consigli fantascienza "strana"


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
zonapasto
Scaraburra
Messaggi: 5
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 09:56    Oggetto: consigli fantascienza "strana"   

per quanto infantile  "fantascienza strana" può dare una corretta indicazione di quello che sto cercando. provo a spiegarmi: è da molto che sento una grande necessità di trovare un libro o un film di fantascienza che affronti le problematiche più profonde della mente e della conoscenza, che metta in scena il grande altro, la rottura dei confini del pensabile, che sbaragli le coordinate del reale e del possibile. cerco insomma un libro/film poetico e filosofico che mi faccia dire: "ma cosa diavolo ho difronte?"

 I libri e film che conosco i quali secondo me hanno queste caratteristiche sono:
1-primo di tutti Stalker/picnic sul ciglio della strada (l'alieno/grande altro è così incomprensibile da non riuscire a descriverlo, e il mondo descritto sembra specchio della mente del protagonista),
2-Solaris (il libro devo ancora leggerlo) 
3-Cronache Marziane (per l'aspetto estremamente poetico)
4-Guida galattica per autostoppisti (per il profondo messaggio filosofico che permea tutto il romanzo)
5-tutti i libri di Shackley
6-2001 odissea nello spazio 
7-videodrome ci Cronenberg
8-possession di Polanski
9- flatlandia
10-the lobster, yorgos Lanthimos
11-her, spike jonze

se vi viene in mente qualsiasi cosa ve ne sarò immensamente grato!
Nirgal
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1757
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 11:07    Oggetto:   

Tematica molto interessante, ma anche molto personale, per esempio la guida galattica non l'avrei messa, Her l'ho trovato molto bello ed interessante, ma un po' troppo vicino alla realtà e per tutta la visione mi sono chiesto quanto fosse simile a Galatea 2.2 di Richard Powers.
Powers è sicuramente uno scrittore che pur non andando a toccare la fantascienza, inserisce forti connotazioni filosofico scientifiche ai suoi romanzi, è anche uno che scrive bene, pur essendo a volte un po ostico.

Personalmente metterei nella categoria:
The City & the City (La città e la città) di China Mieville
Embassytown sempre di Mieville non mi ha fatto impazzire come romanzo ma è decisamente alieno.
Blindsight di Peter Watts variazione interessante sul tema dell'intelligenza nell'universo.
Il ciclo The Dream Archipelago di Christopher Priest
The Arrival / The story of your life di Ted Chiang, meglio il racconto del film.

Storicamente come film aggiungerei The Matrix, i primi di Nigth M. Shyamalan e Alejandro Amenabar, specialmente Apri gli occhi (Abre Los Ojos)
Potrebbe essere incluse anche serie come Sense8 o The OA

Se mi viene in mente altro aggiungo.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5856
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 13:36    Oggetto:   

Nirgal ha scritto:

Blindsight di Peter Watts variazione interessante sul tema dell'intelligenza nell'universo.

Consiglio anche Echopraxia sempre di Peter Watts,che racconta cosa succede sulla Terra ... e dintorni nel frattempo e fornisce tutto un altro punto di quel che sta succedendo.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5856
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 13:50    Oggetto:   

Poi anche parecchia della roba recente di Neal Asher è decisamente del genere che interessa a zonapasto.

CI sarebbe ad esempio "The Owners' Trilogy"  ( "The Departure", "Zero Point" e "Jupiter War" ) che ha il vantaggio di essere una serie di tre romanzi a se stante.

Oppure sempre di Neal Asher i romanzi ambientati nell'universo narrativo della Polity.

I primi sono cyperpunk + space opera "normali" ma poi progrediscono in direzioni sempre più "fuori di testa"/"larger than life" sia a livello di azione che esistenziali tra distruzione totale e trascendenza.

Tipo l'ultima serie di romanzi incentrati sulle "malefatte" di Penny Royal
(una decisamente terrificante AI "malvagia" che si rivela essere molto più "complicata" di quanto apparisse nei libri precedenti) e dei suoi compagni di viaggio (più o meno volontari) verso la redenzione o la trascendenza.
La cosa più insolita è il livello di azione ultraviolenta su scala planetaria (ed oltre) mixata con problemi filosofico/esistenziali.

L'unico problema è che i romanzi della Polity si gustano meglio se letti nell'ordine di uscita cronologico ed i primi sono decisamente all'acqua alle rose rispetto a quello che arriva poi (Muah! Ah! Ah! ...  AH! Devil )
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 16:00    Oggetto:   

Mi sembrano cose che hanno poco a che fare tra di loro.
Ad ogni modo provo: Acqua, luce e gas di Matt Ruff, la trilogia degli illuminati di Shea e Wilson, Noir di Jeter, un libro a caso di Lieber, Cristalli sognanti e Qualche goccia del tuo sangue di Sturgeon, Snow Crash di Stephenson, La macchina della realta' di Sterling e Gibson, Utopia Pirata di Bruno Argento.

Poi boh ci sarebbe molto, specialmente tra il weird.
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5185
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 18:24    Oggetto: Re: consigli fantascienza "strana"   

zonapasto ha scritto:

...
se vi viene in mente qualsiasi cosa ve ne sarò immensamente grato!

Come supponevo, non ti mancheranno gli spunti.
Nirgal
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1757
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 21:00    Oggetto:   

a proposito di "ma cosa diavolo ho difronte?" direi che una citazione la merita sicuramente Philip K. Dick Smile
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 21:54    Oggetto:   

ah poi be' ci sarebbe un po' tutto Lem, partendo dalla Cyberiade. ed i fratelli Strugasky. ed ovviamente i libri di China Mieville.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Sab 22 Apr, 2017 21:58    Oggetto:   

Tra gli altri media ti sei dimenticato della produzione a fumetti "indipendente" di Warren Ellis: da Bacio Morboso a Planetary passando per Transmetropolitan (che tanto deve a Jack Barron Show di Spinrad, altro libro ed altro autore che potresti considerare nella lista). 
Rodia
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1831
Località: Arrakeen
MessaggioInviato: Lun 24 Apr, 2017 16:21    Oggetto:   

Come accennato prima China Mieville ma in generale il New Weird. Ma vista l'estrema chirurgia della parola con cui China scrive i suoi libri l'originale sarebbe meglio. In italiano non rende per niente.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 5061
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 24 Apr, 2017 21:40    Oggetto:   

Beh, se vuoi qualcosa di strano, l'ovvio è il New Weird Smile (o il Bizarro, ma lo cito solo perché ne ho sentito parlare, non ho ancora letto nulla). A tal proposito darei una occhiata alla collana "VaporTeppa", curata dal Duca (cercati il blog Gamberetti Fantasy se vuoi approfondire il tipo [lo cura la morosa/moglie del Duca, ma Dio li fa e poi li accoppa]).
Dick: Le tre stimmate di Palmer Eldrich, senza dubbio alcuno, e poi Ubik, senz'altro.
Ci metterei Ricambi di M.M.Smith, decisamente duro. Oserei citare anche Evangelisti con Eymerich, forzando e calcando un po' la mano.
China Mieville, ma viriamo un po' fuori dalla SciFi... Embassy Town l'hanno già citato ma a me è sembrato una palla al piede. Perdido Street Station, che è molto più eccitante, ma non lo catalogherei nella SciFi, più nel Fantastico. Ma il New Weird, è un genere a sé.
2001 non lo vedo poi "strano" però. Quindi dovresti forse chiarire cosa intendi per strano Smile
La città lineare di Di Filippo è strano? 
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Mar 25 Apr, 2017 06:18    Oggetto:   

Evangelisti piu' che Eymerich direi Pantera.
E be' giustamente i Connettivisti.
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1441
MessaggioInviato: Mer 26 Apr, 2017 10:40    Oggetto:   

Transmetropolitan di Walter Jon WIlliams. E' FS? E' fantasy? E' solo una speculaizone su cosa dovrebbe fa reun governo per arrivare all'utopia e i prezzi da pagare, con tutti i pezzi che cadono nel frattempo? E' rivalsa sociale o solo un complotto?

Cmq, filosofico è una parola che piace da mattia  chi non sa niente di filosofia, quindi purtroppo non aiuta molto...
Anche perché una buona critica letteraria, ossia quella del lettore verso i lettori, è fatta di analisi di un testo con tutti i suoi livelli, quindi  trovare tematiche serie nelle pieghe di una narraizone avventurosa è cosa assai comune.

E poi, non per essere pignolo, ma chiedere di FS "strana" è una tautologia: per definizione la FS esce dal seminato del normale e vira in territori che mai avremmo immaginato. E in genere - a parte il senso del meraviglioso - si ritrovano gli stessi problemi che ha il mondo "reale". Per cui spesso cambia l'approccio del lettore alla materia più che altro.

Per cui, passando anche al lato pratico: vai su IBS e scegli i remaiders e gli usati, spesso la Armenia è in sconto al 50% e più e ha ottimi libri. Urania in genere è il punto di riferimento principale, sia per disponibilità (tipo Jack Barron e L'eternità di Spinrad, uscito da pochissimo in edicola e già consigliato da altri - che cirtica gli "alternativi", il giornalismo, la politica accomodante) così come nelle bancherelle e nelle librerie dell'usato. Se trovi nomi d'annata come Ballard (il suo Condominium è una discesa negli inferi della psiche collettiva) ma anche John Brunner, vai sul sicuro.
Anche la casa editrice Nord si trova spessisimo nell'usato, molti nomi citati li troverai lì.
Una casa editrice moderna è la Delos, e troverai molto materiale interessante (e spesso fa campagne promozionali): suggerisco ad esmepio L'azzeccagarbugli e il Re delle Scimmie, che è meno FS ma fortemente problematico - come tutta la produzione di Ken Liu.
A questo punto consiglio un altro paio di case editrici:
http://www.futurefiction.org/it/
https://aliaevolution.wordpress.com/2016/03/31/alia-un-post-definitivo/

Così il problema maggiore sarà come leggere tutta 'sta mole di roba. E potrai leggerla con l'occhio divertito di chi si svaga, l'aria di sufficienza e il comparativismo del lettore consumato, la criticità del dottore in lettere e filosofia oppure l'angoscia dell'esistenzialista, ossia il filosofo che vive più che pensare.
Perché se la filosofia è maestra di vita, allora è la vita e come affrontarla il vero senso ultimo del pensare. Quindi un libro di avventure o torbidi intrighi può essere più finalistico di un convegno o di un salottino di discussione.
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3935
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Mer 26 Apr, 2017 13:18    Oggetto:   

Sul genere strano-disturbante, ho letto recentemente Accelerando (Stross): a me è parso tale.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 5061
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 26 Apr, 2017 14:41    Oggetto:   

Accelerando è la resa letterale in chiave narrativa di "La singolarità è vicina" di Ray Kurzweil. 
Leggere quest'ultimo testo aiuta moltissimo nella comprensione del primo.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum