scrivere e pubblicare gratuitamente un ebook...liberta' oppu


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
mothra
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2032
Località: Macerata
MessaggioInviato: Lun 17 Ago, 2015 23:48    Oggetto: scrivere e pubblicare gratuitamente un ebook...liberta' oppu   

Girando su Amazon, nelle sezioni che amiamo,spesso e volentieri ci si imbatte in opere autoprodotte da schiere di autori italiani in erba.Ora ,a mio avviso .a volte ci troviamo di fronte ad autori che potrebbero venir tranquillamente fatti circolare anche nel circuito librario senza sfigurare magari accanto a mostri sacri della sf per idee,tipo di scrittura,ritmo e lessico.Ma,ahime' spesso e volentieri si incontrano autori che oltre a sfornare trame banali hanno anche il clamoroso ed imperdonabile difetto di non saper scrivere neanche in un corretto/decente italiano.Quando accade cio' mi domando se la possibilita' data a tutti,con le nuove tecnologie,di poter pubblicare qualsiasi cosa, non sia in realta' un boomerang per la letteratura in generale e se comunque servirebbe anche da parte di Amazon e degli altri portali una sorta di controllo preventivo di qualita',(scrittura,idee etc...) e non solo di contenuti generali.Voi che ne pensate?
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 18 Ago, 2015 09:10    Oggetto:   

Che la libertà e l'opportunità per tutti non è mai un male. Non è che il controllo preventivo di un editore sia necessariamente indice di ottima qualità, anzi, se così fosse la saga delle 100 sfumature di grigio non avrebbe mai visto la luce (e se non l'avete letto, vi assicuro che non passerebbe la censura di alcun editor degno di tale nome.)
I lettori non hanno bisogno di una balia per decidere cosa è bello e cosa no. E il feedback di internet, sia sui social dedicati che sul marketplace stesso sono un valore importantissimo in questo.
Quindi per me, thumb up assolutamente.

NB: ho letto alcune cose durante il mese di prova del kindle unlimited. Un paio era pura spazzatura, ma alcuni erano più che apprezzabili.
mothra
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2032
Località: Macerata
MessaggioInviato: Mar 18 Ago, 2015 09:47    Oggetto:   

alcuni sono buoni altri definirli spazzatura credo che si possa considerare un complimento.Sui feedback...da sempre nutro poca fiducia..sia perche' sul marketplace spesso e volentieri si danno feedback positivi anche solo per la consegna in tempi brevissimi:angel: sia perche' spesso ti rendi conto che chi invia il feedback e' completamente digiuno di sf,fantasy etc...e quindi decisamente poco attendibile.Il mio discorso era ovviamente relativo al fatto che spesso e volentieri con un controllo maggiore molti testi sgrammaticati e senza senso non avrebbero visto la luce e magari fatto sprecare tempo e soldi a chi li ha acquistati.Sad
Per cento sfumature di grigio...fa' parte di quella tipologia di scrittura di frontiera al limite del porno che pero' ha un suo pubblico e quindi...e' come dire che i testi di barzellette ,per me inutili,non andrebbero pubblicati...Very Happy
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6180
MessaggioInviato: Mar 18 Ago, 2015 11:20    Oggetto:   

Hanno detto lo stesso quando sono iniziati i primi siti web di news, risultato è che è vero, ci sono tanti siti ne aggiornati ne verificati. Ma non per quello andrebbero tolti del tutto.
Ora...il problema con i libri è la diffusione, se non l'affronti dal punto strettamente commerciale.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 18 Ago, 2015 12:10    Oggetto:   

Beh, però con questo criterio Marinetti e molti altri avanguardisti non sarebbero mai stati pubblicati.
Per i feedback, quel che dici è vero, ma si capisce spesso dai feedback stessi quanto è affidabile un commentatore.
ddumbar
Scaraburra
Messaggi: 8
MessaggioInviato: Gio 03 Dic, 2015 12:45    Oggetto:   

C'è di tutto nei libri autopubblicati. Esattamente come nei libri stampati, anche in quelli di editori famosi (Penso alla collana di urania).
In Amazon esistono però strumenti per scegliere, estratti dei libri, sinossi, commenti dei precedenti lettori. Inoltre i prezzi sono molto bassi e, nell'edizione digitale si può cancellare il libro.
Non so perché ma non riesco a buttare un libro cartaceo ho un'inibizione e così si accumulano.
Penso che la libertà di pubblicare sia un grosso vantaggio.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5487
MessaggioInviato: Gio 03 Dic, 2015 14:15    Oggetto:   

ma alla fine quale e' il problema? il rischio di aver comprato per sbaglio un libro di pessima qualita'?
chi e' intenzionato a crescere trova le strade per crescere, siano imposte o meno, chi e' convinto di essere dio in terra continua ad esserlo.
Li pubblicano tutti, qualcuno avra' ragione e qualcuno torto.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5854
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Gio 03 Dic, 2015 21:14    Oggetto:   

Di solito prima di autopubblicarsi è meglio frequentare forum di scrittura creativa e di fanfiction del genere su cui ci si sta interessando, e pubblicare li storie brevi ecc. per avere un feedback più mirato e rendersi conto dei propri ed altrui errori. 

Se non altro, male che vada non farete peggio di "My Immortal", considerata la peggior fanfiction sino ad ora prodotta.Devil

Per rendere l'idea, in alcuni corsi di scrittura creativa è una lettura obbligatoria perché contiene praticamente tutti i maggiori errori/orrori che si possano compiere.
Stefano M. Trucco
Morlock
Messaggi: 50
MessaggioInviato: Dom 20 Dic, 2015 18:35    Oggetto:   

Il problema dell'autopubblicazione è che aumenta a dismisura il numero dei romanzi, rendendo pressoché impossibile la scelta ragionata. Prima di trovare qualcosa di degno bisogna vagare fra un mare di offerte, in gran parte di pessima qualità. E non abbiamo un tempo infinito a disposizione.
I libri stampati da editori (che pure sono troppi anche loro) almeno prevedono un minimo di scrematura. Si parla tanto degli errori che gli editori fecero in passato, ignorando romanzi che poi divennero classici o best seller, e non li si ringrazia mai abbastanza per averci risparmiato un numero molto maggiore di schifezze.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5487
MessaggioInviato: Dom 20 Dic, 2015 19:31    Oggetto:   

Stefano M. Trucco ha scritto:
Il problema dell'autopubblicazione è che aumenta a dismisura il numero dei romanzi, rendendo pressoché impossibile la scelta ragionata. Prima di trovare qualcosa di degno bisogna vagare fra un mare di offerte, in gran parte di pessima qualità. E non abbiamo un tempo infinito a disposizione.

Questo non e' un vero problema.
Il confronto delle opinioni di diversi lettori, il consolidamento di "gruppi di lettura" (nota le virgolette) cui fare riferimento, la pratica nel riconoscere la fuffa dal buono mediata dagli strumenti di cui prima .

Semmai la questione e' che la gia' scarsa autocritica deteriora ulteriormente di fronte alla possibilta' di pubblicare senza alcun giudizio preventivo.
Ma vedi sopra.

L' altro problema e' in termini di visibilita' non di quantita' di materiale prodotto: cioe' il problema non e' quanto leggere per sapere se c' e' qualcosa di buono ma semmai accorgersi della pubblicazione di un romanzo di autore sconosciuto pubblicato fuori collana.
Ragione per la quale, tra l' altro, esistono le piccole case editrici specializzate in generi o in altre forme.
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6180
MessaggioInviato: Dom 03 Gen, 2016 20:45    Oggetto:   

Gli ebook gratis sono un boomerang. Basta.

Si tratta di una falsa libertà, per primi ci rimettono gli autori che si affidano a editori che non fanno gli editori sul serio. Per secondi ci rimettono i lettori che leggono libri con errori, refusi, nessun editing. Per terzi ci rimettono gli editori seri, che immagino vedano una concorrenza un po' sleale e un impoverimento del mercato.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 04 Gen, 2016 09:56    Oggetto:   

"Falsa libertà" ? Ma guarda che nessuno ti obbliga a leggere libri autoprodotti.
Viceversa senza il self publishing non potresti leggere libri autoprodotti.
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6180
MessaggioInviato: Mer 06 Gen, 2016 22:16    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
"Falsa libertà" ? Ma guarda che nessuno ti obbliga a leggere libri autoprodotti.
Viceversa senza il self publishing non potresti leggere libri autoprodotti.

Leggi sopra. Nessuno ti obbliga a rispondermi, ma se mi rispondi, leggi sopra.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Gio 07 Gen, 2016 09:59    Oggetto:   

_Kaos_ ha scritto:
HappyCactus ha scritto:
"Falsa libertà" ? Ma guarda che nessuno ti obbliga a leggere libri autoprodotti.
Viceversa senza il self publishing non potresti leggere libri autoprodotti.

Leggi sopra. Nessuno ti obbliga a rispondermi, ma se mi rispondi, leggi sopra.

Svegliato storto? Nessuno ti obbliga ad incazzarti se uno non è d'accordo con te, sai Smile
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 120
MessaggioInviato: Gio 21 Gen, 2016 18:33    Oggetto:   

IMHO l'editoria cartacea e digitale finirà tutta in:

ipotesi 1:  tutto sarà affogato in un marasma entropico indistinto

oppure

ipotesi 2: vincerà il segmento del copyleft,

copyright, copyleft, pubblico dominio, alcune riflessioni sui modelli di business editoriali

saluti
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum