Le stagioni finali


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6183
MessaggioInviato: Lun 09 Ago, 2010 14:40    Oggetto: Le stagioni finali   

non capisco come si possa affermare che la terza stagione sia fiacca e con un finale sgonfio e assurdo.

non capisco come si possa affermare che la quarta stagione non sia nulla di che e magari pure noiosa.


http://www.youtube.com/watch?v=Y-wC1xZTpc8&feature=related
.





Adm.Adama
L'Ammiraglia L'Ammiraglia
Messaggi: 7359
Località: Milano
MessaggioInviato: Gio 12 Ago, 2010 17:50    Oggetto:   

Partendo dal presupposto che quando ti abituano bene tendi a reagire male alle delusioni, a me stona proprio solo il finale. Ma sono poche le serie TV che sono riuscite ad averne uno decente.
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3048
MessaggioInviato: Dom 15 Ago, 2010 01:22    Oggetto: Re: Le stagioni finali   

_Kaos_ ha scritto:
non capisco come si possa affermare che la terza stagione sia fiacca e con un finale sgonfio e assurdo.

non capisco come si possa affermare che la quarta stagione non sia nulla di che e magari pure noiosa.


http://www.youtube.com/watch?v=Y-wC1xZTpc8&feature=related


A me sono piaciuti. Li trovo anche coerenti con quanto narrato nella serie. Credo che a molti non sia andato giù che in una serie di Fantascienza l'elemento religioso sia stato una parte importante nella linea narrativa tracciata da Moore per il Galactica, preferendo invece una spiegazione più razionale e tecnicistica, quasi fredda e impersonale, degli eventi, in linea con un modo di fare Fantascienza un pò "old style". Soprattutto a chi si professa ateo, ha dato fastidio il modo in cui è finita la serie. La vedo così dopo aver letto in generale i commenti al finale di Bsg. Ci può stare benissimo.

Personalmente non ci vedo niente di male nell'assorbire la tematica religiosa/mistica nella Fantascienza seriale e letteraria. Anzi è dovere della Fantascienza cercare di approfondire sia la componente fantastica che quella legata alla realtà. Fare finta che non esista la religione in una società complessa o limitarsi a confinarla alla sfera privata in ambito fantascientifico, quando si tirano in ballo concetti quali la fine del mondo o l'annientamento di una civiltà, in cui per forza di cose la religione assume un ruolo attivo nella società, significa avere una visione un pò elitaria e poco attinente con la realtà e con i miliardi di fedeli sui quali religioni e misticismo invece nel bene e nel male hanno non poca influenza.

In passato nella Fantascienza seriale si tendeva a confinare l'elemento religioso nella sfera privata. Adesso non più. C'è chi preferisce questo modo di intendere la Fantascienza e chi apprezza il nuovo corso.

Poi alla fine ciò che contava era raggiungere la Terra e a ben vedere dopo tante distruzioni e morti varie non mi pare proprio che l'unico tema trattato dalla serie fosse Kara nelle vesti di angelo o what else....
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6183
MessaggioInviato: Dom 15 Ago, 2010 17:39    Oggetto:   

Adm.Adama ha scritto:
a me stona proprio solo il finale.

volevo aspettare la discussione lo richiedesse per farti quesa domanda, ma te la faccio ugualmente, attenzione che non è scontata: cosa è che ti stona nel finale?

Kobol77 ha scritto:
Soprattutto a chi si professa ateo, ha dato fastidio il modo in cui è finita la serie.

...

Poi alla fine ciò che contava era raggiungere la Terra e a ben vedere dopo tante distruzioni e morti varie non mi pare proprio che l'unico tema trattato dalla serie fosse Kara nelle vesti di angelo o what else....


io davvero non capisco tutte le certezze sul misticismo e sulla religione presenti nella serie. sarà che ho perso le interviste degli autori e produttori dove "confessano" il loro misticismo, o le interpretazioni di saggi, ma davvero non vedo di che stupirsi, non vedo il misticismo così preponderante.

secondo me è un fenomeno quasi di isteria di massa, come spesso accade quando si parla di religione, ci si è fermati su un paio di parole e di avvenimenti e ci si blocca li senza andare oltre. nel giro di 5minuti si finisce con il trasferire le proprie idee e interpretazioni personali sopra il messaggio originale.

la butto li....
.





Adm.Adama
L'Ammiraglia L'Ammiraglia
Messaggi: 7359
Località: Milano
MessaggioInviato: Lun 16 Ago, 2010 17:55    Oggetto:   

Dovrei citarti la prima parte del messaggio di Kobol. Seppur non dispiacendomi qualche spruzzata di misticismo/religiosità non ho gradito la deriva che è stata scelta come spiegazione dei tanti perché.

Ammetto che io avrei tagliato anche l'ultima scena con Baltar e Six a spasso a NYC, poco epica per una serie che lo è stata. C'erano mille modi per finirla (alla TNG per esempio) e quello scelto mi è parso freddo. Non avrei fatto vedere la morte di Laura, si poteva intuirla ugualmente.

Le ultime due stagioni non credo siano state all'altezza delle prime due, se devo riassumere.
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6183
MessaggioInviato: Lun 16 Ago, 2010 22:26    Oggetto:   

azz non capisco come si possa essere tanto in accordo e altrettanto in disaccordo con entrambi voi due.

ammetto che la lettura preponderante è stata quella religiosa, ma continuo a non capire il perchè questa lettura viene fatta. io la chiave religiosa la vedo più nell'interpretazione finale (interpretazione spicciola ad essere sinceri) che se ne può dare, perchè nei contenuti dove sta?!
potrei dire che molte cose vengono fatte passare per lettura religiosa, ma nulla negli episodi ne da la effettiva conferma. voglio dire che baltar è convinto di vedere angeli, ma sono davvero angeli? i seguaci di baltar hanno preso le sue riflessioni e le hanno rese parole scolpite a cui credere in modo profetico, ma lui è stato veramente un profeta?

nulla prova in maniera indiscutibile e definitiva che tutto questo sia l'unica spiegazione e che il fine di tutto graviti attorno alla religione, apparte l'ultima mezzora che sembrerebbe voler dire davvero questo, ma ditemi che devo giudicare tutta la serie in base alle rivelazioni frettolose dell'ultima mezzora?! io non lo faccio.

per quanto riguarda l'ultima parte davvero non saprei che dire. io non me la sento di essere cattivo come al solito, ma quando han voluto cercare il national geographic, i 150 000 anno dopo, la new york dei giorni nostri dopo averci fatto credere per 4 anni che gli umani con cui avevamo a che fare conoscevano il latino, alcune tradizioni americane ed occidentali, avevano distrutto la terra e l'avevano resa radiattiva.... bhe dopo tutto questo io semplicemente non ho dato molto peso a quello che succedeva, ho detto una specie di vaffantfrak a voce alta e me ne sono fregato.

certo tra tutte le cose cosmiche che ci si poteva aspettare, l'apparenza è quella della scelta più facile, ma davvero perchè "perdere tempo" a contestare una parte finale che sembra un po' rattoppata, quando si ha avuto a disposizione molti momenti interessanti e molti spunti accattivanti?







ecco...il punto della questione è: perchè giudicare BSG sulla base di metà episodio quando ci sono moltissimi altri eventi più significativi? ok che la parte finale è quella che può restare più in memoria, ma caspita, sfido io a trovare una serie in cui i personaggi buoni diventino cattivi e criminali senza ritegno e senza mezze misure come spesso è accaduto.

ultima cosa, non penso proprio che le prime due stagioni siano migliori delle ultime due, ne a livello di contenuti ne a livello tecnico.



sarò un po drastico:
in definitiva io ho "scusato" in BSG il fatto che nello spazio si sentono le esplosioni, si vede le fiamme salire in cielo, che i viper si muovono come motoscafi e che in ogni momento nei viaggi cosmici al posto delle stelle ci siano suggestive quanto improbabili nebulose e nuvole stellari.....cosa me ne frega della deriva religiosa?!
.





Il_Console
Goa'uld Goa'uld
Messaggi: 1028
Località: In esilio
MessaggioInviato: Mar 17 Ago, 2010 18:47    Oggetto:   

@Kaos:
Rispondo al tuo richiamo specifico alla discussione (in altro thread) ma un po' svogliatamente, e ti dico così non perchè intenda fare il "prezioso", ma perchè Galactica l'ho francamente già un po' rimossa e quindi sarò un po' meno brillante nell'argomentare.

Anzi, parto con un po' di brainstorming invece di rispondere organicamente a tutto. Prendo spunto dalla tua ultima considerazione: il fatto che già avevamo perdonato tante cose.
Ecco, appunto, "perdonare". Si parte da lì, ed il gesto è ovviamente cosciente e volontario. Se una cosa piace, si "tollerano" i difetti.

Di cose assurde, tirate per i capelli o che non tornavano proprio la serie era piena fin da subito.
Però all'inizio un po' per l'entusiasmo, un po' per benevolenza e un po' per fiducia, (perchè si vuole credere che quello che deve venire dopo darà maggior senso a quanto già visto), si perdonano.
E quindi all'inizio passi la faccenda senza senso del "rivelatore di Cylon", passi la faccenda dei Cylon con la colonna vertebrale luminosa quando copulano (che in realtà bastava quella a "rivelarli" - ma forse no perchè da un certo punto in poi misteriosamente la luce non si vede più...), e crediamo pure che il famoso "plan" dei Cylon prima o poi ci verrà rivelato.
Uno sostanzialmente dice "va beh, stiamo a vedere".
Il problema è che stando a vedere le cose cominciano ad andare a rotoli sempre di più e quando scadi nel "fastidio", la faccenda ormai è irrecuperabile.
A quel punto le vedi tutte e il castello di carte crolla.

Quindi penso in parte di aver risposto alla tua domanda: probabilmente è vero che le stagioni 3 e 4 non sono tecnicamente peggiori delle altre. Il fatto è che per molti, arrivati a quel punto, si era ormai raggiunta la "massa critica" di ca##ate assorbibili, unita ad un'emergente consapevolezza che chi era al timone non sapeva bene dove andare a parare, e il giochino si è rotto.
Certo, c'è sempre l'affetto per i personaggi... cosa che io avevo, ma sempre meno di episodio in episodio, mentre sempre più spesso il senso di cupezza generale che gli autori volevano imprimere a tutti i costi finiva per arrivare al destinatario (cioè me, spettatore, "utente finale") come forzato e tragicomico (e non c'è fallimento peggiore, per chi scrive un dramma). A quel punto anche l'amore per i personaggi scema.

Cosa resta? La curiosità.
Se so che la serie avrà un termine a breve... e va beh, vediamo come va a finire. E cosa ne ricavo?
Il finale di Galactica.
Cosa si può aggiungere?
Guarda, non parlo neanche dell'aspetto mistico.
Parlo di stupidaggini tipo che la Civiltà si riforma da ZERO e arriverà, secondo Moore, a riprodurre ESATTAMENTE gli stessi modelli di automobili, di telefoni, di vestiti e di cravatte (!), pur se tutto è andato perso e si deve ricominciare da capo (se le colonie fossero state nel futuro, invece, si poteva assumere che qualcosa si fosse tramandato... non dico che non mi aspettassi il colpo di scena della terra del passato - perchè me l'aspettavo - ma potevano almeno tentare qualche spiegazione).
Oltretutto i coloni che arrivano sulla terra sono una società multirazziale e con una sola religione consolidata, e anche questo torna ben poco col finale improvvisato di Moore (perchè storicamente ripartiamo da razze ben distinte e separate... Sì, volendo si può giustificare tutto, ma via... la verità è che non lo sapeva neanche Moore).

Insomma un disastro completo e l'ennesimo "svergognamento" della sf nei confronti del grande pubblico. Io credo che rinuncierò alla fantascienza da piccolo schermo (non c'è speranza e non c'è niente di talmente valido che induca a "perdonare" le varie stupidaggini, i set low budget ecc. ecc.)
Starglider To Earth:
"The hypothesis you refer to as God, though not disprovable by logic alone, is unnecessary for the following reason..."

Knowing's the easy part. Saying it out loud's the hard part.
Adm.Adama
L'Ammiraglia L'Ammiraglia
Messaggi: 7359
Località: Milano
MessaggioInviato: Mar 17 Ago, 2010 21:29    Oggetto:   

_Kaos_ ha scritto:
in definitiva io ho "scusato" in BSG il fatto che nello spazio si sentono le esplosioni, si vede le fiamme salire in cielo, che i viper si muovono come motoscafi e che in ogni momento nei viaggi cosmici al posto delle stelle ci siano suggestive quanto improbabili nebulose e nuvole stellari.....cosa me ne frega della deriva religiosa?!


Se mi chiedi di giudiucartti come hanno gestito il finale ti dico che si poteva fare di meglio o comunque scegliere un altro tipo di spiegazione.

Se mi chiedi il giudizio generale, non mi importa nulla del finale e metto BSG dopo TOS (in ambito sci-fi).
S*
Grande Antico Grande Antico
Messaggi: 11147
MessaggioInviato: Mar 17 Ago, 2010 22:56    Oggetto:   

Adm.Adama ha scritto:


Se mi chiedi di giudiucartti come hanno gestito il finale ti dico che si poteva fare di meglio o comunque scegliere un altro tipo di spiegazione.

Se mi chiedi il giudizio generale, non mi importa nulla del finale e metto BSG dopo TOS (in ambito sci-fi).


Sono d'accordo, eccetto che al posto di tos (molto più giù nella mia classifica) potrei metterci b5.
S*
Maurizio Del Santo
Eloi Eloi
Messaggi: 440
MessaggioInviato: Mar 17 Ago, 2010 23:31    Oggetto: Re: Le stagioni finali   

Kobol77 ha scritto:
Credo che a molti non sia andato giù che in una serie di Fantascienza l'elemento religioso sia stato una parte importante nella linea narrativa tracciata da Moore per il Galactica, preferendo invece una spiegazione più razionale e tecnicistica, quasi fredda e impersonale, degli eventi, in linea con un modo di fare Fantascienza un pò "old style". Soprattutto a chi si professa ateo, ha dato fastidio il modo in cui è finita la serie. La vedo così dopo aver letto in generale i commenti al finale di Bsg. Ci può stare benissimo.
...
In passato nella Fantascienza seriale si tendeva a confinare l'elemento religioso nella sfera privata. Adesso non più. C'è chi preferisce questo modo di intendere la Fantascienza e chi apprezza il nuovo corso.


Mi sembri un po' distratto. Dove sarebbe questa fantascienza "old style" che non parla di religione? I temi mistici fanno parte della fs da decenni, ci sono centinaia di romanzi e racconti che affrontano questi temi dai punti di vista più disparati. Anche al cinema la materia è stata affrontata, magari in tv un po' meno.

Kobol77 ha scritto:
Personalmente non ci vedo niente di male nell'assorbire la tematica religiosa/mistica nella Fantascienza seriale e letteraria. Anzi è dovere della Fantascienza cercare di approfondire sia la componente fantastica che quella legata alla realtà. Fare finta che non esista la religione in una società complessa o limitarsi a confinarla alla sfera privata in ambito fantascientifico, quando si tirano in ballo concetti quali la fine del mondo o l'annientamento di una civiltà, in cui per forza di cose la religione assume un ruolo attivo nella società, significa avere una visione un pò elitaria e poco attinente con la realtà e con i miliardi di fedeli sui quali religioni e misticismo invece nel bene e nel male hanno non poca influenza.
...

Poi alla fine ciò che contava era raggiungere la Terra e a ben vedere dopo tante distruzioni e morti varie non mi pare proprio che l'unico tema trattato dalla serie fosse Kara nelle vesti di angelo o what else....


Personalmente ritengo che la religione debba essere in generale un fatto privato, ma qui andiamo OT.

Comunque, il tema del finale di BSG è ormai trito e ritrito. Mi limito a ripetere che, premesso che un autore ha il diritto di scrivere ciò che vuole, ha però il dovere di fare quella cosa che si chiama "rispetto per gli spettatori". Ora, il finale, anzi tutta la parte finale dell'ultima stagione di BSG gli spettatori della serie non li rispetta per niente.

Qui non c'entra nemmeno più il misticismo, è una questione di buona creanza, per così dire. Se uno decide di scrivere fantascienza, può trattare tutti i temi che vuole ma alla fine deve restare nell'ambito del genere. Se no scrive qualcos'altro.

Ora, viene fuori che Starbuck è un essere non ben precisato, che muore e resuscita per motivi che non vengono nemmeno accennati; dopodiché salta fuori che una melodia che suonava da bambina, dopo una manciata di anni e convertita in numeri, diventa, ma guarda un po', il sistema di coordinate per la Terra che tutti cercavano da generazioni. Questa io la definisco: "m'invento un palla qualunque perché non so come chiudere." Di sicuro non è fantascienza.

E' come se in un giallo, alla fine il detective scopre il serial killer perché una delle vittime resuscita, lo invita al bar e gli fornisce indirizzo e numero di telefono. Onestamente, questo può mai essere il finale di un giallo?

Quindi mi spiace ma la parte finale di BSG è tutto fuorché fantascienza. E la cosa infastidisce gli appassionati, sia atei (e non "chi si professa ateo", perché detta così suona offensivo, scusa se te lo dico) che no.
Dr. Weir
Icona moderna Icona moderna
Messaggi: 9012
Località: Santa Mira
MessaggioInviato: Mer 18 Ago, 2010 13:43    Oggetto:   

Abbiamo parlato molto del finale e dell'enorme divario qualitativo fra le prime due stagioni e le ultime due: è chiaro che gli autori non sapevano più che pesci prendere, si sono aggrovigliati e ne hanno sparata una dietro l'altra e via di questo passo. Incoerenza, spunti non portati a termine, personaggi che non si capisce più cosa sono ecc. ecc... : è questo che caratterizza le ultime due stagioni, indipendentemente dalla deriva mistica o meno, indipendentemente dai contenuti. La deriva mistica dà sui nervi quando diventa un modo per chiudere una storia senza più capo nè coda.

Adm.Adama ha scritto:
Partendo dal presupposto che quando ti abituano bene tendi a reagire male alle delusioni, a me stona proprio solo il finale. Ma sono poche le serie TV che sono riuscite ad averne uno decente.

ricordo, recentemente, solo un caso in cui ho detto "WOW!" nel finale, e si tratta di Farscape. Non il finale della miniserie che segue la quarta stagione (degno di Sentieri) ma proprio quello della 4° stagione!
Superman came from Cleveland and changed the world
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3048
MessaggioInviato: Mer 18 Ago, 2010 13:50    Oggetto: Re: Le stagioni finali   

Maurizio Del Santo ha scritto:

Mi sembri un po' distratto. Dove sarebbe questa fantascienza "old style" che non parla di religione? I temi mistici fanno parte della fs da decenni, ci sono centinaia di romanzi e racconti che affrontano questi temi dai punti di vista più disparati. Anche al cinema la materia è stata affrontata, magari in tv un po' meno.


Ho parlato di Fantascienza seriale, quindi televisiva. Non ricordo serie tv di Fantascienza che trattassero la tematica religiosa in modo così esplicito in passato tranne che per i casi di Ds9 e in diverse puntate di Babylon 5.

Citazione:
Comunque, il tema del finale di BSG è ormai trito e ritrito. Mi limito a ripetere che, premesso che un autore ha il diritto di scrivere ciò che vuole, ha però il dovere di fare quella cosa che si chiama "rispetto per gli spettatori". Ora, il finale, anzi tutta la parte finale dell'ultima stagione di BSG gli spettatori della serie non li rispetta per niente.


Questo è il tuo (e di altri) modo personale di giudicare la serie. Ce ne sono tanti che la pensano differentemente da te. La frase "rispetto per gli spettatori" lascia il tempo che trova.

Citazione:
Qui non c'entra nemmeno più il misticismo, è una questione di buona creanza, per così dire. Se uno decide di scrivere fantascienza, può trattare tutti i temi che vuole ma alla fine deve restare nell'ambito del genere. Se no scrive qualcos'altro.


E dove sarebbero queste "regole scritte o verbali" o whatelse che delimitano un genere da un altro?. Qui quello distratto sembri tu. Rivediti un pò di serie definite di "Fantascienza" passate in questi ultimi due anni, per non parlare dei film, e ti renderai conto che la Fantascienza classica televisiva non esiste più. Si va sempre più verso una commistione tra generi.

Citazione:
Ora, viene fuori che Starbuck è un essere non ben precisato, che muore e resuscita per motivi che non vengono nemmeno accennati; dopodiché salta fuori che una melodia che suonava da bambina, dopo una manciata di anni e convertita in numeri, diventa, ma guarda un po', il sistema di coordinate per la Terra che tutti cercavano da generazioni. Questa io la definisco: "m'invento un palla qualunque perché non so come chiudere." Di sicuro non è fantascienza.E' come se in un giallo, alla fine il detective scopre il serial killer perché una delle vittime resuscita, lo invita al bar e gli fornisce indirizzo e numero di telefono. Onestamente, questo può mai essere il finale di un giallo?Quindi mi spiace ma la parte finale di BSG è tutto fuorché fantascienza. E la cosa infastidisce gli appassionati, sia atei (e non "chi si professa ateo", perché detta così suona offensivo, scusa se te lo dico) che no.


Stai criticando degli espedienti narrativi. Da quello che so io i nostri devono raggiungere la Terra dopo aver combattuto l'ultima battaglia finale e a quanto pare lo fanno e a quanto pare è questa la parte più importante del finale. Poi che a te non piaccia ci può stare benissimo, ma il"tutto fuorchè Fantascienza" rispecchia il tuo personale modo di vedere la Fantascienza. Il finale è e resta fantascientifico e se proprio la vogliamo dire tutta anche il tanto criticato misticismo viene molto ridimensionato con la figura di Baltar falso profeta e con le battute finali della serie con quell' "It" che smonta un pò la teoria di Dio e che un pò ammicca alla vecchia e sgangherata serie con gli esseri di luce..

Poi ripeto: per me è riduttivo definire Bsg una serie mistica o misticheggiante perchè significa averla vista coi paraocchi, dimenticandosi che è stata molto più di un finale discusso o criticato o di un semplice contenitore di credenze religiose. Una serie va giudicata nel complesso e sinceramente il "cosa sia o non sia Fantascienza" è un ragionamento pieno di falle che parte dalla certezza di saper definire e catalogare un genere in base a criteri da seguire dettati dal personalissimo e soggettivo modo di concepire la Fantascienza.

Ce ne fossero ancora in onda serie del genere!.
Maurizio Del Santo
Eloi Eloi
Messaggi: 440
MessaggioInviato: Mer 18 Ago, 2010 15:21    Oggetto: Re: Le stagioni finali   

Kobol77 ha scritto:
...


Come ho già detto, il tema del finale di BSG è trito e ritrito. E non ho nessuna voglia di perdere tempo a discutere con chi, alle mie affermazioni, risponde parlando d'altro. Tieniti le tue convinzioni e io mi tengo le mie.
_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6183
MessaggioInviato: Mer 18 Ago, 2010 18:55    Oggetto:   

io rispondo al console e a maurizio insieme.

console hai un po' travisato le mie parole, io ho detto che in certi casi ho perdonato alcune inesattezze di BSG, le inesattezze non erano le "panzane" di cui parli te e sul tale giudizio non mi trovo assolutamente d'accordo, le inesattezze di BSG sono tutte riconducibili ad uno stile e ad una tinta ben precisa.

un po' come criticare guerre stellari perchè le spade laser sono si incandescenti da fondere il metallo, ma non abbastanza da friggere il volto quando in un duello ci si avvicina ad esse per pose samurai in primo piano.
le spade servono per rievocare un certo fascino del cavaliere perduto e per questo le assorbi nella narrativa del film, il credere all'illusione del teatro fa il resto. se non ci piace si dovrebbe smettere guardare film.
per esempio in BSG quei difetti di dinamiche spaziali servono per rendere più dinamiche le scene di spazio, e cinematograficamente rendono tutte assolutamente bene senza spendere miliardi di effetti stile grande schermo.

il punto della situazione da me esposto non è "di assurdità ce ne sono ovunque una più una meno non fa differenza", ma è "abbiamo ceduto a diverse imperfezioni della realtà, perchè piantarsi in modo esasperato sul finale". ovviamente non era rivolto a te, visto che nel tuo caso consideri quasi spazzatura tutta la serie.



maurizio scusa ma io durante la visione e anche parecchio dopo, non mi sono mai messo a sbirciare nel forum, per me la cosa non è trita nonostante riconosca che non sia una novità. solo che nell'unico altro post (dedicato all'ultima puntata dove ci tengo a sottolineare solo in OT si fa una considerazione più ampia come richiesta da questo post) ho trovato discussioni molto caotiche da seguire a distanza di così tanto tempo.

sinceramente molte delle critiche che ne vengono fatte sono davvero solo retoriche e strumentali, anzi molti utenti saltuari o meno del forum han fatto alcune osservazioni che dimostrano solo quanto scarsamente abbiano seguito la serie. molte delle critiche sono solo errori di comprensione dello spettatore e come te, non ho voglia di "perdere tempo" a star a spiegare l'ovvio a chi non capisce o a convincere che sia bella a chi non è piaciuta.

infine non mi sembra che kobol abbia parlato d'altro, ma se il tema per te non è più interessante è un'altra cosa.
.





_Kaos_
Horus Horus
Messaggi: 6183
MessaggioInviato: Mer 18 Ago, 2010 19:07    Oggetto:   

Dr. Weir ha scritto:
è chiaro che gli autori non sapevano più che pesci prendere, si sono aggrovigliati e ne hanno sparata una dietro l'altra e via di questo passo. Incoerenza, spunti non portati a termine, personaggi che non si capisce più cosa sono ecc. ecc... : è questo che caratterizza le ultime due stagioni


bhe...mi viene da chiedermi se davvero hai visto la solita serie di cui parlo io. ammetto che piacendomi parecchio l'ho vista a ripetizione e che quindi certe cose poso averle capite meglio perchè non l'ho vista solo una volta in tv con la pubblicità in mezzo, ma tutta questa abbondanza di "errori" non esiste, forse ti stai riferendo solo agli ultimi due episodi che la memoria confonde con il resto.

ad avercene di serie che si sporcano le mani in questo modo e che trattano i personaggi come veri personaggi drammatici invece che come produttori di soldi da mantenere sempre all'apice della perfezione.




mi chiedo infine se tutta questa severità su presunti "errori" presenti in BSG viene sospesa quando si guarda per esempio defing gravity ed i suoi goffi tentativi di spiegare come funziona la grafita artificiale in una scena per autocontraddirsi nella successiva.


ora...giusto per dirne una, non voglio affossarla per così poco. ma vogliamo mettere il ritmo frenetico dei racconti e degli episodi di BSG con la lentezza di defing gravity?
te dici che dopo 4 serie non sapevano più dove parare, apparte che è un'affermazione sbagliata se la estendi a tutte e due le serie generalizzando così, ma è meglio avere un unico mistero che non ti dicono mai del tutto come la sindrome da x-files?

(per correttezza, BSG brucia velocemente la sua narrativa, defing gravity invece è lenta anche perchè si focalizza più sulle storie sentimentali e sociali dei protagonisti che sulla scienza fantastica. sono scelte. possono piacere o meno, ma non si può definire una sbagliata rispetto all'altra.)
.





Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Battlestar Galactica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum