Chi sarà il prossimo presidente USA?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 67, 68, 69, 70  Successivo
Autore Messaggio
Neil
Krell Krell
Messaggi: 756
MessaggioInviato: Ven 30 Dic, 2016 01:43    Oggetto:   

Io sto con Israele , unico e vero alleato dell'occidente in quella infida regione, per me si dovrebbero mandare al diavolo iraniani, turchi e sauditi, levantini criminali spesso direttamente coinvolti in atti terroristici e avere come unico vero alleato ISRAELE unico baluardo della superiore civiltà occidentale in quelle regioni.
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5185
MessaggioInviato: Ven 30 Dic, 2016 13:10    Oggetto:   

jonny lexington ha scritto:
Antha ha scritto:
spero che La nuova politica americana sua invece molto piû vicina a Israele, che rappresenta l'unica democrazia del Medioriente

con tutto il rispetto, ma questa è una stronzata. siccome sono una democrazia, possono commettere le peggio porcate del mondo contro i palestinesi secondo te? io di differenze fra stato israeliano e terroristi palestinesi non ne vedo: entrambi se ne fottono bellamente della pace; entrambi vogliono vedere l'avversario scomparire dalla faccia della terra; entrambi non si fanno scrupoli a prendere di mira civili di ogni età. e quindi?

Con tutto il rispetto Jonny, mi fa intanto piacere che comunque non neghi il fatto che Israele sia una democrazia.
Di concerto quindi, non neghi che i Paesi che gli stanno intorno sianoo invece "un poco" più indietro sull'aspetto.
Sul perchè poi Israele sia tale a pieno titolo non mi dilungo, perchè Siccardi prima di me ha già ben dettagliato l'aspetto.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mar 03 Gen, 2017 13:47    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
Si possono dire un sacco di cose a sfavore dei politici e dei politicanti isareliani che si sono succeduti negli anni. Ma bisogna anche dire che Israele e' una democrazia, nel senso che i suoi rappresentanti sono democraticamente eletti.
(...)
resta l' unica democrazia di quella parte del mondo, l' unico paese in cui sei libero di professare nessuna religione o la religione che preferisci

ma anche no. come cristiano puoi benissimo vivere in giordania, o in libano, o in iran, per dirne alcune. è una leggenda metropolitana quella che se esci da israele come non-musulmano, ti appendono per le palle e ti scorticano, suvvia. 

ma poi scusa, anche putin ed erdogan sono "democraticamente eletti": vuol dire che le vaccate che combinano sono più appetibili di quelle commesse da un dittatore qualsiasi? no. con la scusa che israele è una democrazia, pare che non sia di grande importanza il fatto che bombardino ospedali e scuole palestinesi ogni tre per due, o che permettano ai propri cittadini di colonizzare territorio non loro. io la trovo una stronzata. a me il governo israeliano e quello palestinese fanno schifo in ugual misura.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Mar 03 Gen, 2017 16:35    Oggetto:   

jonny lexington ha scritto:

ma anche no. come cristiano puoi benissimo vivere in giordania, o in libano, o in iran, per dirne alcune. è una leggenda metropolitana quella che se esci da israele come non-musulmano, ti appendono per le palle e ti scorticano, suvvia. 

ma poi scusa, anche putin ed erdogan sono "democraticamente eletti":  

E va be'.
Russia e Turchia sono democrazie da operetta.
La Russia in particolare ad ogni tornata elettorale mostra pienamente la sua natura.
Putin, al pari di Erdogan, e' un dittatore che utilizza ogni sporco trucco per perpetuare il potere.

Qualche anno fa era addirittura arrivato ad usare un prestanome di facciata...
(Erdogan organizza pure finti attentati... siamo al delirio puro)

E non a caso dicevo "l' unico paese in cui hai davvero diritto di voto" e sottolineo davvero, ben oltre la forma.

La Giordania e' una monarchia, a parole costituzionale ma in pratica le nomine sono in mano al Re.
Il 5% della popolazione non e' mussulmana.

Il Libano e' un repubblica il cui ordinamento... mi viene male quasi a scriverlo, cito da wikipedia  

"L'elemento più importante del sistema politico libanese è il confessionalismo, ossia un assetto istituzionale in cui l'appartenenza religiosa di ogni singolo cittadino diventa il principio ordinatore della rappresentanza politica e il cardine del sistema giuridico. Anche gli incarichi amministrativi sono suddivisi tra le differenti confessioni religiose secondo un meccanismo predeterminato di quote riservate, che sono attribuite a ciascun gruppo in funzione del suo peso demografico e sociale."

Come diceva Stan Lee 'nuff said
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mar 03 Gen, 2017 16:57    Oggetto:   

ma a me mica interessava analizzare il valore relativo delle diverse democrazie nel mondo. io trovo solamente bizzarro che ogni volta che israele combina una porcata ai danni del popolo palestinese, ci sian sempre quelli che tiran fuori la storia che è una democrazia. esticazzi. son decenni che l'ONU chiede loro di piantarla di creare nuovi insediamenti nel già esiguo territorio palestinese, ma loro, duri ed imperterriti se ne fottono di tutti e tutto. ma già, sono una democrazia, quindi possono comportarsi come chiaviche, no?

noto comunque con piacere che sei passato dal dire che sei sei cristiano fuori da israele devi girare col giubbotto anti-proiettile, al constatare che al massimo non puoi ambire a certe cariche amministrative. questo è progresso.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Mar 03 Gen, 2017 20:02    Oggetto:   

jonny lexington ha scritto:
ma a me mica interessava analizzare il valore relativo delle diverse democrazie nel mondo. io trovo solamente bizzarro che ogni volta che israele combina una porcata ai danni del popolo palestinese, ci sian sempre quelli che tiran fuori la storia che è una democrazia....

noto comunque con piacere che sei passato dal dire che sei sei cristiano fuori da israele devi girare col giubbotto anti-proiettile, al constatare che al massimo non puoi ambire a certe cariche amministrative. questo è progresso.

Io ho difeso i politici israeliani?
Non mi sembra.
Oltretutto al momento la questione e' diversa: per ragioni politiche il presidente uscente americano non ha riconosciuto Israele.
Trattandosi di politici bisognerebbe capire perche' lo ha fatto e con quali finalita'.
Non saprei dire, sinceramente.
Quanto all' essere cristiani ribadisco: fossi cristiano col cavolo che mi fiderei a vivere in un qualunque di quegli stati.
Prima o poi l' aria cambia.
Tra l' altro ti faccio presente che hai citato tra i paesi sostanzialmente ok l' Iran.
Ma tu credi nella stabilita' e nell' equilibrio di quel paese?
Ci vivresti?
Professeresti serenamente una fede religiosa (anche isalmica) qualunque?
Io, ateo, mi sentirei gia' con un cappio al collo (nei casi fortunati, intendo).
Poi, per carita', il mondo avanza anche grazie agli intrepidi eh.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14800
Località: Padova
MessaggioInviato: Mer 04 Gen, 2017 09:56    Oggetto:   

Gli atei sono malvisti dai fanatici religiosi, agli altri penso freghi poco.

Importa di più ai vari cleri, a quello musulmano e a quello cristiano, che fino a pochi secoli fa ti mandava sul rogo solo per quel motivo.

Si facessero tutti una bella insalata di cazzi loro e il mondo sarebbe migliore, sti pretastri dell'ostia.
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16728
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mer 04 Gen, 2017 21:35    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Gli atei sono malvisti dai fanatici religiosi, agli altri penso freghi poco.

Importa di più ai vari cleri, a quello musulmano e a quello cristiano, che fino a pochi secoli fa ti mandava sul rogo solo per quel motivo.

Si facessero tutti una bella insalata di cazzi loro e il mondo sarebbe migliore, sti pretastri dell'ostia.

Ho come l'impressione che in generale gli atei non siano ben visti.
Ti ricordi "Contact"? Ad un certo punto credere o non credere in Dio sembrava l'elemento più importante per essere scelti per il primo contatto.
Palomino.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Gio 05 Gen, 2017 07:43    Oggetto:   

Palomino ha scritto:

Ho come l'impressione che in generale gli atei non siano ben visti.
Ti ricordi "Contact"? Ad un certo punto credere o non credere in Dio sembrava l'elemento più importante per essere scelti per il primo contatto.
Palomino.

Veramente Jodie Foster doveva addirittura giustificarsi pubblicamente per il non essere credente religiosa, manco fosse una sociopatica.
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24611
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Gio 05 Gen, 2017 11:21    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
Oltretutto al momento la questione e' diversa: per ragioni politiche il presidente uscente americano non ha riconosciuto Israele.

a me pare solo che non abbia riconosciuto il "diritto" di israele di piantare le tende in casa d'altri e non ci vedo assolutamente nulla di strano. è come se gli austriaci venissero in italia e costruissero colonie fortificate all'interno del trentino e della lombardia.
Nirgal
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1757
MessaggioInviato: Gio 05 Gen, 2017 11:49    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Gli atei sono malvisti dai fanatici religiosi, agli altri penso freghi poco.

Importa di più ai vari cleri, a quello musulmano e a quello cristiano, che fino a pochi secoli fa ti mandava sul rogo solo per quel motivo.

Si facessero tutti una bella insalata di cazzi loro e il mondo sarebbe migliore, sti pretastri dell'ostia.

Beh, sono cazzi loro. Senza clienti la chiesa chiude, quindi i non credenti minacciano la sopravvivenza dell'organizzazione.
Un poco come i vegetariani per i macellai.
La questione credenti/atei per la chiesa mi pare molto più pratica che filosofica/teologica ... poi se dici una cosa del genere a certi preti magari questi ripensano ai bei tempi in cui esistevano i roghi Devil 
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Gio 05 Gen, 2017 13:22    Oggetto:   

Jonny stai esprimendo un' opinione politica: secondo te la Palestina esiste ed ha confini certi pari quanto meno a quelli di un paese come l' Austria e questi confini sono stati ignorati da Israele.
Gli USA a questo giro si sono taciuti, non riconoscendo i confini cosi' come li riconosce Israele.
Le ragioni politiche di Obama a me non sono chiare: questa e' un' azione da inizio mandato non da fine.
Il motivo per cui lo ha fatto mi sfugge di certo e' un motivo politico non banale.

Liberi di vederla come preferite ma attenzione: il fine ultimo degli Israeliani e' prosperare, non essere bombardati tre giorni a settimana, essere liberi da vincoli politici e culturali nei confronti dei loro vicini di casa.

Il fine ultimo di tutti quelli, paesi ed organizzazioni politiche, parapolitiche e militari sul territorio, che si contrappongono ad Israele non e' quello di avere chiaro, certo, indiscutibile riconoscimento dei confini e del diritto di esistere della Palestina  (che per altro ha confini molto divesi,e piu' ampli, di quelli "storici") e' il completo assorbimento di Israele.
Intento ripetutamente ribadito in tutte le salse.

Ripeto: avventurarsi in un prendere le parti quando si parla di politici e militari che si contendono mq di terreno a suon di schiopettate e bombette mi pare pericoloso.

Se devo esprimere un generico senso di solidarieta' ovviamente sono dalla parte di chi accetta al suo interno culture diverse (anche se con riserve non da poco in senso assoluto, da pochissimo in senso relativo considerato cosa prevedono gli ordinamenti dei loro vicini), non ha nel suo programma politico la distruzione del paese confinante, non fa il lavaggio del cervello a bambini e uomini per singerli ad immolarsi martiri, garantisce diritti civili assoluti e non relativi (uomo, donna, ecc).
Cioe' per un paese sostanzialmente democratico.

Ma, appunto, e' un generico senso di solidarieta' non e' un giudizio sulla singola azione, sulla singola persona, sul governo in carica ecc.
Non ho nessuna intenzione di avventurarmi in un percorso del quale mi mancano informazioni certe (e non le immagini photoshoppate fasulle che entrambe le parti producono a getto continuo) e assoluta certezza delle conseguenze.

Se poi vogliamo dire che dopo aver raggiunto il traguardo della democrazia in tutto il mondo ci siamo seduti e non siamo piu' andati avanti e che comunque il nodo della qualita' e delal responsabilita' delle azioni di politici e militari (che poi sono una diversa forma di politici) non e' neppure lontanamente affrontato... be' questo e' un altro paio di maniche.
ma non e' una buona ragione per rimanere al palo e neppure per regredire.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14800
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 05 Gen, 2017 13:35    Oggetto:   

Tutto giusto ma ricordiamo che Israele fu costruito ex novo, così, un po' alla carlona, in territori che si presume fossero abitati 3.000 anni prima da ebraici, e comunque la Storia ci insegna che poi negli ultimi 2.000 anni (vado a spanne) non è mai più esistito uno stato di Israele.

Si fa fatica insomma a dire a quelli che abitano in un posto "ma sapete che quelle terre 2.000 anni fa erano dei miei antenati?"
Anche giuridicamente, penso non valga un fico seco e inaridito al sole di Giudea.

Però lo stesso si sono piazzati là, nel dopoguerra. Vero che al tempo l'ONU propose due stati, ma era una proposta "o vi piace o c***i vostri", magari la cosa andava fatta meglio...
Neil
Krell Krell
Messaggi: 756
MessaggioInviato: Gio 05 Gen, 2017 13:58    Oggetto:   

Onore ad Israele. se cade cade l'Occidente, cade il Mondo Libero.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Gio 05 Gen, 2017 15:27    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Tutto giusto ma ricordiamo che Israele fu costruito ex novo, così, un po' alla carlona,   fatta meglio...

Anche la Palestina.
Non e' che la storia si riduca ad ebrei e "gli altri" .
Da qui i problemi.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 67, 68, 69, 70  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum