Gilbert Gosseyn è un Cylon?


Autore Messaggio
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2600
MessaggioInviato: Ven 01 Giu, 2012 10:28    Oggetto: Gilbert Gosseyn è un Cylon?   

Qualche giorno fa ho recuperato nella mia libreria un po' per caso Non-A 3 ("Null-A 3") di A.E. Van Vogt un romanzo che ho letto anni fa mi ricordo tutto d'un fiato, ma pur considerandolo un bel romanzo, mi ricordavo poco o nulla della trama, per altro piena di colpi di scena e fin troppo intricata; così mi sono messo a leggere il riassunto dei romanzi il Mondo di Non-A e i Pedoni di Non-A che lo stesso Van Vogt aveva inserito a premessa di Non-A 3.
Non sto a raccontare tutte le vicende del protagonista, ma sostanzialmente Gilbert Gosseyn va alla ricerca in tutti i romanzi della sua identità, inoltre muore più volte e si si risveglia sempre in una altro corpo, scopre poi di essere un essere appartenente ad una razza vissuta 2 milioni di anni prima...
insomma Gilbert Gosseyn ha tutti gli elementi per essere un antico Cylon... o forse più semplicemente David Moore ha letto il Mondo di Non-A? Cosa ne pensate? Le similitudini sono veramente tante...
Question


Ultima modifica di Micronaut il Ven 01 Giu, 2012 12:15, modificato 1 volta in totale
Requiem Solitario
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2166
MessaggioInviato: Ven 01 Giu, 2012 10:51    Oggetto:   

Van Vogt ha anticipato un sacco di temi e idee sfruttate poi nella produzione f/s successiva. Basti pensare a quanto di Star Trek c'era in "Crociera nell'infinito".
Non mi stupirei affatto se Moore avesse preso spunto da lui, anche se Van Vogt non ha mai parlato di replicanti/robot.
"Se guardi il cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle, non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore." (Kahlil Gibran)
Micronaut
Horus Horus
Messaggi: 2600
MessaggioInviato: Ven 01 Giu, 2012 12:09    Oggetto:   

Non ti posso che quotare, in effetti Van Vogt scriveva storie pieno di colpi di scena e ribaltamenti, con trame a volte veramente intricate (forse questo era un po' il suo limite, perchè spesso leggendo le sue pagine ho alzato gli occhi pensando che avevo perso il filo...) , ma sicuramente i suoi romanzi erano densi di idee; un altro autore da una sua storia ne avrebbe potuto trarre idee a non finire...
Pensa che nell'edizione che ho letto io di "Crociera nell'Infinito" si diceva che la parte del "Black Destroyer" aveva ispirato Alien di Ridley Scott, non si parlava invece di Star Trek, che a me appariva evidente.
In effetti A.E. Van Vogt è un asso pigliatutto...
Ma come dicevi te, in Non-A, Van Vogt non ha mai parlato di replicanti/robot, che è una grossa differenza.
Sì sì
Piscu
Haut-Lord Haut-Lord
Messaggi: 1934
Località: unknown
MessaggioInviato: Gio 16 Ago, 2012 09:55    Oggetto:   

le caratteristiche ci sono, ma gosseyn non viene mai presentato come un essere artificiale. le sue caratteristiche sono "giustificate" dalla presenza del "cervello supplementare". inoltre in "pedine del non-a" si risveglia anche in un corpo che non è suo.

in ogni caso, non credo che vada ricercata troppa coerenza nelle storie di van vogt, visto che spesso infilava stravolgimenti solo per il gusto di sorprendere.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Battlestar Galactica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum