Kim Robinson e' il più grande romanziere americano


Autore Messaggio
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16725
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Dom 07 Mag, 2017 23:08    Oggetto: Kim Robinson e' il più grande romanziere americano   

E' un tranquillo pomeriggio e scrolli pigramente su Facebook.
Tra le varie pagine di quotidiani on-line e no, ti ritrovi questo titolo:
"Kim Robinson è il più grande romanziere americano, ma non ce ne siamo accorti"
Rimani un po' li. Il nome non ti è nuovo. Poi leggi l'articolo e leggi l'articolo:
Kim Robinson è l'autore della trilogia di Marte. Hai letto il primo volume e gli altri due sono in coda pronti per essere affrontati (le pagine non sono poche).
Poi fai mente locale e ti rendi conto che nell'articolo si parla di uno scrittore di fantascienza la cui sua ultima opera è paragonata a quella di alcuni noti autori statunitensi.
Ed il titolo non è di quelli classici acchiappaclick o fatto da uno stagista sottopagato: in una riga riassume un concetto ben preciso: negli Usa uno scrittore di fantascienza è considerato uno scrittore senza se e senza ma. E in Italia viene ignorato.
http://www.linkiesta.it/it/article/2017/05/06/kim-robinson-e-il-piu-grande-romanziere-americano-ma-non-ce-ne-siamo-a/34063/
Copio e incollo il sottotitolo e la parte finale:
"Vincitore di numerosi premi letterari, l'ultimo romanzo di Kim Stanley Robinson è stato paragonato alla trilogia degli Usa di John Dos Passos e a 'Underworld' di Don DeLillo. Ma nessuno dei critici letterari occidentali se n'è occupato finora, dimostrando una vera e propria sonnolenza culturale"
"[...], il Guardian parla di un romanzo “impressionante e ambizioso”, paragonandolo alla “trilogia degli Usa di John Dos Passos e a Underworld di Don DeLillo”. Soltanto che “New York 2140 è ancora più urgente di quei due capolavori”. E noi stiamo a guardare, dall’oblò di questa sonnolenta provincia d’Occidente."
Vi ricordato quando un articolo in Italia ha parlato in questi termini di un romanzo di fantascienza?
Palomino.
ps dalle mie parti nelle librerie i romanzi di fantascienza con maggior numero di titoli e coppie sono quelli delle serie "young adult". "Il verde di Marte" l'ho comprato a Lucca. Non dico altro
Nirgal
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1755
MessaggioInviato: Lun 08 Mag, 2017 10:27    Oggetto:   

Robinson è sicuramente uno che sa scrivere, indipendentemente dal genere.

Unisce una ricchezza di linguaggio notevole a tematiche abbastanza varie, che spaziano dalla rivisitazione del passato alle visioni del futuro.

In italia viene ignorato, sia dalla critica, che dai lettori, i motivi penso siano più o meno i soliti.

Dopo la pubblicazione di IceHenge da parte della nord, vi era stato l'acquisto della trilogia Three Californias da parte di Interno Giallo, poi con l'acquisto della casa editrice da parte di mondadori e la pubblicazione de Il Rosso di Marte è sparito, come molta fantascienza, dalle pubblicazioni italiane.
Aveva riprovato a pubblicarlo Newton&Compton con Gli anni del Sale e del Riso (non uno dei suoi migliori romanzi).
Adesso Fanucci ha finalmente riproposto e completato la Trilogia di Marte.

Quindi direi che gli editori ci hanno provato a proporlo, rimane il fatto che pare un autore che in italia non riesce a sfondare, nonostante un romanzo come Galileo's Dream, sia un grandioso omaggio all'italia e ad uno dei suoi personaggi più illustri.

Purtroppo senza una rivoluzione culturale temo che in italia la situazione rimarrà questa.

Oggi con la globalizzazione da un lato ci accorgiamo in modo più diretto di essere un piccolo paese arretrato, dall'altro abbiamo accesso a nuove fonti per reperire informazioni.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14789
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 09 Mag, 2017 08:51    Oggetto:   

Spaice dirlo, ma in generale la Trilogia di Marte a me a fatto abbastanza cagare.
Al limite salvo il primo.
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 986
MessaggioInviato: Mar 09 Mag, 2017 09:28    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Spaice dirlo, ma in generale la Trilogia di Marte a me a fatto abbastanza cagare.
Al limite salvo il primo.

Io ho la trilogia in coda di lettura...in lingua originale.
Mi sa che faccio salire la priorità, ma leggere i tre tomi mi bloccherebbe le letture solite...chissà.
Resto sempre molto basito, da ignorante qual sono, di come passino o non passino opere e raccolte fra le barriere linguistiche e di mercato.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum