Utilità e danno della psicostoria


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Autore Messaggio
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Lun 01 Feb, 2016 10:19    Oggetto:   

@ HappyCactus
Non so se te ne stai rendendo conto, ma chi ti legge, capisce che ti stai rendendo ridicolo.

Il mio consiglio é di andare a documentarti (o se preferisci, vai a studiare) perché temo che la lara in comunicazione, sia un po' leggerina dato che difetta di pensiero scientifico e/o conoscenza del mondo che ti circonda. 

E questo, sia chiaro, é detto amichevolmente, perché non ho voglia di accendere un flame. E non ho nemmeno voglia di aprire gratuitamente un corso di Economia, in un forum di Fantascienza, popolato da laureati in comunicazione, totalmente analfabeti d'economia o del mondo che gli circonda.

Ci sono i links a conferenze in inglese, in italiano, e quant'altro: usali se ne sei capace, magari ti rendi conto delle bestialità che vai dicendo Smile

Citazione:
Scusa, allora non capisco, di cosa stiamo parlando?

come in tutte le cose, l'importante é essere convinti.
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 982
MessaggioInviato: Lun 01 Feb, 2016 10:53    Oggetto:   

Boh...penso di essermi perso da qualche parte nella prima pagina di questo thread.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5487
MessaggioInviato: Lun 01 Feb, 2016 12:40    Oggetto:   

chip65C02 ha scritto:


E questo, sia chiaro, é detto amichevolmente, perché non ho voglia di accendere un flame. E non ho nemmeno voglia di aprire gratuitamente un corso di Economia, in un forum di Fantascienza, popolato da laureati in comunicazione, totalmente analfabeti d'economia o del mondo che gli circonda.

Smile
L' hai fatta un pochino fuori dal vaso senza accorgertene.
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Lun 01 Feb, 2016 15:01    Oggetto:   

forse si, forse no Smile

ROTFLMAO, ma una politica di diversificazione dei rischi di credito, non é una teoria macroeconomica.
La cartolarizzazione di mutui concessi a soggetti non affidabili dal punto di vista creditizio, indica in Greenspan un retropensiero socialista negli USA, oltre al retaggio della guerra fredda in spregio proprio alla teoria quantitativa della moneta, supponendo che il dollaro fosse perenne moneta di commercio internazionale, finendo tesaurizzato. L'insana diversificazione dei rischi bancari USA oltre i confini nazionali, non é una teoria economica, ma una rapina fatta alla UE (a causa della nascita dell'Euro, nell'idea errata USA un potenziale concorrente al Dollaro) dato che la FED non si chiese se l'aggregato di tutti questi comportamenti creditiziamente immeritevoli negli USA, producessero un punto di equilibrio economico stabile? (domanda zero di ogni studente di macroeconomia al primo anno) e perché la FED ha ignorato le indicazioni macroeconomiche di un mercato del lavoro molto elastico, che era già stressato da delocalizzazioni in Cina in quanto membro WTO.

ROTFLMAO, la costruzione di macchine da soldi con giochi a somma zero, prodotte dalla matematica finanziaria non sono teorie macroeconomiche, ma modelli di business usati nel settore del trading, il quale é una voce di ricavo, tra i molti voci di ricavo di un'azienda di credito.

ROTFLMAO, il problema del raggiungumento del break even per Fanny Mae & Freddie Mac, non ha  nulla a che vedere con il problema del consumatore di microeconomia
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 01 Feb, 2016 15:29    Oggetto:   

 chip65C02 ha scritto:
@ HappyCactus
Non so se te ne stai rendendo conto, ma chi ti legge, capisce che ti stai rendendo ridicolo.

Il mio consiglio é


Sono sicuro che i presenti sono perfettamente in grado di capire chi è il ridicolo qui dentro.
Ciao bello, torna quando avrai qualcosa da dire, e magari anche imparato ad usare gli accenti corretti, visto che per uno wannabewriter è abbastanza fondamentale.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5487
MessaggioInviato: Lun 01 Feb, 2016 16:00    Oggetto:   

chip65C02 ha scritto:
forse si, forse no Smile

Ma no, non hai capito.
Non ho seguito la discussione economica, non mi interessa molto: sinceramente mi sono un po' stancato dei soliti discorsi, dei soliti equivoci, delle solite piccole polemiche e quando da lontano vagamente mi appare di scorgere le solite polemiche declino e passo ad altro.
Ho gia' i miei problemi di acidita' di stomaco senza bisogno di rincarare la dose.

No e' proprio il "E non ho nemmeno voglia di aprire gratuitamente un corso di Economia, in un forum di Fantascienza, popolato da laureati in comunicazione, totalmente analfabeti d'economia o del mondo che gli circonda.".

E' che proprio non hai capito la composizione degli utenti del forum e ti sei prodotto in giudizi fondati esclusivamente su un paio di commenti a caso.
Nel tirare ad indovinare il profilo professionale e culturale degli iscritti (sotto gli pseudonimi) non "c' hai azzeccato".

Questo e' farla fuori dal vaso.
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3858
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Lun 01 Feb, 2016 17:59    Oggetto:   

chip65C02 ha scritto:
@ HappyCactus
Non so se te ne stai rendendo conto, ma chi ti legge, capisce che ti stai rendendo ridicolo.
...
come in tutte le cose, l'importante é essere convinti.

A parte tutto il resto, l'economia non mi pare onestamente molto in topic, qui il problema è che chi legge ha il diritto di farsi un'opinione, senza che venga imposta, messa in bocca e quant'altro
E' un comportamento che trovo particolarmente irritante ragionare per assoluti: io capisco che Hc non si sta rendendo ridicolo, ma discute civilmente; se questo rende me ridicolo, pazienza, l'importante è essere convinti Smile

Ah, piccolo inciso, attento che la Laura si offende se le salti una u! Very Happy
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 982
MessaggioInviato: Mer 03 Feb, 2016 18:34    Oggetto:   

Albacube reloaded ha scritto:
Ah, piccolo inciso, attento che la Laura si offende se le salti una u! Very Happy

Ah, ecco cos'era! Giuro, non ci ero arrivato. Grazie Albacube!
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14625
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 04 Feb, 2016 12:58    Oggetto:   

Macchiavelli con due C me l'hanno corretto alle superiori con una insufficienza (non importava più il resto di ciò che avevo scritto).
Cura forte, risultato duraturo. Non ho più sbagliato a scriverlo.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 04 Feb, 2016 16:05    Oggetto:   

Ricordo una cosa analoga al liceo, il prof di fisica. Scrissi "Accellerazione", e il prof mi commentò il compito così: "Scellerato si scrive con due elle".
Mai più sbagliato, son cose che ti segnano.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14625
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 04 Feb, 2016 17:26    Oggetto:   

Accellerare con due LL mi costò mezzo voto, e in più avevo scritto una cosa lunghissima, lasciandola in brutta...anche in brutta, mezzo voto, non si deve sbagliare neanche nel dubbio.
Ti scotti ma poi non sbagli.
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3858
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Gio 04 Feb, 2016 17:47    Oggetto:   

Ma che caso Laughing
Una C e due L (ed ero proprio convinto): uno dei miei strafalcioni più sottolineati in blu, di sempre!
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Gio 04 Feb, 2016 20:39    Oggetto:   

Io credo che lo strafalcione più grosso l'ho collezionato qui.
Un paio di anni fa nella sezione altri libri, annunciai che avevo letto "Quore di tenebra" .
Non ho idea di come mi fosse uscito. 
Tobanis mi disse che la sua versione era un poco differente Very Happy
Stefano M. Trucco
Morlock
Messaggi: 50
MessaggioInviato: Ven 05 Feb, 2016 16:41    Oggetto:   

Riportiamo la discussione su binari un po' più appropriati.
La lista di previsioni 'scientifiche' postata da Chip65CO2 è in buona parte farlocca e basata sull'equivoco, specie se pretendi di distinguersi dalle previsioni 'sbagliate' di quei romanticoni degli scrittori di fantascienza. Si potrebbe compilare facilmente una lista molto lunga di previsioni 'scientifiche' clamorosamente sballate (una delle mie preferite è quella, popolare verso la fine dell'Ottocento, secondo cui i popoli 'inferiori' - neri, gialli, bruni, rossi etc - erano in via d'estinzione, secondo le ferree leggi dell'evoluzione e della sopravvivenza del più adatto - guess who?)

Qui però vorrei dire qualcosa sul povero Douhet citato da Chipp65CO2.
Douhet è una gloria dimenticata e per ottimi motivi.

Pochi ricordano che vi furono bombardamenti aerei anche nel corso della Prima Guerra Mondiale (Zeppelin su Londra, per esempio). Inoltre i duelli aerei, militarmente poco significativi, vennero molto enfatizzati dalla propaganda. Visti i progressi nel campo, la previsione che l'areonautica avrebbe avuto un ruolo fondamentale nella guerra futura era comunissima, sia dagli esperti che dai profani. Del resto, H.G.Wells aveva fatto in tempo a scrivere ben due romanzi in cui prevedeva guerre future quasi interamente aeree: 'La guerra nell'aria' (1908) e 'Il mondo liberato' (1914 - qui si usano addirittura le bombe atomiche).
I libri di Douhet furono indubbiamente popolari, non solo in Italia, e contribuirono molto al mito della potenza dell'aviazione italiana negli anni Venti e Trenta. L'arma 'fascistissima' (in quanto nuova vi contavano meno le gerarchie militari pre-fasciste) venne venduta al mondo e il mondo (se non proprio gli esperti) vi credette. (Fra l'altro non tutti sanno che il primo bombardamento aereo di sempre fu fatto dagli italiani durante la guerra di Libia nel 1912). Nel 1936, per esempio, uno dei grandi successi teatrali fu la commedia 'Idiot's delight' di Robert Sherwood, in cui la guerra mondiale scoppia con la distruzione di Parigi da parte dell'aviazione italiana. Giuro.
Le teorie di Douhet, però, erano giusto fantasiose teorie, mentre l'aviazione italiana dimostrò sul campo la sua patetica inferiorità.
Douhet immaginava che l'immediata e totale distruzione della capitale avversaria ne avrebbe distrutto il morale. Non tanto quello delle classi superiori, che riteneva, appunto, superiori, quanto di quelle inferiori che si sarebbe lasciate prendere dal panico e si sarebbero ribellate. Il fattore determinante, per Douhet, era il morale: distrutto quello la resa sarebbe seguita rapidamente.
I numerosissimi romanzi degli anni Trenta che immaginano la futura guerra mondiale devono molto a Douhet: in tutti la guerra è principalmente d'aviazione (spesso con i gas) e comincia con la distruzione, di solito reciproca, delle capitali avversarie.
Un ottimo esempio lo trovate nel film del 'The Shape of Things to Come' (1936) tratto da un romanzo del 1933 ancora di H.G. Wells. Wells, come si dice, non previde la vera dinamica della guerra futura, esattamente come non la capì il povero Douhet.
https://www.youtube.com/watch?v=LnBNH9IMjhY
Ora, il ruolo dell'aviazione nella Seconda Guerra Mondiale fu indubbiamente importante ma non lo fu proprio dove immaginava Douhet, accecato dai suoi pregiudizi politici e sociali. Nessuna nazione, per quanto bombardata, crollò moralmente. Non la Gran Bretagna, non la Germania, non il Giappone (ammesso di non voler contare le bombe atomiche ma, ammetterete, lì s'era passati di livello: i precedenti massicci bombardamenti convenzionali non erano riusciti a piegare 'moralmente' il paese). Sotto i bombardamenti tutti i popoli, comprese le tanto disprezzate classi popolari, strinsero i denti e tennero duro. La Germania venne sconfitta non perché bombardata fino allo sfinimento ma perchè invasa via terra, anche se si può indubbiamente sostenere che i bombardamenti ebbero un ruolo importante nell'indebolirla. Di certo, da soli non ce l'avrebbero fatta.
Curiosamente, l'unico paese che, in un certo senso, crollò per via dei bombardamenti fu proprio quello di Douhet, l'Italia.
Insomma, i rapporti fra previsioni 'competenti' e 'fantasie' disinformate è molto più sottile e ambigua di quanto appaia a prima vista...
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Ven 05 Feb, 2016 23:41    Oggetto:   

Citazione:
Stefano M. Trucco
La lista di previsioni 'scientifiche' postata da Chip65CO2 è in buona parte farlocca [...]



ROTFL





Citazione:
Stefano M. Trucco

Le teorie di Douhet, però, erano giusto fantasiose teorie. [...] Ora, il ruolo dell'aviazione nella Seconda Guerra Mondiale fu indubbiamente importante ma non lo fu proprio dove immaginava Douhet [...] 



ROTFLMAO
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum