Il paradosso di Fermi non è un paradosso


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 5056
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 29 Giu, 2016 14:49    Oggetto: Il paradosso di Fermi non è un paradosso   

Alcuni spunti riguardo il cosiddetto "Paradosso di Fermi".

https://medium.com/through-the-optic-glass/il-paradosso-di-fermi-bd374bd5fcc1#.vyhjrmvs3

Personalmente non conoscevo le idee di Hart e Tipler, in particolare l'uso da parte di quest'ultimo di macchine autoreplicanti.
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3934
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Mer 29 Giu, 2016 17:41    Oggetto:   

La vignetta di Calvin è fantastica.

Una ipotesi di macchine autoorganizzantesi è abbastanza diffusa in sf: mi viene in mente ad esempio in Anderson sia nella serie di Flandry sia in quella di Van Rijn, anche se l'origine non era extraterestre ma terrestre. Un ritorno di macchine di origine umana d'altronde si vede anche con Vyger.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14789
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 30 Giu, 2016 10:58    Oggetto:   

MI fa piacere che non sia di Fermi, l'avevo sempre considerato una stupidaggine, ma almeno non è sua.
Lidia Zitara
Hortha Hortha
Messaggi: 116
Località: Regno delle Due Sicilie
MessaggioInviato: Gio 30 Giu, 2016 20:07    Oggetto:   

Be', comunque non riesco a capire perché lo stesso non si possa applicare a Dio. "Non sono qui, quindi non esistono", varrebbe per tutte le divinità. Ovviamente la divinità fa un peso e una misura a sé.
In ogni caso mi sembra assurdo dire che non esistono alieni perché NOI non li abbiamo mai visti, quando la porzione di spazio che conosciamo direttamente tramite osservazione con sonde e non con telescopi è così ridotta che è come se io dicessi che non ci sono gatti  a Versailles osservando l'angolo di un battiscopa.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5856
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Gio 30 Giu, 2016 23:36    Oggetto:   

Lidia Zitara ha scritto:
Be', comunque non riesco a capire perché lo stesso non si possa applicare a Dio. "Non sono qui, quindi non esistono", varrebbe per tutte le divinità. Ovviamente la divinità fa un peso e una misura a sé.
In ogni caso mi sembra assurdo dire che non esistono alieni perché NOI non li abbiamo mai visti, quando la porzione di spazio che conosciamo direttamente tramite osservazione con sonde e non con telescopi è così ridotta che è come se io dicessi che non ci sono gatti  a Versailles osservando l'angolo di un battiscopa.

Poi c'e' anche da dire che non sappiamo davvero cosa cercare.

E' probabile che nessun civiltà aliena sprechi tempo a trasmettere segnali simil-radiofaro
(anche qui da noi abbiamo fatto qualche breve trasmissione, nulla di più)
e con il passaggio a metodi di trasmissione ottimizzati per segnali digitali (per sfruttare nel modo più efficiente possibile le varie bande di frequenza) le nostre stesse trasmissioni radio più potenti assomigliano a rumore bianco  sulle distanze interstellari ( e ad esse si sovrappongono le ben più potenti emissioni radio solari ).

Abbiamo identificato vari mondi potenzialmente abitabili da forme di vita a base carbonio ma basta un "dettaglio" differente dalla Terra per renderli inabitabili e non abbiamo idea di quali possano essere dei veri indicatori di presenza di civiltà aliene.
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1440
MessaggioInviato: Ven 01 Lug, 2016 12:28    Oggetto:   

E poi, cercare forme di vita basate sul carbonio... Non sarei sorprese se le prossime forme di vita incontrate saranno basato su altro
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 125
MessaggioInviato: Sab 02 Lug, 2016 18:44    Oggetto:   

http://paleocontatto.blogspot.it/2015/11/seti-setv-intelligenze-aliene-in-visita.html

Quanti modi ci sono per gli alieni di arrivare a visitare la Terra?!

a) effettuando voli spaziali subluce (ma prossimi alla velocità della luce) con motori propulsi da antimateria e con alta tecnologia per la sospensione della vita dell'equipaggio

b) costruendo arche spaziali a velocità subluce

oppure

c) usando motori a WARP drive e raggiunggendo velocità superluminali

oppure

d) disponendo di motori che creano Wormhole artificiali (sfruttando la teoria dei ponti dell'iperspazio di Einstein-Rosen)

Allo stato attuale della tecnologia terrestre, le ipotesi più plausibili sono la a) & b) assai più fantascientifiche le opzioni c) & d).

Il SETI nei suoi lunghi anni di ricerca ha collezionato segnali radio provenienti dallo spazio profondo, che non hanno una causa naturale?!

https://it.wikipedia.org/wiki/Segnale_Wow!

Si!, sono detti falsi allarmi e sono stati (apparentemente) tutti scartati perché tali registrazioni non si sono piu' ripetuti nel tempo, almeno per la logica SETI, di un'interurbana aliena interstellare con le onde radio 

Tuttavia i segnali raccolti esistono, sono tracce cioé fatti di origine non naturale.

Quale potrebbe essere la causa dell'improvvisa scomparsa del segnale radio interstellare?! 

Banalmente perché l'astronave aliena si muove, a differenza del monitoraggio astronomico di una stella, occorre tracciare la sorgente del segnale UFO con opportune ricerche radioastronomiche, per riuscire a rilevare almeno un altro punto, da cui inferire la sua rotta siderale. In tutte le conferenze SETI che potete trovare su youtube, questo semplice pensiero viene sempre rigettato dal SETI e nessuno lo prende in considerazione salvo il SETV.

E' stato mai fatto?!
Con tutti quei dati raccolti dal SETI, IMHO non é plausibile ritenere che non l'abbiano fatto, solo che non é mai stato comunicato al pubblico, IMHO per ragioni di sicurezza nazionale.


La nostra galassia é più vecchia del nostro sole che é una stella abbastanza giovane nata molto tardi. Ci sono molte stelle assai più vecchie e non sono nemmeno troppo lontane. Poi ci sono tanti pianeti extrasolari che gradualmente l'astronomia scova. Gli astronomi hanno pure calcolato la probabilità che la terra potrebbe già essere stata visitata da alieni in un lontano passato. Nonostante tutti questi fatti, l'archeologia vive nel suo cassetto chiuso della sua scrivania ed ignora una domanda che sorge spontanea, incrociando questi fatti.
http://paleocontatto.blogspot.it/2015/08/libreria-di-ufologia-e-paleoufologia.html
jetscrander
Horus Horus
Messaggi: 5510
MessaggioInviato: Sab 02 Lug, 2016 19:38    Oggetto:   

Paradossalmente sono d'accordo!!!
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6183
MessaggioInviato: Lun 04 Lug, 2016 02:25    Oggetto:   

Scusate ma io lo trovo un punto di partenza su cui riflettere, nemmeno lontanamente una sorta di teoria tantomeno teorema/regola che dimostri qualcosa. Sarebbe un po' come dire in Europa nel 2000ac "siccome con nessuna piroga si può arrivare in america, allora gli indiani non esistono". Il che non è solamente falso, è doppiamente falso e non prova nulla.

Se siete diventati della generazione del vedere qui c'è un video che lo spiega.
https://www.youtube.com/watch?v=sNhhvQGsMEc
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1440
MessaggioInviato: Lun 04 Lug, 2016 13:52    Oggetto:   

chip65C02 ha scritto:
http://paleocontatto.blogspot.it/2015/11/seti-setv-intelligenze-aliene-in-visita.html

Quanti modi ci sono per gli alieni di arrivare a visitare la Terra?!

a) effettuando voli spaziali subluce (ma prossimi alla velocità della luce) con motori propulsi da antimateria e con alta tecnologia per la sospensione della vita dell'equipaggio

b) costruendo arche spaziali a velocità subluce

oppure

c) usando motori a WARP drive e raggiunggendo velocità superluminali

oppure

d) disponendo di motori che creano Wormhole artificiali (sfruttando la teoria dei ponti dell'iperspazio di Einstein-Rosen)

Allo stato attuale della tecnologia terrestre, le ipotesi più plausibili sono la a) & b) assai più fantascientifiche le opzioni c) & d).

Il SETI nei suoi lunghi anni di ricerca ha collezionato segnali radio provenienti dallo spazio profondo, che non hanno una causa naturale?!

https://it.wikipedia.org/wiki/Segnale_Wow!

Si!, sono detti falsi allarmi e sono stati (apparentemente) tutti scartati perché tali registrazioni non si sono piu' ripetuti nel tempo, almeno per la logica SETI, di un'interurbana aliena interstellare con le onde radio 

Tuttavia i segnali raccolti esistono, sono tracce cioé fatti di origine non naturale.

Quale potrebbe essere la causa dell'improvvisa scomparsa del segnale radio interstellare?! 

Banalmente perché l'astronave aliena si muove, a differenza del monitoraggio astronomico di una stella, occorre tracciare la sorgente del segnale UFO con opportune ricerche radioastronomiche, per riuscire a rilevare almeno un altro punto, da cui inferire la sua rotta siderale. In tutte le conferenze SETI che potete trovare su youtube, questo semplice pensiero viene sempre rigettato dal SETI e nessuno lo prende in considerazione salvo il SETV.

E' stato mai fatto?!
Con tutti quei dati raccolti dal SETI, IMHO non é plausibile ritenere che non l'abbiano fatto, solo che non é mai stato comunicato al pubblico, IMHO per ragioni di sicurezza nazionale.


La nostra galassia é più vecchia del nostro sole che é una stella abbastanza giovane nata molto tardi. Ci sono molte stelle assai più vecchie e non sono nemmeno troppo lontane. Poi ci sono tanti pianeti extrasolari che gradualmente l'astronomia scova. Gli astronomi hanno pure calcolato la probabilità che la terra potrebbe già essere stata visitata da alieni in un lontano passato. Nonostante tutti questi fatti, l'archeologia vive nel suo cassetto chiuso della sua scrivania ed ignora una domanda che sorge spontanea, incrociando questi fatti.
http://paleocontatto.blogspot.it/2015/08/libreria-di-ufologia-e-paleoufologia.html

Della serie, come entrare nella discussione sul "paradosso di Fermi" (visto che neanche è suo) ed ignorarla del tutto...
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14789
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 04 Lug, 2016 14:40    Oggetto:   

Scusa Chip65C02 ma dubito che qui dentro il tuo intervento troverà molti seguaci.

Agli UFO tutti credono, è normale, sono oggetti volanti non identificati, che però solitamente vengono identificati. Per un po', tipo lanciassi io ora un pallone sonda, verrebbe classificato come UFO, correttamente, per poi essere catalogato come merita, o, se non merita, neanche catalogato.

Il legame tra UFO e civiltà aliene, per quanto ne sappiamo ad oggi, è inesistente, se non nella cara vecchia SF.
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1440
MessaggioInviato: Lun 04 Lug, 2016 15:16    Oggetto:   

Soprattutto è difficile trovare seguaci in una teoria che contrasta con l'evidente "paradosso di Fermi", di cui si sta cercando di discutere, invece di tagliare corto alle conclusioni.

Cmq, un errore potrebbe essere cercare solo pianeti con un certo clima o che permetterebbero forme di vita al carbonio.

http://www5.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/biotech/2016/02/17/trovati-i-batteri-degli-inferi_fc0a8380-b2a7-40b4-9170-128455d36712.html

http://www.link2universe.net/2013-05-28/scoperti-batteri-estremofili-capaci-di-vivere-a-15%C2%B0c-nellartico/

http://www.repubblica.it/scienze/2010/12/02/news/nasa_batterio_alieno-9771648/

Esistono forme di vita (microscopiche quelle a noi note, vero, ma non escludibili a priori) che non rientrano nei parametri di ricerca, quindi allargando lo spettro dei pianeti possibili voe si può sviluppare al vita.
Ma temo che distanze e arco temporale di vita di una specie siano gli ostacoli insormontabili. E nel secondo temo ci sia anche il limite dovuto alla tecnologia, che più è avanzata più e devastante, rendendo instabile una intera civiltà (e il suo ecosistema)...

Cmq carino il video di _Kaos_, oltre a citare Galactus, Star Trek e altri, mi sembra di riconoscere l'astronave di Knights of Sidonia (che è una astronave generazionale che ingloba una cometa per sfruttarne le risorse, protagonista del manga omonimo)
Neil
Krell Krell
Messaggi: 756
MessaggioInviato: Lun 04 Lug, 2016 22:02    Oggetto:   

Non sono ufologo ma  chip c65c02 ha ragione da vendere . Noi primitivi non possiamo affatto SCARTARE A PRIORI che civiltà più evolute di noi di secoli , millenni o milioni d'anni possiedano astronavi in grado di percorrere anni e anni luce, il quesito sarebbe un altro: se esistono ed hanno le astronavi, che ciu verrebbero a fare sulla terra ? Noi x loro saremmo come un pigmeo x un uomo europeo, oppure una formica, non so se rendo l'idea, insomma x nulla degni di un qualche interesse. 
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 125
MessaggioInviato: Mar 05 Lug, 2016 14:43    Oggetto:   

Da dove provengono gli alieni?!

-Probabilmente partono da basi di prossimità aliene, poste in sistemi stellari vicini!.


-I nidi tecnologici sono posti probabilmente oltre i 200AL.


-La Terra é già stata visitata in passato da esseri alieni nel 6000AC-4100AC 


Sono seguite per t>4100ac sporadiche visite aliene, geograficamente sparse e frammentate nel tempo, per cui l'umanità non ha mai pienamente realizzato l'importanza di tali eventi, che hanno lasciato una alien footprint socioculturale nelle società umane datate t<1500dc, sempre più leggera. 

Oggi fa caldo Smile e non mi fa voglia d'intavolare un thread specifico, Smile per altro questo non é un forum ufologico, Smile poi sinceramente non mi frega niente Smile se non c'é nessuno che apprezza gli spunti razionali che porto.

La realtà é semplice: una cosa la si sa, oppure non la si sa. 

Se una cosa non la si conosce, allora si subisce l'asimmetria informativa verticale. 
Se vi tranquillizza, bevetevi il classico siringone: gli alieni non esistono e la razza umana é sola nell'universo oppure gli alieni esistono ma non potranno mai visitare la terra a causa delle grandi distanze siderali. 

Se invece siete curiosi, pragmatici, realisti allora saprete in internet c'é molta informazione, é raggiungibile a costo zero, semplicemente querando con raziocinio. E' tuttavia necessario consumare tempo, leggere, studiare, analizzare ed incrociare fatti, dati eventi reali e misurabili, fare conteggi, compilare con metodo razionale una ricerca a data mining, con cui bypassare facilmente l'asimmetria informativa verticale.

Per chi ha voglia, io suggerisco di partire da qui, avrete il vantaggio d'incontrare molta meno fuffa di quella che vi raccontano gli fuffologi classici oppure i debunkers, dato che entrambi i soggetti giocano Smile nella stessa squadra negazionista ma con ruoli diversi.
http://paleocontatto.blogspot.it/2015/08/libreria-di-ufologia-e-paleoufologia.html
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 986
MessaggioInviato: Mar 05 Lug, 2016 15:12    Oggetto:   

chip65C02 ha scritto:
Da dove provengono gli alieni?!

A me pare che il paradosso di Fermi si possa vagamente rendere come (fonte: wiki):

"Se l'universo e in primis la nostra galassia pullula di civiltà sviluppate, dove sono tutti quanti?"

o

"Se ci sono così tante civiltà evolute, perché non abbiamo ancora ricevuto prove di vita extraterrestre come trasmissioni di segnali radio, sonde o navi spaziali?

Mi sembra un po' diverso da: da dove vengono gli alieni? che toglie di mezzo proprio il "se".

A me pare di capire che alla fin fine si cerchi di rispondere a questa domanda con argomenti analoghi a quelli che si usano per il paradosso di Olbers, ossia un filtraggio delle sorgenti. Solo che mentre il paradosso di Olbers parte da un (molto a spanne) "se ci sono così tante stelle" e noi sappiamo che ce ne sono tante perché le vediamo, quello attribuito a Fermi parte da qualcosa che non sappiamo.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum