Fantascienza come in "Conan"


Autore Messaggio
Lidia Zitara
Hortha Hortha
Messaggi: 116
Località: Regno delle Due Sicilie
MessaggioInviato: Ven 24 Nov, 2017 17:07    Oggetto: Fantascienza come in "Conan"   

Buonasera a tutti quanti,
scusatemi se mi faccio viva solo sporadicamente e sempre per chiedere aiuto in modo spudorato.
So rivedendo "Conan, ragazzo del futuro" per ragioni di lavoro. Non ricordo molto bene l'anime, ero piuttosto piccola quando fu trasmesso, e rivedendolo ora mi sembra una incredibile preveggenza dello steampunk.
La mia profonda ignoranza in fatto di letture non mi consente di capire dove s'è infilato Miyazaki, nel lontano '78, per quel tipo di suggestione.
Ecco quindi la mia domanda: quali possono essere, a vostro parere, gli autori di libri, film o altro, che possono avere verosimilmente influenzato -anche in parte- le scenografie del cartone animato?
E ancora, "Conan" ha influenzato in qualche modo alcuni autori posteriori? Indastria ricorda così tanto Afritania...

Grazie mille a chiunque vorrà aiutarmi a conoscere cose nuove.
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5540
MessaggioInviato: Ven 24 Nov, 2017 19:56    Oggetto:   

Conan e la grande onda e' tratto da un romanzo che per lungo tempo non ha goduto di traduzione italiana ufficiale.

Mi aiuto con wikipedia per le informazioni generali perche' ho perso l' indirizzo dello storico sito italiano (che per altro credo abbia eliminato la copia tradotta del romanzo nel momento in cui e' stato pubblicato anche in Italia) dedicato alla serie.

L' autore del romanzo e' Alexander Key ed il romanzo e' del 1970: cercando su internet ad ogni modo lo dovresti trovare.

https://it.wikipedia.org/wiki/Conan,_il_ragazzo_del_futuro_(romanzo)
Albacube reloaded
Horus Horus
Messaggi: 3935
Località: Un paesello in provincia di Padova
MessaggioInviato: Sab 25 Nov, 2017 00:56    Oggetto:   

Da piccolo, mi ricordava Verne, come ambientazione!
Lidia Zitara
Hortha Hortha
Messaggi: 116
Località: Regno delle Due Sicilie
MessaggioInviato: Sab 25 Nov, 2017 12:03    Oggetto:   

Capitan Siccardi, conosco le origini dell'anime, anche se non ho letto il romanzo di Key, che comunque è disponibile in diverse versioni cartacee, brossurate o hardcover e con diverse copertine.
Mi chiedevo, a parte la dichiarata trasposizione  (in sigla, anche in italia era presente il titolo del romanzo) e quindi i riferimenti al libro,se Miyazaki potesse aver letto o visto qualche altra cosa per formarsi un'idea degli scenari. Per capire, in poche parole, quanto sia innovativa la visione scenografica di "Conan".
La parte iniziale del primo episodio, tagliata in Italia, ha un evidente riferimento a Metropolis. Mi chiedevo se anche Indastria abbia un punto di riferimento.
chip65C02
Hortha Hortha
Messaggi: 125
MessaggioInviato: Lun 27 Nov, 2017 12:51    Oggetto:   

ciao,
mi ricordo anche io il cartone animato di "Conan" ogni tanto lo vedevo quando ero piccolo su Italia1 oppure TMC o qualche antenna privata locale.

Non ho ancora trovato tutte le radici di Fantascienza tantomeno se il plot di "Conan il ragazzo del futuro" è stato permutato da qualcosa che era già dentro le pulp mags. Devo dire che ancora non ho esaurito la roba da leggere Smile quindi è possibile che qualcosa scovi in futuro...

Però per adesso posso dire che ho trovato le radici dell'aereo gigante che nelle ultime puntate svolazza decollando da Indastria: G.Verne - robur the conqueror

spero di essere stato utile
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1441
MessaggioInviato: Lun 27 Nov, 2017 13:53    Oggetto:   

Ho come idea che Indastria sia ispirato a certe zone industriali del Giappone stesso, in forte (e precaria ecologicamente) espansione all'epoca.

L'autore cmq è noto per avere passione degli aereoplani, per lo più d'epoca, da qui una tecnologia futuribile e spesso retrò.
Rdaneelolivaw
Blobel Blobel
Messaggi: 175
Località: Novara
MessaggioInviato: Ven 01 Dic, 2017 13:52    Oggetto:   

quelle enormi macchine volanti mi ricordano Metropolis
Fedemone
Asgard Asgard
Messaggi: 1441
MessaggioInviato: Ven 01 Dic, 2017 16:09    Oggetto:   

Sì, Metropolis è certamente una influenza, soprattutto comparato con l'urbanizzaizone in giappone (altri film dello studio Ghibli hanno trattato il problema del confrlitto natura città, come il film sui tanuki, e il problema ecologico è molto sentito) penso che sia un qualcosa in cui gli autori si sono rispecchiati.
Ma vedendo anche come Shirow nei suoi manga pensava le città, penso proprio che sia l'espansione delle aree urbane con i suoi grattacieli e l'ìinquinamento successivo ad essere prese di mira, quindi diretta ispirazione.
Se si pensa poi che uno degli ultimi film della studio ghibli è sulle macchine volanti dell'ingegner Caproni all'inizio del XX secolo, è solo una conferma della passione di Miyazaki per le macchine volanti, soprattutto quelle prototipiche e gigantesche.

Non vedo molte altre sorgenti di ispirazione.
Rdaneelolivaw
Blobel Blobel
Messaggi: 175
Località: Novara
MessaggioInviato: Ven 01 Dic, 2017 19:20    Oggetto:   

Fedemone ha scritto:

Se si pensa poi che uno degli ultimi film della studio ghibli è sulle macchine volanti dell'ingegner Caproni all'inizio del XX secolo, è solo una conferma della passione di Miyazaki per le macchine volanti, soprattutto quelle prototipiche e gigantesche.

"RIse the Wind" l'ho visto in lingua originale sottotitolato in inglese, film interessante, ma preferisco quelli fantastici.
Notevole l'italiano dei personaggi italiani la cui voce era di giapponesi che parlavano con ottimo accento. Smile
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14800
Località: Padova
MessaggioInviato: Lun 04 Dic, 2017 11:26    Oggetto:   

Devo dire che sono un ammiratore di lunga data di Conan il ragazzo del futuro.

Ma forse da qualcosa si intuisce.

Sicuramente il libro e la serie animata risentono della Guerra Fredda e della paura dell'Olocausto nucleare, che allora andava per la maggiore.

Ci sono molti temi presenti poi in altre opere del Maestro. La passione per gli aerei, presenti forse in tutti i suoi film (dovrei fare mente locale) probabilmente gli venne trasmessa dal padre, che lavorava in quel settore. Anche i bombardamenti (pure loro, presenti forse in tutti i film) vengono da vita vissuta da bambino. L'amore per la natura e i temi dell'ecologia, spesso messi a confronto con una meccanica disumana e la guerra, sono temi presentissimi in tutta la sua opera. Spesso i suoi eroi sono delle eroine, anche qua ce ne sono almeno due.

I disegnatori che l'hanno influenzato li trovi su Wiki ing. Se cerchi La grande avventura del piccolo principe Valiant, trovi già le bozza di Conan e Lana (intesi come i protagonisti di Conan).

Il rapporto Indastria  - Metropolis boh mi pare un po' stiracchiato.
Lidia Zitara
Hortha Hortha
Messaggi: 116
Località: Regno delle Due Sicilie
MessaggioInviato: Ven 08 Dic, 2017 12:06    Oggetto:   

Quindi secondo voi è un'opera piuttosto originale che trova riferimenti più che nel volume da cui è tratto o da altre opere di fantascienza nelle esperienza e nell'humus culturale e personale di Miyazaki? Guarderò le fonti consigliate. Grazie molte a tutti, come sempre siete una fonte inesauribile di informazioni.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantascienza in generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum