Apple rifiuta di implementare la backdoor


Vai a pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
Nirgal
Ghem-Lord Ghem-Lord
Messaggi: 1700
MessaggioInviato: Lun 22 Feb, 2016 10:05    Oggetto:   

il_Cimpy_spinoso ha scritto:
Citazione:
apple mette una backdoor, basta utilizzare un altro software per criptare dei dati che si vogliono proteggere


Certo, ma lo sanno fare in tre e hanno la pazienza di farlo in due. Tu di base cripti i tuoi sms e le tue chiamate?

Ok, ma loro vogliono vedere i miei sms e le mie chiamate o quelle dei terroristi Devil?
Perché il problema è li, se vogliono spiare le gente caso per i fatti loro, mi sembra "leggermente" illegale, se invece vogliono spiare dei terroristi, beh, l'impressione che se questi riescono a organizzare attentati di un certo livello siano anche in grado di installare un software cryptografico, sempre che non usino già altri mezzi meno noti per comunicare
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3861
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Lun 22 Feb, 2016 14:01    Oggetto:   

Il controllo sul terrorismo però travolge gli utenti comuni e la loro privacy.
Tanto più che i terroristi, se vogliono comunicare senza essere intercettati, hanno tanti modi per farlo... mi pare di ricordare che i vari servizi fossero un po' in difficoltà a tracciare conversazioni fatte all'interno di game online con mezzi non convenzionali, ad esempio scrivendo sui muri con sventagliate di mitra in partite private.
Il mezzo qui proposto (la backdoor) è più un comodo grimaldello per tutto il sistema, non la soluzione pensata e tarata sul singolo caso (alcuni aggiornamenti rilasciati dalla Apple stanno poi illustrando la cronologia degli avvenimenti e qualche piccola magagna da parte degli esperti informatici inquirenti).
Stiamo a vedere che succede.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mer 24 Feb, 2016 16:06    Oggetto:   

in pratica le autorità stanno mettendo in gioco il buon nome della apple per puro gioco d'azzardo. i famosi dati da scovare su questo fantomatico telefono cosa sarebbero: numeri di telefono di possibili colleghi del terrorista? stai fresco: se sono minimamente furbi utilizzano solo schede prepagate che son già stata buttate da diverso tempo. quelli dell'fbi non han mai guardato "homeland"?
Ermm
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4912
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 25 Feb, 2016 09:51    Oggetto:   

Cosa cercano non è dato sapere. Forse contatti e dati relativi ad altro tipo di comunicazioni su cui il governo non ha controllo (Telegram?). Ma potrebbe essere semplicemente un tentativo per creare un "paziente zero", o un gioco politico visto che è tornato alla ribalta il dibattito sulla crittografia.
Pare tuttavia che sia possibile accedere ai dati tramite qualche hack fisico... Se riesco a ritrovare il link ve lo posto...
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 3113
MessaggioInviato: Ven 26 Feb, 2016 09:29    Oggetto:   

Nuovo articolo di Attivissimo:

http://attivissimo.blogspot.it/2016/02/apple-vs-fbi-perche-apple-si-rifiuta-di.html


Il problema di fondo, spiega Cook, è che dal punto di vista tecnico è impossibile sbloccare quell’iPhone senza creare uno strumento (una speciale versione di iOS senza funzioni di sicurezza) che sarebbe in grado di sbloccare qualunque iPhone al mondo. Questa chiave universale sarebbe incredibilmente desiderabile per qualunque organizzazione criminale o per qualunque governo e quindi chiunque la custodisse sarebbe costantemente attaccato dai migliori intrusi informatici del mondo, compresi quelli assoldati dai governi stranieri.

Di conseguenza prima o poi il passepartout sfuggirebbe alla custodia di chiunque, compresa quella di Apple (che è l’unica in grado di crearlo, perché gli iPhone accettano soltanto software firmato digitalmente da Apple) e sicuramente di quella delle autorità federali americane, che (lo ha sottolineato Cook) si sono già fatte sfuggire i dati sensibili di milioni di americani in una serie imbarazzante di attacchi informatici.

Verrebbe insomma compromessa completamente la sicurezza di centinaia di milioni di utenti onesti che affidano ai propri telefonini informazioni sensibili come, per esempio, dati di lavoro, messaggi confidenziali o (altro esempio citato da Cook) i luoghi in cui si trovano i loro figli.



[...] E non va dimenticato che l’iPhone del terrorista è ora inaccessibile per colpa dell’FBI, che ha maldestramente cambiato la password dell’account iCloud associato a quel telefonino: se non l’avesse fatto, l’iPhone – spiega Cook – avrebbe depositato una copia del proprio contenuto sui server iCloud, dai quali Apple avrebbe potuto consegnarla alle autorità inquirenti.

In tutta questa vicenda pesa parecchio l’assenza di un’altra sigla di tre lettere molto celebre: NSA. A quanto risulta dagli atti, stranamente gli inquirenti finora non hanno chiesto aiuto a questi maestri dell’intrusione. È perché l’NSA non è in grado di scavalcare la sicurezza dei prodotti Apple, oppure perché è in grado di farlo ma non vuole che si sappia? Entrambi i casi sono imbarazzanti: il primo implica inadeguatezza e rivela i limiti delle capacità dell’NSA, mentre il secondo implica che nessuno può fidarsi dell’iPhone (specialmente imprenditori, giornalisti, politici o governanti stranieri).
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Tecnologia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum