Samarcanda, Scifi e l'ineluttabilità del destino


Autore Messaggio
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4912
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 24 Feb, 2017 10:06    Oggetto: Samarcanda, Scifi e l'ineluttabilità del destino   

Colgo l'occasione di questo bell'articolo pubblicato su QueryOnLine per proporre un nuovo argomento di discussione, che non sia al solito la politica Smile

http://www.queryonline.it/2016/10/19/il-trillo-del-diavolo-samarcanda/

L'articolo parla di Samarcanda, la bellissima canzone di Vecchioni.
Sebbene si pensi altrimenti, non è una canzone allegra, è piuttosto il racconto, peraltro pare molto antico, risale addirittura ai Talmud Babilonesi, sull'ineluttabilità del destino e della morte.
Ossia, la profezia che si autoavvera. Infatti a fine canzone esclama la Morte:


Samarcanda ha scritto:

Sbagli, t’inganni, ti sbagli soldato
io non ti guardavo con malignità,
era solamente uno sguardo stupito,
cosa ci facevi l’altro ieri là?
T’aspettavo qui per oggi a Samarcanda
eri lontanissimo due giorni fa,
ho temuto che per ascoltar la banda
non facessi in tempo ad arrivare qua.


E qui viene il collegamento con la SciFi. 
In molti modi gli autori di SciFi hanno trattato il tema della preveggenza, a cominciare dal Prof. Asimov, con la sua psicostoria, e a Dick con i suoi mutanti.
E tutti inevitabilmente hanno dovuto affrontare il tema del destino: la previsione permette di evadere il destino, o inevitabilmente esso si deve avverare? 
Forse il modo più elegante per evitare il conflitto è stato proposto da Asimov stesso, con gli assiomi sottendenti la psicostoria, anche se alla fine ha dovuto introdurre l'elemento "ex machina" del robot con capacità psichiche straordinarie, in grado di alterare la mente altrui, e la "legge zero", per rendere il tutto più solido e coerente.
Dick invece con i suoi veggenti ha dovuto rendere tutto "confuso" (stocastico direi) al fine di lasciare libertà ai personaggi, e rendere coerente la preveggenza con il libero arbitrio.
Ma altre soluzioni? Mi viene in mente il film "[url=https://it.wikipedia.org/wiki/The_Butterfly_Effect_(film)]The butterfly effect[/url]", che si rifa', secondo wikipedia, a Ray Bradbury (personalmente non ho letto il racconto), lì la prospettiva è rovesciata, e l'escamotage è l'effetto del caos. Verosimile.
Ancora Dick, in Next, la preveggenza è un vantaggio per il mutante che ne è dotato, che può prendere decisioni sulla base di ciò che vede con qualche minuto di anticipo. Più che preveggenza sembra una capacità analitica illimitata. Da questo racconto è stato tratto l'omonimo film, gradevole e forse più centrato sul tema (il romanzo si focalizzava più sull'invasione che sulla preveggenza).
Che ne pensate? Quali altri autori hanno dato un bel contributo al tema? E voi, come la vedete?
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 986
MessaggioInviato: Ven 24 Feb, 2017 12:43    Oggetto:   

E' sempre materia ostica andare a discutere di determinismo e libero arbitrio.

Secondo me siamo ancora vittime del pensiero illuminista, in cui la scienza può tutto, e questo nonostante la scienza stessa abbia messo dei paletti alle proprie capacità con indeterminazioni e non completezze.

La psicostoria resta uno dei miei approcci preferiti, lascia campo alla capacità degli esseri viventi di tamponare eventi futuri negativi, ma senza permettere che il corso degli eventi sia stravolto. Inoltre lavora fuori dall'esperimento, un po' come l'ideale misura che non modifica lo stato dell'osservabile (fino a certi limiti, ovvio).

La preveggenza fine invece mi lascia quasi sempre scettico. Certo se ne possono ricavare grandi spunti e opere, ma, forse di nuovo per qualche sorta di indeterminazione, se riesci a focalizzare bene un punto per poi modificarlo, beh, perdi il controllo sul contorno. Forse questo spiega l'esistenza del rapporto di minoranza, l'inaccessibilità completa al futuro perché le singole azioni possono comunque modificarne i piccoli dettagli (ma non il quadro generale, "a la Asimov", a patto che la ricetta di sopra funzioni meglio).

Ero già a conoscenza della lettura di Samarcanda, e l'ho sempre trovata una canzone affascinante, nella semplicità di porre il problema, come accade spesso con i piccoli racconti mitologici.
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Ven 24 Feb, 2017 23:59    Oggetto:   

Il futuro non è noto e non è scritto Smile

IMHO definendo

Pronostico: una valutazione razionale su un evento futuro, ove il velo oscuro dell'asimmetria informativa sul futuro (che non è noto e non è scritto) è solo parzialmente disvelato, se ci si riferisce ad eventi complessi o semplici, causati da fenomeni socio-economici (scienze sociali, definite in uno spazio di problemi aperti).

Previsione:  una valutazione razionale su un evento futuro, ove il velo oscuro dell'asimmetria informativa sul futuro (che non è noto e non è scritto) è quasi totalmente disvelato, sia circa eventi semplici o complessi, se causati/governati da fenomeni fisici/astronomici, chimici, biologici (scienze dure, definite in uno spazio di problemi chiusi). Vi sono infatti problemi chiusi che danno esito a soluzioni deterministiche, quanto problemi chiusi che danno esito a soluzioni probabilistiche.

Pronostici e previsioni sono contenuti nella Sapienza di un soggetto.

La preveggenza invece appartiene alla Conoscenza di un soggetto ed è una cosa diversa dalla Sapienza. 

Preveggenza: conoscenza piena e certa circa un evento futuro non ancora concretizzatosi, tale informazione è proveniente da fonti non razionali, perchè il futuro non è noto e non è certo.

Il destino è definibile da curve di probabilità che governano gli eventi, dove nulla è assolutamente certo esistendo sempre un'alternativa ancorchè governata da probabilità infinitesime. Sfortunatamente tali valori non sono noti a priori rispetto ad un evento, perchè il futuro non è noto e non è scritto e non è certo.

Il libero arbitrio è la capacità dei soggetti, di fare scelte ed interazioni che possono concorre a cambiare il contesto/un evento semplice, ed anche il suo "effetto a catena di eventi" (evento complesso), causando la ineluttabilità o la non ineluttabilità di un destino. Il destino resta descrivibile da proprie curve di probabilità che non sono note ai soggetti (perchè il futuro non è noto e non è scritto e non è certo) e che con il libero arbitrio, si possono cambiare le curve di probabilità del destino.

La storia è una sequenza di eventi, l'intelletto umano cerca di razionalizzarne la dinamica dandone un significato.

La profezia autoavverante è un pericoloso fenomeno sociale, ben noto in economia, quanto Smile un utile espediente letterario per l'hard scifi.

Nella fantascienza un viaggiatore temporale che provenisse da futuro amesso che non possa viaggiare fuori dalla propria linea temporale, sembrerebbe un essere preveggente per le popolazioni poste del passato, essendo gli eventi incapaci di modificarsi, mentre in realtà il viaggiatore temporale sarebbe sapiente (essendo gli eventi già accaduti per il viaggiatore temporale, ed incapaci di modificarsi all'interno della linea temporale:autoconsistenza di novikov). 

Nella fantascienza un viaggiatore temporale proveniente dal futuro se potesse viaggiare a sua insaputa o meno, fuori dalla propria linea temporale, allora sembrerebbe un essere molto sapiente per le popolazioni poste nel passato, essendo gli eventi capaci di modificarsi (anche per il punto di vista del viaggiatore) aprendo a linee temporali alternative/universi alternativi.

Nel Fantasy "il lettore niente deve dimandarsi sulla coerenza di un racconto fantasy, perchè si vuole così, colà dove si puote", per cui la conoscenza é sinonimo di sapienza, la consapevolezza del futuro è una profezia e come tale, la profezia è sia ineluttabile quanto falsificabile, perchè esiste sempre un espediente letterario che permette all'autore di storie fantasy, di fare quel che cazzo gli pare Smile
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum