TROPPA assurda violenza contro le donne


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 49, 50, 51  Successivo
Autore Messaggio
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Sab 11 Feb, 2017 11:54    Oggetto:   

Lo scrivo qui apposta, visto che questa sezione l'inaugurai io a suo tempo con opinioni piuttosto marcate sul tema.
Ciò premesso, a me tutta sta indignazione per la "patata bollente" buttata lì da Feltri mi fa scompisciare. 
Considero Libero un quotidiani spazzatura, ma davvero a tutti gli indignati dell'occasione mi viene di mandarli a prenderselo in saccoccia.
E fatevi una risata qualche volta!
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3045
MessaggioInviato: Sab 11 Feb, 2017 14:29    Oggetto:   

Giusto condannare le parole offensive di Feltri, che ritengo un pessimo esempio di giornalismo, ma giustamente Feltri ricorda di aver fatto titoli simili su Berlusconi o altre ministre in area Pd, senza che si levassero grida scandalizzate.

Che significa? Che ha ragione Feltri? Assolutamente no. La sua resta una forma squallida di giornalismo. Altrettanto squallide però sono le reazioni di Salvini, che ora si dice contrario a questi titoli, ma che mesi fa paragonava Laura Boldrini a una bambola gonfiabile. Altrettanto squallide sono le prese di posizione dei 5 stelle, eppure il multimilionario genovese con multiproprietà imboscate in Svizzera, alias Beppe Grillo, tempo fa lanciò un sondaggio sulla Boldrini chiedendo ai propri elettori che avrebbero fatto da soli in auto con lei, se ce ne fosse stata occasione, o rispondendo all'hastag "dov'è Boschi", dicendo che si trovava sicuramente in tangenziale assieme a una collega di partito, per non parlare di De Luca su Rosi Bindi.


Squallidi tutti. Squallida la politica italiana, non solo quella specie di Gianduia Vettorello in salsa bergamasca, che è solo un simulacro di giornalista.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4905
Località: Verona
MessaggioInviato: Sab 11 Feb, 2017 17:35    Oggetto:   

Ho smesso di indignarmi da un po'.... son solo schifato un po' dall'ignoranza abissale e dai comportamenti insulsi di... praticamente tutti.
Oramai siamo al relativismo assurto a legge generale. Uno ruba? è un ladro se è un avversario, una vittima se è dei nostri, ma se è donna non si può criticare, se è gay, ohibò, se è di colore, men che meno.
Esempio? Asia Argento, praticamente una figlia di papà che si crede proletaria, critica la Meloni definendola "lardosa ricca e svergognata" salvo poi fare marcia indietro "non avrei dovuto scrivere questo di una donna".
Sintesi perfetta della situazione generale: il nemico (vero o presunto?) si deve attaccare senza mezzi termini, chi se ne frega se la colpa commessa è vera o inventata, sua o di tutti (perché sia chiaro, essere ricchi è una colpa? e un ricco figlio di papà con lo stipendio pubblico può pensare una cosa del genere?), ma certi generi non si toccano. Quindi vietato criticare donne, gay o immigrati/di colore, o ebrei.
Quindi: si può dare ad un uomo del cazzone, ma non ad una donna della figa di legno. Si può dare ad un uomo del puttaniere ma non ad una donna della puttana. si può dare ad un eterosessuale dello stronzo, o dello svergognato, ma non ad un omosessuale. Si può dare ad un bianco del razzista, ma non ad un nero. Si può dare ad un cristiano dell'ottuso, ma non ad un ebreo o ad un musulmano.
Ecco... tutto questo a me sta un po' sulle palle. Vorrei che nessuno offendesse nessuno, o quanto meno che la si finisse di pensare che alcune categorie sono più uguali delle altre. Se c'è parità c'è parità in tutto, anche sulle spalle larghe di ridere di un'offesa e di fregarsene se ti danno dello stronzo, del puttaniere o dell'imbecille.
Chiedo troppo? Sbaglio io? A voi pare giusto così?
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3045
MessaggioInviato: Sab 11 Feb, 2017 18:38    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:
Ho smesso di indignarmi da un po'.... son solo schifato un po' dall'ignoranza abissale e dai comportamenti insulsi di... praticamente tutti.
Oramai siamo al relativismo assurto a legge generale. Uno ruba? è un ladro se è un avversario, una vittima se è dei nostri, ma se è donna non si può criticare, se è gay, ohibò, se è di colore, men che meno.
Esempio? Asia Argento, praticamente una figlia di papà che si crede proletaria, critica la Meloni definendola "lardosa ricca e svergognata" salvo poi fare marcia indietro "non avrei dovuto scrivere questo di una donna".
Sintesi perfetta della situazione generale: il nemico (vero o presunto?) si deve attaccare senza mezzi termini, chi se ne frega se la colpa commessa è vera o inventata, sua o di tutti (perché sia chiaro, essere ricchi è una colpa? e un ricco figlio di papà con lo stipendio pubblico può pensare una cosa del genere?), ma certi generi non si toccano. Quindi vietato criticare donne, gay o immigrati/di colore, o ebrei.
Quindi: si può dare ad un uomo del cazzone, ma non ad una donna della figa di legno. Si può dare ad un uomo del puttaniere ma non ad una donna della puttana. si può dare ad un eterosessuale dello stronzo, o dello svergognato, ma non ad un omosessuale. Si può dare ad un bianco del razzista, ma non ad un nero. Si può dare ad un cristiano dell'ottuso, ma non ad un ebreo o ad un musulmano.
Ecco... tutto questo a me sta un po' sulle palle. Vorrei che nessuno offendesse nessuno, o quanto meno che la si finisse di pensare che alcune categorie sono più uguali delle altre. Se c'è parità c'è parità in tutto, anche sulle spalle larghe di ridere di un'offesa e di fregarsene se ti danno dello stronzo, del puttaniere o dell'imbecille.
Chiedo troppo? Sbaglio io? A voi pare giusto così?

Per me è una semplice questione di educazione.
Se mi sta sulle palle uno di colore, non lo chiamo negro. Se penso che Laura Boldrini sia politicamente inconsistente e tale la ritengo, non la chiamo puttana, né bambola gonfiabile. Se i Musulmani sono dei retrogradi, se l'Islam è una religione che svilisce la donna, lo faccio presente, senza chiamare un musulmano jihadista o seguace dell'Isis. Se deve passare la teoria che i gay sono pacifisti per natura, invece di definirli froci, sarebbe il caso di ricordare a chi la pensa in tal modo che ci sono numerosi esempi di sanguinari omosessuali, documentati, che smentiscono tale teoria bislacca.

La domanda piuttosto è: "Ha più senso usare termini dispregiativi in un ragionamento, per dare forze alle proprie idee, oppure è meglio esprimersi cercando di non far diventare il carnefice vittima, evitando così riferimenti pesanti a carnagione, cultura, religione, tendenza al fine di screditarlo?". 

Se tu chiami frocio, negro, troia uno/a, cosa ottieni alla fine?

Se prima c'era un eccesso di politically correct, adesso accade decisamente il contrario. Se permetti poi, il termine "puttaniere" raramente lo sento riferito a un uomo e comunque basta farne l'etimologia per capire che l'oggetto del suo essere è legato alla parola "puttana" in senso dispregiativo nei confronti di quest'ultima. Il termine "puttana" invece è decisamente di largo uso e consumo. Chissà perché.

I politici degli anni 80/90 erano dei corrotti, dei ladri, ma c'era una forma di civiltà politica e giornalistica che oggi si è decisamente persa. Quelli attuali sono degli ignoranti, hanno inventato TeleMike (Berlusconi) si sono formati da TeleMike (Renzi e Salvini), o su un palco (Beppe Grillo), non conoscono l'italiano (Di Maio e Di Battista) e sono incapaci di esprimersi senza offendere. 

Idem i giornalisti alla Marco Travaglio, uno che in confronto la Boldrini è la donna più simpatica della Terra e i Vittorio Feltri.

E al peggio credo non ci sia limite.
orcolat
Vorlon Vorlon
Messaggi: 982
MessaggioInviato: Lun 13 Feb, 2017 08:48    Oggetto:   

Kobol77 ha scritto:
I politici degli anni 80/90 erano dei corrotti, dei ladri, ma c'era una forma di civiltà politica e giornalistica che oggi si è decisamente persa. Quelli attuali sono degli ignoranti, hanno inventato TeleMike (Berlusconi) si sono formati da TeleMike (Renzi e Salvini), o su un palco (Beppe Grillo), non conoscono l'italiano (Di Maio e Di Battista) e sono incapaci di esprimersi senza offendere. 

Erano più intelligenti, nel senso che avevano una cultura, cultura che, incoerentemente, sfruttavano per i propri vantaggi. Avevano anche spirito critico, e attaccavano l'avversario in modo molto più diretto ma senza vetrina mediatica ad amplificare gli effetti.
Il problema sta nel fatto che è dalla loro scuola che sono nati gli attuali animali politici, ai quali manca cultura, spirito critico, visione d'insieme e a lungo termine, un po' come a tutto il mondo occidentale (escludo il resto solo per mia ignoranza).
Sì, mi associo a Kobol, al peggio non c'è limite, toccato il fondo si può sempre scavare.
Ci vorrebbe la forza di reagire, se ce la facciamo mancare non c'è proprio speranza.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14622
Località: Padova
MessaggioInviato: Mar 14 Feb, 2017 14:26    Oggetto:   

Ma patata bollente è un insulto? Quassù questa non l'abbiamo capita bene, forse si riferivano al fatto che le piace molto trombare (cosa che non so se vera)?

Cioè, che volevano dire? In che senso volevano insultarla? Tipo di un uomo dire Ce l'ha sempre in tiro e non pensa altro che a trombare, dimenticando i doveri istituzionali?
Ma le hanno detto Sei una patata bollente (per me, incomprensibile) o Hai una patata bollente (comprensibile, ma è vero?)?

Boh, non so, nè che volevano dire, nè su cosa molti si sono indignati.
Una vicenda molto misteriosa.
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Lun 20 Mar, 2017 13:26    Oggetto:   

Abbiate pazienza ma a me questa di oggi sotto certi punti mi fa ridere.
Pare che in uno dei penosi salotti televisivi del pomeriggio, l'ennesima paccottaglia proposta sia stata una sintesi di SEI ragioni per cui varrebbe la pena di sposare una donna dell'Est.
Le SEI ragioni in oggetto, sintetizzavano (anche nel testo), le ben 20 ragioni di un sito trash.
Sotto copio entrambe.
Ho visto che naturalmente il sito trash indugia (ma con una certa "eleganza") su alcune "particolari qualità di queste giovani donne"... e conclude ironicamente al punto 20 con un "Riescono a leggere Dostoevskoji in lingua originale"; inoltre al primo punto ci mette un "Non fanno scenate in pubblico. Se devono tagliarti le palle lo fanno nell'intimità di casa".Very Happy
Ovviamente questi punti non sono stati ripresi nel programma in questione. Avranno pensato... sai cosa frega agli uomini se una col sedere di marmo sa anche leggere il Dosto.... e poi meglio non suggerire alle signore certe reazioni... molto meglio parlare di casi disperati di passive violenze subite, piuttosto che accennare alla possibilità che una donna applichi una preventiva legge del taglione.
Quindi a beneficio della pelemica di qualche giorno (e di chi ci casca), proposte su un piatto d'argento sei banalità qualsiasi.
Mentre sono anni che la RAi propina cazzate su cazzate.
E su questo si dovrebbero sollevare polemiche, non su fregnacce da ridere e rintuzzare con umorismo. 

http://www.repubblica.it/spettacoli/tv-radio/2017/03/20/news/_parliamone_sabato_e_le_donne_dell_est_il_direttore_di_rai1_chiede_scusa-160975002/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1

http://tvzap.kataweb.it/foto/196386/ragazze-dellest-la-lista-delle-polemiche-copiata-da-un-sito-trashironico/#1
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16696
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Lun 20 Mar, 2017 20:53    Oggetto:   

Non ho visto la trasmissione e quindi non posso dare un giudizio serio. Se la trasmissione ha preso per seria quella lista allora è stato giusto chiuderla. Se la prendevano in giro, il discorso è diverso.
Il problema è che la discussione tra gli invitati deve aver preso una piega che la conduttrice doveva stroncare sul nascere.
Ho letto su "il post" qualche frase detta da Fabio Testi
«Un mio amico era fidanzato con una bellissima ragazza di Mosca, per il suo compleanno lo invita a Mosca. (…) Lo ha portato al bordello, gli ha fatto scegliere un’altra ragazza e si sono divertiti tutta la notte insieme: come fai a non innamorarti di una donna così, giustamente? È difficile che una donna italiana ti faccia un regalo così»
o
«Gli uomini italiani amano la donna, la femmina. Se si incontrano assieme, come guarda l’uomo la donna? [[i]sguardo ammirato] La donna russa non viene mai guardata in questo modo. L’altra cosa, importantissima: se per caso l’uomo italiano ha qualche difficoltà nell’approccio finale con la donna, la brutta figura la fa l’uomo. Mentre invece nel caso di una coppia russa, se si vede che l’uomo non riesce a ottenere l’orgasmo, è lei che si sente in colpa. La femminilità esce in un altro modo».
[/i]E detta in una trasmissione pomeridiana, vista dalle famiglie (mi sento molto MOIGE in questo momento e dopo che all'Arena l'Ex-Moglie di Muccino ha raccontate delle violenze subite negli anni di matrimonio.

Palomino.
ps Forse qualcuno doveva chiedere a Testi se era d'accordo sulla recente legge russa che depenalizza la violenza domestica limitandosi ad una semplice multa ....
Antha
Horus Horus
Messaggi: 5153
MessaggioInviato: Lun 20 Mar, 2017 22:40    Oggetto:   

Ah! Come opinionista sul tema c'era l'over 70 Testi? 
Programma cultural parodistico quindi. Che crudeltà aver deciso di chiuderlo!
jonny lexington
Genio del Male Genio del Male
Messaggi: 24575
Località: Quasi polare
MessaggioInviato: Mer 22 Mar, 2017 16:15    Oggetto:   

Palomino ha scritto:
Ho letto su "il post" qualche frase detta da Fabio Testi
«Un mio amico era fidanzato con una bellissima ragazza di Mosca, per il suo compleanno lo invita a Mosca. (…) Lo ha portato al bordello, gli ha fatto scegliere un’altra ragazza e si sono divertiti tutta la notte insieme: come fai a non innamorarti di una donna così, giustamente? È difficile che una donna italiana ti faccia un regalo così»

mi sa che il signor testi ha fatto confusione fra la realtà e qualcosa letto su un playboy degli anni 80. che pirla.
Palomino
Horus Horus
Messaggi: 16696
Località: Virtualmente tra monti e mare
MessaggioInviato: Mer 22 Mar, 2017 21:16    Oggetto:   

L'ultima è la Perego che dichiara il complotto e che è caduta in un gioco più grande di lei dove il vero bersaglio è il marito.
Ok .... bene ....
Palomino.
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3045
MessaggioInviato: Gio 23 Mar, 2017 15:47    Oggetto:   

Mah io farò il bastian contrario in questa vicenda e quindi tutto 'sto clamore e tutta 'sta indignazione sinceramente li ritengo eccessivi.

E vi dirò perché.


1) Il programma della Perego è spazzatura

2) I programmi spazzatura non parlano di Massimi Sistemi. Non hanno questa pretesa, altrimenti non sarebbero programmi spazzatura

3)I programmi spazzatura invitano gente spazzatura, non luminari

4) I contenuti dei programmi spazzatura sono spazzatura


Ora io il canone Rai non lo pago da anni. Questa vicenda quindi l'ho seguita in differita. Mi rifiuto di pagarlo anche per i programmi spazzatura, ma non solo per questi, che comunque sempre sono esistiti e sempre esisteranno in Rai. Non è che se cancelli questo, la Rai migliora. La Rai resta una schifezza lo stesso e a questo programma spazzatura ne seguirà un altro dello stesso tenore.


Sinceramente poi sì, erano stronzate enormi quelle indicate nei 6 punti sulle donne, ma a discuterne c'era una donna, a seguire la spazzatura c'era un pubblico per lo più femminile. Dubito ad esempio che a guardarsi le oscenità di Barbara D'Urso e Maria De Filippi tra intronati e intronate ci sia un pubblico prevalentemente maschile. Idem per i programmi di Perego Paola.

L'idea che mi sono fatto è che quella tabella numerata fosse una semplice stronzata buttata lì per farsi qualche risata e per passare il tempo. Queste stronzate sono state strumentalizzate da qualcuno che voleva fare le scarpe agli autori e da certa critica femminista di stampo boldriniano che personalmente a me ha scartavetrato i maroni. Perdonatemi l'inciviltà, ma lo dovevo dire.


Trovo più incivile non concedere il patrocinio da parte di Boldrini nei confronti delle femministe che chiedevano di discutere sull'utero in affitto, che stare a perdere tempo e indignazione su 6 stronzate riguardanti le donne dell'est e le italiane.

Trovo più squallido che la Boldrini difenda l'amichetto Vendola, che si è acquistato un figlio a suon di dollari grazie ai contribuenti italiani, negando il riconoscimento  a una tematica quanto meno attuale, che stare a perdere tempo appresso a un programma demenziale, che ha lo scopo di dire cose demenziali e per lo più guardato da donne. 

Così la penso.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14622
Località: Padova
MessaggioInviato: Gio 23 Mar, 2017 19:01    Oggetto:   

Kobol come fai  a non pagare il canone ora che è in bolletta ENEL?

Il programma, poi andava da schifo e hanno colto l'occasione per sopprimerlo. Se andava bene era ancora là.
Paolo Saltamonti
Blobel Blobel
Messaggi: 178
MessaggioInviato: Gio 23 Mar, 2017 21:31    Oggetto:   

Kobol77 ha scritto:
Mah io farò il bastian contrario in questa vicenda e quindi tutto 'sto clamore e tutta 'sta indignazione sinceramente li ritengo eccessivi.

E vi dirò perché.


1) Il programma della Perego è spazzatura

2) I programmi spazzatura non parlano di Massimi Sistemi. Non hanno questa pretesa, altrimenti non sarebbero programmi spazzatura

3)I programmi spazzatura invitano gente spazzatura, non luminari

4) I contenuti dei programmi spazzatura sono spazzatura


Ora io il canone Rai non lo pago da anni. Questa vicenda quindi l'ho seguita in differita. Mi rifiuto di pagarlo anche per i programmi spazzatura, ma non solo per questi, che comunque sempre sono esistiti e sempre esisteranno in Rai. Non è che se cancelli questo, la Rai migliora. La Rai resta una schifezza lo stesso e a questo programma spazzatura ne seguirà un altro dello stesso tenore.


Sinceramente poi sì, erano stronzate enormi quelle indicate nei 6 punti sulle donne, ma a discuterne c'era una donna, a seguire la spazzatura c'era un pubblico per lo più femminile. Dubito ad esempio che a guardarsi le oscenità di Barbara D'Urso e Maria De Filippi tra intronati e intronate ci sia un pubblico prevalentemente maschile. Idem per i programmi di Perego Paola.

L'idea che mi sono fatto è che quella tabella numerata fosse una semplice stronzata buttata lì per farsi qualche risata e per passare il tempo. Queste stronzate sono state strumentalizzate da qualcuno che voleva fare le scarpe agli autori e da certa critica femminista di stampo boldriniano che personalmente a me ha scartavetrato i maroni. Perdonatemi l'inciviltà, ma lo dovevo dire.


Trovo più incivile non concedere il patrocinio da parte di Boldrini nei confronti delle femministe che chiedevano di discutere sull'utero in affitto, che stare a perdere tempo e indignazione su 6 stronzate riguardanti le donne dell'est e le italiane.

Trovo più squallido che la Boldrini difenda l'amichetto Vendola, che si è acquistato un figlio a suon di dollari grazie ai contribuenti italiani, negando il riconoscimento  a una tematica quanto meno attuale, che stare a perdere tempo appresso a un programma demenziale, che ha lo scopo di dire cose demenziali e per lo più guardato da donne. 

Così la penso.
condivido in toto.
Kobol77
Horus Horus
Messaggi: 3045
MessaggioInviato: Ven 24 Mar, 2017 11:39    Oggetto:   

Tobanis ha scritto:
Kobol come fai  a non pagare il canone ora che è in bolletta ENEL?

Il programma, poi andava da schifo e hanno colto l'occasione per sopprimerlo. Se andava bene era ancora là.

La casa in cui viviamo è della mia compagna. Problema suo purtroppo per lei. Certo è uno schifo. Dovresti dichiarare di non avere televisori in casa per evitare l'addebito.
Questa è una delle grandi schifezze dell'ex governo Renzi.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... , 49, 50, 51  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum