Consiglio su ambientazione fantascientifica


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Autore Messaggio
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1404
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 16:33    Oggetto:   

L'ambientazione ricorda la guerra contro gli cthorr

https://it.wikipedia.org/wiki/David_Gerrold

Le idee in campo sono veramente tante, devi capire quale ti convince di più o se c'è qualche spunto che consolida un tuo punto di vista magari a sfavore di altri.

Se serve qualche idea per coniugare i punti salienti, eccone qualcuna: a voler introdurre uno stravoilgimento delle leggi fisiche si potrebbe pensare che cambi qualche costante dell'universo. L'idrogeno del sole non brucia più come prima, le reazioni chimiche esplosive si sono rarefatte e il tempo per studiar eun cambio teconologico è stato fin troppo breve, quindi l'uso di armi adatte è drasticamente diminuito. Potrebbe esistere qualcosa di pesante a livello di calibro, ma sarebbe molto raro (qualche rimasuglio dei famosi super soldati essenzialmente). L'uso dell'elettricità è impossibile o quasi, con la conduttività resa quasi nulla, nessuna onda radio è più possibile.
Il pulviscolo sarebbe effettivamente superfluo e la scarsità dei materiali possibile quanto il contrario, il difficile sarebbe la lavorazione.
Gli alieni potrebbero essere stati solo di passaggio: il cambio delle leggi fisiche potrebbe aver deviato un loro sistema di trasporto, oppure potrebbero essere arrivati da una "interferenza" tra due mondi paralleli, ognuno con le sue leggi fisiche (interferenza adesso interrotta o conclusa in maniera stabile).
Forse è stato incidente o forse no, solo una conseguenza sgradita.
Oppure ancora, potrebbero essere stati attirati da qualcosa (la terra era al bordo della sfera di espansione del cambio cosmologico e ancora conservava risorse accessibili in tempi raigonevoli?), ma qui la vedo più complessa come cosa.


Penso che la sensazione di una situaizone troppo complessa sia dovuta allo spazio esiguo con cui devi far fronte nell'esporre le cose.
Se riesce a fare una esposizione più ordinata (passato/presente/futuro - scenario attuale/retroscena - azione attuale/scopo del gioco) probabilmente nno solo metti in ordine le tue idee ma renderai meglio sia il prima che "l'adesso".

L'uso della Terra deve tener conto dell'alzamento o abbassamento delle maree o della deriva dei continenti se il tempo trascorso è molto. I cambi genetici potrebbero non essere spotanei ma usati per adattare l'uomo al nuovo ambiente ostile.
L'uso delle armature con le armi da fuoco è attestata fin quasi al 1700, ovviamente dipendeva dalla diffusione e dalla potenza di fuoco. Se i secondi sono tali da rendere inutile qualsiasi armatura, la risposta ce l'hai già.

Prova anche a porre/porti domande dirette e sintetiche, riuscirai ad avere risposte migliori.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5487
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 17:11    Oggetto:   

Francesco_A ha scritto:


Grazie per la tua risposta Davide, cosa intendi per stravolgimento? Io preferirei per semplicità lasciare le cose il più possibile come sono dando solamente pochi cambiamenti importanti ma gestibili.

Mi spiego: immagino che trattandosi di un gdr a te interessi creare un contesto in cui sia giustificata l' immagine dei modellini, la strategia di gioco, l' evoluzione di classi di personaggi ed un ambiente geografico e sociale affine al nostro mondo ma con sviluppi differenti.
Ok, elimini le forze aeree e crei una sorta di Warhammer 40.000 piu' vicino ai nostri giorni, con meno pretese tecnologiche e mi pare di capire senza substrato teologico.
Pero' se vuoi creare un fattore di impatto emotivo sarebbe piu' interessante fare in modo che tutta la tecnologia legata all' aviazione non sia solo temporaneamente inutilizzabile ma il "giorno zero" (evento bianco, ecc) sia un punto di non ritorno, un qualcosa che muta le condizioni precedenti e renda definitivamente inutilizzabile la vecchia logica su cui si applicava la tecnologia aerea.
Insomma o dopo bomba, ma uffa e comunque i dopobomba non sono cambiamenti davvero definitivi (fatta salva l' estinzione, ma non e' questo il caso del tuo gioco), o devi alterare le leggi della fisica.
Ed ovviamente non sono in grado di suggerirti una buona strada, pero' mi pare che qualcuno ti abbia dato qualche dritta a riguardo.
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 17:21    Oggetto:   

Francesco_A ha scritto:

Beh, no, la guerra dei mondi non credo. Vorrei che fosse più biologica e meno tecnologica, sia perché sarebbe qualcosa di diverso (non proprio originale, ma ormai si è visto di tutto) sia perché vorrei che gli alieni fossero proprio totalmente alieni a noi, qualcosa di diverso imperscrutabile sia nel loro essere fisico sia nei loro scopi, qualcosa di davvero incomprensibile e per questo ancora più orrorifici. Con la vastità dell'universo e delle sue risorse un invasione aliena ha poco senso a dire il vero, per questo motivo preferisco non dare una ragione, qualche indizio qui e là, ma alla fine non c'è uno stretto bisogno di giustificarla, serve solo come antefatto (ma che abbia un certo fascino).

I miei consigli sono semplici:
1-Tutti gli elementi chimici presenti sulla Terra, li ritrovi nello spazio, anche su sassi spaziali e pure in grande quantità, quindi la Terra non ha proprio niente di speciale.

2-Quello che ha di speciale la Terra, è che ha (vita + vita intelligente) e questo è ragione sufficiente, per spiegare visite aliene pacifiche al pianeta Terra.

3-il topic guerra dei mondi è logoro IMHO.

4-Se in ogni caso, cerchi uno scenario da "guerra dei mondi" mixato Smile con "la macchina del tempo" bisogna che t'inventi una causa di guerra sufficientemente credibile e meno ermetica o fantasy palloccolosa Smile
Ad esempio come quella di V-Visitors: terrestri ed animali come scatolette simmenthal per supportare una guerra spaziale altrove con altre civiltà galattiche. Oppure un'invasione per colonizzazione con esproprio del pianeta Terra (con stessa atmosfera e stesso habitat). Per cui IMHO dovresti togliere tutto il tecnologico possibile e limitarti a lavorare sopra l'ipotesi massiccio attacco biologico. Sia perchè sarebbe la forma di guerra più efficiente, prendendo il pianeta senza sparare un solo colpo d'arma protonica, sia perchè sono propri i virus alieni a preoccupare NASA (vedi quarantena astronauti nel 1969) oltre alla coerenza con peste, vaiolo ed altre amenità asperse volontarimente od involontariamente dagli Occidentali in nord e sud America, falcidiando la popolazione locale. 

5-Non ha senso IMHO mettere la gente nei rifugi sotterranei, non ci sarebbe tempo sufficiente per allestirne in caso di guerra biologica tra 1mese ed 1 anno. E comunque i superstiti nel mondo sarebbero 4 gatti: non più di 1 milione di persone, ammesso che durino i filtri NBC dei bunker, poi finirebbe la corrente elettrica e la gente morirebbe di fame, lottando nei rifugi in modo animalesco per sopravvivere un giorno in più per non uscire e venire contaminati e quindi uccisi. Oppure ci sarebbe un silenzioso ed ordinato suicidio di massa dei civili, mentre i pochi militari darebbero un assalto kamikaze, non avendo più nessuno da proteggere o dove stare.

6-E se i rifugi sotterranei già ce ne fossero, ad esempio per resistere al climate change, allora... non ci sarebbero molti vantaggi per gli alieni nel conquistare Smile un habitat terrestre già devastato. 

7-Escludendo gli effetti speciali dei film sul genere da guerra dei mondi che tengono su trame inconsistenti, l'ipotesi "alieni vs terrestri nascosti sotto terra" potrebbe avere un potenziale senso, se l'invasione aliena con espropio del pianeta, implicasse anche una nuova terraformazione con un habitat diverso. Nel qual caso, suggerisco come spunto:
http://www.dailymotion.com/video/x2lc7hj_stargate-sg-1-s04e09_tv

8-I giochi da tavolo oggi tirano poco o niente, meglio se scrivi un app per videofonino, ancora meglio un esecutivo in SQF per Arma da giocarsi online Smile oppure un PDF.

Poi, sentiti libero di fare come ti pare Smile
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5487
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 17:37    Oggetto:   

Per curiosita', hai mai letto il fumetto 2700?

http://www.fantascienza.com/869/2700

https://www.google.it/search?client=opera&q=fumetto+2700&sourceid=opera&ie=utf-8&oe=utf-8&channel=suggest&gws_rd=ssl

Con tutte le differenze del caso, qualche elemento comune c'e' (anche se nel loro caso la componente fantasy e' predominante e la sf e' trattata sottotraccia come elemento rivelatorio, oltre alle ovvie differenze di trama).
Francesco_A
Agguantatore a strisce
Messaggi: 18
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 21:23    Oggetto:   

Grazie per il tuo commento Fedemone.
Non conoscevo la La guerra contro i Cthorr, cerco di procurarmelo. Comunque, qui non c'è storia, più che una guerra è un massacro e a parte una resistenza a verso la metà dell'invasione gli umani perdono e si ritirano.

Sono d'accordo con te, devo condensare lo spazio. Di fatto ho scritto molto di più, preso appunti etc. infatti c'è molto di più. Volevo comunque vedere se l'impianto centrale a giudizio di altri regge o è troppo pretestuoso/poco credibile.

Aggiungendo qualche altro punto:
- Il portale mi serve e mi serve aperto: le famiglie nobiliari aderiscono ad una sorta di consiglio nobiliare, nato per gestire i rapporti fra le casate ed evitare una guerra globale (qua e la è presente qualche armamento nucleare e tutte le casate minacciano di esserne in possesso). Il consiglio gestisce i rapporti fra le casate, e in teoria dovrebbe eleggere un imperatore planetario (ma stiamo parlando della sola europa, allo stato presente dell'ambientazione nessuno sa cosa sia successo al resto del mondo e alcune spedizioni esplorative sono già partite), in realtà non si elegge mai nessuno, il consiglio è sempre in stallo su questo punto. Come impone una pace di facciata il consiglio? Perché tramite il portale commercia con entità aliene, non i primi che hanno conquistato e poi abbandonato la terra, ma altre entità che si spingono fino alla terra. In cambio di armi tecnologiche, di cui però sulla terrà si può fare poca manutenzione, viene dato qualcos'altro, cosa può dare un pianeta spogliato dove le materie prime scarseggiano è un mistero. Di fatto il consiglio è la maggiore potenza del pianeta, con armi all'avanguardia anche per nostri standard e che risultano efficace anche nella nebbia. Il consiglio però è limitato, centilena le sue risorse e sopratutto non si muove senza che ci sia accordo fra le casate (un voto di maggioranza contro una casata ne determina la fine, quindi, almeno ufficialmente tutti si comportano bene).

- La nebbia da il tono dark che mi piace molto, davvero tanto. Si può comunque togliere, non dico no, però se rimane continua a tenere a freno lo sviluppo tecnologico.

- I legionari mi servono perché riappariranno e la cosa mi pare gustosa. Oltre alle loro armature hanno poteri in grado di gestire campi energetici (immaginative un lottatore super veloce che tira pugni e calci energetici... qualunque cosa voglia dire Very Happy Avevano anche un altra particolarità, erano dei cloni, una volta morto uno la sua coscienza si reincarna in un suo clone. Questo era un espediente per sopperire all'elevata mortalità e garantendo che ci siano rimpiazzi con già alta esperienza e addestrati. Un clone infatti ricorda la sua vita passata. Di fatto alcuni sopravvivono sulla superficie del pianeta, non si esclude che ci sia anche qualche intera legione da qualche parte nel mondo. Riappaiono singolarmente, spesso sono alla caccia di altri Legionari, potendo assorbire parte del potere degli avversari sconfitti. Sono anche indeciso se lasciare le armature dei legionari come preziose reliquie molto ambite dai nobili.
Inoltre, una delle casate si appropria dei segreti dei legionari e tramite una serie di protocolli standard (non avendo computer o macchinari sofisticati, o meglio qualcuno, che funzionicchia, lo hanno) tentano ibridazioni genetiche tirando fuori mostri di genere vario (quando ci riescono)

Ecco, non metto altra carne al fuoco per il momento. Mi interesserebbe anche un parere sui super guerrieri (legionari purtroppo è da cambiare).

L'abbassamento e l'innalzamento del mare è una cosa a cui non avevo riflettuto. Essendosi raffreddata, la terra dovrebbe avere calotte polari più estese e mari più bassi, di conseguenza, vicino all'equatore zone di terra più estese, mentre all'estremo nord e sud il giaccio dovrebbe coprire i paesi scandinavi e forse anche parte della gran bretagna, come faccio a calcolare una cosa del genere?

Hai ragione sulle domande dirette e sintetiche.

DAvide Siccardi, hai azzeccato con il wh40k; io lavoro proprio in questo settore. Di fatto è dura tenersi lontano di wh40k, influenzandomi non solo a lavoro ma anche perché ci sono praticamente cresciuto.
Io avevo pensato di rendere il punto di non ritorno la presenza della nebbia (effettivamente non lo avevo pensato cosi elegantemente come stai facendo tu), forse un troppo fantasy come cosa, ma scenica.
Si , generosamente, tutti stanno dando un parere o un consiglio o entrambi.
No, non lo letto a dire il vero, ma la presenza dell'inquisizione un po' mi fa storcere il naso (nei giochi da tavolo è spesso presente e preponderante, mi ha scocciato anche se ha il suo fascino, indubbiamente. GRazie per la segnalazione comunque, vedo di darci un occhio domani.

Chip65CO2, grazie ancora per il tuo tempo, rispondo voce per voce:

1- Concordo
2- Si, effettivamente non avevo pensato in questi termini
3- Vero
4- Polloccolosa? Very Happy  Beh, però un invasione, anche se non standard, mi da molti spunti. Lo scopo principale è quello di creare un gioco da tavolo, e quindi gli spunti visivi, quelli che puoi mettere in immagini o sculture è molto importante. Per quanto un invasione portata avanti con virus è un ottimo espediente letterario è difficile tirare fuori qualcosa di forte impatto visivo e che sia riportabile anche in soggetti tridimensionali.
5- Ecco, hai trovato un punto debole. L'andare sotto terra mi serve per resettare tutto e dare alla nuova popolazione che esce dai rifugi un nuovo mondo, uguale ma e al tempo stesso nuovo al precedente da colonizzare, da scoprire e contro cui lottare (in alcuni casi). Io avevo pensato che dall'inizio dell'invasione alla definitiva rotta passassero circa una 15ina di anni, troppo pochi? Possiamo comunque allungare il periodo, il che non sarebbe neanche male, visto che in questa maniera ho più margine per descrivere le azioni e creare una sorta di legenda attorno ai super soldati.
6- concordo anche qui, vedi punto sopra.
7- Era da tanto che non vedevo e leggevo cosi tanto di fantascienza Very Happy Me lo guarderò sta sera a letto.
8- Ti sbagli, lavoro nel settore, su Kickstarter giochi da tavolo arrivano a incassare in preodrine fino a 9 milioni di dollari. Paradossalmente, dopo il boom iniziale, oggi guadagnare con le app è assai difficile, c'è talmente tanta concorrenza che per i piccoli emergere è davvero molto, ma molto difficile, sopratutto da quando le grosse ditte hanno iniziato ad investirci sopra. Pensa, lavoro al gioco da circa 11 anni, fra battute d'arresto, riprese con vigore e di nuovo bloccando tutto. Ora è arrivato il momento.
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 22:05    Oggetto:   

Ci sta tutto, compresa la nebbia che davvero fornisce un ottimo ingrediente per tenere alto il senso di inquietudine e di mistero. Penso a "The mist' di King e alle entità che si aggirano nel suo chiaroscuro. 
Quindi ben venga, ma senza essere troppo onnipresente. 
Magari dopo un tot di anni i superstiti tornati alla luce, diventano consapevoli dell'esistenza di molte zone della tera dove il fenomeno - di cui hanno sentito parlare nelle cronache narrate - è costante.
Decidi tu se leggere il ciclo della "guerra contro gli Cthorr" (sono 4 bei tomi e neppure molto leggeri perché trattano temi che vanno ben al di là di mere questioni belliche), ma ti consiglio a mia volta di prenderne qualche spunto per quanto attiene le modifiche all'ecosistema terrestre che tale invasione determina.
Non mi convince molto l'idea della quasi scomparsa delle armi da fuoco; con tutte quelle che girano oggi, fatico a conciliare la cosa anche con un esilio sotterraneo di un centinaio di anni o più. Diverso discorso per qualche tecnologia più avanzata (tipo armature degli ex legionari).
Io il sole non lo toccherei troppo, perché ritengo ci vogliano decine di millenni perché brilli di meno. In compenso vale quanto sopra: la presenza di ampie zone "mutate" e di ampie zone dove permane "la nebbia" ( e i suoi insiti misteri), che aveva fatto da prologo alla devastante invasione passata.
Non so se lo hai contemplato - o se lo hai già accennato - ma tanto per aggiungere carne al fuoco non escluderei il fatto che una parte della popolazione sia sopravvissuta in superficie.
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 3111
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 23:00    Oggetto:   

Non sarà magari attendibile scientificamente se vuoi inserirlo nella tua storia, ma comunque questa è l'estensione dell'area coperta dai ghiacci in Europa durante l'ultima glaciazione: 

https://en.m.wikipedia.org/wiki/File:Weichsel-Würm-Glaciation.png 

Vedi tu se può esserti utile...

Edit: cavolo, nemmeno un link si riesce a inserire in maniera decente... Dovrai copiarlo a pezzi...
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Mar 07 Mar, 2017 23:02    Oggetto:   

Citazione:
Francesco_A ha scritto:

5- Ecco, hai trovato un punto debole. 
6- concordo anche qui, vedi punto sopra. 


perchè hai fatto una trama troppo palloccolosa Smile 


Citazione:
Francesco_A ha scritto:

7- Era da tanto che non vedevo e leggevo cosi tanto di fantascienza Me lo guarderò sta sera a letto. 


la puntatona di stargate.sg1 della terraformazione automatica per far rinascere una civiltà aliena in stasi, ti apre parecchie possibilita Smile di definire il pianeta terra come meglio credi.



Citazione:
Francesco_A ha scritto:

L'andare sotto terra mi serve per resettare tutto e dare alla nuova popolazione che esce dai rifugi un nuovo mondo, uguale ma e al tempo stesso nuovo al precedente da colonizzare, da scoprire e contro cui lottare (in alcuni casi). Io avevo pensato che dall'inizio dell'invasione alla definitiva rotta passassero circa una 15ina di anni, troppo pochi? Possiamo comunque allungare il periodo, il che non sarebbe neanche male, visto che in questa maniera ho più margine per descrivere le azioni e creare una sorta di legenda attorno ai super soldati. 



lo avevo capito Smile

IMHO allora sarebbe utile togliere le vecchie armi da fuoco, togli la polvere da sparo e tutte le minkiate fantasy e medioevali, se non c'era possibilità dei terrestri quando erano tecnologici, la resistenza fatta con armi ancora più primitive sarebbe schiacciata in un secondo dagli occupanti alieni.

Quindi parti dall'astronave orion Smile con terrestri già dotati d'armi ad energia diretta.
https://www.youtube.com/watch?v=KQXJNb1tkCI

fai perdere i terrestri nello scontro terrestri VS flotta di navi spaziali aliene che terraformeranno la terra, ma salva le città terrestri sott'acqua, che essendo nascoste sott'acqua e ricavando energia geotermica, potrebbero coltivare sottoterra ed estrarre ossigeno dall'acqua, ed avere fabbriche & know how & scienziati per retro-ingegnerizzare in stile HALO WARS le armature aliene, per poter combattere quasi ad armi pari gli alieni, con una pervicace resistenza terrestre (come oblivion) fatta da colpi di mano e piccoli ingaggi contro le città aliene costruite nella porzione del pianeta terra ri-terraformato per la cultura aliena e presidiate dalla fanteria, aviazione, marina, droni, navi spaziali in orbita i quali per qualche ragione (scissione sociale aliena interna alla società che ha scoperto solo dopo che è rinata, d'aver quasi estinto una precedente cultura intelligente che popolava la terra) nonostante lo strapotere militare, non organizzano mai un attacco risolutivo contro i terrestri sott'acqua (inversione Smile di plot di Matrix). Avrai cosi' spazio nel gioco, per strategie, tattiche, armi, personaggi ecc... inclusa una quinta colonna aliena (come in V-Visitors, Stargate SG1) che potrebbe aiutare la resistenza terrestre.

Smile
Francesco_A
Agguantatore a strisce
Messaggi: 18
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 06:31    Oggetto:   

Grazie Antha, anche per il tuo apprezzamento.  Si avevo in mente anche The Myst e il suo tema orrorifico e si, la nebbia è presente un po' dappertutto ma in certe zone è decisamente più fitta (valpadana Very Happy), l'avevo pensato cosi e in effetti c'è pure l'appunto, ma ne ero dimenticato sul momento, questo risolve anche il problema sollevato con Paolo7 a proposito delle piante che faticherebbero a crescere (problema che infatti avevo risolto in questo modo).

Sono sempre più convinto di abbandonare il tema del sole che si spegne (però fa tanto dark e sa tanto di mistico, a tale proposito avevo iniziato a rivedere le religioni odierne in base all'evento.

Subito dopo la fuoriuscita dai rifuggi sotterranei le armi sono sparse un po' ovunque, col tempo però i nobili ne accentrano dove possono il possesso, avendo difficoltà nel riprodurle e non solo (un popolo disarmato è più facile da controllare). Le armi da fuoco non scompaiono quindi, la gente è consapevole della loro esistenza anche perché i nobili non mancano di ostentarle, solamente, essendoci difficoltà a riprodurle (e le più complesse non posso esserlo) sono stretto appannaggio dei nobili, praticamente fuori dal commercio e utilizzate con parsimonia (perché ho immaginato che la procedura per creare bossoli sia poco pratica senza  macchinari industriali, vedremo cosa mi diranno degli esperti a proposito. Quindi nelle battaglie, più o meno grandi, a meno che non sia presente direttamente un nobile o suoi reparti d'élite non ci saranno armi da fuoco. Questo dovrebbe permettere il ritorno delle armature, per chi può permettersele, anche perché, a causa della nebbia, le armi da fuoco non sono cosi efficienti come oggi, sono sempre devastanti, e chi le ha vanta un grosso vantaggio, ma sono meno precise e sopratutto hanno una gittata ridotta.

Si, qualcuno è sopravvissuto in superficie, ma ne parliamo più avanti, anche perché in teoria dovrebbero essere quelli che hanno capito meglio di altri cosa erano gli Alieni perché si sono trovati più a stetto contatto, il che vorrebbe anche dire dare poi una spiegazione più ampia del loro significato e dei loro scopi (spiegazione che al momento non ho)

Paolo7, grazie, utilissima questa mappa! Mi sembra strano però che lo stretto di Gibilterra non si sia chiuso.

Chip65CO2, grazie di nuovo per il tuo intervento. Le tue proposte sono ottime ma vuol dire rivedere tutta l'ambientazione da capo, il che è assolutamente fattibile, voglio però, prima di farlo, testare a fondo questa e vedere dove e se migliorabile.
Secondo te, quanto tempo serve per costruire dei rifuggi sotterranei abbastanza ampi sparsi per il globo? una quindicina di anni come preventivato non è un tempo fattibile?

Per tutti, prima di esporvi altri aspetti, dei super guerrieri che ne pensate? Io avevo immaginato che ricevessero una sorta di impianto al torace, che li fornisse di nanomacchine (troppo abusate di questi tempi?) che non solo ne potenziano le caratteristiche fisiche, ma che gli permettono di generare campi energetici sia per proteggersi (alla donna invisibile dei fantastici 4) sia per offendere (con pugni e calci e mazzate varie in stile cavalieri dello zodiaco per chi l'avesse visto. 

Del Consiglio e del commercio con gli alieni che ne pensate? E del fatto che disponga di armamenti futuristici? A me piace molto lo stridente contrasto con il resto della popolazione che quando va bene ha spada e armatura.
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 3111
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 09:40    Oggetto:   

No, lo stretto di Gibilterra non era chiuso, anche se il livello del mare era inferiore di 120 metri rispetto ad ora:

https://www.thelocal.es/20150313/strait-of-gibraltar-was-serengeti-of-the-med

L'articolo fornisce anche dati interessanti sul clima locale, fauna, flora, ecc.
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 10:30    Oggetto:   

scenario da guerra dei mondi => plot logoro => occorre una ragione d'invasione credibile.

Es d'invasioni aliene IMHO plausibili: 

Caso 1 [ ... ] vedi mio post di: Mer 08 Mar, 2017 17:34 

Caso 2
flotta aliena robotica in carenza d'energia che per salvare la propria popolazione in stasi, terraformizza la terra. Ambientazione distante futuro, le metropoli sulla terra sono distrutte dagli alieni o da una terraformazione globale del pianeta, si salvano solo poche metropoli sotto il mare, dove riesce a sopravvivere know how scientifico e capacità produttive limitate. potenziale spazio nello scenario per un'interazione incidentale di una seconda cultura aliena.

Pregi: la terraformazione permette grande spazio di manovra. Le città sottomarine già esistenti permettono di costruire lo scenario che desideri, avendo know how per ingegnerizzare nuove armi (entro certi limiti). Ci sono molti ruoli possibili tra terrestri ed alieni. Terrestri (che scantonano il confronto per paura e non vogliono combattere, terrestri che cercano un accordo di pace con gli alieni, terrestri che vogliono combattere con le armature HALO retroingegnerizzate da tecno aliena, terrestri che tradiscono terrestri per morte tua vita mea ed ottenere vantaggi tecnologici dagli alieni). Alieni (ostili, meno ostili che si limitano a contenere i sabotaggi della resistenza terrestre, alieni che cercano la pace e convivenza con i terrestri, quinta colonna aliena ossia alieni che ripudiano la loro civiltà perchè non sapevano che la terraformazione automatica era stata fatta su un pianeta già abitato). Grande spazio di gioco a tecnologia, armi, strategie ed alleanze e doppio giochismi, tattiche di guerra, effetti speciali ecc... sopratutto alla quinta colonna aliena che impedisce sempre sistematicamente un attacco alieno massiccio alle città subacque terrestri per eradicare il fastidioso problema del terrorismo & resistenza terrestre che provoca continui danni d'entità comunque limitata. Nel plot c'è pure spazio per altre culture aliene (amiche, nemiche, degli alieni che hanno terraformizzato oppure del tutto indifferenti a ciò che accade sulla Terra oppure che pur essendo indifferenti ne rimangono coinvolti in favore/sfavore di qualche fazione).

Difetti: togli la polvere da sparo, togli le minkiate fantasy da medioevo, togli le armi da taglio. Usa solo armamenti tecnologici (es HALO) anche perchè se i terrestri già armati d'armi ad energia diretta hanno perso la guerra contro la flotta aliena che ha terraformizzato, di certo una resistenza terrestre combattuta a spintoni o con spade medioevali (ossia armi ancora più inefficaci) sarebbero stroncate ancora più facilmente dagli alieni. Tantomeno è crdibile (come in HALO) che gli alieni possono combattere a spintoni e mazze e con armi da taglio (come gli apache) perchè altrimenti non sarebbero alieni tecnologici ma una cultura assai meno tecnologica (vedi Avatar)


My 2 cents.

Poi sentiti libero di fare cosa ti pare.


Ultima modifica di chip65C02 il Ven 10 Mar, 2017 19:24, modificato 2 volte in totale
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 14:09    Oggetto: Re: Consiglio su ambientazione fantascientifica   

Francesco_A ha scritto:
Salve
...
Sto sviluppando un'ambientazione per un gioco da tavolo fantascientifico...
...
Dal punto di vista delle regole mi serve qualcosa che limiti l'utilizzo e l'efficacia delle armi da fuoco e a lungo raggio e renda inutilizzabile tutti i tipi di locomozione area... In soldoni...

Nel 2100...gli eventi vengono preceduti dall'indebolimento del sole...
...  un portale si apre sulla terra... invasione aliena...alla shoggoth di Lovecraft...
... si propaga una nebbia nerastra...inutilizzabili gli apparati elettronici...difficoltoso il volo degli aerei e le armi da fuoco...
... le nazioni... progetto di super guerriero... soldati dotati di armature speciali ... riescono a contenere il danno...alieni/shoggoth...sono solo lacchè di esseri più evoluti
...legioni spazzate ....popolazione....in enormi bunker sotterranei... non in contatto fra loro.
Passano secoli...non c'è più traccia dei nemici all'esterno.
...alcuni escono... terra molto diversa...rovine...costruzioni aliene...foreste...animali alieni... piante sconosciute.
...nebbia e' sempre li come il portale e il sole è sempre debole e freddo...forte carenza di minerali...
.... Le armi da fuoco sono ancora presenti, alcune anche tecnologicamente avanzate (armi automatiche), ma la produzione è problematica......meno efficaci.... a causa della nebbia sempre presente... poco diffuse e molto preziose.
I nuovo nobili... litigiosi, si danno battaglia con l'arma bianca...non mancano fucili e pistole e cannoni, usati con parsimonia...

Chiedo venia.
Ritengo sia il caso di fare una sintesi di quanto aveva inizialmente postato  Francesco, perchè rapiti come siamo stati dall'entusiasmo, corriamo il rischio di voler snaturare tropo le sue idee originali.
Credo che abbia metabolizzato la questione "sole" (meglio lasciarlo come è e riservare le zone d'ombra a quelle dove permane la nebbia).
Su altre non entrerei troppo in merito; se vuole ipotizzare un portale (magari potrebbero essere più di uno) con avanguardie lovercrafkiane, prendiamolo per buono.
Tra l'altro a mio modo di vedere si coniuga bene con l'ipotesi nebbia (si propaga dai portali: per questo forse potrebbero essere di più; modifica dell'ecosistema).
Ma a naso non mi piacciono mostri del tutto immuni alle armi nostrane. Forse la "caduta della civiltà" o di buona parte di essa, dovrebbe dipendere più dal caos generato dall'arrivo in massa di queste entità, prima ancora di una loro eventuale quasi invulnerabilità. 
Non mi è chiaro quanta parte del gioco coprirebbe "il primo tempo" (invasione e sconfitta umana) e quanta il "secondo" (uscita alla superficie e ambientazione su terra in parte divenuta ostile).
Direi che c'è quasi spazio minimo per almeno un paio di edizioni.
Una o più incentrate sulla prima parte... una o più sulla seconda.
Continuo a rimuginare sulle armi.
Se davvero si deve "contenere" la loro successiva valenza, forse l'aspetto dovrebbe essere più legato alla necessità di un risparmio delle munizioni (non ci sono più fabbriche per realizzarle... e le generazioni sotterranee hanno anche perso parte delle competenze tecnologiche dovendosi orientare ad altro per sopravvivere), più che a una effettiva perdita della loro efficacia. 
Una domanda: orientativamente dopo quanti decenni o secoli secoli pensi di far ritornare alla luce i bunkerati?
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1404
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 14:29    Oggetto:   

Chip ultimamente sta dando il meglio di sé, devo dirlo. Le sue idee sono buone, vedi se si sposano con quello che avevi in mente.

perché in effetti ci sono così tante cose che rendere il tutto coerente nonché credibile risulta complesso.

Ad esempio, come ti è stato fatto notare, devono per forza essersi rifugiati sotto terra? Non si sopravvive molto in quelle condizioni... Dubito che sia un espediente possibile, soprattutto in tempi brevi come quelli ipotizzati.
Se per azzerare un mondo, ricorda ch el'impero romano si azzerò senza che le persone scomparissero per riapparire. Semplicemente se cadono i presupposti cade tutto quello che ci poggia, dalla società alla tecnologia.
A parte che le persone potrebbero essersi rifugiato sotto terra, sott'acqua, in antartide, sotto cupole, si fanno addormentare per 100 anni e via dicendo, ma appunto non è in realtà necessario che siano del tutto tagliati fuori e scomparsi da quelche parte.
Se trovi il meccanismo per cui certe cose non funzionano più, allora la società si trasforma fin troppo velocemente e tutto torna senza forzature eccessive.

Quindi dovresti caratterizzare meglio il tuo pulviscolo, che impedisce il volo a vista (non che si perda, diventa inutile e quindi obsoleto), il passaggio di onde elettromagnetiche (quindi anche radar - il cosidetto clutter) e via dicendo.
Se vuoi che le cose smettano di funzionare, è un conto (quindi ci vuole uno stravolgimento forte, tipo la fisica stessa) se vuoi che le cose smettano di essere funzionali, è un altro (quindi serve una spiegazione più semplice).
Le piante muoiono senza luce ma alcune potrebbero adattarsi, ci sono anche i funghi appunto, la luce non penetra e il mondo si raffredda.
Allora potresti dare una caratterizzazione migliore alla nebbia: magari funziona per densità, ci sono punti dove è più densa e non funziona nulla e altri dove è meno densa dove almeno le armi da fuoco funzionano. Potrebbe essere un elemento essenziale alla respirazione degli alieni, ma i portali devono essere più di uno (altrimenti perchè non gettare tutto quello che uno ha lì sopra?), anzi ovunque. Alcune zone sono pesantemente contaminate (appunto ci sarebbero anche problemi respiratori, una spiegaizone in più per le armature?) altre meno.
Ma nessun rifugio sotterraneo, quanto una convivenza difficile e sofferta.
Il medioevo successivo è strettaemtne necessario? Chip non ama per nulla derivazione del genere, ma quel che propone effettivamente ha una sua logica forte. Vedi cosa ti serve di più di quello che hai pensato e magari vedi di scartare lo scartabile.

Per le capacità delle armature: ok sono belle (anche io sono cresciuto a pane e cartoni, eh) ma spiegarle...
Un modo sarebbe il seguente: nuove armi absate sulla nebbia stessa. Magari un attrito tra nebbia particolarmente densa genera energia. Certo non è semplice imbriglairla, ma sarebbe al stessa differnza tra una bomba atomica e una centrale nucleare. La prima fa danni ed è un'arma, la seconda è un oggetto estremamente complesso che imbriglia questa forza. Magari c'è stat tempo per fare armi ma non per usare queste forze in altra maniera.
Certo le leggi della fisica non scompaiono: niente si crea, niente si distrugge, tutto si trasforma. Un pugno ad alta energia significa che questa energia la prendere da quelche parte. Per sfruttare questa nebbia bisogna convertire una energia nota in qualcosa di nuovo - altrimenti 'ste armature le avremmo già, no? Però visto che  arriva la nebbia e arrivano le armature, beh, una connessione logica tra le due ci può essere.
Magari anche il solo attrito, per cui basta che un vortice abbastanza forte per scatenare questa forza.
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 3111
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 14:57    Oggetto:   

Non so se Francesco verrà a capo di tutto il materiale che gli avete fornito, ma questo è diventato comunque un topic molto stimolante, brain storming di qualità. Very Happy
Francesco_A
Agguantatore a strisce
Messaggi: 18
MessaggioInviato: Mer 08 Mar, 2017 15:33    Oggetto:   

Salve a tutti e scusate per la tarda risposta. Il lavoro preme.

Chip, grazie di nuovo per il tuo contributo e per il tempo che mi dedichi.
Sono assolutamente d'accordo con quanto dici, ovvero che le invasioni della terra sono trite e ritrite, per questo motivo avevo pensato a qualcosa di diverso, come giustamente dice Antha, di stampo lovecraftiano: qualcosa che attacca senza uno schema preciso, in maniera disumana, incomprensibile. Avevo dimenticato di menzionare che le creature che fuoriescono da portale (avvolto da nebbia e tempesta) arrivano in maniera esponenziale, da prima lentamente, per questo avevo stimato una quindicina di anni o giù di lì. Inoltre, non si tratta di un offensiva organizzata, le creature si muovono a casaccio lungo il pianeta, sono quasi non senzienti e se sono senzienti la loro logica è totalmente aliena. Non vorrei usare gli alieni classici in nessun caso (che troppo spesso sono emuli di una qualche cultura o natura umana), tanto che, nell'ambientazione presente non ci sono alieni ostili o direttamente coinvolti (se escludiamo animali e piante mai viste prima e probabilmente impiantate durante l'assenza del genere umano)

In base a cosa si fonda la tua convezioni che il limite massimo di persone stanziabili nel sottosuolo sia un milione circa e che possano sopravvivere per un massimo di sei mesi?

Un altro degli obiettivi dell'ambientazione è quella che a prima a vista dovrà apparire come un fantasy un po' spureo, ma avere la credibilità, il rigore, ed elementi sparsi, tipici della fantascienza man mano che si procede e si approfondisce.

Grazie di nuovo Antha. Non avevo pensato a più portali ad essere sincero, effettivamente potrebbe essere un dubbio che attanaglia.

La tua idea della caduta della civiltà a causa del disordine e dello sconvolgimento portato dai mostri è bellissima. Su due piedi però mi chiedo come sarebbe possibile che si organizzi una qualche forma di resistenza, si costruiscano rifuggi o altro.

Si, hai ragione, sono stato poco chiaro con i tempi. Ho immaginato che il collasso delle difese e quindi la rotta avvenga in tempi brevi, entro una generazione umana sicuramente. Sotto terra (o altro rifugio) stanno per un paio di secoli, quindi dall'uscita e al tempo presente dell'ambientazione 500 anni a anche un millennio (questo per radicare la nuova nobiltà e dargli anche un cospicuo background).
Il punto scottante sta proprio sulle armi da fuoco, devono esserci ma non devono farla da padrone (sia per una questione di regole sia per un accostamento assai forte che dovrebbe anche essere distintivo dell'ambientazione.
Si, le munizioni sono anche quello che avevo pensato io, dovrebbe essere il punto debole. Però, a fare un archibugio so bravi tutti se si conoscono poche regole di chimica e si riesce a fondere una canna, da lì la scarsità di risorse (che però pregiudica anche la creazione di armamentario tecnologicamente meno avanzato come armature e spade.

Forse non tutti hanno chiaro quanto siano complesse le ambientazioni di giochi odierni, WH40000 parte dal 30esimo millennio della nostra terra, quando gli uomini avevano costruito un impero galattico caduto in disgrazia e va avanti per 10000 anni per tutta la galassia con una quantità di mondi descritti, razze aliene di vario genere (4 principali più un altra varietà solamente descritti in uno o due libri al massimo) il tutto in un centinaio di libri e fumetti e forse anche più
Inoltre, è importante che ci siano elementi riproducibili sia con immagini d'impatto che con modellini (si tratta di un prodotto commerciale a tutti gli effetti e deve avere un look forte, accattivante).

Un altro punto, per quanto anacronistico, lo scontro in corpo a corpo è assai più figo ed elettrizzante di qualsiasi scambio di colpi (OK, eccetto John Wich (si chiama cosi) ma occhio che quello del prima film era un corpo a corpo con armi da fuoco a ben vedere), inoltre i giochi che si limitano ad uno scambio di fuoco da un lato all'altro non li ho mai tollerati molti, mentre riducendo efficacia e gittata ecco che lo scontro diventa più tattico. Ricordate anche questo aspetto, è una cosa su cui faccio attenzione.

Grazie per tuo contributo FEdemone.
Si per azzerare il tutto potremmo anche pensare di addormentare tutti da qualche parte, il vantaggio di pensare che continuino a stare rintanati sotto terra, a organizzarsi e magari rivoltarsi contro le autorità precedenti all'interramento, inotlre da il tempo affinché l'esterno cambi e il mondo che trovano è sempre quello ma diverso.

Sto ricordando adesso che pensavo di far alimentare le persone grazie all'acquaponica, mentre per l'elettricità usare i fiumi sotterranei per sviluppare quel minimo di energia elettrica.  Rimane, però, come suggerito da Chip, il problema del tempo necessario a costruire le basi sotterranee.

Si, sono assolutamente d'accordo con quanto dici della nebbia che necessità di avere qualità particolari, e credo che userò quanto hai illustrato a proposito. Per semplicità mi ero limitato e affibbiargli dell'elettromagnetismo (fatto che credo possibile).

si, il medioevo è necessario, caratterizza il tutto molto bene, è familiare, e come detto fa da contrasto a tutto il resto in maniera a mio avviso visivamente efficace.

Concordo anche sul fatto delle armature, e la tua idea della nebbia come fonte di energia è davvero molto bella, mi piace molto. Di ragiono su.

Edit: Spero di non dare l'idea di essere arroccato sulle mie posizioni ad ogni costo. Anche se ho già iniziato a produrre qualcosa (immagini e modellini) sono disposto a cambiare tutto pur di avere qualcosa di ancora più valido, ma di certo non su due piedi. L'ambientazione è cambiata tantissimo negli anni, la prima cominciava con una colonia in un pianeta lontano, da qualche parte, dove ritrovano un portale sospeso nello spazio e da cui fanno salti arrivando ad altri portali (un po' come gateway), i nobili c'erano pure lì, c'erano pure gli alieni e altro, da li è mutata fino a tornare sulla terra Smile

Oh, il sole torna a splendere poveraccio, taglio questo punto definitivamente.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Libri e consigli Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum