Se ho fatto un audiolibro...


Autore Messaggio
cormi
Scaraburra
Messaggi: 9
MessaggioInviato: Dom 09 Set, 2012 09:44    Oggetto: Se ho fatto un audiolibro...   

Salve,

sono un vecchio appassionato di fantascienza.
Da qualche anno creo audiolibri leggendo ad alta voce i romanzi che maggiormente colpiscono la mia fantasia.
Lo faccio col massimo dell'impegno, cercando di produrre qualcosa il piu' possibile tecnicamente perfetto.
Prendo vecchi romanzi, edizioni introvabili, aggiungo alla lettura i rumori di ambiente e completo l'ascolto con sottofondi musicali prodotti da me.
Il risultato sembra interressante e sono convinto che i potenziali ascoltatori ci sarebbero.
Vorrei pubblicare in qualche modo cio' che ho fatto.
.
C'e' un problema: non riesco a trovare canali attraverso cui inoltrare le mie iniziative come proposte di pubblicazione.
.
Secondo problema: esiste un copyright sul romanzo, anche se la casa editrice non esiste piu' e l'autore e' morto da qualche decennio.
.
.
Che fare allora? Chiedo aiuto.
.
.
Ne approfitto per inserire qui un inciso e una considerazione personale sul copyright.
Non essendo uno scrittore, non riesco a produrre opere letterarie di mia invenzione.
Posso solo prendere lo scritto di un altro e colorarlo con rumori di ambiente e musica propria.
.
Per il futuro multimediale che ci si puo' aspettare nei prossimi anni, trovare un autore che sia anche sceneggiatore, regista, musicista, tecnico
elettronico, ingegnere audio ecc., e' impossibile. Forse e' per questo che gli audiolibri stentano a decollare?
.
Magari i termini del copyright andrebbero rivisti e limitati al "mezzo" usato per la pubblicazione.
Oppure andrebbe limitato il numero di anni: ora sono 75 anni dalla morte dell'autore.
In pratica, un copyright ti tutela per un secolo, dopo la morte!
Nell'antichita' il copyright non esisteva e nascevano opere collaterali, con nuove invenzioni, interpretazioni, estensioni di trama.
Proprio come a volte succede che un film riscuote gli stessi favori del romanzo e introduce nuove considerazioni e spunti letterari.
.
Io penso che il copyright imposto su un'opera, se da un lato tutela giustamente l'autore per la sua fatica intellettuale, dall'altro finisce per diventare una pietra tombale sull'opera stessa.
.
C'e' qualcun altro che sta facendo esperienze di audiolibri come la mia o sono una rasbora nell'Oceano Pacifico? Smile
.
Un saluto cordiale.
cormi
.
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Dom 09 Set, 2012 15:48    Oggetto:   

Ciao Cormi,
il testo di un'opera è naturalmente copyright dell'autore, o dei suoi eredi se è morto da meno di 70 anni. Questo vale per qualunque tipo di sfruttamento, che sia stampare il libro o trarne un film o fare un audiolibro.
In genere i diritti per gli audiolibri, se sono opere tradotte, non sono dell'editore ma dell'autore.

Che gli audiolibri non decollino non è vero. In USA e Uk vendono parecchio, leggo non di rado su Facebook di Robert Sawyer che commenta soddisfatto di aver ricevuto lauti assegni da Audible, principale editore di audiolibri americano.

Anche in Italia ci sono in vendita migliaia di titoli. Se guardi su iTunes troverai un discreto catalogo. Questo può essere un punto di partenza per trovare editori a cui proporti: poi eventualmente sarà l'editore a occuparsi dei diritti.

S*
Rtype
Hoka
Messaggi: 47
MessaggioInviato: Lun 10 Set, 2012 12:13    Oggetto:   

Io sono un appassionato di audiolibri. Seguo sempre la sezione di Itunes e le varie trasmissioni radiofoniche.

Il copyright si applica solo se le registrazioni vengono pubblicate a fini di lucro ovviamente e qui non ho capito bene se lo scopo è tale.


Ovviamente non è giusto prendere l'opera di ingegno di un altro e cercare di guadagnarci, in quest'ottica il copyright è giustissimo.

Inoltre non mi pare che per un audiolibro bisogni proprio trovare un autore, sceneggiatore ecc. Mamma mia Smile Prendi gli ottimi prodotti Emons oppure l'eccellente lavoro di fantascianza fatto da Radio 2 con i lavori di Dick ed Evangelisti.

Audiolibri a più voci con musiche professionali ed effetti sonori, registrati in studio da attori di teatro. Meravigliosi... Tra l'altro disponibili pure in podcast...

Edit: come non citare l'audiolibro di elliver, che vergonga Embarassed
"Se schiaccio questo tasto col teschietto che succede?"

CLICK!!!
cormi
Scaraburra
Messaggi: 9
MessaggioInviato: Mar 11 Set, 2012 21:17    Oggetto:   

Rtype ha scritto:
Il copyright si applica solo se le registrazioni vengono pubblicate a fini di lucro


Questa considerazione e' interessante.

Magari si potrebbe pensare a un posto dove le produzioni individuali vengono presentate in maniera informale, tanto per avere un commento, un suggerimento. Una specie di internet cafe' dove si ascolta qualcosa e si fanno due chiacchiere.
Poi, se i click di visita diventano tanti e i download si susseguono, qualcuno puo' anche decidere di fare diventare quello un prodotto commerciale.

Io credo che una iniziativa di questo tipo sarebbe un incentivo per la gente a cercare di produrre in maniera creativa e una fucina di iniziative
commerciali per le aziende del settore.


Ora provo a mettere un link di ascolto di una delle ultime cose che ho fatto.
Sono pronto a cancellare il link nel caso mi si imponesse un divieto da parte del moderatore.


http://dl.dropbox.com/u/66615392/S01.mp3


Si tratta del romanzo breve "Il Cuore del Serpente" di Ivan Efremov, nella edizione Galassia del 1963.
Questo e' il primo capitolo, in versione audio.
Una astronave, lanciata verso la zona della Nebulosa del Serpente, all'uscita da un balzo nello spazio, incrocia una astronave sconosciuta.
Per la prima volta l'umanita' incontra una civilta' aliena.
Saranno belli, saranno brutti? Saranno mostruosi o saranno umani?
Ognuno nell'astronave si prepara all'incontro e immagina cio' che si dovra' dire e fare.
Rtype
Hoka
Messaggi: 47
MessaggioInviato: Mer 12 Set, 2012 13:43    Oggetto:   

Scindi un attimino le due cose. Smile

Acquistare i diritti COSTA UNA BOTTA diciamo che se un audiolibro raggiungesse un milioncino di download forse gli editori comincerebbero a pensarci. Laughing

Appena ho tempo lo ascolto e ti dico cosa ne penso. Poi mi informo per bene sulla legge. E' assolutamente legale se tu registri un audiolibro e lo passi agli amici (anche da un blog o da un sito purché sia privato). Non credo che però tu possa pubblicarlo su canali di distribuzione pubblici. :S
"Se schiaccio questo tasto col teschietto che succede?"

CLICK!!!
Rtype
Hoka
Messaggi: 47
MessaggioInviato: Sab 15 Set, 2012 12:56    Oggetto:   

E' un ottimo audiolibro amatoriale ma è ancora lontano dagli standard professionali. Per farti capire tutto "Guerra e Pace" di Tolstoy (18 ore di lettura) letto in uno stile simile al tuo lo paghi 2 euro.
"Se schiaccio questo tasto col teschietto che succede?"

CLICK!!!
cormi
Scaraburra
Messaggi: 9
MessaggioInviato: Mar 18 Set, 2012 21:30    Oggetto:   

Grazie Rtype per il giudizio positivo e per l'attenzione prestata.
Mi sono informato e ho curiosato in giro.

Per le opere coperte da copyright non c'e' alcuna possibilita', se non quelle esposte qui sopra: di pubblicare cioe' eventuali attivita' legate all'opera stessa, in un blog o in una lista privata.
In questi casi il lettore viene considerato solo un consumatore.

Esiste pero' la possibilita' di fare dei copyright limitati, che lasciano spazi per utilizzi con licenza Creative Commons, quindi con finalita' amatoriali
oltre che commerciali.

Oppure si puo' chiedere all'autore e/o all'editore una liberatoria per produzioni non a scopo di lucro, quindi magari ancora una volta di tipo Creative Commons.

La mia speranza e' di trovare un giorno scrittori amatoriali che soddisfino la mia esigenza di essere creativo e non solo consumatore.
Chissa', magari qui in fantascienza.com esistono gia' queste possibilita' e non le ho viste... Smile


Nel frattempo mi diletto con le space-opera di Efremov, un autore forse un po' dimenticato, peccato.
Sto leggendo "La Nebulosa di Andromeda" e sono fortemente attratto dall'idea di farne un audiolibro.
"Il Cuore del Serpente" mi ha impegnato per un anno. "La Nebulosa di Andromeda" e' piu' corposo: ci vorranno un paio d'anni.
E' come un balzo nell'iperspazio: nonostante i calcoli, non si sa cosa c'e' dall'altra parte... Smile

Un saluto cordiale, e spero che altri si facciano vivi a parlarmi delle loro esperienze di audiolibri e delle difficolta' incontrate.

cormi
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza.POD Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum