbiamo avuto di nuovo il ricatto familiare ma trasposto su Tony Almeida, perchè era già stato fatto a Jeck,
e alla quinta esauriti gli argomenti, non avendo fatto crescere nessun personaggio ecco che si è passato alla mattanza per tener vivo l'interesse....

Ti consiglio di leggere questa discussione, ovviamente ci sono spoiler della 6 stagione, ma non credo che sia un problema (e poi sono minimali Smile )

http://www.nocturno.it/bbforum/smf/index.php?topic=2369.15
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Mer 01 Ott, 2008 13:13    Oggetto:   

La mia critica di 24 non riguarda contenuti morali o filosofia della serie. 24 è una cosa senza alcun obiettivo di fare filosofia. Il suo unico scopo è quello di costruire una macchina da thriller per tenerti incollato al televisore. Le mie critiche riguardano questo.

- artificiosità. La sequenza di sfighe che si accaniscono sui protagonisti, al solo scopo di far accadere continuamente qualcosa, ben presto sanno di falso e di costruito. Nonché di inutile, tantìè vero che puoi benissimo metterti a vedere la serie a partire da uno degli ultimi episodi e basta il riassuntino iniziale per seguire tutto senza problemi. Spesso le puntate vengono chiuse con situazioni di tensione inutili che vengono risolte in pochi secondi nella puntata seguente.

- prevedibilità. Ci sono continui ribaltamenti, ma sono quasi sempre del tutto prevedibili (almeno per me).

- incoerenza. Molti episodi rivisti alla luce delle rivelazioni successive si rivelano incoerenti. Nella prima ad esempio Richard Burgi litiga col poliziotto rischiando di farsi arrestare: ci stava se era davvero un padre disperato, ma essendo invece un criminale che interpretava una parte non avrebbe mai corso un rischio del genere.

- mancanza di credibilità. Per esempio nella seconda stagione Bauer viene torturato per ore, muore, viene "riavviato" dopo una decina di tentativi con la macchinetta per defibrillare, e dopo dieci minuti è già bello arzillo che sgambetta dappertutto inseguendo i cattivi. Neanche terminator!

- tendenza a esagerare sempre di più. Ho visto solo una stagione e mezza e siamo già a un'esplosione atomica in California. Mi domando cosa accada nella settima stagione: probabilmente Jack Bauer dovrà lottare a mani nude con un buco nero che vuole inghiottire la galassia...

S*
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mer 01 Ott, 2008 14:56    Oggetto:   

cpt. Malcom Reynolds ha scritto:
Smonta un attimino il giocattolo di 24 e vedrai che...

questa è una cosa che ti sento dire spesso quando parli di serie tv; hai ragione, bisogna analizzare bene le cosa, ma ho la netta impressione che tu non sia comunque in grado di farlo con oggettività.

tiro a indovinare (col netto intento di provocare un po' Cool): se 24 l'avesse scritto joss whedon, avresti detto che jack bauer è un personaggio calato in un contesto eroico ma osservato con un’ottica realista, che riflette vivamente il senso della violenza nell'ordine fisico, e proprio per questo mantiene un sottinteso di compassione nei confronti della condizione morale in cui questa violenza domina, pur senza cedere alle lusinghe della triste e appassionata poesia della vita.

...o qualcosa di simile. Bleh!
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mer 01 Ott, 2008 14:58    Oggetto:   

un po' più seriamente: io quando parlo di "24" mi riferisco quasi sempre solo alla prima stagione, perché poi, come dice il capo, sono partiti per una tangente iperbolica da far paura. anche la prima stagione non è esente da pecche (chiunque sia stato a los angeles sa che non si arriva da un capo all'altro della città in 10 minuti, come fa jack in ogni singola puntata), ma nel complesso ha portato una ventata di aria fresca nel mondo della televisione seriale.

se "BSG" è un'analisi cammuffata dell'america post 11/9, "24" è un'analisi diretta, anche se vista da un altro lato. è una risposta di riflesso alla domanda 'come ha fatto una banda di fanatici armati di soli coltellini ad attuare il più tremendo attentato terroristico mai compiuto in america?'; una specie di apologia, o se vogliamo un palliativo per restaurare la fiducia dell'america nella caccia al ladro in modalità hi-tech. 'ecco vedete cosa ci vuole? bisogna avere i migliori agenti, hacker e manager della nazione impegnati nella lotta al terrorismo'.

ma poi, in fondo in fondo, come in tutte le serie tv, lo scopo principale è quello di intrattenere.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
cpt. Malcom Reynolds
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2231
MessaggioInviato: Mer 01 Ott, 2008 16:30    Oggetto:   

Citazione:
tiro a indovinare (col netto intento di provocare un po' Cool): se 24 l'avesse scritto joss whedon, avresti detto che jack bauer è un personaggio calato in un contesto eroico ma osservato con un’ottica realista, che riflette vivamente il senso della violenza nell'ordine fisico, e proprio per questo mantiene un sottinteso di compassione nei confronti della condizione morale in cui questa violenza domina, pur senza cedere alle lusinghe della triste e appassionata poesia della vita.


In realtà Joss ha già scritto un personsaggio del genere, anzi + d'uno. E ti posso garantire che non ci ho visto mai niente + di un onesto professionismo e voglia di intrattenere.

Forse sono i tuoi commenti a non essere obbiettivi, e semplicemente non puoi considerare la possibilità che qualcosa che si presenti come sciocca, possa avere un significato + profondo o disturbante.
Quel tuo post su Borat l'hanno letto tutti.

Citazione:
se "BSG" è un'analisi cammuffata dell'america post 11/9, "24" è un'analisi diretta, anche se vista da un altro lato. è una risposta di riflesso alla domanda 'come ha fatto una banda di fanatici armati di soli coltellini ad attuare il più tremendo attentato terroristico mai compiuto in america?'; una specie di apologia, o se vogliamo un palliativo per restaurare la fiducia dell'america nella caccia al ladro in modalità hi-tech. 'ecco vedete cosa ci vuole? bisogna avere i migliori agenti, hacker e manager della nazione impegnati nella lotta al terrorismo'.


Ma davvero credi questo? Shocked
Allora è come dire che James Bond è la corretta risposta ad Osama Bin Laden.
Questa "risposta" come la chiami tu è semplicemente una cosa detta e stradetta, perchè i gadget ci sono appunto dai tempi di Bond. E gli Usa hanno sempre vantato la loro superiorità tecnologica rispetto agli stati esteri. Anche "Indipendence day" può essere visto in quest'ottica se ci fai caso.
Mi sembra che tu fai come Angelo che parla di Californication che dice che è un bene parlare della sacralità della famiglia di questi tempi, quando gli americani hanno questo concetto nel DNA.

Citazione:
ma poi, in fondo in fondo, come in tutte le serie tv, lo scopo principale è quello di intrattenere.


A me sembra di non aver mica detto il contrario.
Mi sembra di aver detto anzi che il tf che più mi è piaciuto in questi ultimi tempi sia Chuck.
Hai mai visto Chuck? Scommetto che lo bocceresti senza nessuna pietà.

Passiamo a cose serie.

Citazione:
- artificiosità. La sequenza di sfighe che si accaniscono sui protagonisti, al solo scopo di far accadere continuamente qualcosa, ben presto sanno di falso e di costruito. Nonché di inutile, tantìè vero che puoi benissimo metterti a vedere la serie a partire da uno degli ultimi episodi e basta il riassuntino iniziale per seguire tutto senza problemi. Spesso le puntate vengono chiuse con situazioni di tensione inutili che vengono risolte in pochi secondi nella puntata seguente.


Niente da obbiettare a proposito.
Anzi è un cardine della narrativa seriale, a cui Galactica stesso, spesso non sfugge (scena tipo: le squadriglie di Pegasus e Galactica stanno per spararsi addosso, l'episodio successivo arriva Starbuck e tutto finisce in un nulla di fatto).
A questo io rido sotto i baffi, ma lasciamo perdere....

Citazione:
- prevedibilità. Ci sono continui ribaltamenti, ma sono quasi sempre del tutto prevedibili (almeno per me).


Niente da dire anche qui.
Lo dice anche Matt Damon, i film d'azione sono come i film porno, mal fatti, mal recitati e sai sempre ciò che stà per succedere.

Citazione:
- incoerenza. Molti episodi rivisti alla luce delle rivelazioni successive si rivelano incoerenti. Nella prima ad esempio Richard Burgi litiga col poliziotto rischiando di farsi arrestare: ci stava se era davvero un padre disperato, ma essendo invece un criminale che interpretava una parte non avrebbe mai corso un rischio del genere.


C'è un esempio anche + probante. A metà della prima stagione Jack affida a Nina Meyers Kim e Teri per tenerli d'occhio in ospedale. In ospedale Nina si sente seguita e porta via i Bauer. Dato che alla fine salta fuori che Nina è in combutta con i cattivi perchè si comporta così?

Citazione:
- mancanza di credibilità. Per esempio nella seconda stagione Bauer viene torturato per ore, muore, viene "riavviato" dopo una decina di tentativi con la macchinetta per defibrillare, e dopo dieci minuti è già bello arzillo che sgambetta dappertutto inseguendo i cattivi. Neanche terminator!


Oh bè, questo è lo stereotipo tipico dei film d'azione americani. Ti potrei fare decine di esempi in proposito in 24 data la sua struttura è solo un pò + evidente. Tutto qui.

Citazione:
- tendenza a esagerare sempre di più. Ho visto solo una stagione e mezza e siamo già a un'esplosione atomica in California. Mi domando cosa accada nella settima stagione: probabilmente Jack Bauer dovrà lottare a mani nude con un buco nero che vuole inghiottire la galassia...


No, la 3° vede il pericolo di un virus la 4° di un gas nervino, nella 5° ci sono delle bombe trafugate.
Ma anche qui, chi se ne frega, scusa quante "distruzioni del mondo" hanno sventato i membri dell'SG1? Sono solo motori delle storie. Non credo che ti interesserebbe poii tanto se lo scopo di Jack fosse andare a pagare la bolletta della luce...
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Gio 02 Ott, 2008 14:54    Oggetto:   

cpt. Malcom Reynolds ha scritto:
Forse sono i tuoi commenti a non essere obbiettivi, e semplicemente non puoi considerare la possibilità che qualcosa che si presenti come sciocca, possa avere un significato + profondo o disturbante.
Quel tuo post su Borat l'hanno letto tutti

ma te lo ricordi solo tu, però. Blink Smile

la mia comunque era una provocazione e questo lo sai. daltronde quando io e te discutiamo di serie tv finiamo immancabilmente nelle stesse trincee di sempre: tu trovi significati ed interpretazioni che io non vedo e viceversa.

Citazione:
Ma davvero credi questo? Shocked
Allora è come dire che James Bond è la corretta risposta ad Osama Bin Laden.
Questa "risposta" come la chiami tu è semplicemente una cosa detta e stradetta, perchè i gadget ci sono appunto dai tempi di Bond. E gli Usa hanno sempre vantato la loro superiorità tecnologica rispetto agli stati esteri.

non sono io che lo crede, mal: è un'interpretazione. perché voler cercare un collegamento fra BSG e 11 settembre, ma non fra quello stesso 11 settembre e una serie la cui base è proprio la lotta al terrorismo, vuol dire volersi complicare oltremodo la vita (televisivamente parlando). smontare il giocattolo, come lo chiami tu, può servire solo se parti con i pregiudizi giusti.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
cpt. Malcom Reynolds
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2231
MessaggioInviato: Gio 02 Ott, 2008 19:19    Oggetto:   

Citazione:
ma te lo ricordi solo tu, però.


Forse perchè nessuno ti ha risposto?
Io non l'ho fatto perchè non ho visto il film nella sua interezza ma credo di averlo capito cmq, ma ovviamente non era corretto da parte mia intervenire.

Citazione:
la mia comunque era una provocazione e questo lo sai.


Cmq sono abbastanza stufo di provocazioni semplicemente perchè mi piace motivare le mie opinioni, e non tollero fare la pecora. D'ora innanzi mi limiterò a fare il "critico" semplice.

Citazione:
daltronde quando io e te discutiamo di serie tv finiamo immancabilmente nelle stesse trincee di sempre: tu trovi significati ed interpretazioni che io non vedo e viceversa.


Mi piacerebbe però sentire dei significati ed interpretazioni un pò motivati.
Se credi che io mi metta sempre in una posizione di superiorità sminuendo le tue opinioni, me ne scuso istantaneamente e senza riserve e ti prometto che d'ora in poi non darò più alcuna interpretazione ad alcunchè. Cosa che farò in ogni caso.

Citazione:
non sono io che lo crede, mal: è un'interpretazione. perché voler cercare un collegamento fra BSG e 11 settembre, ma non fra quello stesso 11 settembre e una serie la cui base è proprio la lotta al terrorismo,


I collegamenti in Bsg si possono fare perchè tutto il tf è costruito su quelli, e lo dice persino Ron Moore nelle interviste. Se vuoi ignorare ciò che dice l'ideatore della serie, ok.
In 24 è difficile pensare che si parli realmente di terrorismo.
La macchinazione di cui è vittima Jack colpisce la sua famiglia, ma non è neanche fatta da terroristi islamici, è fatta da sicari e solo a "giornata inoltrata" si scopre addirittura che sono bosniaci, e che hanno un conto in sospeso personale con Jack e Palmer.
Cioè tutti elementi del tutto sganciati dalla realtà dell'11 settembre.
Non sei d'accordo?
Ok.

Citazione:
smontare il giocattolo, come lo chiami tu, può servire solo se parti con i pregiudizi giusti.


Parli tu che ti bastano 5 episodi per giudicare una serie? Che se si utilizza un qualsiasi espediente narrativo che non ti aggrada, molli tutto e subito?
Non vivi ciò che guardi?
Non lo ami?
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Ven 03 Ott, 2008 14:58    Oggetto:   

cpt. Malcom Reynolds ha scritto:
Mi piacerebbe però sentire dei significati ed interpretazioni un pò motivati.
Se credi che io mi metta sempre in una posizione di superiorità sminuendo le tue opinioni, me ne scuso istantaneamente e senza riserve e ti prometto che d'ora in poi non darò più alcuna interpretazione ad alcunchè. Cosa che farò in ogni caso.

ok, ok.... non c'è motivo di prendersela, dai. Cool è un forum: tu scrivi qualcosa; qualcuno ti risponde; può anche darsi che qualcuno ti dia educatamente del pirla; tu puoi fare lo stesso e si avanti cosí. non c'è nulla di serio, su. non ti credo affatto desideroso di metterti in posizione di superiorità quando scrivi.

le mie interpretazioni io cerco comunque sempre di motivarle.

Citazione:
Parli tu che ti bastano 5 episodi per giudicare una serie? Che se si utilizza un qualsiasi espediente narrativo che non ti aggrada, molli tutto e subito?

che vuoi che ti dica? tu hai tempo e pazienza di guardarti diverse stagioni di una serie che non ti piace: io no; c'è tanta di quella televisione a cui devo rinunciare per mancanza di tempo, che cerco di razionalizzare le mie scelte. e poi non è che io abbia degli assiomi che seguo fanaticamente; certe scelte e certi errori li posso perdonare in alcuni casi, ed in altri no.

un esempio? giusto in "heroes", la settima o ottava puntata della seconda stagione, c'è un fin troppo classico espediente televisivo, con la venezuelana maya che coglie per purissimo caso sul fatto la moglie di suo fratello che sta trombando con un suo ex; la cosa è trita e ritrita, ma siccome ho capito che gli autori avevano solo 2-3 minuti per spiegare il retroscena di maya e del suo potere, non mi ha disturbato più di tanto. il caso opposto è stato quello della serie "dirty sexy money", in cui lo stesso espediente lo usano nel pilot stesso, dopo sola mezz'ora, senza alcun motivo - cosa che mi ha spinto ad abbandonare la serie prima ancora di finire il primo episodio.

capisci la differenza? io non sego mai le serie a caso e le motivazioni le do sempre. che poi tu le comprenda o meno, non è qualcosa che posso controllare.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
cpt. Malcom Reynolds
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2231
MessaggioInviato: Ven 03 Ott, 2008 15:31    Oggetto:   

Lex, dopo quella schifezza che ho visto ieri sera, tutto questo mi sembra talmente inutile che non ho proprio voglia di continuare il discorso.
Ti piace Heroes?
Spero che continui a piacerti. Smile
Se per caso ad un certo punto comincerai a pensare che sia una grande scemenza, bè allora ricordati che avevo avanzato dubbi dalla prima stagione.
Wink
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16696
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mar 14 Ott, 2008 20:47    Oggetto:   

Perché discutere della seconda serie se c'è chi stà vedendo la terza?
Comunque mi accorgo sempre di più come il debito di Heroes verso il mondo Marvel sia grande.
E non solo.
C'è qualcosa di "Io sono leggenda"
Poi c'è il virus Legacy.
E poi non dovevano esserci un po' di morti? Quella delle resurrezioni è una caratteristica Marvel (non dico DC perché non seguivo le sue serie)
Palomino.
"But now the rains weep o'er his hall,
With no one there to hear.
Yes now the rains weep o'er his hall,
And not a soul to hear"
The Rains Of Castamere
cpt. Malcom Reynolds
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2231
MessaggioInviato: Mar 14 Ott, 2008 22:19    Oggetto:   

Bè, questo è ovvio, Heroes deve molto all'universo Marvel e agli X-men in particolare. Non ne hanno mai fatto un mistero, arrivando a citare "giorni di un futuro passato" nel pilot.

Adesso mi dicono che stanno rifacendo "Civil war".
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mer 15 Ott, 2008 15:28    Oggetto:   

Palomino ha scritto:
E poi non dovevano esserci un po' di morti? Quella delle resurrezioni è una caratteristica Marvel

sinceramente è una cosa che mi ha un po' deluso della seconda serie (ora sono all'episodio 10): non muore mai nessuno, cribbio. e con la storia del sangue di adam e claire, le resurrezioni avranno un boom clamoroso, mi sa.
"those who can't laugh at themselves deserve the most mockery"
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Heroes Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum