Eros, vampiri, dominio, sottomissione


Autore Messaggio
Luca3976
Morlock
Messaggi: 50
Località: Torino
MessaggioInviato: Gio 13 Set, 2012 18:04    Oggetto: Eros, vampiri, dominio, sottomissione   

In un pianeta lontano ed oscuro, cosa accadrebbe se il Comandante di una nave terrestre si innamorasse di una regina vampiro? Il mio racconta parla di dominio, sottomissione, amore, fame atavica. Parla di quanto possano essere fuori dal normale le scelte che a volte si debbono compiere per compiere il proprio destino.

E' il primo di una serie di racconti. Per ora è disponbile in forma gratuita all'indirzzo:
https://www.smashwords.com/books/view/233282

Buona lettura!
tzenobrite
Hurkle, bestia felice Hurkle, bestia felice
Messaggi: 21042
Località: un piccolo paesino sul mare
MessaggioInviato: Gio 13 Set, 2012 19:08    Oggetto:   

se prima avevo un qualche briciolo di dubbio, dopo una presentazione del genere e se indichi dominio e sottomissione come elementi di forza di quel che scrivi, ora sono sicuro che nn leggero' MAI niente di tuo

grazie per avermi levato gli ultimi dubbi Laughing
"Fuck you, I won't do what you tell me!" (RATM, Killing in the name)

"It's cycling but not as you know it" (Mike Burrows)
Requiem Solitario
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2166
MessaggioInviato: Ven 14 Set, 2012 08:53    Oggetto:   

La regina vampiro fa tanto wraith Smile
"Se guardi il cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle, non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore." (Kahlil Gibran)
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4912
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 14 Set, 2012 11:31    Oggetto:   

BAH.
Lo stile è abbastanza rétro, sa molto di favola per bambini anni '50. Rivedrei e svecchierei lo stile narrativo, innanzitutto. Troppe le parti narrate, dove semplicemente si poteva "mostrare".
La storia poi è piuttosto banalotta, e sinceramente non è proprio il mio genere. Rivedrei alcune scelte, ma è una riflessione del tutto opinabile, per esempio non capisco la necessità di scomodare gli altri mondi e le astronavi quando l'ambientazione è 100% fantasy/horror. Non che ci sia una ragione per non farlo, ma una scelta così mi sembra molto fine a sé stessa. L'idea di inserire una storia in un contesto deve - secondo me - esser funzionale o alla storia stessa, o allo stile, o al messaggio. In questo caso ci sono astronavi giusto perché si deve viaggiare, ma di altri elementi tecnologici neppure l'ombra. Perché non sfruttare la tecnologia per schermare i poteri psy dei vampiri? eppure non accade, ciò denota che si era deciso a priori che vi fossero dei viaggi interstellari ma null'altro. Potevano essere regni di uno stesso continente, e la cosa avrebbe funzionato meglio: è più ovvio che una persona viaggi da sola tra due reami, a piedi, che un comandate venga rapito dalla sua astronave e l'equipaggio non se ne accorga!
Insomma... devi rivedere molti punti in questo senso, e ogni scelta narrativa dovrebbe esser giustificata o giustificabile.
Poi ci sarebbero un tot di altre questioni tecniche a mio parere, l'ingessatura dei dialoghi e le situazioni molto "plasticose"... inverosimili, imbalsamate, non so come definirle...
Comunque, ribadisco. Non è decisamente il mio genere.
Ceci n'est pas une signature
Luca3976
Morlock
Messaggi: 50
Località: Torino
MessaggioInviato: Ven 14 Set, 2012 12:01    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
BAH.
Lo stile è abbastanza rétro, sa molto di favola per bambini anni '50...

Bravo! Bella risposta. Molto utile e costruttiva e con parecchi elementi sui quali riflettere. Lavorerò duramente per migliorare in questa direzione.
Grazie!
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4912
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 14 Set, 2012 16:36    Oggetto:   

Luca3976 ha scritto:
HappyCactus ha scritto:
BAH.
Lo stile è abbastanza rétro, sa molto di favola per bambini anni '50...

Bravo! Bella risposta. Molto utile e costruttiva e con parecchi elementi sui quali riflettere. Lavorerò duramente per migliorare in questa direzione.
Grazie!


Seriamente o ti sei fermato a leggere la prima frase?
Ceci n'est pas une signature
Massimo_Baglione
Dalek Dalek
Messaggi: 497
MessaggioInviato: Sab 15 Set, 2012 07:03    Oggetto:   

Luca3976, fai bene a metterti in gioco lasciandoti leggere al pubblico, l'importante è che tu sappia filtrare i suggerimenti giusti che ti permettano di migliorarti, sempre!
Confròntati anche con altri autori, partecipando a concorsi gratuiti. Spesso servono a capire dove intervenire nel proprio stile narrativo.

X tutti: c'è chi si auto-appella scrittore pubblicando direttamente un libro pieno di 'monnezza e si definisce scrittore, tanto di cappello quindi verso autori come Luca3976 che non lo fanno e procedono per piccoli passi, chiedendo il NOSTRO aiuto. Magari migliorerà, magari no (fatti suoi!), ma intanto ben vengano altre migliaia di personaggi come lui.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4912
Località: Verona
MessaggioInviato: Dom 16 Set, 2012 16:32    Oggetto:   

Massimo_Baglione ha scritto:

X tutti: c'è chi si auto-appella scrittore pubblicando direttamente un libro pieno


Assolutamente il mio intento non era denigrare ciò che ha scritto Luca, ma riportare da una parte ciò che non mi è piaciuto (punto di vista personale) e dall'altra ciò che personalmente ritengo debole (punto di vista "obiettivo").
Avrei dovuto far altro?
Ceci n'est pas une signature
Luca3976
Morlock
Messaggi: 50
Località: Torino
MessaggioInviato: Lun 17 Set, 2012 14:51    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:

Seriamente o ti sei fermato a leggere la prima frase?

No, ho quotato la prima frase, ma ho letto l'intero intervento. Questo racconto nasce da un'idea che ho avuta la scorsa settimana e che ho tirato giù in qualche giorno. L'auspicio è quello di provare a scrivere non solo di esplorazione spaziale, ma di quello che possa accadere alle energie sessuali di individui appartenenti a mondi, specie e culture diverse. I tuoi commenti mi sono piaciuti perché mi hai fatto riflettere su alcune debolezze del testo. Altre ancora me le hanno fatte notare altri e altre le ho trovate io. Il dibattito, anche se con toni un po' accesi, mi piace e mi aiuta a riflettere e ad andare avanti.

L'idea di pubblicare un testo in una fase ancora così acerba nasce proprio dall'interesse ad avere un confronto molto ampio. Il bello del Web, dei forum, dei blog è proprio il fatto che ci aiutano a metterci in gioco. In molti preferiscono tenere il manoscritto nel cassetto per tutta la vita, magari perché hanno paura proprio delle critiche che potrebbero essere loro rivolte.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4912
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 17 Set, 2012 15:54    Oggetto:   

Luca3976 ha scritto:
HappyCactus ha scritto:

Seriamente o ti sei fermato a leggere la prima frase?

No, ho quotato la prima frase, ma ho letto l'intero intervento.


Yep Smile scusami tu allora per la mia risposta un po' secca, allora.
Anche perché la prima riga di certo poteva sembrare una presa in giro, e non voleva esserlo.

Rolling Eyes
Ceci n'est pas une signature
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Bacheca Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum